La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La nascita della società di massa Massa: grande quantità di uomini riunita Da sempre quantità di uomini che si concentrano, protestano, operano: le folle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La nascita della società di massa Massa: grande quantità di uomini riunita Da sempre quantità di uomini che si concentrano, protestano, operano: le folle."— Transcript della presentazione:

1

2 La nascita della società di massa Massa: grande quantità di uomini riunita Da sempre quantità di uomini che si concentrano, protestano, operano: le folle Ora due aspetti nuovi: a) massa in quanto indifferenziata: ○ aggregato nel quale i singoli tendono a scomparire b) la massa entra in politica Molti storici vedono nella società di massa uno dei tratti distintivi dell’età contemporanea Operai 1900

3 La nascita della società di massa  Alla fine del XIX secolo diffondersi della industrializzazione diffondersi dell’urbanizzazione ○ trasformano i caratteri delle società ○ Introducono quelli tipici della “società di massa”: grandi agglomerati urbani rapporti anonimi e impersonali grandi istituzioni nazionali (apparati statali, partiti, sindacati) uniformazione comportamenti

4 La nascita della società di massa  La società si complica: sviluppo dei ceti medi: ○ i ceti di confine sviluppo pubblica istruzione diffusione della stampa quotidiana e periodica eserciti di massa partiti di massa crescita dei sindacati consumi di massa: ○ pubblicità, grandi magazzini turismo e sport 1890

5 La nascita della società di massa  Ascesa delle masse o dominio delle masse? Nasce la paura conservatrice e liberale della massificazione Moisei Ostrogorsky, José Ortega y Gasset,

6 La nascita della società di massa Conseguenze importanti: A. Profonda trasformazione dello Stato (crisi del modello liberale): di fronte alle nuove dimensioni dell’industrializzazione e della società lo “Stato arbitro” non basta più si passa allo “Stato provvidenziale”, quello che diverrà lo Stato sociale dilatazione dei compiti nascita della concertazione interventismo previdenza assistenza sanità pubblica salario minimo

7 La nascita della società di massa B. Il problema dell’inserimento delle masse nello Stato: Lo Stato dei partiti centralità parlamento? il ruolo dei vertici dei partiti La protesta contro il parlamentarismo e l’ideale di una società organica Nietzsche

8 La nascita della società di massa C. La politica ideologica: ○ Dai sistemi di sistemi di idee alle ideologie: L’interpretazione di Karl Dietrich Bracher del Novecento come “secolo delle ideologie”

9 La nascita della società di massa Cosa si intende per ideologia? ○ Un politologo (Mario Stoppino) parla di “un insieme di idee e di valori riguardanti l’ordine politico e avente per funzione di guidare i comportamenti politici collettivi” Dunque, funzione pratica ○ Marx: falsa coscienza, carattere mistificante ○ Definizioni diverse, ma qualcosa in comune: Ideologie - Orientate all’azione - Verità contro efficacia - Non discorso razionale ma appello alle masse, ai miti

10 La nascita della società di massa  Il caso del comunismo un socialismo rivoluzionario che torna a Marx? In realtà, ○ rilettura complessiva emersa nel clima del primato dell’azione del primo Novecento ○ rompe completamente con la tradizione democratica del socialismo Lenin: ○ rivoluzionari di professione ○ partito d’élite ○ centralismo democratico ○ rivoluzione nei paesi deboli della catena capitalistica Lenin sulla Piazza Rossa


Scaricare ppt "La nascita della società di massa Massa: grande quantità di uomini riunita Da sempre quantità di uomini che si concentrano, protestano, operano: le folle."

Presentazioni simili


Annunci Google