La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Una sanità per i migranti 17 aprile 2015 – Corso: Accesso ai farmaci nei Paesi in Via di Sviluppo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Una sanità per i migranti 17 aprile 2015 – Corso: Accesso ai farmaci nei Paesi in Via di Sviluppo."— Transcript della presentazione:

1 Una sanità per i migranti 17 aprile 2015 – Corso: Accesso ai farmaci nei Paesi in Via di Sviluppo

2  stranieri, lo 0,4% dei 22,2 milioni di residenti  stranieri, l’8,1% dei  Stima della presenza complessiva regolare: persone, l’8,8% della popolazione totale ( residenti) FONTE: ISTAT, IDOS (stima) Italia, paese di immigrazione

3 Paesi di provenienza: 196 Aree continentali di origine: Europa: 52,8% Africa: 20,9% Asia: 18,3% America: 7,9% Componente femminile: 52,7% Minori: oltre 1 milione FONTE: ISTAT, Ministero dell’Interno, MIUR Caratteristiche della presenza immigrata Prime 5 collettività: 1.Romania: oltre 1 milione di presenze 2.Marocco: 525mila soggiornanti 3.Albania: 503mila 4.Cina: 321mila 5.Ucraina: 234mila Dossier Statistico Immigrazione 2014 UNAR/IDOS

4 Nord Ovest: 34,6% Nord Est: 25,5% Centro 25,4% Meridione 14,6% Principali regioni di residenza: Lombardia ( ) Lazio ( ) Emilia Romagna ( ) Veneto ( ) Principali province di residenza: Roma ( ) Milano ( ) Torino ( ) Brescia ( ) In 27 province l’incidenza degli immigrati supera il 10%, mentre nella provincia del Medio Campidano scende all’1% FONTE: ISTAT Distribuzione territoriale Dossier Statistico Immigrazione 2014 UNAR/IDOS

5 Motivi della presenza “stranieri” inizio 2014 Salvatore Geraci, Roma 2014 da dati Ministero Interno e Istat Circa 93,8% per motivi di famiglia, di lavoro e protezione

6 RICHIEDENTI ASILO DAL NORD AFRICA La stagione degli sbarchi 2008: : : 4.500

7 Molo commerciale – Lampedusa La rivoluzione dei gelsomini (ENA) 2011: : :

8 Le richieste d’asilo e gli sbarchi Le richieste d’asilo e gli sbarchi In Italia i rifugiati sono circa l’1,2% sulla popolazione. Tra gli altri Paesi europei Germania ha il 7‰ di rifugiati, Francia il 3%, Regno Unito il 2%, Svezia il’10% e Malta il 20%. Anno 2013 Circa persone sbarcate (oltre la metà necessitano di protezione internazionale) i minori non accompagnati siriani; dall’Eritrea; somali; dall’Egitto domande esaminate Anno 2014 Circa persone sbarcate Circa 20% eritree; oltre il 20% siriani; seguono: Mali, Nigeria, Gambia, Somalia, Palestina, Egitto Oggi in Italia circa rifugiati riconosciuti 1,4% tra gli immigrati Oggi in Italia circa rifugiati riconosciuti 1,4% tra gli immigrati

9 Gli sbarchi nel 2014 (novembre) Gli sbarchi nel 2014 (novembre) morte in tutto il mondo morte nel Mediterraneo 450 morte nel Golfo del Bengala S. Geraci su dati Ministero Interno e Unhcr, Roma 2014 Oltre persone nel mondo nel Mediterraneo nel Golfo di Aden e Mar Rosso nei mari del sud est asiatico nel Caraibi

10 Elaborazione dati Eurostat e Unhcr, 2012 Incidenza dei rifugiati Sulla popolazione dei paesi UE % sulla popolazione 2012 Società Italiana di Medicina delle Migrazioni

11 CHI SIAMO: Medici per i Diritti Umani (MEDU) è una associazione di solidarietà internazionale senza fini di lucro, indipendente da affiliazioni politiche, sindacali, religiose ed etniche. COSA FACCIAMO: Portiamo assistenza sanitaria alle popolazioni più vulnerabili nelle situazioni di crisi nel mondo e in Italia, Denunciamo le violazioni dei diritti fondamentali; Sviluppiamo nuovi approcci e nuove pratiche di salute pubblica, fondati sul rispetto della dignità umana e sul principio dell’intercultura. Sviluppiamo all’interno della società civile spazi democratici e partecipativi per la promozione del diritto alla salute e degli altri diritti umani. SU CHI CONTIAMO: L’azione di Medici per i Diritti Umani si basa sulla militanza della società civile, sull’impegno volontario di medici ed altri operatori professionali della salute, così come di cittadini e professionisti di altre discipline.

12 In cosa crediamo? “La salute è un diritto di Tutti. Nessuno Escluso”

13

14 ALCUNE DEFINIZIONI LA SALUTE SECONDO LA COSTITUZIONE ITALIANA E L’OMS

15 LA COSTITUZIONE “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’ individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana” L’ OMS La salute è: “ Uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o di infermità." (OMS, 1948)

16 UN CAMPER PER I DIRITTI

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28 Noi siamo solo andata Potete respingere, non riportare indietro, è cenere dispersa la partenza, noi siamo solo andata. (Erri De Luca)

29 Air Terminal stazione Ostiense Prima distribuzione di tende da parte dei volontari di MEDU

30 2009: Rifugiati afgani nei pressi della stazione Ostiense

31

32

33

34

35 Nuova tendopoli spontanea sorta in seguito allo sgombero della Buca

36 Vite in cantiere

37 37

38

39 Riqualificazione urbana

40 IL “CENTRO DI PROSSIMITÀ” DI TOR MARANCIA 40 …E umana?

41 2010 – Ex Ambasciata somala di Via dei Villini

42

43

44 SUI DIRITTI DELL’UOMO Possiamo dire che i diritti dell'uomo non sono stati dati tutti in una volta e neppure congiuntamente, anche se oggi non pare dubbio che le varie tradizioni si stiano avvicinando e stiano formando insieme un unico grande disegno di difesa dell'uomo, disegno che comprende i tre sommi beni della vita, della libertà e della sicurezza sociale. Difesa da che cosa? La risposta che ci viene dall'osservazione della storia è molto semplice e netta: difesa dal potere, da ogni forma di potere. Norberto Bobbio, L’età dei diritti

45 Bibliografia e sitografia BIBLIOGRAFIA Dossier Statistico Immigrazione – Caritas/Migrantes (pubblicazione annuale) Osservatorio Romano sulle Migrazioni – Caritas/Camera di Commercio di Roma/Provincia di Roma (pubblicazione annuale) Salvatore Geraci e Filippo Gnolfo (a cura di), In rete per la salute degli immigrati. Note a margine di un’inaspettata esperienza, Edizioni Pendragon, 2012 Salvatore Geraci, Bianca Maisano, Marco Mazzetti (a cura di) Migrazione, salute, cultura, diritti, Edizioni Cser, 2005

46 Geraci S. (a cura di) Immigrazione e salute: un diritto di carta? Viaggio nella normativa internazionale, italiana e regionale. Roma, Edizioni Anterem, Manila Bonciani, Salvatore Geraci, Barbara Martinelli (a cura di) La salute degli immigrati nelle politiche sanitarie regionali, tratto dal sito Saluteinternazionale. Info regionali/http://saluteinternazionale.info/2011/04/la-salute-degli-immigrati-nelle-politiche-sanitarie- regionali/ Geraci S, Martinelli B. Il diritto alla salute degli immigrati: scenario nazionale e politiche locali. Roma: Edizioni Nuova Anterem, Geraci S, Bonciani M, Martinelli B. La tutela della salute degli immigrati nelle politiche locali. ROMA: Inprinting srl, Geraci S. Per una buona salute servono politiche giuste. In Immigrazione Dossier Statistico XX Rapporto sull’immigrazione – Caritas/Migrantes. Idos, 2010; 227:232 UNHCR – Asylum Trends 2013 – Levels and trends in industrialized countries file:///C:/Users/Standard/Downloads/UNHCR-Asylum-Trends05_WEB_embargo.pdf

47 Stranierinitalia Salute internazionale UNHCR (Alto Commissariato delle nazioni unite per i rifugiati) CIR (Consiglio Italiano per i Rifugiati) Cestim Salute e immigrazione In particolare si vedano gli articoli nella sezione “Formazione”

48 SITOGRAFIA AIDA – Asylum Information Database Società italiana di Medicina delle Migrazioni Progetto Melting pot Europa Fortress Europe Manuale normativa immigrazione e asilo (Sergio Briguglio) normativa-21.html Programma Integra Si veda in particolare la nuova mappatura dei servizi per migranti


Scaricare ppt "Una sanità per i migranti 17 aprile 2015 – Corso: Accesso ai farmaci nei Paesi in Via di Sviluppo."

Presentazioni simili


Annunci Google