La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO FORESTALE APPENNINICO: PAESAGGIO, BIOMASSA, CASTAGNA E PRODOTTO TRASFORMATO Il valore aggiunto dei progetti di cooperazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO FORESTALE APPENNINICO: PAESAGGIO, BIOMASSA, CASTAGNA E PRODOTTO TRASFORMATO Il valore aggiunto dei progetti di cooperazione."— Transcript della presentazione:

1 VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO FORESTALE APPENNINICO: PAESAGGIO, BIOMASSA, CASTAGNA E PRODOTTO TRASFORMATO Il valore aggiunto dei progetti di cooperazione nella programmazione LEADER Bilancio e prospettive della cooperazione LEADER Bologna 15 maggio 2015 Mario Montanari-Direzione Generale Agricoltura

2 Spesa pubblica programmata nel PSR iniziale: ,00 € Per un importo complessivo di , 00 € di cui ,00 € concessi di Spesa pubblica per - Azioni di supporto € - Azioni di progetto € 11 progetti presentati di cui 10 progetti approvati (conclusi al 30 aprile 2015) La Misura 421 nel periodo 2007 – 2013

3 ITINERARI POLIFUNZIONALI SOPRIP Altra-Romagna Antico Frignano Appennino bolognese SOFTECONOMYAntico Frignano e Appennino reggiano SopripAppennino bolognese VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO FORESTALE Appennino bolognese Antico Frignano e Appennino reggiano GEOPARCOAppennino bolognese Altra Romagna …. il GAL Appennino bolognese

4  … con aspetti positivi... - Conferma della propensione dei GAL dell'Emilia-Romagna in materia di cooperazione - Ottima collaborazione tra i GAL dell'Emilia-Romagna e dimostrazione di coesione Un primo bilancio  … e qualche criticità... - nella programmazione da parte degli attori pubblici (UE, Stato, Regione) - nella capacità progettuale e realizzativa dei territori coinvolti

5 : COSA c’è di nuovo  Obbligo per la Regione di attivare la Sottomisura di cooperazione Leader (19.3) attraverso due operazioni: Azioni di supporto Azioni di progetto  Discrezionalità per i GAL di avvalersi della sottomisura 19.3  Elegibilità di partenariati diversi dai GAL

6 Operazione Azioni di supporto per i progetti di cooperazione Leader FINALITA': Sostenere attività funzionali alla identificazione e messa a punto di progetti di cooperazione SOSTEGNO: Contributo in conto capitale a copertura delle spese sostenute per le attività preparatorie, nel limite del 10%del costo complessivo del progetto di cooperazione. Per i progetti di che non vanno a buon fine, è rimborsabile un massimo, per l’intero periodo di programmazione, di euro. CONDIZIONI: Dimostrazione del legame con un progetto di cooperazione concreto, indipendentemente dalla effettiva sottoscrizione dell’accordo di cooperazione..

7 Operazione Azioni di progetto di cooperazione Leader FINALITA': Sostenere le attività previste nell'ambito dei progetti di cooperazione SOSTEGNO: Contributo in conto capitale fino all’80% dei costi ammissibili. CONDIZIONI: É compito dei GAL individuare e selezionare i progetti di cooperazione da sottoporre alla Regione, nonché di selezionare le proposte di partenariato a cui aderire tra quelle provenienti da altri territori.

8 L’ APPLICAZIONE IN FASE 1  L’attivazione dell’operazione è a discrezione del singolo GAL che la indicherà nella propria strategia di sviluppo locale insieme a quali risorse intende allocare per essa ed ai criteri utili alla selezione dei progetti di cooperazione. L’ Autorità di Gestione attribuirà un punteggio aggiuntivo ai GAL che intendono attivare l’operazione, proporzionalmente all’entità delle risorse integrative previste.

9 L’ APPLICAZIONE SUCCESSIVA  i GAL che hanno optato per attuare la Cooperazione Leader indicheranno i temi generali su cui intendono avviare le progettazioni.  L’Autorità di Gestione ne valuterà la validità e conformità, in particolare in termini di coerenza con la strategia di sviluppo locale del GAL Nella seconda Fase della selezione:

10 L’ APPLICAZIONE OPERATIVA La Regione raccoglierà le proposte dei GAL – ogni 4-6 mesi – attraverso specifiche chiamate. L’AdG esprimerà con il supporto del nucleo di valutazione un parere di ammissibilità o di esclusione delle proposte. I progetti non accolti potranno essere ripresentati in una successiva scadenza, opportunamente rimodulati.  Verrà emesso un parere di conformità in termini di: coerenza con le programmazioni dei fondi SIE e settoriali; fattibilità, misurabilità ed efficacia delle azioni; capitalizzazione dei risultati; controllabilità delle operazioni.

11 … Alcuni suggerimenti  Qualità e completezza della progettazione  Componente di innovatività  NON ripetizione, ma capitalizzazione delle esperienze precedenti  Chiaro valore aggiunto in termini di cooperazione Per i futuri progetti di cooperazione si richiederà in particolare:

12 … intanto, grazie per l’attenzione! Mario Montanari - Direzione Generale Agricoltura


Scaricare ppt "VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO FORESTALE APPENNINICO: PAESAGGIO, BIOMASSA, CASTAGNA E PRODOTTO TRASFORMATO Il valore aggiunto dei progetti di cooperazione."

Presentazioni simili


Annunci Google