La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tamburrinilibri di Alberto Tamburrini Æ Azione Etica Associazione di Volontariato © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tamburrinilibri di Alberto Tamburrini Æ Azione Etica Associazione di Volontariato © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”"— Transcript della presentazione:

1 tamburrinilibri di Alberto Tamburrini Æ Azione Etica Associazione di Volontariato © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” 1 Le radici dell’Etica interpersonale Parte I

2 Per leggere il presente “Libro virtuale”, è sufficiente “cliccare” con il “mouse” del computer: in successione, si potrà scorrere ogni singola pagina e una pagina dopo l’altra. In alcuni casi, potrebbe non servire “cliccare” in quanto è previsto l’avanzamento automatico (soprattutto nel caso di figure): in genere, dunque, si consiglia di attendere due-tre secondi tra un “clic” e il successivo. A tutte le domande o suggerimenti, spediti via all’indirizzo sarà data risposta entro un massimo di dieci giorni. L’indicazione di Copyright a fondo pagina, indica che la pagina in corso è terminata e che il prossimo “clic” farà andare alla pagina successiva. Guida alla lettura Attenzione 2 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

3 La presente versione “virtuale” è gratuita, e può essere utilizzata per farne copie e divulgarla (ma solo in “versione rigorosamente integrale”). Non è consentito, per nessuna ragione, che venga variata nei contenuti. ® Distribuzione gratuita Attenzione Registered 3 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

4 Approfondimento metodologico del concetto di “Etica Interpersonale” Obiettivo per comprendere quanto esso possa influire positivamente: 1. sulle relazioni private e pubbliche di ogni singola persona 2. sulla Qualità della vita 3. sulla Felicità propria ed altrui 4. sulla Sostenibilità di una società civile libera e democratica 4 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

5 L’EVOLUZIONE STORICA DEL CONCETTO DI ETICA Parte 1^ Due parti distinte: L’ETICA INTERPERSONALE NEL XXI SECOLO Parte 2^ (mostra l’inadeguatezza delle teorie etiche tradizionali) (introduce un’Etica nuova e più “reale”, basata sulle pulsioni umane) 5 Le radici dell’Etica Interpersonale © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

6 Comprendere noi stessi Etica Teologica Etica Umanistica (utilitaristica) EVOLUZIONE STORICA DEL CONCETTO DI ETICA PARTE PRIMA CAPITOLI 6 Kant © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” INDICE

7 l’Uomo fisico L’uomo può essere definito attraverso due “componenti”: 1 Contraddistinta dal DNA: a bassissimo grado di libertà: limitata nel tempo e nello spazio. Cervello Organo di controllo Corpo Mente parte del corpo Memorie, Reazioni, Confronti 7 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” componente Fisica

8 La “Mente” spesso viene (erroneamente) chiamata “Ragione” invece, è solo lo strumento che ci “consente” di ragionare, ma non ci “assicura” di ragionare: + Consapevolezze e Scelte, Studi e Riflessioni, Progetti e Ricerche, Previsioni, Costruzioni di edifici intellettuali, Creatività e Innovazione forma di Pensiero animale 8 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” vero “Pensiero Umano” la Ragione è molto di più: componente Fisica Memorie, Reazioni, Confronti,

9 La seconda componente dell’Uomo è “razionale” e “valoriale”, indispensabile per costruire un proprio “progetto di vita” 2 Componente Razionale costruita dalla persona: ad altissimo grado di libertà: illimitata nel tempo e nello spazio E, se non riusciamo a governare le nostre pulsioni naturali, siamo davvero come gli animali coscienza libertà amore felicità dignità Tra l’altro: 9 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Tra le quali sono: governa le pulsioni naturali

10 Uomo fisico costruito dalla persona: altissimo grado di libertà, illimitato nel tempo e nello spazio Cervello Corpo Mente Uomo razionale contraddistinto da DNA: bassissimo grado di libertà, limitato nel tempo e nello spazio Grande Uomo Piccolo Uomo + v © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

11 Attenzione! La grandezza dell’Uomo non sta nel raggiungere cose grandi, ma nel “preparare se stesso” (intellettualmente ed “eticamente”) allo scopo di raggiungerle, offrendo tutta la propria disponibilità. In tale accezione, anche gli eventuali insuccessi diventano “successi”! Etica = Felicità 11 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

12 Ci sono due diverse vie per stabilire i principi della propria etica: Ciascuna di loro fa ricorso a quella che ritiene essere la natura dell’Uomo: 2 1 chi crede che tale natura sia comprensibile solo nel suo rapporto con una realtà divina chi crede che tale natura sia definita sufficientemente dalla realtà umana (sensibilità, ragione, interesse) Etica Teologica Etica Umanistica 12 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

13 Per evitare malintesi intellettuali, è utile convenire sulle seguenti definizioni: l’ “Etica” e la “Morale” La “Morale” esprime il pensiero del singolo come “scelta teorica” dei propri comporta- menti verso gli altri singoli. L’ “Etica” vincola l’azione del singolo, come “scelta pratica” dei propri comportamenti verso la Comunità e verso i Valori collettivi della stessa. 13 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Puoi scegliere la tua propria Morale, ma non sei costretto a seguirla sempre L’Etica, è tale solo se la rispetti “sempre” Morale ed Etica coesistono, ma sono due cose diverse

14 l’ “Etica” la “Morale” Morale ed Etica, insieme, hanno il compito di determinare le condizioni che rendono possibile agli Uomini la coesistenza e la collaborazione (in Comunità e in Comunione). 14 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Coesistono, ma sono due cose diverse

15 “Etica”“Morale” Cambiano (nel bene e nel male) i costumi e i modi di comportarsi! Da qui, la tesi del “relativismo”: ogni cultura ha la sua Morale, non confrontabile con quella delle altre: sicché non ci sarebbe alcuna “Morale” umana universale. “Relativismo” l’Antropologia e la Globalizzazione stanno omogeneizzando i comportamenti valoriali e sociali dell’intera Umanità; dal punto di vista pratico, l’intelligenza umana e il desiderio di Comunità e Comunione, spingono verso interpretazioni sempre più convergenti e condivise. 15 Una tale teoria può valere (al limite) per la Morale; ma appare inadeguata alla realtà e assolutamente inaccettabile per l’Etica, in quanto: © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” 1 2

16 Comprendere noi stessi Etica Teologica Etica Umanistica (utilitaristica) EVOLUZIONE STORICA DEL CONCETTO DI ETICA PARTE PRIMA CAPITOLI 16 Kant © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” INDICE

17 Etica “umanistica” ma sulle “esigenze” proprie dell’Uomo! Corpo L’Etica Umanistica si attribuisce la funzione di garantire la Sopravvivenza dell’Uomo e della Comunità di appartenenza : Sopravvivenza Essa fonda la Morale non sul rapporto dell’Uomo con una realtà superiore (Dio) La prima di tali esigenze è la: Coscienza Ragione Convivenza Libera collaborazione tra persone in termini di: 17 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

18 Norme moraliReciprocità di comportamento = Ciò che è lecito ad una persona nel confronto con gli altri, è altrettanto lecito agli altri nei confronti di quella persona Da questo concetto, nascono le LEGGI per guidare i comportamenti di una SOCIETA’ CIVILE 18 Etica “umanistica” © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

19 Illuminismo XVI ‘500 XVII ‘600 Kant – Ragione Critica Rivoluzione Francese: Ragione Un segmento di EVOLUZIONE DEL PENSIERO ETICO DELL’UMANITA’ Evo Antico Evo Medio Evo Moderno XVIII ‘700 XIX ‘800 Assolutismo Nazionalismo Democrazia Moderna t XX ‘900 1 – – Ragioni di classe: Marx, Engels Ragioni nazionali: Fichte, Gioberti © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

20 t 1 – – Evo Moderno XVI ‘500 XVII ‘600 XVIII ‘700 XIX ‘800 l’Etica “utilitaristica” Hobbes Locke Hume Bentham © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Due secoli di predominio intellettuale inglese nell’Etica

21 XVII ‘600 XVIII ‘ t QUADRO D’INSIEME Hobbes Locke Hume XVI ‘500 XX ‘900 XIX ‘800 Platone etica utilitaristica t Bentham – – 2000 Evo Moderno 21 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

22 l’Etica “umanistica” Platone Th. Hobbes J. Locke Nemmeno i ladri, potrebbero operare se si facessero ingiustizie tra loro. La Giustizia evita i conflitti e garanti- sce coesistenza e collaborazione. Malmesbury Principio di reciprocità: la persona ha necessità di uscire dallo stato di guerra perpetua (autodistruzione). Wrington Il Principio di reciprocità è “legge di natura” che si basa sulla Ragione: tutti siamo uguali e indipendenti, e non dobbiamo danneggiare gli altri. 22 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

23 D. Hume Edinburgo L’obbligo morale è proporzionale alla “utilità” delle regole. Le principali sono: equità e giustizia. Il Principio di reciprocità dei rapporti: l’UTILITA’ DELLE REGOLE è “legge di natura”, che si basa sulla “ragione”; altrimenti: disordine, confusione, guerre. 23 l’Etica “umanistica” © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

24 Etica “umanistica” Etica “utilitaristica” equivale a dire J. Bentham Spitalfields Un comportamento è buono o cattivo a seconda che sia favorevole o contrario alla felicità: pertanto ogni Uomo (e soprattutto il legislatore) deve essere guidato dal principio di “massimizzare la felicità”, promovendo la massima felicità del maggior numero possibile di persone! 24 l’Etica “umanistica” © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Sempre ricordando che:

25 Comprendere noi stessi Etica Teologica Etica Umanistica (utilitaristica) EVOLUZIONE STORICA DEL CONCETTO DI ETICA PARTE PRIMA CAPITOLI 25 Kant © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” INDICE

26 “Etica teologica” Etica Ogni cosa ha un fine; il fine di tutte le cose è Dio (pensiero che pensa se stesso) Felicità Aristotele: Teologia Filosofia Fine dell’Uomo è l’attività contemplativa RagioneEtica 26 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” nasce con Virtù

27 Fichte Hegel 1770 XVIII ‘700 XIX ‘800 XX ‘ Bergson Nietzsche l’Etica “teologica” Aristotele 1 – – t © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Un secolo di predominio intellettuale tedesco nell’Etica

28 l’Etica “teologica” J.G. Fichte G.W.F. Hegel H. Bergson Adeguare il proprio “io umano” all’ “io assoluto” divino Rammenau Stoccarda Moralità Volontà del singolo di fare il bene Realizzare il bene nella famiglia, società, Stato (espressione di Dio) Eticità Parigi Morale chiusa Morale aperta Abitudini umane consolidate Slancio d’amore, come Dio 28 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

29 Hegel CUORE RAGIONE ETICITA’ È una “scala”: con l’eticità, l’individuo non viene più concepito come sganciato dal contesto in cui vive, ma come parte integrante della propria collettività. Hegel La soggettività è vissuta nel contesto oggettivo di un popolo: nella collettività. L’individuo riconosce il proprio valore nell’inserimento in valori collettivi (né si impongono valori dall’esterno, né è il soggetto ad imporli): realizza se stesso nella misura in cui sviluppa i valori della collettività. 29 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Fu il primo a posizionare l’Etica nel campo dei “Rapporti Sociali”.

30 F.W. NietzscheI valori che tendono all’ascetismo tolgono spazio alla libera espressione; Etica “elitaria”: Sono alla portata solo dei “superuomini” mentre quelli autentici esaltano la vita umana e si sintetizzano nella “volontà di potenza” “metafisica”, come quella “teologica” 30 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” l’Etica “teologica”

31 XVII ‘600 XVIII ‘ QUADRO D’INSIEME Hobbes Locke Hume XVI ‘500 XX ‘900 XIX ‘800 Platone etica utilitaristica t Bentham – – 2000 Evo Moderno 31 etica teologica Fichte Hegel Nietzsche Bergson Aristotele © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

32 Comprendere noi stessi Etica Teologica Etica Umanistica (utilitaristica) EVOLUZIONE STORICA DEL CONCETTO DI ETICA PARTE PRIMA CAPITOLI 32 Kant © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” INDICE

33 XVII ‘600 XVIII ‘ QUADRO D’INSIEME Hobbes Locke Hume XVI ‘500 XX ‘900 XIX ‘800 Platone etica utilitaristica t Bentham – – 2000 Evo Moderno 33 etica teologica Fichte Hegel Nietzsche Bergson KANT Aristotele Kant è figlio del’Etica Utilitaristica, e anticipatore dell’Etica Teolo- gica tedesca © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

34 Morale ed Etica ETICA convincimento intimo MORALE patto sociale condiviso riguarda la personariguarda la persona cittadino svincolati dalle Leggi superiori alle Leggi Scelta “personale” Scelta “non forzabile” Sistemi di Valori Caratteristiche comuni: 34 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

35 La “morale” dell’Etica utilitaristica Un tentativo di risposta ci viene da: teologica “Obbligatorietà delle norme morali”, L’Utilitarismo è ammissibile nell’Etica ? ETICA I. Kant Konigsberg che non sarebbero garantite, se deri- vassero unicamente da interessi umani È un “utilitarismo” riportato a “teologia”! 35 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” C’è un palese conflitto:

36 La filosofia di Kant, anche se lascia ampi spazi a possibili contestazioni (sul tema della libertà dell’Uomo), propone nella pratica risposte concrete in un’ottica di necessario “patto sociale” per il vantaggio di tutta la Comunità (la quale necessita anche di Comunione intellettuale e spirituale). La soluzione del “conflitto”? 36 ? © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Concetti non del tutto chiari dal punto di vista etico, e quindi di incerta condivisione

37 La Ragione è la facoltà universale per ec- cellenza: ciò che essa prescrive vale per tutti e in tutti i tempi. Le tesi kantiane 1 Le norme prescritte dalla Ragione si riconoscono proprio da questa universalità. Esse diventano norme, se rispondono all’ “imperativo categorico”: “Agisci in modo che la regola delle tua volontà possa sempre valere come legge universale”. 2 questo significa che: 37 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

38 3 Nessuno può aspirare al posto di sovrano, perché nessuno è senza bisogni e senza limiti: Ciascuno deve riconoscere ad ogni altra persona una “dignità umana” pari alla propria: 4 ognuno è insieme “legislatore” e “suddito” perché la legge alla quale bisogna obbedire è posta dalla sua stessa ragione. Le tesi kantiane (segue) 38 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” “si deve trattare l’Umanità (nella propria come nella altrui persona) sempre come fine mai come mezzo”

39 La nuova Etica kantiana RIGOROSA? non imposta da una realtà trascendente AUTONOMA? Per Kant, la legge morale è espressione della Ragione, essenza dell’Uomo. né da impulsi istintivi (simpatia, altruismo, …) e di adeguarsi alla sua “universalità”. Per Kant, la Ragione comanda all’Uomo di prescindere dalle proprie “sensibilità” ? 39 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Concetti non chiarificatori, e quindi di incerta condivisione

40 Lo “strabismo” dell’Etica Kantiana Per Kant: come Venere, l’Etica non può essere perfetta: la natura “sensibile” dell’Uomo non può essere annullata: nessuno può adeguarsi perfetta- mente alla legge morale: la pretesa di rispettare la legge morale senza sforzo e fatica (per bontà spontanea) e di realizzare una morale perfetta, è fanatismo si può sperare di raggiungerla in un’altra vita e solo per opera di Dio 40 ? © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Concetti non chiarificatori, e quindi di incerta condivisione

41 Per Kant, la fede nell’immortalità dell’Uomo e nell’esistenza di Dio si esprime rispettando la legge morale universale e la “dignità umana” La “dignità” dell’uomo, è motivo di condanna per la Società, che aliena l’Uomo da se stesso riducendolo a cosa e a strumento. L’Uomo ha un valore intrinseco, e quindi ha il diritto di essere non solo suddito ma anche legislatore. ? Lo “strabismo” dell’Etica Kantiana 41 Concetti non chiarissimi, e quindi di incerta condivisione © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

42 ? 42 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Si può affermare che, dopo Aristotele (di per sé molto razionale e convincente), il Pensiero Umano non è ancora pervenuto ad una teoria dell’Etica che sia “riconoscibile” e “riconosciuta” da tutti i popoli del mondo (e soprattutto dalle generazioni più giovani). L’inadeguatezza delle teorie etiche tradizionali ha contribuito e continua a contribuire all’attuale “grande crisi dell’Etica”.

43 43 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” La crisi dell’Etica si è andata determinando a cavallo del cambio di secolo, con il pieno consenso dell’immaginario collettivo mondiale: secondo la falsa logica che, di fronte allo sfascio economico e sociale, sarebbe da sciocchi por- si dei dilemmi etici. Eppure, senza attenzione all’Etica, è impossibile raggiungere la Felicità! E’ la chiave della logica Aristotelica. Ne consegue la necessità di studiare una “nuova filosofia dell’Etica”: una “frontiera del Ragionamento antropologi- co”, che faccia trovare alle singole Persone le motivazioni spirituali per ripristinare almeno una “speranza” di Vera Felicità terrena. E dunque: Inizio Parte Seconda: centrata su Ragionamento, sull’animo/a della Persona Laicità, Esperienza:

44 Si ricorda inoltre che: 44 Le donazioni (anche di piccolo importo) sono gestite con totale trasparenza (secondo la rigorosa normativa di Legge), per la promozione dell’Etica nella Società; e possono essere inviate con Bonifico Bancario a favore di Azione Etica (P/ I: ), IBAN: IT 06 N Æ AZIONE ETICA Associazione di Volontariato, ONLUS: Registro Regione Lazio (Legge 29 del ), Sezione Cultura in quanto Associazione di Volontariato (ONLUS), può ricevere “donazioni” in denaro (o in beni strumentali) da Persone ed Enti Pubblici e Privati, e che tali contributi possono essere dedotti dalle tasse secondo la percentuale definita dalla Legislazione vigente; per la deduzione fa fede il Bonifico Bancario accoppiato alla successiva ricevuta da parte dell’Associazione stessa. © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

45 I nostri Corsi Internazionali di Formazione Etica propongono una “visione” universalistica delle tematiche, attraverso i seguenti titoli: 1.L’etica “interpersonale” (Alle Radici dell’Etica) 2.L’etica “socio-economica” UE (Sistema dei Valori) 3.Democrazia Etica 4.L’evoluzione storica del concetto di Democrazia 5.“Sogno Europeo” vs “Sogno Americano” 6.La Patria Europa 7.Azienda etica e Stato etico 8.Trasparenza e integrità (I pilastri anticorruzione) 9.Leadership etica 10.Libertà e Felicità (La felicità nel rapporto di genere) 45 ® © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

46 tamburrinilibri di Alberto Tamburrini Æ Azione Etica Associazione di Volontariato © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” 46 Le radici dell’Etica interpersonale Parte I Fine

47 Æ AZIONE ETICA ASSOC. DI VOLONTARIATO 47 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

48 3.Leggibilità 2.Colori 1.Divertimento 4.Amichevolezza Forma grafica scarso sufficientebuono 5.Durata scarsa lunga sufficiente breve buona giusta 123Punti Totale Punti sui Contenuti ?? Somma ?? Valutazione del corso 48 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”

49 10.Sequenza logica 7.Novità 6.Divertimento 11.Amichevolezza Contenuti scarso sufficientebuono 8.Utilità scarsa troppa sufficiente poca buona giusta Voto globale (0-10) Ridondanza scarsasufficientebuona scarsasufficiente 12.Lo consiglieresti?no sìnon so ?? Punti Totale Punti sui Contenuti ?? Somma ?? 49 © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Valutazione del corso

50 10.Sequenza logica 7.Novità 6.Divertimento 11.Amichevolezza Cont 8.Utilità Voto globale (0-10) 9.Ridondanza 12.Lo consiglieresti? 5.Durata 4.Amichevolezza 3.Leggibilità 2.Colori 1.Divertimento Graf © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE” Valutazione del corso

51 Francia Spagna Regno Unito USA Lituania Polonia Belgio Germania Italia UE ONU UNESCO UNCHS “Gli ideali sono come le stelle: si guardano ma non si toccano. Facciamo come i marinai, che, guardando ad esse, arrivano dove vogliono.” Centro Studi AZIONE ETICA Associazione di Volontariato (Parificata ONLUS) Registro Regione Lazio (Sezione Cultura) dal 2005 Æ Riferimenti: Via Flaminia 167 (angolo Belle Arti) – Roma T: M: © Copyright Centro Studi “Azione Etica”- Progetto The Caravan of Ethics


Scaricare ppt "Tamburrinilibri di Alberto Tamburrini Æ Azione Etica Associazione di Volontariato © Copyright Centro Studi Tamburrini ® 2013 “LE RADICI DELL’ETICA INTERPERSONALE”"

Presentazioni simili


Annunci Google