La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE LINEE GUIDA VISPO: APPLICAZIONE AL POR SICILIA OBIETTIVO 1 2000-2006 Dott.ssa Ornella Pagano Palermo,7 giugno 2004 FORMEZ – PROGETTO “AZIONI DI SISTEMA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE LINEE GUIDA VISPO: APPLICAZIONE AL POR SICILIA OBIETTIVO 1 2000-2006 Dott.ssa Ornella Pagano Palermo,7 giugno 2004 FORMEZ – PROGETTO “AZIONI DI SISTEMA."— Transcript della presentazione:

1 LE LINEE GUIDA VISPO: APPLICAZIONE AL POR SICILIA OBIETTIVO Dott.ssa Ornella Pagano Palermo,7 giugno 2004 FORMEZ – PROGETTO “AZIONI DI SISTEMA IN MATERIA DI PARI OPPORTUNITA’ TRA UOMINI E DONNE E DI INCLUSIONE SOCIALE “ PON ATAS Misura II.2 Azione 5.2

2 PROGRAMMAZIONE OB Modalità di applicazione delle Linee Guida VISPO QCS POR/PON CdP Attuazione Riprogrammazione di metà periodo 2004 Analisi di contesto Valutaz. Ex ante Termine attuazione 2008 Valutazione in itinere Valutazione intermedia Valutazione finale Linee guida VISPO Linee guida VISPO redazione Cdp Lettura di genere POR e Bandi Indicazioni per la riprogrammazione Indicazioni per nuovo ciclo di programmazione Linee guida per FONDO Fasi della programmazione Attività di valutazione Definizione contenuto Gender issues

3 APPLICAZIONE VISPO: LETTURA DI GENERE DEI POR/PON E BANDI AVVISI PUBBLICI (ATTUAZIONE) Valutazione ex ante: PSM-QCS, POR e Cdp, Bandi Analisi di contesto Analisi SWOT Strategia generale e per ASSE Impatti rispetto a VISPO degli Obiettivi specifici Impatti rispetto a VISPO Azioni previste dalle MISURE Effettiva realizzazione delle Azioni: attuazione mainstreaming

4 ANALISI VISPO DELLE MISURE A. correlazione con le aree di impatto VISPO delle azioni previste all’interno delle Misure; B. distinzione delle azioni in base all’apporto che esse forniscono al mainstreaming di genere. Azioni che hanno come obiettivo primario la realizzazione delle pari opportunità, in quanto finalizzate in modo specifico e prioritario all’equità di genere (Equality positive); A zioni che non sono finalizzate in via prioritaria alle pari opportunità, ma che forniscono un contributo a ridurre le ineguaglianze e a promuovere l’equità di genere (Equality-oriented); Azioni di carattere neutro, che non contribuiscono a ridurre le disparità o a migliorare l’equità di genere (Equality neutral).

5  Approccio di mainstreaming investe i vari Assi in modo coerente con quanto emerge dall’analisi di contesto.  Incorporata la dimensione di genere solo in alcune Misure ed Azioni in maniera strategica e coerente con VISPO  Previsti interventi fortemente orientati in particolare Asse III, Asse IV e Asse V  Presenza di un’analisi della valutazione di impatto sulle pari opportunità per ogni Asse: peculiarità che contraddistingue il Por Sicilia (non c’è però analisi per Misura nel C d P)  Criteri di selezione gender oriented in Cdp: gran parte delle Misure Asse III, IV, VI LETTURA DI GENERE POR SICILIA

6 Sono evidenziate  Opportunità esogene per lo sviluppo dell’occupazione femminile e crescita del lavoro autonomo  Analisi delle principali caratteristiche di genere mdl: tassi di occ., tassi di disoccupazione, partecipazione al mdl, tassi di attività, tipologie per età, lavoro nero,scarsa propensione all’auto imprenditorialità, carenza di servizi, necessità di rafforzare azioni specifiche dall’orientamento-formazione, agli incentivi per l’occupazione e sviluppo dell’imprenditorialità. Carenza  Informazioni su altre caratteristiche –variabili indicate da VISPO: situazione demografica, nuclei familiari, dipendenza, caratteristiche flessibilità-precarizzazione dell’occupazione, segregazione orizzontale e verticale, qualità della vita, partecipazione alle attività sociale e politica, situazione infrastrutturale dei servizi di base ANALISI DI CONTESTO POR E ANALISI SWOT

7 LA STRATEGIA DI P.O. DEGLI ASSI POR SICILIA  Asse I: strategia non chiaramente definita fatta eccezione per Misura 1.13 (per previsione nuova occ. femminile e creazione impresa) e 1.8 (FSE)  Asse II: in diverse Misure richiamata la possibilità di valorizzare le competenze e le opportunità previste per l’occ. femminile; azioni concrete per lo sviluppo di opportunità (ad es. Misura 2.3)  Asse III: Misura 3.1 (prevede attivazione di specifici momenti formativi con riguardo alle differenze di genere; servizi per facilitare la partecipazione femminile al mdl e servizi specifici di supporto), Misura 3.6 (Azioni educative e didattiche rivolte alla prevenzione abbandono scolastico femminile al fine di incrementare la partecipazione al mdl con livelli elevati), Misura 3.11 (emersione sommerso che interessa in particolare la componente femminile); 3.13 (Policy Field E- tra gli altri previsti centri per l’occupabilità femminile e servizi per la conciliazione)

8 LA STRATEGIA DI P.O. DEGLI ASSI POR SICILIA  Asse IV: previsione in quasi tutte le Misure di criteri di selezione orientati al genere (occupaz-creazione impresa femminile). In particolare da sottolineare la Misura 4.3 (Nuova imprenditorialità femminile) e Misura 4.8 (pari opp. in ambiente rurale);  Asse V: previste azioni che potranno anche se in modo indiretto avere impatti in termini di p.o. (Misura 5.1 – impatti occupazionali negli eventi artistici, 5.2 iniziative di riqualificazione urbana con attenzione alle p.o. In particolare Misura 5.3 – Rete di servizi di supporto alla conciliazione)  Asse VI: Misura 6.6 (attenzione alle opportunità occupaz. femminili per progetti di internazionaliz.), Misura 6.7 (attenzione alla partecipazione femminile ai percorsi di alta formazione), Misura 6.8 ( Lotta alla violenza a donne, reti di servizi, sensibilizzazione e formazione per operatori)

9 ANALISI IMPATTI VISPO DEI BANDI POR SICILIA  P.O. come priorità trasversale declinata nella maggior parte dei casi in maniera generica ed intesa come un obbligo previsto dai regolamenti insieme ad altri aspetti: esplicitare maggiormente le azioni (ad es. modalità di accesso e fruizione, collegamento con azioni di sensibilizzazione e sostegno, servizi ecc.) ed i criteri di selezione  Riferimento a obiettivi di genere: molto considerevoli con riferimento a determinati target, impatti occupazionali femminili, imprenditorialità femminile – meno considerati obiettivi quali sostegno sviluppo carriera, innovazione organizzazione del lavoro, settori strategici  FSE: poco significativi gli interventi di sistema e di accompagnamento (miglioramento condizioni di vita e lavorative). Attivato voucher per conciliazione (come si sta attuando ?). Azioni riferibili all’obiettivo VISPO: miglioramento dell’accessibilità al mdl e alla formazione meno agli altri obiettivi  Misura 3.13: sono stati promossi interventi di sistema quali centri per l’occupabilità femminili?

10  Attivati interventi nell’Asse V: Misura 5.2 (incremento dotazione infrastrutturale di servizi alle famiglie e alle persone)  Azioni di sviluppo imprenditoriale e creazione di impresa: attenzione alle dinamiche occupazionali e all’imprenditorialità femminile. Maggiore attenzione ai settori e alle potenzialità territoriali e allo sviluppo di carriera e dimensioni organizzative family friend  Azioni contro la violenza domestica in Asse VI? ANALISI IMPATTI VISPO DEI BANDI POR SICILIA


Scaricare ppt "LE LINEE GUIDA VISPO: APPLICAZIONE AL POR SICILIA OBIETTIVO 1 2000-2006 Dott.ssa Ornella Pagano Palermo,7 giugno 2004 FORMEZ – PROGETTO “AZIONI DI SISTEMA."

Presentazioni simili


Annunci Google