La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 1Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 1Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009."— Transcript della presentazione:

1 1 1Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

2 Gerard Tortora, Brian Derrickson Conosciamo il corpo umano

3 3 Capitolo 1 Lorganizzazione del corpo umano 1.Che cosa sono lanatomia e la fisiologia 2.I livelli di organizzazione e gli apparati del corpo 3.I processi della vita 4.Lomeostasi: mantenere costanti le condizioni del corpo Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

4 4 Capitolo 1 Lorganizzazione del corpo umano 5.I termini dellanatomia 6.Le cavità corporee 7.La chimica di base del corpo umano 8.I composti organici nei processi della vita 9.Il lavoro degli enzimi Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

5 Che cosa sono lanatomia e la fisiologia L anatomia e la fisiologia sono fondamentali per comprendere le strutture e le funzioni del corpo umano. L anatomia è la scienza che studia la struttura di un corpo e le relazioni tra le sue parti. La fisiologia è la scienza che studia come funzionano le parti di un organismo. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

6 6 2. I livelli di organizzazione e gli apparati del corpo 1.Livello della chimica (o molecolare): include gli atomi e le molecole. 2.Livello cellulare: le cellule sono le unità strutturali e funzionali di base dellorganismo. 3.Livello dei tessuti: i tessuti sono costituiti da gruppi di cellule che svolgono una funzione particolare. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

7 I livelli di organizzazione e gli apparati del corpo 4.Livello degli organi: i diversi tipi di tessuti si uniscono a formare gli organi. 5.Livello dei sistemi e degli apparati: i sistemi sono costituiti da organi con la medesima origine embriologica; gli apparati possono avere struttura o derivazione embriologica diversa. 6.Livello dellorganismo.

8 I livelli di organizzazione e gli apparati del corpo Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

9 I processi della vita 1.Il metabolismo: linsieme di tutti i processi chimici che avvengono nel corpo, tra cui la scissione di molecole grandi e complesse e la loro sintesi a partire da molecole più semplici. 2.La reattività: la capacità di rilevare e di rispondere ai cambiamenti dellambiente interno ed esterno. 3.Il movimento: include gli spostamenti di tutto il corpo, compresi gli organi, le cellule e gli organuli cellulari. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

10 10 Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore I processi della vita 4. Laccrescimento: laumento delle dimensioni corporee. 5.La differenziazione: il processo per cui le cellule indifferenziate si specializzano. 6.La riproduzione: intesa come sintesi di nuove cellule e come generazione di un nuovo individuo.

11 11 4. Lomeostasi: mantenere costanti le condizioni del corpo Lomeostasi garantisce il mantenimento delle condizioni di stabilità necessarie per il corretto funzionamento cellulare; interviene per ripristinare tali condizioni di stabilità controbilanciando i cambiamenti interni ed esterni; Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

12 12 4. Lomeostasi: mantenere costanti le condizioni del corpo Lomeostasi varia entro un ristretto ambito compatibile con i processi vitali delle cellule. Esistono sistemi di retroazione o a feed-back che consentono il mantenimento dellomeostasi. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

13 13 4. Lomeostasi: mantenere costanti le condizioni del corpo Essi sono rappresentati da un ciclo di eventi in cui una data condizione del corpo viene costantemente monitorata, valutata, modificata e monitorata nuovamente. In tal modo si crea una condizione controllata che, però, può essere perturbata in qualsiasi momento da uno stimolo. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

14 14 4. Lomeostasi: mantenere costanti le condizioni del corpo Un sistema di feed-back è costituito da recettore: struttura che rileva i cambiamenti che avvengono in una condizione controllata e invia tale informazione o input a un centro di controllo; centro di controllo: valuta linput ricevuto e invia comandi in uscita (output) alleffettore per il ripristino della condizione controllata; Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

15 15 4. Lomeostasi: mantenere costanti le condizioni del corpo effettore: struttura che riceve loutput e produce una risposta che modifica la condizione controllata. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

16 16 4. Lomeostasi: mantenere costanti le condizioni del corpo I sistemi di retroazione possono essere a retroazione positiva, se il cambiamento prodotto in una condizione controllata viene rafforzato; a retroazione negativa, se il cambiamento prodotto in una condizione controllata viene invertito. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

17 17 4. Lomeostasi: mantenere costanti le condizioni del corpo In caso di uno squilibrio dellomeostasi si possono produrre un disturbo o una malattia. Disturbo: qualsiasi deviazione dalla norma riscontrabile in una struttura e/o in una funzione. Malattia: un disturbo contraddistinto da sintomi e segnali riconoscibili. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

18 18 5. I termini dellanatomia Il linguaggio dellanatomia e della fisiologia è molto preciso. È necessario lutilizzo di una terminologia standard che consenta la collocazione inequivocabile di ciascuna parte del corpo e dei suoi collegamenti. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

19 19 5. I termini dellanatomia Il corpo umano è diviso convenzionalmente in testa; collo; tronco; arti superiori; arti inferiori. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

20 20 5. I termini dellanatomia I termini di posizione vengono usati per descrivere la posizione di una parte rispetto a unaltra. Le parti del corpo sono divise in 4 piani principali. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

21 21 6. Le cavità corporee Le cavità corporee sono gli spazi interni al corpo che contengono, proteggono, separano e sostengono gli organi. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

22 22 7. La chimica di base del corpo umano Ione: un atomo che abbia ceduto o acquistato uno o più elettroni. Molecola: combinazione di due o più atomi che condividono i propri elettroni. Composto: sostanza contenente atomi di due o più elementi diversi. Radicale libero: ione o molecola dotato di carica con un elettrone spaiato nel guscio più esterno. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

23 23 7. La chimica di base del corpo umano Energia chimica: forma di energia utilizzabile immagazzinata nei legami delle molecole. Anabolismo: reazioni di sintesi che avvengono allinterno del corpo. Catabolismo: reazioni di scomposizione che hanno luogo nellorganismo. Anabolismo e catabolismo vengono indicati con il termine di metabolismo. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

24 24 7. La chimica di base del corpo umano Acido: sostanza che sciogliendosi in acqua rilascia uno o più ioni idrogeno (H + ). Base: sostanza che sciogliendosi in acqua rilascia uno o più ioni idrossido (OH - ). Acidi e basi reagiscono tra loro a formare i sali. I sali, sciolti nellacqua, si scindono in cationi e anioni. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

25 25 7. La chimica di base del corpo umano Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

26 26 7. La chimica di base del corpo umano I composti inorganici sono generalmente privi di carbonio, con struttura semplice e sono uniti da legami ionici e covalenti. I composti organici contengono sempre carbonio, spesso idrogeno e hanno sempre legami covalenti. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

27 27 8. I composti organici nei processi della vita I principali composti organici sono carboidrati; lipidi; proteine; acidi nucleici; ATP. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

28 28 8. I composti organici nei processi della vita I carboidrati in base alla struttura si distinguono in monosaccaridi, disaccaridi, polisaccaridi. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

29 29 8. I composti organici nei processi della vita I lipidi contengono sempre carbonio, idrogeno e ossigeno, ma hanno meno legami covalenti polari rispetto ai carboidrati. Si distinguono in trigliceridi (grassi e oli), fosfolipidi, steroidi. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

30 30 8. I composti organici nei processi della vita Le proteine sono macromolecole contenenti carbonio, idrogeno, ossigeno e azoto. Gli amminoacidi sono i monomeri delle proteine. Hanno un gruppo amminico (-NH 2 ) e uno carbossilico (-COOH). Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

31 31 8. I composti organici nei processi della vita Gli acidi nucleici (DNA e RNA) sono macromolecole contenenti carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto e fosforo. I monomeri degli acidi nucleici si chiamano nucleotidi. Ogni nucleotide del DNA è composto da una base azotata; uno zucchero; un gruppo fosfato. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

32 32 Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore I composti organici nei processi della vita

33 33 8. I composti organici nei processi della vita L RNA (acido ribonucleico) è costituito da una base azotata (adenina, guanina, citosina e uracile), e dallo zucchero ribosio. Ha un singolo filamento. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

34 34 8. I composti organici nei processi della vita Ladenosintrifosfato (ATP) è la molecola usata per trasferire energia dalle cellule. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

35 35 9. Il lavoro degli enzimi Gli enzimi sono proteine utilizzate dalle cellule per accelerare e ottimizzare le reazioni che avvengono al loro interno. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

36 36 9. Il lavoro degli enzimi 1.Specificità: ogni enzima catalizza (cioè orienta e accelera) una determinata reazione che coinvolge specifici substrati e dà origine a specifici prodotti. 2.Efficienza: in condizioni ottimali un enzima può accelerare una reazione fino a miliardi di volte. 3.Controllo: la velocità di sintesi e la concentrazione degli enzimi sono costantemente monitorate dai geni della cellula. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

37 37 9. Il lavoro degli enzimi Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009


Scaricare ppt "1 1Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google