La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il conto Il CONTO, strumento di rilevazione delle scritture complesse, è un insieme di valori riferibili ad un determinato “oggetto” con il fine di misurarne,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il conto Il CONTO, strumento di rilevazione delle scritture complesse, è un insieme di valori riferibili ad un determinato “oggetto” con il fine di misurarne,"— Transcript della presentazione:

1 Il conto Il CONTO, strumento di rilevazione delle scritture complesse, è un insieme di valori riferibili ad un determinato “oggetto” con il fine di misurarne, in termini monetari, la grandezza e le variazioni intervenute in un dato periodo. Il conto si compone di due sezioni: DARE e AVERE che rilevano, secondo regole convenzionali, le variazioni aumen- tative o diminutive dell’oggetto di analisi. Nella sua forma tradizionale è così rappresentato: IL LESSICO DEL CONTO Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleDott. M.Scricco EFFETTI E RICEVUTE PASSIVEIVA SU ACQUISTIIVA SU VENDITE BANCA C/C CLIENTI STORNARE = iscrivere un valore nella sezione opposta a quella della registrazione originaria per riportare il valore in un altro conto. EPILOGO = chiusura di più conti riportandone il saldo nella sezione in cui il totale è minore per iscrivere lo stesso saldo in un conto riepilogativo (p.e.: “Profitti e Perdite”) ADDEBITARE = iscrivere un valore nella sezione sinistra, DARE, del conto ACCREDITARE = iscrivere un valore nella sezione destra, AVERE, del conto CHIUDERE un conto = determinazione e iscrizione del saldo (differenza tra totale dare e totale avere) nella sezione il cui il totale è minore

2 I conti nella contabilità generale Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco CONTI FINANZIARI CONTI ECONOMICI Nel DARE rilevano variazioni relative a: aumenti di denaro aumenti di crediti diminuzioni di debiti rappresentative di variazioni finanziarie attive Vfa nell' AVERE rilevano variazioni relative a: aumenti di debiti diminuzioni di denaro diminuzioni di crediti rappresentative di variazioni finanziarie passive Vfp nel DARE rilevano variazioni relative a: aumenti di costi diminuzioni di ricavi diminuzioni di capitale rappresentative di variazioni economiche passive Vep nell' AVERE rilevano variazioni relative a: aumenti di ricavi aumenti di capitale diminuzioni di costi rappresentative di variazioni economiche attive Vea

3 La scrittura semplice Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Vfp 16/4 riscossi effetti 4650 DARE = AVERE Il riporto a mastro Vfa Si riscuotono effetti per € 4650 A sinistra i conti da addebitare, ovvero della sezione DARE del conto A destra i conti da accreditare, ovvero della sezione AVERE del conto Importo da riportare in AVERE del conto EFFETTI ATTIVI

4 La scrittura composta Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Vep DARE = AVERE Il riporto a mastro Vfa Si riscuotono € 4500 a fronte di effetti attivi del valore nominale di € /4 riscossi effetti /4 riscossi effetti /4 riscossi effetti 150 A sinistra i conti da addebitare, ovvero della sezione DARE del conto A destra i conti da accreditare, ovvero della sezione AVERE del conto Importi da riportare in DARE dei conti CASSA e ABBUONI PASSIVI Importo dariportare inAVERE del conto EFFETTI ATTIVI Vfp+

5 La scrittura complessa Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Vfa DARE = AVERE Vfa 16/6 vendute merci /6 vendute merci 2000 Vfp + Vendute merci per € IVA 20%; regolamento c.s.: € 4000 per contanti, € 2000 con RI.BA. a 60 gg 16/6 vendute merci /6 vendute merci Vea A sinistra i conti da addebitare A destra i conti da accreditare Importi da riportare inDARE dei conti CASSA e EFFETTI ATTIVI Importi da riportarein AVERE dei conti IVA SU VENDITE eMERCI C/VENDITE Il riporto a mastro

6 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Si costituisce l'azienda industriale Alfa, il soggetto aziendale apporta capitale di rischio pari a € per contanti. AUMENTO CAPITALE NETTOV.E.A.A AUMENTO DISPONIBILITA' DI CASSAV.F.A.D CassaaCapitale netto conferimento iniziale

7 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Apertura di un conto corrente bancario con contestuale versamento della somma di € DIMINUZIONE DI DANARO IN CASSAV.F.P.A AUMENTO DI DISPONIBILITA' SU C/CV.F.A.D Banca c/caCassa versamento su c/c bancario

8 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Stipula di un contratto di affitto poliennale, decorrenza 1 settembre, canone semestrale anticipato di € 2400 pagato con assegno bancario. +COSTI (FITTI PASSIVI)V.E.P.D DISPONIBILITA' SU C/CV.F.P.A Fitti passiviaBanca c/c2.400 per canone anticipato di fitto

9 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi Si acquistano, dalla ditta Rossi, macchinari per un importo di € iva regolati c.s.: € 5000 in contanti ed il resto con rilascio di effetti cambiari. + BENI A FECONDITA' RIPETUTA (impianti)V.E.P.D CREDITI (verso l'erario per l'IVA)V.F.A.D DISPONIBILITA' SU C/CV.F.P.A DEBITI (cambiali passive)V.F.P.A la rilevazione Diversia acquisto macchinari Impianti Iva su acquisti aCassa5.000 aEffetti passivi20.200

10 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Acquisto di mobili e arredi per ufficio per € IVA, attrezzature informatiche per € IVA regolamento con cambiali passive a 60 gg. + BENI A FECONDITA' RIPETUTA (impianti)V.E.P.D CREDITI (verso l'erario per l'IVA)V.F.A.D DEBITI (cambiale passive)V.F.P.A DiversiaEffetti passivi acquisto mobili e macchine d'ufficio Mobili e arredi Macchine elettroniche d'ufficio2.200 Iva su acquisti 1.060

11 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Acquisto di materie prime per € IVA, regolamento: € 2000 con a.b. il resto con effetti a 90 gg + COSTI (acquisto di materie prime)V.E.P.D CREDITI (verso l'erario per l'IVA)V.F.A.D DISPONIBILITA' SU C/CV.F.P.A DEBITI (effetti passivi)V.F.P.A Diversia acquisto materie prime Materie prime c/acquisto Iva su acquisti aBanca c/c2.000 aEffetti passivi5.440

12 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Vendita prodotti finiti per € IVA; regolamento € per contanti il resto con cambiali attive + RICAVI (vendita di prodotti finiti)V.E.A.A DEBITI (verso l'erario per IVA su vendite)V.F.P.A DANARO IN CASSAV.F.A.D CREDITI (cambiale attive)V.F.A.D Diversia vendita prodotti finiti Cassa Effetti attivi aMerci c/vendita aIva su vendite2.000

13 Il “giornale” delle registrazioni effettuate Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco

14 Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Contestualmente alla registrazione contabile si effettua il "riporto a mastro", ossia l'annotazione della descrizione dell'operazione e dell'importo nella sezione DARE o AVERE del conto relativo. Il conto "Cassa" relativo alle operazioni fin qui registrate si presenta così riepiloga tutte le operazioni che hanno riguardato la “Cassa" riepiloga tutte le operazioni che hanno riguardato la “Cassa"; il totale DARE indica l'ammontare complessivo delle entrate, il totale AVERE quello delle uscite, il SALDO indica l'attuale disponibilità di cassa.

15 La situazione contabile Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Ditta ALFA - situazione contabile al 12/05/XX Conti totalieccedenza DareAvereDareAvere Cassa Capitale netto Banca c/c Fitti passivi Impianti IVA su acquisti Effetti passivi Mobili e arredi Macchine elettroniche d'ufficio Materie prime c/acquisto Effetti attivi Merci c/vendita IVA su vendite totali Totale DARE = Totale AVERE Conti finanziari Conti economici misuratori di costi e ricavi Conti economici accesi a beni a fecondità ripetuta Conto economico misuratore di variazioni di capitale

16 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Addebito sul c/c di € per pagamento di effetti passivi DIMINUZIONE DI DISPONIBILITA' SU C/CV.F.P.A DIMINUZIONE DI EFFETTI PASSIVIV.F.A.D Effetti passiviaBanca c/c pagati effetti con addebito su c/c

17 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Accreditati sul c/c € 2400 per riscossione di effetti attivi AUMENTO DI DISPONIBILITA' SU C/CV.F.A.D DIMINUZIONE DI EFFETTI ATTIVIV.F.P.A Banca c/caEffetti attivi riscossi effetti con accredito su c/c

18 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Rinnovato effetto attivo, nominale € 2500, scadente al 31/8 con altro effetto scadente al 30/9 per l'importo di € DIMUNIZIONE DI EFFETTI ATTIVIV.F.P.A AUMENTO DI EFFETTI ATTIVIV.F.A.D INTERESSI ATTIVIV.E.A.A 30 Effetti attiviadiversi per rinnovo di effetti attivi aEffetti attivi aInteressi attivi 30

19 Le retribuzioni dei dipendenti Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento Liquidate retribuzioni ai dipendenti c.s.: retribuzioni lorde € 3200; ritenute previdenziali € 110; ritenute fiscali € 315; assegni familiari € 65, contributi previdenziali su retribuzioni, a carico ditta, € 385. la rilevazione l'analisi 1

20 Le retribuzioni dei dipendenti Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco RetribuzioniaPaghe da liquidare retribuzioni lorde Paghe da liquidareadiversi 425 ritenute fiscali e previdenziali aEnti previdenziali 110 aErario c/ ritenute 315 Enti previdenzialiaPaghe da liquidare 65 assegni familiari e altre competenze a carico INPS la rilevazione Contrib. prev.li su retrib.aEnti previdenziali 385 contributi previdenziali a carico ditta I conti Retribuzioni nette da corrispondere € Contributi previdenziali da versare € 430

21 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Addebito su c/c bancario per versamento ritenute erariali e contributi prev.li su retribuzioni xx/ DEBITI VS ERARIO (ritenute fiscali)V.F.A.D DEBITI VS ENTI PREVIDENZIALI (contributi prev.li)V.F.A.D 430 DIMINUZIONE DI DISPONIBILITA' SU C/CV.F.P.A 745 diversiaBanca c/c 745 versati contributi prev.li su retribuzioni xx/2012 Enti previdenziali 430 Erario c/ ritenute 315

22 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione addebitate su c/c retribuzioni dipendenti - DEBITI VS DIPENDENTIV.F.A.D DIMINUZIONE DI DISPONIBILITA' SU C/CV.F.P.A Paghe da liquidareaBanca c/c 2840 pagate retribuzioni xx/2012

23 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Ditta ALFA - situazione contabile al 25/12/XX Conti totalieccedenza DareAvereDareAvere Cassa Capitale netto Banca c/c Fitti passivi Impianti IVA su acquisti Effetti passivi Mobili e arredi Macchine elettroniche d'ufficio Materie prime c/acquisto Effetti attivi Merci c/vendita IVA su vendite Interessi attivi - 30 Retribuzioni Paghe da liquidare Enti previdenziali 495 Erario c/ ritenute 315 Contrib. prev.li su retrib TOTALI

24 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Vendita di prodotti finiti per € iva, regolamento in conto Crediti vs clientiadiversi emessa fatt. 18 Merci c/vendite Iva su vendite CREDITI VS CLIENTIV.F.A.D MERCI C/VENDITAV.E.A.A IVA SU VENDITEV.F.P.A 360

25 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Restituzione da clienti di prodotti non conformi per € iva RESI SU VENDITEV.E.P.D 200 IVA SU VENDITEV.F.A.D 40 - CREDITI VS CLIENTIV.F.P.A 240 diversiaCrediti vs clienti 240 emessa N.C. 1 per resi su vendite Iva su vendite 40 Resi su vendite 200

26 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Riscossi in contanti crediti di nominali € 1920 concedendo abbuoni di € 20 ABBUONI PASSIVIV.E.P.D 20 CASSAV.F.A.D CREDITI VS CLIENTIV.F.P.A diversiaCrediti vs clienti riscossa fatt. 18 concedendo abbuoni Abbuoni passivi 20 Cassa 1.900

27 La liquidazione IVA di periodo Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Il conto è così “chiuso ” e il conto ERARIO C/IVA evidenzia il credito verso l’erario. Il conto “IVA su acquisti”, rappresentativo di un credito verso l’erario, presenta i seguenti importi: Il conto “IVA su vendite”, rappresentativo di un debito verso l’erario, presenta i seguenti importi: Per la liquidazione periodica dell’IVA si procede alla chiusura di ciascun conto con contropartita del conto IVA C/ERARIO redigendo il seguente articolo: Liquidazione IVA Liquidazione IVA Liquidazione IVA 4.180

28 La situazione contabile, prima delle scritture di assestamento (chiusura) : La situazione contabile Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Ditta ALFA - situazione contabile al 30/12/XX Conti totalieccedenza DareAvereDareAvere Cassa Capitale netto Banca c/c Fitti passivi Impianti IVA su acquisti Effetti passivi Mobili e arredi Macchine elettroniche d'ufficio Materie prime c/acquisto Effetti attivi Merci c/vendita IVA su vendite Interessi attivi - 30 Retribuzioni Paghe da liquidare Enti previdenziali 495 Erario c/ ritenute 315 Contrib. prev.li su retrib Resi su vendite Abbuoni passivi 20 - Erario c/ IVA Crediti vs clienti TOTALI

29 Le scritture di assestamento Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Esaurite le scritture continuative, verificata la correttezza dei riporti a mastro, si procede alla redazione delle scritture di assestamento distinguibili in: SCRITTURE DI INTEGRAZIONE SCRITTURE DI STORNO SCRITTURE DI EPILOGO con le quali si “immettono” nel sistema dei valori di bilancio alcuni componenti positivi o negativi di reddito la cui manifestazione monetaria avrà luogo nel futuro o nei futuri esercizi, ma che sono di competenza del periodo che si chiude. SCRITTURE DI STORNO SCRITTURE DI EPILOGO

30 Le scritture di integrazione Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione

31 Le scritture di integrazione: ratei passivi Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco 31/12/XX Spese pubblicitarie relative al periodo 1/9/XX – 28/02/X1 01/09/XX28/02/X1 Competenza esercizio XXComp.za eser. X1 Mesi 4Mesi 2 € 1800 : 6 x 4 = € 1200 (quota di costo di competenza dell'esercizio in corso) Spese pubblicitarie relative al periodo 1 settembre XX - 28 febbraio X1 € 1800, pagamento posticipato Al 31/12 si dovrà rilevare la quota di costo di competenza dell'esercizio in corso. l'accadimento l'analisi SPESE PUBBLICITARIEV.E.P.D RATEI PASSIVIV.F.P.A la rilevazione Spese pubblicitarieaRatei passivi 1200 competenza esercizio in corso €1200€600 Il saldo del conto, € 1200, esprime il costo di competenza dell’esercizio in corso Conto finanziario rappresentativo di un debito.

32 Le scritture di integrazione: TFR Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Si determina in € 218 l'indennità di fine rapporto maturata nell'esercizio. INDENNITA' FINE RAPPORTO MATURATAV.E.P.D 218 DEBITI PER TRATTAMENTO FINE RAPPORTOV.F.P.A 218 Indennità fine rapportoaFondo TFR 218 indennità di fine rapporto maturata

33 Le scritture di integrazione: fondo svalutazione crediti Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Costituito fondo svalutazione crediti per € 200 PERDITE PRESUNTE SU CREDITIV.E.P.D 200 ACCANTONAMENTO A FONDO SVALUTAZ.CREDITIV.F.P.A 200 Perdite su creditiaFondo svalutazione crediti 200 per perdite presunte su crediti

34 Le scritture di assestamento Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco SCRITTURE DI INTEGRAZIONE SCRITTURE DI STORNO SCRITTURE DI EPILOGO Con le quali si rinviano al futuro costi e ricavi che, essendosi già manifestati sotto il profilo finanziario, sono già stati rilevati.

35 Le scritture di storno: ammortamenti Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione Si calcolano ammortamenti sui beni a fecondità ripetuta nelle seguenti misure: impianti: 8%; mobili e arredi: 6%; macchine elettroniche d'uf- ficio: 10%. COSTI DI AMMORTAMENTOV.E.P.D RETTIFICA DI COSTI PLURIENNALIV.E.A.A Ammortamenti e deperimentiadiversi quote di ammortamento annuali aFondo amm. impianti aFondo amm mobili e arredi 186 aFondo amm. macc. elettr.d'uff

36 Le scritture di storno: risconti attivi Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco 31/12/XX Fitto passivo relativo al periodo 1/9/XX – 28/02/X1 01/09/XX Competenza esercizio XXComp.za eser. X1 Mesi 4Mesi 2 € 2400 : 6 x 2 = € 800 (quota di costo da rinviare all’eserci- zio successivo) Si calcolano risconti sul canone di fitto passivo anticipato Al 31/12 si dovrà rilevare la quota di costo di competenza dell'esercizio futuro. l'accadimento l'analisi la rilevazione 28/02/X1 Il conto FITTI PASSIVI, risulta già addebitato per l’intera semestralità, (€ 2400, periodo 1/9/XX - 28/ 2/X1) pagata anticipatamente …. €1600€800 MINORI COSTIV.E.A.A 800 RISCONTI ATTIVIV.E.P.D 800 Risconti attiviaFitti passivi risconto su fitto passivo 800 Il saldo del conto, € 1600, esprime il costo di competenza dell’esercizio in corso Il saldo del conto, € 800, esprime la quota di costo rinviata all’esercizio successivo

37 Le scritture di storno: rimanenze attive Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento l'analisi la rilevazione si valutano le rimanenze finali c.s.: materie prime € 1550; prodotti finiti € Diversia Rimanenze finali Materie prime in magazzino Prodotti finiti in magazzino aMaterie prime c/ rim. finali aProdotti finiti c/ rim. finali MATERIE PRIME RINVIATE AL FUTURO ESERCIZIOV.E.P.D RETTIFICA COSTI DELLE MATERIE PRIMEV.E.A.A PRODOTTI FINITI RINVIATI AL FUTURO ESERCIZIOV.E.P.D PRODOTTI FINITI IN ATTESA DI VENDITAV.E.A.A 2.150

38 Le scritture di epilogo Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco SCRITTURE DI INTEGRAZIONE SCRITTURE DI STORNO SCRITTURE DI EPILOGO Con le quali si procede all’epilogo, nel conto economico riepilogativo “Profitti e perdite”, di tutti i conti accesi a componenti positivi e negativi di reddito.

39 La chiusura dei conti Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Situazione contabile comprendente, in ordine di “accensione”, tutti i conti finora movimentati. Eliminati i conti con saldo zero, suddivisi i restanti fra: conti dello Stato Patrimoniale conti del Conto Economico Conti “accesi” a poste dell’attivo Conti “accesi” a poste del passivo Conti “accesi” a costi di esercizio Conti “accesi” a ricavi di esercizio

40 Profitti e PerditeaDiversi epilogo dei costi di esercizio a Fitti passivi1.600 aMaterie prime c/acquisto6.200 aRetribuzioni3.200 aContrib. prev.li su retrib.385 aResi su vendite200 aAbbuoni passivi20 aSpese pubblicitarie1.200 aIndennità fine rapporto218 aPerdite su crediti200 aAmmortamenti e deperim La chiusura dei conti economici di reddito Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento la rilevazione Epilogo, al conto PROFITTI E PERDITE, dei conti economici di reddito accesi a componenti negativi di reddito Epilogo, al conto PROFITTI E PERDITE dei conti economici di reddito accesi a componenti positivi di reddito DiversiaProfitti e Perdite epilogo dei ricavi di esercizio Merci c/vendita Interessi attivi 210 Materie prime c/ rim. finali Prodotti finiti c/ rim. finali 2.150

41 La rilevazione del risultato di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Il conto PROFITTI E PERDITE accoglie tutti i costi e i ricavi di competenza dell’esercizio; il saldo del conto esprime il REDDITO DI ESERCIZIO. Con la scrittura seguente si rileva l’UTILE DI ESERCIZIO chiudendo, nel contempo, il conto PROFITTI E PERDITE. Il conto UTILE DI ESERCIZIO, che rileva l’incremento del capitale per effetto della gestione, sarà chiuso fra le PASSIVITA’ con la scrittura succesiva

42 La chiusura dei conti patrimoniali Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Dopo la chiusura dei conti economici accesi a compo- nenti positivi e negativi di reddito e del conto Profitti e Perdite si procede alla chiusura dei conti accessi alle ATTIVITA’ E PASSIVITA’ evidenziati nella seguente situazione contabile a saldi...per la cui chiusura sarà necessario addebitare i conti che presentano saldo AVERE e accreditare quelli che presentano saldo DARE la rilevazione Tutti i conti accesi nel corso dell’esercizio sono stati così chiusi.

43 Il bilancio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Il bilancio al 31/12/200X è cosi costituito

44 Il bilancio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Stato Patrimoniale con i dati di bilancio riportati nelle diverse “zone” in cui lo stesso è scindibile

45 La riapertura dei conti Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco Al 1° gennaio dell’anno successivo si procede alla riapertura dei conti accesi alle ATTIVITA’, PASSIVITA’ e NETTO. I conti da riaprire sono quelli della correlata scrittura di chiusura; si addebiteranno i conti accesi alle ATTIVITA’ e accrediteranno i conti accesi alle PASSIVITA’ e al NETTO la rilevazione Fra la attività sono presenti componenti di capitale che sono, invece, componenti di reddito e dovranno essere riportati tra i costi di esercizio La seguente situazione contabile riflette tale scrittura

46 Lo storno delle rimanenze iniziali: materie prime e prodotti finiti Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento Storno delle rimanenze attive rivenienti dall’esercizio precedente ovvero riportare tra i componenti di reddito valori rilevati come componenti di capitale. MATERIE PRIME e PRODOTTI FINITI la rilevazione Conti dello Stato PatrimonialeConti del Conto economico Apertura attiv. pass e netto 1550 Apertura attiv. pass e netto 2150 Storno rimanenze iniziali 2150 Storno rimanenze iniziali 1550 Entrambi i conti sono chiusi Storno rimanenze iniziali 2150 Storno rimanenze iniziali 1550 Il valore delle rimanenze di materie prime e prodotti finiti è imputato ai costi di esercizio

47 Lo storno delle rimanenze iniziali: risconti attivi Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento Storno delle rimanenze attive rivenienti dall’esercizio precedente ovvero riportare tra i componenti di reddito valori rilevati come componenti di capitale. RISCONTI ATTIVI SU FITTI la rilevazione Conti dello Stato PatrimonialeConti del Conto economico Apertura attiv. pass e netto 800 Quota costo di competenza 800 Il conto è così chiuso Quota costo di competenza 800 All’esercizio in corso è imputata la sola quota di costo di competenza

48 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco La situazione contabile dopo lo storno delle rimanenze iniziali I conti accesi alle rimanenze attive iniziali non compaiono più fra i conti patrimoniali ma costituiscono componenti negativi di reddito

49 Pagamento di spese posticipate Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento la rilevazione Conti dello Stato PatrimonialeConti del Conto economico Il 28/02/X1 si pagano, posticipatamente, € 1800 per spese pubblicitarie relative al periodo 1/9/XX – 28/2/X1. La quota di costo dell’esercizio precedente, € 1200, è già stata imputata redigendo le scritture di integrazione di quell’esercizio in contropartita del conto finanziario Ratei passivi. Pagate spese pubblicitarie 1200 Apertura attiv. pass e netto 1200 Il conto è così chiuso Pagate spese pubblicitarie 600 All’esercizio in corso è imputata la sola quota di costo di competenza

50 Le rilevazioni di esercizio Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento Acquistate attrezzature informatiche per € 5000, con permuta delle preesistenti iscritte in bilancio per € 2200, ammortizzate per € 220. Ai beni permutati viene attribuito il valore di € 2100; regolamento in conto, si prescinde dall'IVA. Apertura attiv. pass e netto 2200 Apertura attiv. pass e netto 220 la rilevazione Storno fondo ammort.to 220 Storno fondo ammort.to 220 Conto chiuso Il valore riconosciuto per la permuta (€ 2100) è superiore al Valore contabile della immobilizzazione (€ 1980).… Il saldo del conto indica il Valore contabile dell’immobilizzazione Permuta attrezz. Informat Permuta attrezz. Informat. 120 Acquisto attrezz. Informat Saldo del conto =ZERO Conto economico acceso a com- ponenti straordinari di reddito costo di acquisto della nuova immobilizzazione

51 L’utilizzo dei fondi rischi: capienza del fondo Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento la rilevazione Si riscuotono € a fronte di crediti, rappresentati da effetti attivi, di nominali € Al termine dell’esercizio precedente, in previsione di possibili perdite su crediti, era stato costituito uno specifico fondo rischi Al verificarsi della perdita su crediti, se l’ammontare della stessa non supera, come nel nostro caso, quanto già accantonato, si procederà a … Apertura attiv. pass e netto 200 Riscossi crediti rilev perdita 130 Apertura attiv. pass e netto 6630 Riscossi crediti rilev perdita 4480 La perdita su crediti non incide sul reddito di esercizio. Conti dello Stato Patrimoniale

52 L’utilizzo dei fondi rischi: incapienza del fondo Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento la rilevazione Si riscuotono € 4250 a fronte di crediti, rappresentati da effetti attivi, di nominali € Al termine dell’esercizio precedente, in previsione di possibili perdite su crediti, era stato costituito uno specifico fondo rischi Al verificarsi della perdita su crediti, se l’ammontare della stessa supera, come nel nostro caso, quanto già accantonato, si procederà a … Apertura attiv. pass e netto 200 Riscossi crediti rilev perdita 200 Apertura attiv. pass e netto 6630 Riscossi crediti rilev perdita 4480 Il fondo rischi viene chiuso Riscossi crediti rilev perdita 30 e solo la parte di costo non coperta dal fondo rischi viene imputata allo specifico conto economico acceso a componenti straordinari di reddito

53 Conti dello Stato Patrimoniale Liquidazione dipendenti Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generaleM.Scricco l'accadimento Liquidata al dipendente Rossi indennità di fine rapporto per € 160 di cui € 25 relativi all’esercizio in corso; ritenute erariali € 10. Al momento della cessazione del rapporto di lavoro il dipendente ha diritto a una indenni- tà di fine rapporto commisurata al periodo di svolgimento dell’attività lavorativa. Al termine dell’esercizio precedente era stato costituito uno specifico fondo spese future in contropartita di un costo di entità certa. Il conto Fondo TFR accoglie il totale maturato fino al 31/12 dell’anno precedente. Apertura attiv. pass e netto 218 T.F.R. dipendente Rossi 135 Per la quota maturata fino al 31/12 dell’anno precedente Conti del Conto Economico T.F.R. dipendente Rossi 25 Per la quota maturata nell’esercizio in corso la rilevazione

54 Risconto attivo : il 1° dicembre l’azienda ha pagato anticipatamente ad un suo finanziatore una rata semestrale di interessi dell’importo di € aspetto finanziario comp. economica di esercizio risconto attivo 1/12 31/12 31/5 risconto attivo il risconto attivo rappresenta la parte di costo di competenza dell’esercizio futuro : € 6.000/6 x 5 = € Di conseguenza la parte di interessi passivi di competenza economica dell’esercizio in chiusura è pari a € Operazioni al 31/12 :

55 Risconto passivo : il 1°novembre l’azienda incassa anticipatamente una rata trimestrale di fitti attivi dell’importo di € aspetto finanziario comp. econ. di eserciziorisconto passivo 1/11 31/12 31/1 risconto passivo il risconto passivo rappresenta la parte di ricavo (fitto attivo) di competenza dell’esercizio futuro : € 3.000/3 x 1 = € Di conseguenza la parte di fitto attivo di competenza economica dell’esercizio in chiusura è pari a € Operazioni al 31/12 :

56 Rateo attivo :il 31/8 l’azienda riscuote in via posticipata un canone di fitto annuale dell’importo di € Operazioni al 31/12 : 1/931/1231/8 comp. econ. di esercizio manifestazione finanziaria Determiniamo la quota parte di ricavo maturata nel periodo dal 1/9 al 31/12: € /12 x 4= € rateo attivo. A tale quota di ricavo, di competenza dell’esercizio in chiusura, corrisponde un componente finanziario del capitale che rappresenta il rateo attivo. rateo attivo

57 Rateo passivo :il 28/2 l’azienda paga in via posticipata un canone di fitto semestrale semestrale di € Operazioni al 31/12 : 1/931/1228/2 comp. econ. di esercizio manifestazione finanziaria Determiniamo la quota parte di costo maturata nel periodo dal 1/9 al 31/12: € 9.000/6 x 4= € rateo passivo. A tale quota di ricavo, di competenza dell’esercizio in chiusura, corrisponde un componente finanziario del capitale che rappresenta il rateo passivo. rateo passivo


Scaricare ppt "Il conto Il CONTO, strumento di rilevazione delle scritture complesse, è un insieme di valori riferibili ad un determinato “oggetto” con il fine di misurarne,"

Presentazioni simili


Annunci Google