La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’aborto Classi: 5° Liceo S. - 5° Liceo C. Prof. Alessandro Mastromatteo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’aborto Classi: 5° Liceo S. - 5° Liceo C. Prof. Alessandro Mastromatteo."— Transcript della presentazione:

1 L’aborto Classi: 5° Liceo S. - 5° Liceo C. Prof. Alessandro Mastromatteo

2 La parola “aborto” viene dal latino “aborior” = morire prima della nascita. Esso può essere di due tipi: SPONTANEO PROCURATO

3 La “gravidanza” è lo stato biologico della donna dal momento del concepimento, o fecondazione, al parto. Fecondazione Zigote Morula Blastula Embrione Feto Nascita 

4 Aborto spontaneo Si verifica quando l’interruzione della vita dell’embrione avviene per cause naturali. Le cause: malformazioni dell’embrione stesso; anomalie o disturbi inconsci provenienti dall’organismo della madre come infezioni, medicinali, fattori immunitari, cause psicologiche o ambientali.

5 Aborto procurato o diretto E’ l’uccisione deliberata e diretta di un essere umano nella fase iniziale della sua esistenza, compresa tra il concepimento e la nascita. L’aborto procurato comprende tutti gli interventi volontari contro la vita umana dal “concepimento alla nascita”: 1.qualunque sia il luogo in cui l’embrione si trovi: tube di Falloppio, utero, ecc; 2.qualunque sia il tempo trascorso dalla fecondazione: prima dell’annidamento nell’utero, nei momenti immediatamente posteriori all’annidamento, durante lo stato fetale, ecc.; 3.qualunque sia il mezzo attraverso il quale si realizzi: estraendolo dal corpo della madre, eliminandolo all’interno, usando un procedimento chirurgico, mediante dispositivi meccanici o sostanze chimiche; 4.qualunque sia la motivazione a cui l’aborto diretto risponda: terapeutica, sociale, criminologica, eugenetica, ecc.

6

7 L’aspirazione: si introduce nell’utero un tubo collegato a un potente aspiratore. Viene lacerato il corpo e la placenta del bambino, e il tutto e ̀ risucchiato. Usato per embrioni inferiori a tre mesi

8 L’embriotomia o raschiamento delle pareti dell’utero: si introduce un aguzzo cucchiaio ricurvo col quale si taglia a pezzi l'embrione e si procede poi al «raschiamento» dell'utero e al suo completo svuotamento. E ̀ il metodo piu praticato entro i primi tre/quattro mesi.

9 L’induzione di contrazioni: alla madre vengono somministrati dei farmaci che producono contrazioni uterine simili a quelle del parto; queste provocano la dilatazione del collo dell’utero, l’embrione si stacca dalle pareti e viene espulso.

10 L’isterotomia o aborto con taglio cesareo: fino al taglio del cordone ombelicale è uguale a un parto per taglio cesareo (estrarre il bambino attraverso un’incisione nell’addome della madre). Nel parto cesareo, tagliato il cordone ombelicale, il bambino è affidato alle cure intensive mediche. Nell’aborto cesareo, invece, viene lasciato morire in un secchio o gli si provoca l'asfissia.

11 Avvelenamento: attraverso il ventre materno si iniettano nel liquido amniotico sostanze tossiche, come soluzione salina o altro. Il bambino muore asfissiato e avvelenato in poco più di un’ora. Se la madre e ̀ fortunata e non insorgono complicazioni, il giorno dopo, avute le doglie, partorirà il bambino che e ̀ stato ucciso.

12 Nascita parziale: praticato fino alla 32a settimana quando il bambino e ̀ prossimo alla nascita. Si dilata il collo dell’utero e s’inverte la posizione normale del bambino collocando i piedi verso la vagina. Si estrae tutto il corpo eccetto la testa; si fa una profonda incisione nella base del cranio, ancora dentro l'utero, e si aspira il cervello. Poi si estrae tutto.

13 Esse possono essere di due tipi: 1.Intercettive 2.Contragestive Le prime intercettano lo zigote impedendogli di annidarsi nell’utero (spirale, NorLevo), le seconde impediscono lo sviluppo dopo l’impianto dell’utero (RU-486, prostaglandine, vaccino abortivo).

14 Dispositivo intrauterino (DIU) o spirale: costituita da un dispositivo di materiale plastico o di altro materiale che viene inserito in modo non traumatico nella cavità uterina. Il meccanismo d’azione della spirale si esplica in diversi modi: ✔ induzione di una reazione da corpo estraneo che provoca un’infiammazione cronica della mucosa endometriale, rendendola inospitale nei confronti di un eventuale embrione pronto ad impiantarsi; ✔ alterazioni della composizione del muco cervicale che impedisce la risalita degli spermatozoi verso il canale cervicale e la cavità uterina (questo effetto è presente nel caso in cui la spirale sia medicata con il rame o con un progestinico).

15 Pillola del giorno dopo: due compresse, contenenti l’ormone Lenovorgestrel - da cui il nome commerciale «NorLevo» -, che prese entro 72 ore modificano la parete dell’utero e impediscono all'embrione già formato di annidarsi. ✔ Se la fecondazione non v’è stata questo effetto abortivo non si verifica, rimanendo soltanto effetto contraccettivo. ✔ Viene presentato come un «anticoncezionale», tuttavia lo scopo specifico del Norlevo è l’uccisione dell’embrione. ✔ Mentre la filosofia della normale contraccezione chimica è quella di prolungare l’infertilità della donna, la filosofia della «pillola del giorno dopo» è quella di una somministrazione forte, scatenando una tale tempesta ormonale nella madre che impedisce al giovane figlio di vivere.

16 RU-486: è una pillola abortiva, in quanto la sua assunzione provoca l’interruzione della gravidanza ed è un’alternativa al classico aborto chirurgico. L’RU486 blocca i ricettori del progesterone interrompendone l’azione. La mancata attività del progesterone causa la morte e il distacco dell'embrione dalla parete uterina con successiva espulsione.

17 Giudizio etico sull’aborto procurato: è gravemente ILLECITO perchè È l’eliminazione di un essere umano, ingiusta e iniqua, nella fase iniziale della sua esistenza. Contraddice la dignità della persona umana. Si oppone alla giustizia e viola direttamente il principio di non uccidere Non e ̀ un fatto di fede: la ragione e ̀ già di per se sufficiente a far comprendere l'efferatezza di un tale atto.

18 L’offesa alla vita umana viene accompagnata da alcune circostanze che la rendono particolarmente grave: ✔ L'essere umano nel seno della madre e ̀ quanto di più innocente in assoluto si possa immaginare; ✔ È debole ed inerme, non ha voce per protestare; ✔ È totalmente affidato alla protezione e alle cure della madre. La paternità e la maternità sono dei rapporti umani e sociali di carattere fondamentale. Senza di essi non ci sarebbe vita umana.

19 Le tre finalità dell’aborto procurato L’aborto come mezzo “contraccettivo”: ricorso alla eliminazione della gravidanza come strumento di regolazione delle nascite. Giudizio etico: gravemente illecito, perchè e ̀ l’uccisione diretta di un essere umano innocente. L’aborto “selettivo” (eugenetico): eliminazione dei feti che presentano malformazioni. Giudizio etico: gravemente illecito, perchè e ̀ l’uccisione diretta di un essere umano innocente. Si da ̀ l’agravante della discriminazione. L’aborto “terapeutico”: eliminazione del feto allo scopo di salvare la vita (o il benessere) della madre. Giudizio etico: gravemente illecito, perchè e ̀ l’uccisione diretta di un essere umano innocente. Il feto non può essere mai considerato un aggressore.

20 Documenti magisteriali più significativi ove si tratta il tema dell’aborto ✓ Costituzione conciliare “Gaudium et Spes” del Concilio Vaticano II (1965) ✓ Enciclica “Humanae vitae” di Paolo VI (1958) ✓ Dichiarazione sull'aborto procurato della Congregazione per la Dottrina della Fede (1974) ✓ Esortazione apostolica “Familiaris Consortio” di Giovanni Paolo II (1981) ✓ Carta dei Diritti della Famiglia del Pontificio Consiglio per la Famiglia (1983) ✓ “Donum Vitae” della Congregazione per la Dottrina della Fede (1987) ✓ Enciclica “Sollicitudo Rei Socialis” di Giovanni Paolo II (1987) ✓ Enciclica “Evangelium Vitae” di Giovanni Paolo II (1995) ✓ Catechismo della Chiesa Cattolica (1997) ✓ Giubileo delle Famiglie del Pontificio Consiglio per la Famiglia (2000)

21 Bibliografia essenziale Maurizio Faggioni, La vita nelle nostre mani. Corso di bioetica teologica, Edizioni Camilliane, Ramon Lucas Lucas, Bioetica per tutti, Edizioni San Paolo, (Queste slides attingono primariamente a questo testo).


Scaricare ppt "L’aborto Classi: 5° Liceo S. - 5° Liceo C. Prof. Alessandro Mastromatteo."

Presentazioni simili


Annunci Google