La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Analisi del Movimento Umano. Obbiettivi Conoscere le diverse descrizioni del movimento umano ed i relativi strumenti utilizzati Sapere come attraverso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Analisi del Movimento Umano. Obbiettivi Conoscere le diverse descrizioni del movimento umano ed i relativi strumenti utilizzati Sapere come attraverso."— Transcript della presentazione:

1 Analisi del Movimento Umano

2 Obbiettivi Conoscere le diverse descrizioni del movimento umano ed i relativi strumenti utilizzati Sapere come attraverso l’uso di questi strumenti avviene l’acquisizione ed l’elaborazione dei segnali Saper costruire e analizzare modelli del movimento umano

3 Perché studiare tutto ciò? Perché l’osservazione ad occhi nudo non è sufficiente e spesso risulta non corretta Perché ogni movimento è ridondante Perché è necessario definire i pattern motori stabili Il che significa: – Calcolare modelli del movimento analizzato –Trovare le variabili indipendentemente controllate

4 Che cosa dobbiamo conoscere Gli strumenti utilizzati per l’analisi del movimento La natura del segnale registrato e a quale sistema si riferisce Definire l’analisi I modelli e i test sui modelli Le applicazioni Le interpretazioni

5 In sintesi Strumenti Sistemi corporei Analisi Modelli Applicazioni

6 Strumenti Cinematica 3D: –Telecamere (Cinematografia); Accelerometri; Goniometri Dinamica 3D: –Pedane di Forza ; Pedane Stabilometriche; Celle di Forza; Manopulandum. Elettromiografia (EMG): –Di Superfircie; Ad Ago. Transcranial Magnetic Stimulation (TMS): –Potenziali Evocati; Modelli

7 Variabili calcolate Cinematica 3D: –Spostamenti, Velocità, Accelerazioni del corpo o dei diversi segmenti corporei Dinamica 3D: –Forze e momenti delle forze del corpo o dei diversi segmenti del corpo EMG: –Attività elettrica del muscolo, agonisti antagonisti, intensità e velocità della contrazione, tempi di intervento della attivazione. TMS: –Potenziali evocati, inibizione neuronale, localizzazione del sistema motorio

8 Esempi Sinergie articolari (vincoli e gradi di libertà) Posture (migrazione del centro di pressione, COP) Sinergie delle forze espresse Rappresentazione del movimento a livello cerebrale

9 La riproducibilità del movimento Data la ridondanza dei gradi di libertà del corpo umano un certo compito motorio: –non potrà mai essere soddisfatto esattamente allo stesso modo …ma –Alcune stabilità possono essere osservate L’analisi del movimento può essere utilizzata per ricercare queste stabilità

10 La variabilita’ a livello delle articolazioni e’ molto piu’ elevata rispetto a quella a livello del martello (il compito motorio).

11 Diminuzione dei gradi di liberta’? Fra tutte le traiettorie possibili scegliamo: –le piu’ “comode”: limitiamo l’ampiezza dei singoli movimenti articolari (Rosenbaum, 1998) –le piu’ “scorrevoli”: minimizziamo la derivata prima dell’accelerazione (Hogan &Flash,1987) –minimizziamo l’energia spesa (Alexander, 1984) –creiamo sinergie muscolari utilizzando il vincolo del compito motorio (Bernstein,1967)

12

13 Speed-accuracy trade-off L’analisi del movimento può essere utilizzata per ricercare stabilità (Leggi) Movimenti balistici –Curva della velocità a campana Movimenti veloci e di precisione –Accelerazione e decelerazione asimmetrica Legge di Fitts

14 IDa IDb = MT a b T1 T2 MT=a+b[ID] ID=[log 2 (2A/W)] A WW

15 Le sinergie fra le forze espresse Forze sinergiche fra pollice e indice nel sollevare oggetti che cambiano di peso e di attrito Forze sinergiche fra le dita (enslaving effect) e fra i muscoli posturali Tri-fasica sinergie agonista antagonista in movimenti balistici

16 EMG

17 Reazioni preprogrammate

18 Il cervello motorio Biological motion Il movimento immaginato Il movimento eseguito Relazione fra sapere e saper fare Studio dei movimenti dopo una perturbazione

19 Il movimento immaginato ) Studi di stimolazione magnetica transcranica (TMS) dimostrano che l’osservazione di azioni determina un aumento nell’eccitabilità del sistema motorio. Questo aumento si riflette in un aumento nell’ampiezza dei potenziali evocati motori (MEPs). Fadiga et al Strafella et al Maeda et al. 2001,2002

20 I modelli del movimento Analisi dimensionale Lambda Model Uncontrolled Manifold UCM Goal Equivalent Manifold GEM Ottimizzazioni Robotica I modelli sono importanti perché: –predittivi, esplicativi, “universali”

21 L’analisi dei movimenti “diversi” Comprensione del problema Analisi dello stato Diagnosi Esercitazioni Test sugli interventi eseguiti Misura del controllo Misura dell’apprendimento

22 L’analisi del movimento e l’arte Laboratorio delle arti visive La danza, l’acrobatica, il mimo –Filtraggi, campionamento, frequenza di trasmissione delle immagini, duplicazioni, il movimento registrato e riprodotto da piani diversi contemporaneamente ecc. L’estetica e la percezione del movimento umano

23

24


Scaricare ppt "Analisi del Movimento Umano. Obbiettivi Conoscere le diverse descrizioni del movimento umano ed i relativi strumenti utilizzati Sapere come attraverso."

Presentazioni simili


Annunci Google