La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lavoro in Bocconi. Marina Picker Negli anni in Bocconi ho soprattutto scritto: siti, brochure, newsletter, progetti, inviti, lettere. Cè sempre bisogno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lavoro in Bocconi. Marina Picker Negli anni in Bocconi ho soprattutto scritto: siti, brochure, newsletter, progetti, inviti, lettere. Cè sempre bisogno."— Transcript della presentazione:

1 Lavoro in Bocconi

2 Marina Picker Negli anni in Bocconi ho soprattutto scritto: siti, brochure, newsletter, progetti, inviti, lettere. Cè sempre bisogno di scrivere ed io mi sono presa la parola. Per 7 anni ho lavorato con gli studenti in entrata: Orientamento. Per altri 8 in uscita: Alumni. La mostra E una ricerca creativa, nata dal bisogno di maneggiare non solo carta e nero su bianco, ma tridimensionalità e colore. Collage, foto e bozzetti nati sul retro dei fogli A4, sono i pre-testi di un racconto, sui temi nati dal mio lavoro di comunicazione e dagli anni di colloqui di orientamento: identità e limite, libertà e scelta, attitudine e mestiere. Lho divisa in 5 parti: Sapere | Incontrare | Orientare | Lasciarsi trasformare | Scrivere.

3 1. Sapere

4 La nostra patria professionale liberamente sintreccia a noi e ci determina e in qualche modo invade. Identità, nel limite da cui guardiamo il mondo. I LOVE BOCCONI - Invito ad una festa volantinato da studenti in Biblioteca, incollato su pagina di rivista novembre 2009

5 Pulsanti più di altri pulsanti. SALVA | CERCA | DESIDERA* - *lat. dēsīdĕrĭum, da dē-sīdĕrāre = trarre dalle stelle luglio 2011

6 Taci | Desidera | Attendi | Soffermati | Coltiva | Soppesa COSE - Dopo un convegno di Alumni nel quale un relatore indiano aveva ricordato che il Buddhismo chiama la vita Le cose ottobre 2007

7 Aria | Terra | Acqua | Fuoco Gli elementi della vita umana si ripetono. Di luogo in luogo, di persona in persona. Ogni ufficio è un piccolo mondo. I QUATTRO ELEMENTI - Ho fotografato in tempi diversi un sigillo, una bolla, una macchia, il retro di un bicchiere novembre 2010

8 I QUATTRO ELEMENTI settembe2010 FUOCO. Il lavoro. Fucina, energia… Help! Può diventare ustione.

9 ARIA. La solitudine. Respiro, spazio.. Argh! Può diventare vortice. I QUATTRO ELEMENTI dicembre 2009

10 TERRA. La famiglia. Radice, forza.. Gulp! Può diventare chiusura. I QUATTRO ELEMENTI marzo 2009

11 ACQUA. Lamore. Conforto, linfa.. Sigh! Può diventare esondazione. I QUATTRO ELEMENTI aprile 2010

12 Valentino bag. Esclusiva. Euro Mano umana. Ce lhanno tutti. Inestimabile. Accarezza. (Ehi, ho tutte e cinque le mie dita, posso sentire sole e pioggia). MANO UMANA – Dopo una vendita Outlet Pelletteria per studenti e dipendenti presso Egea Forum dicembre 2006

13 2. Incontrare

14 D erecha, I zquierda: paia di occhi. Ogni collega – sinistro o destro – un ruolo, un mondo ogni mattino. FONDO DE OJO - Vecchie cartine da oculista prese al mercato delle pulci a Barcellona dove seguivo un corso sullOrientamento agosto 2008

15 Urvertrauen, una solo-germanica parola per celebrare latavica fiducia nelle comuni radici umane esistenziali. URVERTRAUEN – Dopo un convegno di Alumni sulla Comunicazione interculturale agosto 2008

16 Dedicato a un collega che deliziosamente passava spesso nel nostro ufficio a prendere il caffè. Per un racconto, un silenzio, unimpressione. INTRECCIO DARIA ottobre 2007

17 Vite di tutti. Giornate in cui riusciamo a squarciare pezzi di cielo e stellarli di umanità: ospitarci, rin-cuorarci. Allora potremo stare ovunque. (Come limpero della bibita nera?) HOSPITALITY IN YOUR HANDS - Le disarmanti giraffine gialle erano in vetrina nel mio percorso dallufficio verso casa marzo 1988

18 Lampo, devastazione. Potrà il mio fulmine essermi punto esclamativo per un ritorno di colori? HELP! – Dedicato ai colloqui attitudinali dove il solo spiegarsi (togliere le pieghe) è un primo antidoto alla complicazione (cum-plicas) verso lambita meta della semplicità (sin-plicas)! gennaio 2002

19 In un nostalgico mattino ripieno di inglesismi e di tecnocrazia. COMMUNITY febbraio 2005

20 3. Orientare

21 Altro che politica, sono figli di antichi genitori. E del tessuto sociale e della storia. DISCENDENTI - Due cartoline della mia bisnonna su pagina che inizia con Università ottobre 2007

22 Bianco e nero come la musica e il pianoforte, come linserto dellYin nello Yang. Play è suonare ed è giocare, solo nel gioco si riconosce il mistero. Boys and girls stories nella più sacra delle trame. PLAY GIRL - Invito ad una festa volantinato da studenti al Pensionato incollato su spartito di musica gotica marzo 2002

23 Il vero e quasi unico interesse degli studi è quello di formare la facoltà dellattenzione: a dirlo agli studenti è Simone Weil. Vogliono rigore, che si disveli loro la meraviglia della profondità del pensiero. Se la severità ha una sua stagione, loro segretamente la invocano. ATTENZIONE - Il vecchio Thesaurus di Word, prezioso last-minute dei sinonimi maggio 2001

24 ATTITUDINI E MESTIERE- Dopo un colloquio di Orientamento con il figlio di una mia compagna del liceo Genniao 2012 Prima Chi-sono o prima Che-farò? Propensioni, auto-sostentamento, ambiente. Il mio istinto, il mercato, la mia gente.

25 Non ogni regola è per tutti IDRESS CODE - E la postilla di alcuni inviti degli Alumni di New York maggio 2008

26 Non ogni raccomandazione è per tutti! VIETATO SPUTARE - E una delle targhe dei nostri tram di Milano, col lampadario Liberty, il legno e il predellino. Il tram che prendo ogni mattina dicembre 2008

27 4. Lasciarsi trasformare

28 Anche oggi, come ai tempi di guerra, per le razioni di cibo puoi ringraziare Dio e la Resistenza. DACCI OGGI - Sono i tagliandi della carta annonaria per l'acquisto dei generi razionati durante e subito dopo l'ultimo conflitto mondiale. novembre 2006

29 Sole leggero | dolce acqua | brezza di foglie | canto lieve di uccelli Ho preso un foglio giallo, un giorno in cui il grigio delle porte, delle pareti, delle scrivanie iniziava a contagiarmi anche la mente. FOGLIO GIALLO - Buttato giù dopo il trasferimento temporaneo nella sede distaccata dellUniversità in viale Isonzo febbraio 2001

30 Croci dulivo, bracciali di neonato, Shoah-calici-dargento non intravidero il rosso del rubino. FERIE IN ISRAELE- Dopo un indimenticabile viaggio nelle mie radici paterne fatto grazie a Orna, studentessa ebrea di Tel Aviv conosciuta in un colloquio di Orientamento gennaio 2001

31 Ho preso questa cartolina nella libreria dellUniversità, Egea, irresistibilmente. Da lì se la rideva del sistema e delle sue uova doro! ESTABLISHMENT marzo 2006

32 E una scultura di Mirò che mi ricorda ET, fotografata a Barcellona dove seguivo un corso sullOrientamento. Così, un poco extraterrestri di noi stessi, dobbiamo tutti in qualche modo diventare. SOMMI CAPI dicembre 2006

33 5. Scrivere

34 Ci tolgono parole, come fossero fronzoli e ciarpame. Esimi signori, con protervia, ci tolgono sfumature di mondo e di noi. Come fossero vaghezza! ZINGARELLE - Ritagliato dal Corriere che arriva in ufficio ogni mattina ottobre 2009

35 Parola fa rima con fumarola, schiumarola, squarciagola, Savonarola, Coca Cola. Cambi laccento ed è fiaccola, piccola, coccola, sciabola, tombola, zoccola. Oppure ridicola, oppure molecola. Ma sempre veicola. Dedicato scherzosamente al mio amore per la parola, la sua vessata onnipotenza, il suo straziante fascino. PAROLA ZOCCOLA - Dopo un incontro per studenti con Beppe Severgnini sulla Comunicazione scritta febbraio 2003

36 S.O.S. Give us back the words! Lacrime, da sottrazione di parole fraintese, manipolate, cifrate per sempre. IDENTITEARS – Dopo un incontro per studenti con Alessandro Baricco sulla scrittura e i significati gennaio 2002

37 Parola = Termine | Termine = Fine | Fine = Obiettivo | Obiettivo = Vero Dedicato seriamente alla Bocconi, mia patria professionale da anni dove ho imparato la bellezza dello scrivere se devi dire veramente qualcosa. NO-minalismo - Un appunto al volo dopo un articolo letto in tram giugno 2002

38 Dedicato in schizzo al mio amore per la scrittura, al suo conoscermi come nessuno al mondo. Al suo ri-avermi messo al mondo. MADRE CARTA maggio 2004

39 Il mio obiettivo è comunicare il mondo Bocconi non dal lato accademico, né da quello dello studente, né del brand prestigioso, ma dal lato del lavoratore, che contribuisce dallinterno al funzionamento della macchina. Una Bocconi che fa crescere le persone, oltre che in competenza, in sensibilità sociale e creatività. Patria professionale esigente ma amata. Lavoro in Boc coni

40 Grazie Ringrazio i miei amici e colleghi e quanti hanno sfogliato con partecipazione le pagine di questo percorso. Un grande supporto per le modalità di montaggio mi è stato dato da Anna Cardani, pittrice e fondatrice dellAccademia di San Luca (Milano Brera, 1993) dedicata al colore.


Scaricare ppt "Lavoro in Bocconi. Marina Picker Negli anni in Bocconi ho soprattutto scritto: siti, brochure, newsletter, progetti, inviti, lettere. Cè sempre bisogno."

Presentazioni simili


Annunci Google