La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Venerdì 23 aprile 2010 ore 14,00-18,00 Policlinico S.Orsola-Malpighi, Polo Didattico Murri - Aula Murri Il monitoraggio del consumo di farmaci: il database.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Venerdì 23 aprile 2010 ore 14,00-18,00 Policlinico S.Orsola-Malpighi, Polo Didattico Murri - Aula Murri Il monitoraggio del consumo di farmaci: il database."— Transcript della presentazione:

1 Venerdì 23 aprile 2010 ore 14,00-18,00 Policlinico S.Orsola-Malpighi, Polo Didattico Murri - Aula Murri Il monitoraggio del consumo di farmaci: il database della Regione Emilia-Romagna Elisabetta Poluzzi Dipartimento di Farmacologia CORSO DI ALTA FORMAZIONE "e-Health: Reti e Tecnologie per la Sanità"

2 1.Descrizione degli archivi sanitari elettronici della Regione Emilia Romagna 2.Finalità dello sviluppo e del mantenimento degli archivi sanitari 3.Impiego dei dati regionali per rapporti periodici sulluso dei farmaci 4.Esempi di studi osservazionali e di outcome research a partire dai dati regionali INDICE DELLA PRESENTAZIONE

3 Descrizione degli archivi sanitari elettronici della Regione Emilia Romagna

4

5

6

7

8

9

10

11 Finalità dello sviluppo e del mantenimento degli archivi sanitari

12 1.DISTRIBUZIONE DEI FONDI REGIONALI ALLE SINGOLE AZIENDE SANITARIE EROGATRICI DEI SERVIZI (GESTIONE DELLA SPESA SANITARIA) 2.ANALISI DI FARMACOUTILIZZAZIONE PER LA VALUTAZIONE DELLAPPROPRIATEZZA DUSO DEI FARMACI (tramite lo sviluppo di adeguati indicatori) 3.RACCOLTA DI ELEMENTI UTILI AL CONTROLLO DELLA SPESA (es. in caso di variabilità ingiustificate intraregionale)

13 Impiego dei dati regionali per rapporti periodici sulluso dei farmaci

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27 Esempi di studi osservazionali e di outcome research a partire dai dati regionali

28 In che percentuale la popolazione in trattamento con farmaci cardiovascolari li utilizza per più anni (persistenza) e tutti i giorni (copertura)? Poluzzi E et al. Adherence to chronic cardiovascular therapies: persistence over the years and dose coverage. Br J Clin Pharmacol Mar;63(3): Analisi dei dati Per ciascuna classe di farmaci, sono state analizzate le prescrizioni di ogni paziente per 3 anni dopo il reclutamento. Laderenza al trattamento è stata valutata in termini di (i) persistenza e (ii) copertura: (i) I pazienti sono stati definiti persistenti se ricevevano almeno 2 prescrizione di un farmaco della classe terapeutica osservata nel 2000, 2001 e (ii) I pazienti sono stati definiti coperti se la quantità di farmaci della classe ricevuta per ciascuno dei 3 anni era compatibile con lassunzione quotidiana del farmaco.

29 Farmaci cardiovascolari (soprattutto antipertensivi) Occorre definire una dose minima giornaliera per la terapia di mantenimento … A questo scopo, per ciascun farmaco abbiamo identificato la dose minima giornaliera raccomandata per la terapia di mantenimento. Abbiamo poi sommato il numero totale di dosi minime di ciascuna classe ricevuto da ogni paziente farmaco, anno per anno. I pazienti che avevano raggiunto almeno 300 dosi minime per anno erano considerati coperti, considerando una tolleranza del 20% sui 365 giorni. …

30

31 Percentuale di pazienti persistenti (linee) e coperti (istogrammi) PAZIENTI GIA IN TRATTAMENTO

32 Percentuale di pazienti persistenti (linee) e coperti (istogrammi) PAZIENTI NUOVI

33 Poluzzi E Adherence to statin therapy and patients' cardiovascular risk: a pharmacoepidemiological study in Italy. Eur J Clin Pharmacol Apr;64(4): La copertura con statine si differenzia in base al livello di rischio del paziente? gennaio 2005febbraio 2005 osservazione marzo 2005marzo 2006 reclutamento Dimissioni ospedaliere gennaio 2003

34 34 NEL CASO DELLE STATINE la dose minima giornaliera per la terapia di mantenimento è la compressa … I pazienti che avevano raggiunto almeno 300 COMPRESSE per anno erano considerati coperti, considerando una tolleranza del 20% sui 365 giorni. PERIODO DI OSSERVAZIONE COPERTURA

35

36

37 50-69 anni uomini pravastatina, fluvastatina, rosuvastatina prevenzione secondaria altri trattamenti cardiovascolari

38 Laderenza alla terapia con statine protegge dal rischio cardiovascolare anche nella popolazione reale? Dati non pubblicati gennaio 2005febbraio 2005 osservazione marzo 2005marzo 2008 reclutamento Dimissioni ospedaliere gennaio 2003

39 aderenza Laderenza era valutata sulla base della quantità di statine ricevuta nei 3 anni di osservazione: Per ciascun anno, i pazienti che avevano raggiunto almeno 300 COMPRESSE per anno erano considerati coperti, considerando una tolleranza del 20% sui 365 giorni. E i pazienti che erano coperti in ciascuno dei 3 anni erano considerati aderenti. eventi PERIODO DI OSSERVAZIONE

40 40 Patients% Genere F67,23849% M69,85851% Età <506,7505% ,91431% ,76354% >8014,79011% Eventi cardiovascolari precedenti Sì29,14421% No108,07379% Diabete Sì21,53016% No115,68784% Angina/ipertensione/scompenso Sì105,34177% No31,87623% trombosi Sì73,96354% No63,25446% ADERENZA nei 3 anni Sì32,35524% No104,86276% Caratteristiche dei pazienti

41 41 Numero di compresse ricevute dai pazienti ogni anno

42 1° anno 2° anno 3° anno Aderenza alla terapia con statine anno per anno

43 43 % Pazienti aderenti (almeno 300 compresse per anno)24% Pazienti lievemente non aderenti (almeno 200 compresse lanno, ma non aderenti per lintero periodo) 28% Pazienti moderatamente non aderenti ( compresse per anno) 16% Pazienti fortemente non aderenti (< 200 compresse lanno) 9% Pazienti altamente variabili (ampie differenze nel numero di compresse allanno) 18% Decessi5% Sintesi del profilo di utilizzo di statine

44 44 Adjusted ORCI Wald (95%) Aderenza Genere maschile Età > Eventi cardiovascolari precedenti Diabete Angina, ipertensione, scompenso Trombosi Odds Ratio per eventi cardiovascolari Laderenza è associata ad una riduzione del 30% di insorgenza di eventi cardiovascolari

45 45 Odds ratios (95% confidence intervals) per linfluenza delladerenza sugli eventi cardiovascolari, stratificati per età, genere e fattori di rischio cardiovascolari Prevenzione primaria

46 46 Prevenzione secondaria Odds ratios (95% confidence intervals) per linfluenza delladerenza sugli eventi cardiovascolari, stratificati per età, genere e fattori di rischio cardiovascolari

47

48 Elisabetta Poluzzi Dipartimento di Farmacologia


Scaricare ppt "Venerdì 23 aprile 2010 ore 14,00-18,00 Policlinico S.Orsola-Malpighi, Polo Didattico Murri - Aula Murri Il monitoraggio del consumo di farmaci: il database."

Presentazioni simili


Annunci Google