La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il progetto People Bolzano 3 marzo 2005 Adelelmo Lodi Rizzini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il progetto People Bolzano 3 marzo 2005 Adelelmo Lodi Rizzini."— Transcript della presentazione:

1 Il progetto People Bolzano 3 marzo 2005 Adelelmo Lodi Rizzini

2 2 Indice Introduzione I servizi offerti Il modello tecnico architetturale Lorientamento agli standard Lo stato di realizzazione del progetto L ecosistema People Il Centro di Integrazione e collaudo

3 3 Introduzione People è un progetto presentato per il cofinanziamento sui fondi nazionali e-government lo scorso 10 giugno 2002 da una pluralità di Enti in risposta al primo avviso di attuazione del Piano d'Azione del 21 giugno Sono stati presentati circa 400 progetti, di cui soli 138 ammessi a finanziamento: PEOPLE è risultato primo. Il progetto si basa su un costo iniziale di circa 20,7 milioni di euro, con un costo medio per abitante (degli enti aggregati) di circa 3,6 euro e una richiesta contributiva di circa 1,7 euro a persona: il costo medio indicato è il risultato di presenze di livelli nettamente differenti tra comuni piccoli (teoricamente molto più elevata) e comuni più grandi (molto più ridotti) e testimonia lefficienza del modello federato di base nel creare utilità generale per qualunque tipo di ente partecipante.

4 4 Lo scopo del progetto è quello di semplificare ed innovare i rapporti tra la Pubbliche Amministrazioni Locali ed il Cittadino. Attraverso le risorse tecnologiche rese disponibili dallinnovazione nel settore della comunicazione digitale (Internet, SMS, Wap, Call Center) sarà realizzato un luogo di accesso" unico, e virtuale, articolato in circa 160 servizi, individuati dagli Enti come l'insieme dei servizi principali in grado di soddisfare il 95% dei motivi di accesso al Comune da parte di cittadini e imprese. In questo sistema telematico multicanale, il Portale Internet rappresenta una delle principali modalità di erogazione. Introduzione Scopo del progetto

5 5 Introduzione : laggregazione People L'aggregazione PEOPLE si presenta particolarmente forte ed articolata: è composta da 55 Enti di 12 regioni diverse; comprende la capitale con i suoi 2,5 milioni di abitanti così come comuni da abitanti, ed amministra in totale più di 7,5 milioni di cittadini, pari a quasi il 13% della popolazione nazionale. questi hanno individuato nel Comune di Firenze lente capofila, cui spetta il compito di coordinare la realizzazione del progetto.

6 6 Introduzione Valorizzare le diversità Il modello federato e il dato saliente del progetto, sia sotto il profilo realizzativo che strategico. People si articola su una struttura che ben si presta a mantenere la diversità, tecnica e culturale, tra i partecipanti, grazie alle scelte tecnologiche e di architettura generale, nonchè alla standardizzazione condivisa. In questo modo si realizza la compartecipazione paritaria di scambio e lintegrazione e condivisione di servizi, prodotti e soluzioni, attività necessarie allo sviluppo del singolo componente e alla crescita dellaggregato a cui il progetto dà vita.

7 7 Indice Introduzione I servizi offerti Il modello tecnico architetturale Lorientamento agli standard Lo stato di realizzazione del progetto L ecosistema People Il Centro di Integrazione e collaudo

8 8 Le caratteristiche distintive Lampiezza dellofferta di servizi: la soluzione prevede la realizzazione di un portale per laccesso ai servizi comunali che affianchi al comune fisico il comune virtuale realizzando oltre 160 servizi on line raggruppati in 6 categorie: oltre ai tipici servizi orizzontali di portale quali ad esempio Servizi di registrazione e autenticazione Moduli per i pagamenti on line Servizi per la connessione al protocollo informatico Servizi di Fiscalità Locale Servizi di Concessioni e autorizzazioni Sistemi Informativi territoriali Servizi alla persona Servizi demografici Scuola e sport

9 9 Registrazione e autenticazione Preregistrazione e registrazione Laccesso ai servizi People richiede una registrazione specifica Preregistrazione de-visu o per via telematica Registrazione immediata per possessori di CIE, CNS, carte di firma La registrazione e lautenticazione prevedono il ricorso ad una CA Le credenziali includono Username: Password (scelta dallutente) PIN emesso dalla CA certificato di firma X509 casella di posta identificata (domicilio elettronico) Modello federato People Ciascun comune onora le credenziali emesse da ogni altro Ente dellaggregazione Ciascun comune sceglie e interagisce soltanto con la propria CA La CA di un comune è responsabile di propagare eventuali richieste di competenza di altre CA

10 10 SiRAC: Gestione degli intermediari Intermediari. Utenti People che richiedono i Servizi-People agendo in nome e per conto di altri cittadini. Tali utenti sono autorizzati ad operare in virtù di una delega o di una procura che abilita lintermediario a richiedere i servizi per conto dei cittadini o delle aziende rappresentate. LIntermediario è tenuto a firmare con Carta di Firma digitale ogni istanza o comunicazione presentata per conto terzi. LIntermediario è tenuto ad allegare, solo una volta nellambito dello stesso procedimento, fotocopia della documentazione che attesta la delega o procura ricevuta

11 11 SiRAC: Gestione degli intermediari /2 Servizio di accreditamento degli Intermediari Servizio fornito dal componente SiRAC del framework People Fornisce agli intermediari la possibilità di autocertificare la propria Qualifica di intermediario in uno specifico Ente People Un Intermediario autocertifica la propria Qualifica compilando e sottoscrivendo con Carta di Firma digitale lapposito Modulo di Accreditamento Autorizzazione allaccesso ai servizi per intermediari Esistono servizi destinati in modo specifico agli intermediari, che possono prevedere modalità di autenticazione più stringenti rispetto a quelle previste per laccesso ai servizi destinati ai cittadini. Ogni Servizio-People erogato da uno specifico Ente People definisce quali sono tutte e sole le qualifiche abilitate alla fruizione del servizio. Quando richiede la fruizione di un Servizio-People per intermediari, lutente sceglie uno tra gli Accreditamenti/Qualifiche associati al suo Profilo Locale definito presso lEnte People.

12 12 Gestione incassi Gestione pagamenti on-line Pagamenti e Incassi Soluzione per la gestione dei pagamenti on-line e la gestione degli incassi on-line Principali obiettivi: Interazione con i circuiti bancari ed i sistemi di pagamento disponibili uniformità di accesso alla fase di pagamento Indipendenza dal tributo e dai dati specifici del tributo stesso Modello generalizzato per lincasso Disponibilità per il cittadino di tutte le informazioni relative alle sue pendenze Versatilità nellinterazione con le procedure di gestione tributi dellente Gestione Multi-ente Modularità di utilizzo da parte degli enti Predisposizione alla Multicanalità

13 13 Componente Pagamenti Modello logico: Garanzia dellintegrità delloperazione Centralizzazione dei pagamenti on-line in tutte le fasi operative Disaccoppiamento dal sistema di pagamento e dal metodo di pagamento Gestione centralizzata delle commissioni in funzione del tributo, dellente e del metodo di pagamento Generazione centralizzata dei flussi contabili Funzionalità fornite: Gestione dellordine di pagamento (dati specifici del tributo) Gestione delle commissioni Integrazione sistemi e metodi di pagamento ( oggi BankPass Web,.. ) Gestione del pro-memoria di pagamento Gestione dei flussi contabili (rendicontazione, riconciliazione, riallineamento) Servizi applicativi: Servizio di pagamento generalizzato (utilizzato dai servizi People)

14 14 Componente Incassi Tassonomia dei tributi gestiti: Tributi pre-calcolati: Tributi associati ad un soggetto giuridico individuato da codice fiscale con importo definito dallente Garanzia sulla correttezza dei dati in quanto il cittadino non digita dati ma sceglie solo quale pendenza pagare Gestione di una posizione debitoria associata al codice fiscale Tributi spontanei Tributi con importo definito dai cittadini Possibilità di errore sui dati digitati e conseguente onere di gestione per lente Contravvenzioni Integrazione sistemi legacy diversi con le modalità desiderate (Batch o on-line) per ciascun tributo Servizi applicativi Servizio di accesso a posizione debitoria (utenti autenticati) Servizio di incasso tributi pre-calcolati Servizio di incasso tributi spontanei Servizio di incasso contravvenzioni Servizio di visualizzazione pagamenti pregressi, anche effettuati con altri canali (utenti autenticati) Gestione del carrello (in corso di sviluppo)

15 15 I Servizi Applicativi Java rilasciati con People 1.0 (interattivi) Fiscali ICI (24) Tarsu (11) Osap (14) Demografici Richieste (11) Prenotazioni (10) Territoriali CDU (3) Numero Civico e Carta Tecnica (5) Informazioni turistiche (7) Pubblicazione piani urbanistici (5) Scuola Iscrizioni (13) Pagamenti (5)

16 16 Requisiti Modello di intera zione Flussi di inter scambio 1: deliverable dei gruppi di analisi 2003 Aggiorna mento analisi funzionale e normativa Guida alla configura zione 2: aggiorna mento analisi sperimen tatori 2: gruppo centrale di model lazione Schemi XML di inter scambio Modelli UML di processi e dati 3: prototipi statici dei servizi 4: servizi definitivi 2: framework People Il processo di sviluppo dei servizi applicativi People

17 17

18 18 Scelta del pagamento Riepilogo e pagamento Dettaglio documento Elenco rate Elenco pendenze Intestatario documento AntonioSalvioli Codice Fiscale:SLVNTN65B03A670L Cognome: Seleziona il tributo/incasso per visualizzarne il dettaglio e procedere con il pagamento. Per eseguire una nuova ricerca imposta i parametri di tuo interesse nellapposita area Elenco pendenze Tipo tributi/incassi: Ricerca tributi/incassi Anno documento: Schermata precedente Nuova ricerca Continua Servizi – Posizione debitoria | Attività: Scelta del pagamento > Fase: Elenco pendenze Nome: Mensa scolastica 190,00 100,0021/02/2004BolognaPagabile Nr. documentoAnno Descrizione Importo totaleImporto residuoScadenzaEnteStato Elenco tributi/incassi Occupazione suolo pubblico 512,00 510,0020/04/2004BolognaPagabile Rifiuti solidi urbani 340,00 30/04/2004FunoPagabile Sanzione amministrativa 40,00 21/04/2004BolognaNon pag. Sel. Benvenuto Giovanni Bianchi. L'operazione che stai esplorando è iscritta nel seguente contesto Modulo pagamento e incassi Posizione debitoria La procedura prevede le seguenti attività: Home Servizi

19 19 Requisiti Modello di intera zione Flussi di inter scambio 1: deliverable dei gruppi di analisi 2003 Normativa nazionale e locale Scelte Organiz zative locali 2: aggiorna mento analisi sperimen tatori 2: gruppo Integrato di analisi 3: rendering automatico 4: servizi definitivi 2: framework People Il processo di sviluppo dei servizi applicativi People (2) Base di conoscenza dei Procedimenti e Modellazione dei dati

20 20 Miglioramento della parametrizzazione e manutenzione dei servizi Front Office Standard People Cittadini Imprese Intermediari Commercio SUAP SUE Pubblici esercizi GIS Sistemi di Back Office Eventuale intermediario verso i backoffice Istanze (procedimenti) Interrogazioni per supporto Alla compilazione Tracking avanzamento (workflow) Eventuale allineamento di informazioni (moduli, leggi, ecc.) Rendering Normative nazionali e locali Scelte organizzative locali Standardizzazione dati Base di conoscenza dei procedimenti

21 21 Indice Introduzione I servizi offerti Il modello tecnico architetturale Lorientamento agli standard Lo stato di realizzazione del progetto L ecosistema People Il Centro di Integrazione e collaudo

22 22 Il modello tecnico-architetturale Questo modello si basa su due componenti essenziali: il modello standardizzato dei servizi il modello architetturale Tutti gli enti partecipanti, considerata con ogni favore lampiezza della proposta di servizio, hanno aderito altrettanto positivamente alla rappresentazione standardizzata, superando quindi ogni possibile obiezione vista la natura federata del modello generale: in questo modo si è posta la premessa tecnica più importante alla redazione del modello generale. La difficoltà della standardizzazione è insita nella natura dellattività della P.A. che si basa sul rapporto di soggetti appartenenti a strutture distinte che seguono le regole di una normativa in continua evoluzione.

23 23 Il modello tecnico-architetturale Il modello standardizzato dei servizi Il sistema dei servizi (sia come elenco, qualità di erogazione e modalità di accesso) rappresenta il know how fondamentale degli enti People, fondato sullesperienza delle best practice sopra ricordate e dal lavoro di gruppi tecnici eseguito prima della presentazione del progetto. Il sistema dei servizi comprende: lidentificazione e la standardizzazione delle tipologie di servizi di front office tramite ladozione della metafora degli eventi della vita e della conseguente identificazione degli episodi di interazione tra i cittadini, le imprese e le amministrazioni la standardizzazione delle modalità di accesso linterfaccia utente specificatamente progettata per garantire usabilità e fruibilità ottimale dei servizi Seguiti da appositi gruppi di lavoro, lanalisi e lo studio dei servizi ha portato al concetto generale di servizio on line ad alta interattività, caratterizzato da alcuni aspetti comuni di standardizzazione, presentazione, autenticazione dellutente, modularità di prestazione, multicanalità di fruizione, presentazione con interfaccia geografica del servizio.

24 24 Il modello tecnico-architetturale Il modello architetturale Il modello di organizzazione dei sistemi si configura sinteticamente come unarchitettura a tre livelli: esportazione per via telematica, in base a standard tecnologici aperti, dei servizi di base realizzati dai sistemi locali e legacy (p. es. consultazione di banche dati, transazioni remote online) integrazione dellaccesso telematico dei cittadini e delle imprese su base geografica ai servizi di base realizzato dai centri servizi che costituiscono anche il punto di contatto con i servizi ed i sistemi infrastrutturali regionali e territoriali erogazione dei servizi ai cittadini tramite portali di accesso e sistemi multi-canale, previa autorizzazione ed eventuale autenticazione tramite carte a microprocessore Questa architettura a tre livelli viene considerata la naturale evoluzione del modello in parte già sperimentato nelle varie realtà locali nel corso della realizzazione delle reti civiche e dei primi portali di servizi nonché del modello adottato dagli organismi deputati per la cooperazione applicativa.

25 25 Il modello tecnico-architetturale Il modello architetturale A tale scopo si propone un modello architetturale quale quello rappresentato in Figura 1 in cui si evidenziano tre strati fondamentali: Uno strato di servizi di front-end rivolti ai cittadini, ad altre amministrazioni e alle imprese, Front-end Service Layer Uno strato di servizi virtuali che implementa i cosiddetti eventi della vita, Virtual Service Layer Uno strato di servizi primitivi messi a disposizione dai sistemi informativi dei Comuni, da fornitori di servizi e da altre amministrazioni, Back-end Service Layer A questi strati più tipicamente applicativi si affiancano infrastrutture, per loro natura trasversali, quali quelle necessarie alla Amministrazione Comunicazione Sicurezza Tale sistema fornisce il punto unico di accesso a tutta una serie di servizi attraverso l interattività e interoperabilità tra diversi soggetti immediatamente a contatto (nel tempo e nello spazio) nello svolgimento in sicurezza dellattività di gestione e comunicazione del dato.

26 26 Larchitettura di People Front-end Service Layer Virtual Service Layer Back-end Service Layer Firma digitale Call centerBilling ProtocolloCertification AuthorityPosta identificataSistemi di pagamento esterniCMS CittadiniServices Interface F E S e r v i c e 1 F E S e r v i c e 2 F E S e r v i c e 3 F E S e r v i c e 4 F E S e r v i c e 5 F E S e r v i c e 6 F E S e r v i c e 7 F E S e r v i c e 8 F E S e r v i c e N Framework di front end People ConsoleBPEL Enfine Servizi di comunicazione Servizi di gestione Servizi di security Autenticazione e registrazione Sistema di pagamento Infrastruttura di sicurezzaInfrastruttura di gestioneInfrastruttura di comunicazione

27 27 Esempio di Deployment Supponiamo di avere un sistema PEOPLE che fornisce servizi a tre comuni. FE Comune A FE Comune C FE Comune B Nodo PEOPLE BE1BE2BE1 BE2BE3 ASP Comune AComune BComune C

28 28 Indice Introduzione I servizi offerti Il modello tecnico architetturale Lorientamento agli standard Lo stato di realizzazione del progetto L ecosistema People Il Centro di Integrazione e collaudo

29 29 La reference implementation di People Basata su J2EE, Apache, Tomcat e un numero limitato e controllato di librerie open (fra cui Struts e SAML) Piena proprietà di tutto il software da parte del progetto e sua trasferibilità senza limiti Codice sorgente aperto Il framework è alla versione 1.0 alfa ed è scaricabile da tutti gli Enti del progetto e da tutti i Fornitori e Partner Il progetto verifica e autorizza lutilizzo di componenti esterni Scelta di librerie OS diverse da quelle indicate Librerie di bottega Componenti commerciali La certificazione della compliance l Integratore ha il compito di effettuare collaudi black box e le ispezioni che assicurino la compliance rispetto agli standard People.

30 30 People e le piattaforme Dalla reference implementation si passa, con costi molto contenuti nella maggior parte dei casi, alla versione per le maggiori piattaforme del mercato:

31 31 People e i sistemi di backoffice comunali Quasi tutti Comuni hanno installato, a volte anche da molto tempo, sistemi informatici per il supporto delle procedure amministrative In questo caso lofferta è quasi esclusivamente nazionale, ed è molto più frammentata E in corso un processo che punta alla definizione di standard di interoperabilità tra servizi di front office per i cittadini e le imprese e i sistemi applicativi di back office e-gov working draft Assinform candidate recommendation Assinform Recommendation Modellazione People Comunità di progetti e-gov People … internal draft Steering Committee

32 32 Caratteristiche dello standard di interfaccia È uno standard di interscambio dati e di interoperabilità tra prodotti interconnessi (front office di e-government e backoffice di enti locali) la cooperazione applicativa è un secondo obiettivo importante Opera a livello comunicativo/economico Il successo si misurerà sulla quota di mercato che riuscirà a influenzare direttamente Standard aperto Ogni azienda che chieda di partecipare deve essere ammessa Prescrittivo Definisce criteri rigorosi di interoperabilità e suite di test che consentano di accertarla De facto Non sono previsti interventi legislativi/normativi

33 33 Indice Introduzione I servizi offerti Il modello tecnico architetturale Lorientamento agli standard Lo stato di realizzazione del progetto L ecosistema People Il Centro di Integrazione e collaudo

34 34 People come prodotto software Lo sviluppo di People è distinto dal suo dispiegamento Si basa sulle best practices dei Comuni più attivi Sulle Comunità di pratica come organismi di elaborazione e condivisione delle best practices Ogni Comune esprime le sue specificità Priorità di attivazione dei servizi Modalità di configurazione dei servizi Ripensamento degli aspetti organizzativi interni Contesti tecnici diversi Caratteristiche del centro di erogazione dei servizi La piattaforma tecnologica ed i fornitori di servizi infrastrutturali Sviluppo articolato Molteplicità di sviluppatori L Integratore come ruolo centrale di coordinamento

35 35 Il Ciclo di vita di PEOPLE PROJECTMANAGEMENTPROJECTMANAGEMENT Architettura e Modelli Requisiti applicativiRequisiti Tecnologici Progetto iniziale Sviluppo Integrazione Rilascio e Collaudo DISPIEGAMENTO PEOPLE OPERATIVO Risorse prevalenti da Spesa Condivisa Risorse prevalenti da Spesa Diretta ATTIVITÀDISUPPORTOATTIVITÀDISUPPORTO

36 36 Stato attuale del progetto Da dicembre stiamo effettuando la convergenza delle attività di più fornitori coordinati dallintegratore, verso la prima release di prodotto, disponibile nella Reference implementation e nelle Piattaforme commerciali basate su Java Le attività, necessariamente iterative, consistono in: Consolidamento del framework Collaudo applicativo/funzionale Refactoring dei servizi (revisione tecnica) per adeguarli agli standard Modellazione delle interfacce XML tra front end e back end Regole di look & feel e di accessibilità Adeguamento alla versione corrente del framework Collaudo architetturale dei servizi e loro integrazione

37 37 Previsioni di aggiornamento Contenuti di People 1.0 Componenti comuni Framework di supporto allo sviluppo ed esercizio dei servizi Componente di registrazione e autenticazione, integrata nel framework Componente di gestione dei pagamenti: 5 servizi Servizi applicativi (101 servizi) Demografici - Istanze e visure15 servizi Demografici – Prenotazioni 8 servizi Servizi fiscali50 servizi Servizi scolastici (dal progetto Studiare) 9 servizi Servizi Territoriali19 servizi Piattaforme commerciali IBM ORACLE SUN

38 38 Previsioni di aggiornamento Tempi di People 1.0 Rilascio della versione finale del Framework: a giorni Servizi applicativi collaudati e integrati: 15 marzo Collaudi funzionali dei servizi da parte Enti Sperimentatori Revisione tecnica dei servizi da parte dei Fornitori Collaudo architetturale dei servizi da parte dellIntegratore Piattaforme definitive 15 marzo Completamento porting del Framework sulle piattaforme da parte dei Vendor Realizzazione delle Vendor Implementation da parte dei Vendor Collaudo architetturale delle Vendor Implementation da parte dellIntegratore Procedura di set up People 1.0 fine marzo Reference Implementation IBM Oracle Sun

39 39 Previsioni di aggiornamento Evoluzione di People nelle versioni Java Avviene per rilascio incrementale di servizi SportMaggio Servizi alla personaGiugno Servizi C&A – Attività ProduttiveGiugno-luglio Servizi C&A - CommercioGiugno-luglio Servizi C&A - EdiliziaGiugno-luglio Servizi C&A - Pubblici eserciziGiugno-luglio

40 40 Previsioni di aggiornamento Piattaforma.Net di Microsoft Per scelta tecnica ed economica si è deciso di avviare lo sviluppo del framework e dei servizi in serie rispetto alla reference implementation Framework (primo rilascio entro marzo per consentire lo sviluppo dei servizi applicativi)Maggio Registrazione e autenticazioneMaggio Pagamenti(non previsti) Fiscali – ICIGiugno Fiscali – TARSUGiugno Fiscali – COSAPGiugno Demografici - Istanze e visureAprile Demografici - PrenotazioniAprile Servizi territoriali(non previsti) ScuolaGiugno SportMaggio Servizi alla personaGiugno Servizi C&A - Attività Produttive Luglio Servizi C&A - CommercioLuglio Servizi C&A - EdiliziaLuglio Servizi C&A - Pubblici eserciziLuglio

41 41 CIC FINEPROGETTOFINEPROGETTO E A R L Y A D O P T E R S SPERIMENTATORISPERIMENTATORI COLLAUDATORICOLLAUDATORI S People 1.0a People 1.0 People 2.0 TUTTIGLIENTITUTTIGLIENTI PEOPLEOPERATIVOPEOPLEOPERATIVO Processo di dispiegamento

42 42 Alcuni argomenti per una Lista di Controllo Ambiente Tecnologico Quale Piattaforma Commerciale Livello di predisposizione alla cooperazione applicativa (Porte di dominio, Connettività RUPAR) Configurazione Hardware presente (bacino di utenza attuale vs. futuro, software di ambiente) Esportazione BSL (complessità dell'esportazione, conoscenze del fornitore, adeguamento) Servizi People Quali Servizi Prioritari Numerosità e complessità dei servizi che il Comune intende sviluppare/incorporare Interventi su FSL & VSL Omogeneità tecnologica e applicativa rispetto ai servizi realizzati Integrazione con siti e portali esistenti Interventi su User Interface, Accessibilità, Multicanalità

43 43 Alcuni argomenti per una Lista di Controllo (segue) Servizi infrastrutturali Autenticazione Quale CA ( verifica accordi People) Quante caselle di posta certificata acquisire Interfacciamento con modulo SIRAC Pagamento Accordi con Concessionario Accordi con Tesoreria Politiche sulle commissioni Definire quali metodi di pagamento accettare

44 44 Indice Introduzione I servizi offerti Il modello tecnico architetturale Lorientamento agli standard Lo stato di realizzazione del progetto L ecosistema People Il Centro di Integrazione e collaudo

45 45 L ecosistema People Il progetto ha fatto lavorare assieme un significativo e articolato insieme di enti e organizzazioni: Gli Enti dell Aggregazione People Le comunità di pratica tematiche La comunità di pratica tecnologica I fornitori di applicazioni (>10) I fornitori di piattaforma (5) Il team di modellazione L integratore La struttura centrale di coordinamento del progetto Progetti con i quali sono attive convenzioni o relazioni

46 46 Caratteristiche e obiettivi delle Comunità di pratica (CopS) Le comunità di Pratica si propongono un duplice obiettivo: Validare i servizi modellati, al fine di rilasciare servizi validati e condivisi Favorire la standardizzazione, al fine di massimizzare il livello potenziale di RIUSO Per raggiungere questo obiettivo serve realizzare Servizi on-line che costituiscano esempi di eccellenza e siano: Installabili su tutte le piattaforme architetturali Integrabili con tutti i vendor applicativi Integrabili con i servizi esterni di autenticazione, firma, call center, billing, PEC… A tendere le CopS possono evolvere in vere e proprie community che manutengono gli standard, aggiornano le competenze, divenendo un vero e proprio punto di riferimento per gli esperti del settore di appartenenza. Le CopS operano soprattutto su Web, attraverso mail forum dedicati; periodicamente si tengono riunioni organizzati dal focal point.

47 47 Caratteristiche generali Le CopS a supporto delle attività di progetto MODELLAZIONESPERIMENTAZIONECOLLAUDO SERVIZIO PRONTO PER RIUSO Standard informazioni sui servizi UML/XML ed interazione tra Layer Verifica Normativa Interfacce utente per la erogazione servizio Verifica impatto org. Test, collaudo e certificazione GDL MODELLAZIONE GDL SPERIMENTATORI GDL COLLAUDATORI COMMISSIONE LEGALE E BPR

48 48 Struttura delle CopS Organizzazione interna delle CopS CopS x area tematica CopS x area tematica Focal Point Partecipanti Animatore Ref. Tecnico mkt

49 49 La comunità tecnologica di People Obiettivi Gestire e fare evolvere il patrimonio software del progetto, in accordo con le relative COPS tematiche Distribuire nel tempo il prodotto in versione compilata e sorgente Organizzandosi in major, minor e patch release Fornire un terreno di confronto tra i referenti tecnici degli Enti Accumulare conoscenza operativa per affrontare in modo efficace ed efficiente i problemi che sorgono nella configurazione, dispiegamento e utilizzazione dei servizi

50 50 Patrimonio software di People Framework nella reference implementation: Modulo di registrazione e autenticazione Supporto allo sviluppo dei servizi Supporto alla installazione e gestione dei servizi Modulo applicativo trasversale sui pagamenti* Framework nelle versioni per le singole piattaforme IBM,Microsoft,Oracle, Sun, BEA Servizi applicativi nella reference implementation e nelle piattaforme commerciali Concessioni e autorizzazioni Demografici Scuola e sport Servizi alla persona SIT Tributi (e Pagamenti) Varianti locali dei servizi applicativi

51 51 Confini della comunità Oggi la comunità è composta dagli Enti People Eventuali estensioni alla comunità Attraverso ladesione di ulteriori Enti ulteriori (progetti di riuso) Aziende interessate ad utilizzare il framework People nella propria attività

52 52 Diritti legali di People sul software La reference implementation (framework e servizi applicativi): E basata su J2EE, Apache, Tomcat e un numero limitato e controllato di librerie open (fra cui Struts) - People acquisisce la piena proprietà di tutto il software da parte del progetto e la sua trasferibilità senza limiti - Codice sorgente del framework è aperto: ed è scaricabile da tutti gli Enti del progetto e da tutti i Fornitori e Partner Il progetto verifica e autorizza lutilizzo di componenti esterni Librerie OS diverse da quelle indicate Librerie di bottega Componenti commerciali La certificazione della compliance: l Integratore ha il compito di effettuare i collaudi black box e le ispezioni che assicurino la compliance rispetto agli standard People

53 53 Temi aperti sulla responsabilità e forme di licenza Assessment sulla proprietà del software Capitalizzazione dei diritti di proprietà, raccolta delle liberatorie da parte dei fornitori Identificazione e classificazione per tipo di licenza del software non sviluppato appositamente Decisione sul tipo di licenza da associare alla distribuzione GPL o simili LGPL o simili (per alcune componenti) Altre forme di licenza

54 54 La versione standard di People e le varianti locali Servizi applicativi: Il punto di partenza è lo standard, che è l obiettivo di ogni comunità di pratica tematica Nello sviluppo dei servizi per aree tematiche sono previste varianti approvate Fanno riferimento a logiche organizzative A particolare sensibilità per temi rilevanti sul territorio A caratteristiche dei prodotti software di backoffice Singoli enti manifestano esigenze di ulteriori varianti anche se non approvate dalla comunità di pratica E opportuno che People offra, anche se in misura ridotta rispetto allo standard, un certo tipo di supporto alle esigenze locali

55 55 Standard e varianti locali A: variante approvata dalla Comunità di pratica: fa parte a tutti gli effetti del "prodotto People" ed è di norma finanziata dalla comunità (spesa condivisa) B: variante di interesse di un singolo o pochissimi Enti. In questo caso lo sviluppo è a carico dell'ente interessato. Se la variante risulta non in conflitto con la versione ufficiale, su richiesta dellente alla COPS può essere accolta e mantenuta a cura della comunità. Altri enti possono successivamente adottarla in quanto diventa parte della proprietà comune. C: variante di interesse di un singolo o pochissimi Enti che non è stata proposta o accolta per il mantenimento, e resta di esclusiva proprietà dell' ente. La comunità la ignora totalmente oppure può svolgere su richiesta solo un servizio di configuration management. Tutto l'onere di manutenzione ed evoluzione è a carico dell'ente proponente, gli altri enti non possono accedere alla variante se non sulla base di una esplicita autorizzazione dell'ente proprietario.

56 56 Ruolo dellIntegratore LIntegratore Costituisce il braccio tecnico della Direzione People Garantisce lIntegrazione dei servizi sviluppati dai Fornitori Garantisce il successo del collaudo e del dispiegamento sugli Enti Enterprise Digital Architects (Mandataria) Centro di Integrazione e Collaudo (CIC) Gestione della base di conoscenza Gestione di People come prodotto software Etnoteam Completamento del Framework Java Sviluppo Framework.net Collaudo e Certificazione Cedaf Manutenzione del Framework Sviluppo Framework.net

57 57 Rapporti attivi con altri progetti Studiare Sigmater DocArea Apulie eLazio Polis Comune Amico ATOC SAC Rete Asmenet – (Asmez, 600 comuni)

58 58 DBTI (RER) EDMS documentale RDBMS alfanumerico e territoriale Back/Office Applicazioni verticali dei singoli Enti Architettura del riuso per lE-Gov in Emilia-Romagna Elementi costitutivi dei servizi: F/O People Pagamenti Autenticazione B/O applicativo verticale B/O trasversali DocArea SigmaTER Archivio Imprese di Sintesi Servizi infrastrutturali Front/Office Servizi infrastrutturali People Servizi infrastrutturali Ambiente pratiche Viabilità OSAP TE Agricoltura UMA Applicazioni verticali Urbanistica CDU Virtual Service Layer Servizi infrastrutturali Polo Regionale Archivio Imprese Sintesi AIS (RER)

59 59 Indice Introduzione I servizi offerti Il modello tecnico architetturale Lorientamento agli standard Lo stato di realizzazione del progetto L ecosistema People Il Centro di Integrazione e collaudo

60 60 Centro Integrazione e Collaudo Lambiente tecnico centrale del progetto, gestito dall Integratore Sistema di Gestione della Knowledge base Sito di demo Ambiente per integrazione e collaudo Ambiente per la certificazione Ambiente per lo sviluppo dei servizi Sistema di Configuration Management Portale del servizio

61 61 Centro integrazione e collaudo Schema infrastruttura

62 62 Il sito di demo presso il CIC Il sito è destinato a ospitare tutti i servizi man mano che vengono sviluppati Prototipi Consegnati agli Sperimentatori Il back end viene simulato in maniera differenziata Base dati di test, Web Service statico, etc. Si entra dal portale CIC: Si fa login in unapposita sezione di demo Servizi accessibili I primi servizi fiscali rilasciati Alcuni demografici Link al sito di Pagamenti di Regulus

63 63 Il servizio di Assistenza Tecnica del CIC Supporto ai fornitori di servizi per lo sviluppo Supporto ai platform vendor per le attività di porting dalla RI Supporto agli Enti in tutte le attività di installazione e configurazione del framework e dei servizi Sperimentatori Collaudatori Early adopters Tutti gli altri Enti

64 64 Il supporto fornito tramite il CIC Il portale della base di conoscenza: Il Call Center per richieste di Assistenza Tecnica Numero Verde: Fax: Mail: Il servizio di Assistenza Tecnica Sia in remoto che con interventi on-site La Segreteria Tecnica per la consegna dei deliverable, per richieste urgenti allIntegratore, per la gestione di aspetti organizzativi Mail:

65 65 Struttura del repository Framework vendor neutral Framework Oracle Framework IBM Framework SUN Framework Microsoft Framework BEA Framework vendor neutral Framework Oracle Framework IBM Framework SUN Framework Microsoft Framework BEA Documentazione Modellazione Software Documentazione Modellazione Software Specifiche Front End Specifiche Back End Specifiche di Test Rapporto di test Manuale di esercizio Manuale di riferimento …… Specifiche Front End Specifiche Back End Specifiche di Test Rapporto di test Manuale di esercizio Manuale di riferimento …… Prototipo Codice sorgente Codice binario Prototipo Codice sorgente Codice binario Concessioni & Autorizzazioni Servizi alla persona Servizi demografici Servizi fiscali SIT - Sistemi informativi territoriali Servizi Scuola & sport Servizi di Pagamento Concessioni & Autorizzazioni Servizi alla persona Servizi demografici Servizi fiscali SIT - Sistemi informativi territoriali Servizi Scuola & sport Servizi di Pagamento

66 Il progetto People Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Il progetto People Bolzano 3 marzo 2005 Adelelmo Lodi Rizzini."

Presentazioni simili


Annunci Google