La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMPOSTI ETEROCICLICI PIRROLO I COMPOSTI ETEROCICLICI PENTATOMICI PIÙ SEMPLICI SONO IL PIRROLO, FURANOTIOFENE IL FURANO E IL TIOFENE. I COMPOSTI ETEROCICLICI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMPOSTI ETEROCICLICI PIRROLO I COMPOSTI ETEROCICLICI PENTATOMICI PIÙ SEMPLICI SONO IL PIRROLO, FURANOTIOFENE IL FURANO E IL TIOFENE. I COMPOSTI ETEROCICLICI."— Transcript della presentazione:

1 COMPOSTI ETEROCICLICI PIRROLO I COMPOSTI ETEROCICLICI PENTATOMICI PIÙ SEMPLICI SONO IL PIRROLO, FURANOTIOFENE IL FURANO E IL TIOFENE. I COMPOSTI ETEROCICLICI NON HANNO LE PROPRIETÀ PREVISTE: IL TIOFENE NON DÀ LE REAZIONI DI OSSIDAZIONE TIPICHE DI UN SOLFURO; IL PIRROLO NON POSSIEDE LE PROPRIETÀ BASICHE TIPICHE DELLE AMMINE. MOLTO PIÙ FACILMENTE REAZIONI DI SOSTITUZIONE I LORO DERIVATI DANNO MOLTO PIÙ FACILMENTE REAZIONI DI SOSTITUZIONE ELETTROFILA ELETTROFILA: NITRAZIONE, SOLFONAZIONE, ALOGENAZIONE ECC. RISONANZA I CALORI DI COMBUSTIONE INDICANO RISONANZA; QUINDI DEVONO ESSERE CONSIDERATI AROMATICI DEVONO ESSERE CONSIDERATI AROMATICI.

2 AROMATICITA DEL PIRROLO LATOMO DI AZOTO USA TRE ORBITALI sp 2 NEL FORMARE QUESTI LEGAMI, LATOMO DI AZOTO USA TRE ORBITALI sp 2 CHE GIACCIONO IN UN PIANO E SONO SEPARATI DA ANGOLI DI 120°. DOPO AVER FORNITO UN ELETTRONE ALLANELLO, LATOMO DI AZOTO NE POSSIEDE ANCORA DUE CHE OCCUPANO GLI ORBITALI p. LA SOVRAPPOSIZIONE DI QUESTI ORBITALI p DÀ ORIGINE A NUVOLE ELETTRONICHE (UNA SOPRA E UNA SOTTO IL PIANO DELLANELLO), CHE CONTENGONO IN TOTALE SEI ELETTRONI OVVERO IL SESTETTO AROMATICO OVVERO IL SESTETTO AROMATICO.

3 NON È QUINDI DISPONIBILE PER GLI ACIDI IL DOPPIETTO ELETTRONICO DELLAZOTO, AL QUALE È DOVUTA LA NORMALE BASICITÀ DEI COMPOSTI AZOTATI, È IMPEGNATO NELLA NUVOLA p E NON È QUINDI DISPONIBILE PER GLI ACIDI. A DIFFERNZA DELLA MAGGIORANZA DELLE AMMINE, IL PIRROLO È UNA BASE ESTREMAMENTE DEBOLE (Kb=2.5 X ). ESTREMAMENTE RETTIVO VERSO LA SOSTITUZIONE ELETTROFILA CÈ UNA FORTE DENSITÀ ELETTRONICA SULLANELLO, CIÒ CHE RENDE IL PIRROLO ESTREMAMENTE RETTIVO VERSO LA SOSTITUZIONE ELETTROFILA.

4 Composti eterociclici pentatomici saturi PIRROLO FURANO PIRROLIDINATETRAIDROFURANO LIDROGENAZIONE CATALITICA TRASFORMA IL PIRROLO E IL FURANO NEI CORRISPONDENTI COMPOSTI ETEROCICLICI SATURI PIRROLIDINA E TETRAIDROFURANO.

5 MUTAMENTO STRUTTURALE Pirrolo pirrolidina alifatica LA SATURAZIONE DI QUESTI ANELLI DISTRUGGE LA STRUTTURA E LE PROPRIETA AROMATICHE. LA PIRROLIDINA (Kb=10 -3 ) HA UNULTERIORE COPPIA DI ELETTRONI DA CONDIVIDERE CON GLI ACIDI. LIDROGENAZIONE AUMENTA LA BASICITA DI UN FATTORE PARI A 10 11

6 STRUTTURA DELLA PIRIDINA LA PIRIDINA VIENE CLASSIFICATA TRA I COMPOSTI AROMATICI PER LE SUE PROPRIETÀ: - È UNA MOLECOLA PIANA CON ANGOLI DI LEGAME DI 120°; - I QUATTRO LEGAMI CARBONIO-CARBONIO SONO DI UGUALE LUNGHEZZA, COME PURE I DUE LEGAMI CARBONIO-AZOTO. LUNGHEZZA, COME PURE I DUE LEGAMI CARBONIO-AZOTO. ESSA NON DÀ REAZIONI DI ADDIZIONE BENSÌ DI SOSTITUZIONE ELETTROFILA. IBRIDO DELLE STRUTTURE DI KEKULÈ LA PIRIDINA PUÒ ESSERE CONSIDERATA UN IBRIDO DELLE STRUTTURE DI KEKULÈ I E II, E LA SI RAPPRESENTA COME IN III, IN CUI IL CERCHIO INDICA IL SESTETTO AROMATICO.

7 ORBITALI DELLA PIRIDINA

8 RIDUZIONE DELLA PIRIDINA LA PIPERIDINA, C 5 H 11 N. PER IDROGENAZIONE CATALITICA DELLA PIRIDINA SI OTTIENE UN COMPOSTO ETEROCICLICO ALIFATICO, LA PIPERIDINA, C 5 H 11 N. LA PIPERIDINA (Kb= 2x10 -3 ) HA LA BASICITA DI UNAMMINA SECONDARIA, MILLE VOLTE MAGGIORE DI QUELLA DELLA PIRIDINA; ANCHE QUI CI TROVIAMO DI FRONTE AD UNA PROFONDA VARIAZIONE STRUTTURALE. COME LA PIRIDINA, LA PIPERIDINA VIENE SPESSO USATA COME CATALIZZATORE BASICO.

9 BASICITA DELLA PIRIDINA LA PIRIDINA HA UNA Kb 2.3x10 -9,UNA BASE MOLTO PIU FORTE DEL PIRROLO (Kb 2,4x ), MA MOLTO PIU DEBOLE DELLE AMMINE ALIFATICHE (Kb ). LA PIRIDINA HA UNA Kb 2.3x10 -9, UNA BASE MOLTO PIU FORTE DEL PIRROLO (Kb 2,4x ), MA MOLTO PIU DEBOLE DELLE AMMINE ALIFATICHE (Kb ). HA UN DOPPIETTO ELETTRONICO LIBERO (IN UN ORBITALE sp 2 ), CHE PUO CONDIVIDERE CON GLI ACIDI; IL PIRROLO NON LHA E PUO LEGARSI CON UN ACIDO SOLO A SPESE DELLAROMATICITA DELLANELLO.

10 EFFETTI STRUTTURALI DELLA REAZIONE

11 BASICITA DELLE AMMINE (K b ) METILAMMINA (ALCHILICA) CH 3 NH x ANILINA (AROMATICA) NH x PIRROLO NH 2 2,4 x PIRROLIDINA NH 2 1 x PIRIDINA NH x PIPERIDINA NH 2 2 x 10 -3

12 SOSTITUZIONE ELETTROFILA NELLA PIRIDINA SOLTANTO IN CONDIZIONI MOLTO DRASTICHE. LA PIRIDINA SI COMPORTA COME UN DERIVATO BENZENICO FORTEMENTE DISATTIVATO: DA REAZIONI DI NITRAZIONE, SOLFONAZIONE ED ALOGENAZIONE SOLTANTO IN CONDIZIONI MOLTO DRASTICHE. LA SOSTITUZIONE AVVIENE PREVALENTEMENTE IN POSIZIONE 3 (OSSIA- ).

13 SOSTITUZIONE NUCLEOFILA NELLA PIRIDINA LA SOSTITUZIONE NUCLEOFILA AVVIENE CON PARTICOLARE FACILITA SOPRATTUTTO NELLE POSIZIONI 2 E 4 IN QUESTO CASO, COME NELLA SOSTITUZIONE ELETTROFILA, LANELLO DELLA PIRIDINA ASSOMIGLIA A UN ANELLO BENZENICO CONTENENTE FORTI GRUPPI ELETTRONATTRATTIVI: LA SOSTITUZIONE NUCLEOFILA AVVIENE CON PARTICOLARE FACILITA SOPRATTUTTO NELLE POSIZIONI 2 E 4

14 FINE


Scaricare ppt "COMPOSTI ETEROCICLICI PIRROLO I COMPOSTI ETEROCICLICI PENTATOMICI PIÙ SEMPLICI SONO IL PIRROLO, FURANOTIOFENE IL FURANO E IL TIOFENE. I COMPOSTI ETEROCICLICI."

Presentazioni simili


Annunci Google