La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Di Alessandro Lavalle, Ludovico Balassone Carlo Omogrosso Sermin zekiri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Di Alessandro Lavalle, Ludovico Balassone Carlo Omogrosso Sermin zekiri."— Transcript della presentazione:

1 Di Alessandro Lavalle, Ludovico Balassone Carlo Omogrosso Sermin zekiri

2 Digione è La capitale amministrativa ed economica della Borgogna. Seguendo il Percorso della Civetta si possono ammirare tutti i monumenti della città. Eccezionale soprattutto il suo centro storico dal ricco patrimonio architettonico. Seguendo il Percorso della Civetta si possono ammirare tutti i monumenti della città. Eccezionale soprattutto il suo centro storico dal ricco patrimonio architettonico.

3 La cattedrale di Saint-Bénigne, costruita tra il XIII ed il XIV secolo, custodisce nella sua cripta la tomba del martire omonimo; l'edificio è costeggiato da un'antica abbazia, oggi museo archeologico. La chiesa di Saint-Philibert, costruita nell'XI secolo e ristrutturata in seguito fino all'attuale aspetto, ad oggi in precarie condizioni strutturali, è situata a sud-est nei pressi della cattedrale. Caratteristico è il suo campanile in pietra. La chiesa di Notre-Dame, del XIII secolo, capolavoro del gotico della Borgogna, è unica nella sua architettura gotico francese. Al suo interno ospita la statua di Nostra Signora di Buona Speranza (Notre- Dame de Bon-Espoir) La cattedrale di Saint-Bénigne, costruita tra il XIII ed il XIV secolo, custodisce nella sua cripta la tomba del martire omonimo; l'edificio è costeggiato da un'antica abbazia, oggi museo archeologico. La chiesa di Saint-Philibert, costruita nell'XI secolo e ristrutturata in seguito fino all'attuale aspetto, ad oggi in precarie condizioni strutturali, è situata a sud-est nei pressi della cattedrale. Caratteristico è il suo campanile in pietra. La chiesa di Notre-Dame, del XIII secolo, capolavoro del gotico della Borgogna, è unica nella sua architettura gotico francese. Al suo interno ospita la statua di Nostra Signora di Buona Speranza (Notre- Dame de Bon-Espoir)

4 Place de la Libération - Chiamata Place Royale fino alla Rivoluzione, poi place d'Armes e place du Maréchal Pétain durante l'occupazione è situata davanti al Municipio. Disegnata da Jules Hardouin-Mansart, architetto di Luigi XIV, questa piazza a forma di emiciclo è il capolavoro dell'architettura classica del XVII secolo a Digione. E' anche il centro storico dell'antica Divio, la città gallo-romana compresa nel Castrum del III secolo. Place de la Libération - Chiamata Place Royale fino alla Rivoluzione, poi place d'Armes e place du Maréchal Pétain durante l'occupazione è situata davanti al Municipio. Disegnata da Jules Hardouin-Mansart, architetto di Luigi XIV, questa piazza a forma di emiciclo è il capolavoro dell'architettura classica del XVII secolo a Digione. E' anche il centro storico dell'antica Divio, la città gallo-romana compresa nel Castrum del III secolo.

5 Autun Città che fa parte del dipartimento Saona e Loira. Nel Medioevo, quando la situazione di questa cittadina iniziò a migliorare, ci fu la possibilità di costruire un'imponente cattedrale. Autun Città che fa parte del dipartimento Saona e Loira. Nel Medioevo, quando la situazione di questa cittadina iniziò a migliorare, ci fu la possibilità di costruire un'imponente cattedrale.

6 La cattedrale di San Lazzaro (in francese: La cattedrale di San Lazzaro (in francese: Cathédrale Saint-Lazare d'Autun) è il principale luogo di culto cattolico di Autun, nel dipartimento Autun della Saona e Loira. La chiesa, sede del vescovo di Autun, è monumento storico di Francia dal Nel 1875 fu elevata al rango di basilica minore.

7 Come l'ospitalità, anche la tradizione della buona tavola si è affermata in Borgogna grazie soprattutto alla presenza di materie prime eccezionali. Gastronomia e vini di straordinaria qualità costituiscono l'attrazione più irresistibile della regione. Gli ingredienti principali sono la carne di manzo, il vino e la senape pronta a vivificare ogni piatto con il suo fantastico bouquet e con il suo gusto ardente e piccante. Come l'ospitalità, anche la tradizione della buona tavola si è affermata in Borgogna grazie soprattutto alla presenza di materie prime eccezionali. Gastronomia e vini di straordinaria qualità costituiscono l'attrazione più irresistibile della regione. Gli ingredienti principali sono la carne di manzo, il vino e la senape pronta a vivificare ogni piatto con il suo fantastico bouquet e con il suo gusto ardente e piccante.

8 Fra le specialità da provare non perdetevi: il boeuf bourguignon, manzo marinato e cotto nel vino rosso con funghi, cipolle, carote e pancetta affumicata. Da questa base derivano anche tutti i piatti definiti a la bourguignonne. Andouillette de Macon, una piccola salsiccia di maiale servita con la famosissima salsa alla senape di Digione.

9 Escargot de Bourgogne, pregiatissime lumache nere della Borgona considerate le più prelibate di tutta la Francia. Altri cibi tipici da non perdere sono poi il panpepato, le tante salse ricche di panna, il pan di zenzero, le marmellate di ribes nero e la creme de cassis, un liquore dolce che si mescola al vino bianco per ottenere il kir.

10 Ma ciò che rende famosa la Borgogna sono anche i suoi vini che qui si producono dai tempi dei celti e che sono divenuti famosi grazie ai monaci di Cluny, il primo ordine religioso a farsi una reputazione in questo campo. Pensate che oggi questa regione è considerata una delle più importanti zone vinicole di tutto il mondo. I vini rossi della Borgonga sono prodotti con uve Pinot Noir, mentre i bianchi con uve Chardonnay, le zone principali di produzione vinicola della regione sono: la Cotè d'Or, la Cotè Chalonnais, Chabils, Macon e Beaujolais, che da sola produce ben 13 differenti verietà di vino rosso leggero ottenuto da uve Gamay. Ma ciò che rende famosa la Borgogna sono anche i suoi vini che qui si producono dai tempi dei celti e che sono divenuti famosi grazie ai monaci di Cluny, il primo ordine religioso a farsi una reputazione in questo campo. Pensate che oggi questa regione è considerata una delle più importanti zone vinicole di tutto il mondo. I vini rossi della Borgonga sono prodotti con uve Pinot Noir, mentre i bianchi con uve Chardonnay, le zone principali di produzione vinicola della regione sono: la Cotè d'Or, la Cotè Chalonnais, Chabils, Macon e Beaujolais, che da sola produce ben 13 differenti verietà di vino rosso leggero ottenuto da uve Gamay.

11 Il vino della Borgogna (Francese: "Bourgogne" o "vin de Bourgogne") è il vino prodotto nella regione Borgogna situata nella Francia centro orientale, nella valle sulla riva ovest del fiume Saône, affluente del Rodano.BorgognaFranciaSaôneRodano Questa zona è famosa soprattutto per i suoi vini rossi prodotti a partire da vitignoPinot Nero e per i vini bianchi prodotti a partire da vitigno Chardonnay. Le altre varietà di vitigni che concorrono alla produzione dei vini di Borgogna sono il Gamay per i rossi e l'Aligoté per i bianchi. In Borgogna vengono prodotti anche piccoli quantitativi di vini rosati e di vini spumante.Pinot NeroChardonnayGamayAligoté

12 La Borgogna non è famosissima per i suoi dolci, ma più per certi piatti salati come l’andouillette, l' oeuf en meurette,il boeuf bourguignon, la pauchouse, il poulet Gaston Gérard. C’è però una specialità di Digione che potrebbe diventare la base del dolce che vorresti preparare. È il PAIN D’EPICE che puoi trovare anche nei nostri supermercati.

13 Grazie per averci seguiti


Scaricare ppt "Di Alessandro Lavalle, Ludovico Balassone Carlo Omogrosso Sermin zekiri."

Presentazioni simili


Annunci Google