La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La produzione del linguaggio: Paradigmi sperimentali 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La produzione del linguaggio: Paradigmi sperimentali 1."— Transcript della presentazione:

1 La produzione del linguaggio: Paradigmi sperimentali 1

2 2 Outline del processo di produzione frasale (Levelt et al., 1999; Slevc & Ferreira, 2007) Tre stadi: – Concettualizzazione Decidere quale messaggio veicolare (= significato da esprimere) – Formulazione Trasformare il messaggio in una rappresentazione linguistica – Articolazione Parlare (o scrivere o segnare)

3 3 Focus sulla parte dell’elaborazione grammaticale

4 Il priming 4 Effetto priming: – Elaborazione di uno stimolo è influenzata dall’elaborazione di quello precedente. – Es: – NURSE – DOCTOR vs BREAD – DOCTOR DOCTOR è più veloce dopo NURSE che dopo BREAD (e.g., compito di decisione lessicale; Meyer, 1971)

5 5 La logica del priming Se la produzione frasale implica l’elaborazione sintattica, dovremmo notare effetti di priming basati sulla struttura sintattica. – i.e., tendenza a ripetere una particolare struttura.

6 Levelt & Kelter (1982) – In una sequenza domanda-risposta (Dutch): – A: What time does your shop close? B: Six o’clock – A: At what time does your shop close? B: At six o’clock Ma nota: – Ripetizione lessicale – Sequenze domanda-risposta 6

7 7 Bock (1986): procedura del syntactic priming Partecipante ripete una frase: A rock star sold some cocaine to an undercover agent [PO, Prep Object] OPPURE A rock star sold an undercover agent some cocaine [PO, Prep Object]

8 2.Svolge un compito di matching frase/immagine: No 3. Descrive un’immagine target (2 possibili realizzazioni: The girl is handing a paintbrush to the man [PO, Prep Object] The girl is handing the man a paintbrush [DO, Double Object] 8

9 9

10 10 Bock (1986) Risultati: Tendenza a ripetere la struttura: – Dopo aver ripetuto un attivo, tendenza a descrivere l’immagine con un attivo; – Dopo aver ripetuto un passivo, tendenza a produrre un passivo; – Dopo aver ripetuto un Prepositional Object [PO], tendenza a produrre PO; – Dopo aver ripetuto un Double Object [DO], tendenza a produrre DO. The rock star sold the undercover agent some cocaine > The girl gives the man the brush – No overlap semantico-lessicale tra prime e target.

11 11 Syntactic priming: è davvero sintattico? Effetto si manifesta anche quando prime e target si differenziano in modo sostanziale: In assenza di ripetizione tra prime e target di: Parole di classe chiusa Parole di classe aperta (overlap semantico- lessicale).

12 (Bock, 1989) Prime e target contengono diverse preposizioni: Prime: 1a. The secretary baked the cake for the boss 1b. The secretary gave the cake to the boss Target: The girl is handing the brush to the man (PO) 12

13 1a e 1b fanno prime egualmente bene su PO nella descrizione del target 13

14 14 Bock & Loebell (1990) Prime e target implicano ruoli tematici diversi, ma struttura dei costituenti è simile: By-phrase può specificare il luogo o l’agente 1a. The 747 was landing by the control tower 1b. The 747 was alerted by the control tower Immagine: Palla che colpisce un ragazzo Attivo: The baseball hits the boy. Passivo: The boy was hit by the baseball

15 Entrambe 1a e 1b incrementano la tendenza a produrre un passivo nell’immagine target rispetto alla condizione attivo. Cosa suggerisce? Independenza della struttura frasale No effetto ruoli tematici Bock & Loebell,

16 Prime e target hanno la stessa struttura metrica (ritmica)? Non c’è priming quando prime e target hanno la stessa metrica ma sintassi diversa: Prime: 1a. Susan brought the book to study 1b. Susan brought the book to Stella Immagine: ragazza che porge una spazzola a un uomo Target: PO: The girl gives the brush to the man DO: The girl gives the man the brush 1a non fa prime su PO, al contrario di 1b. Bock & Loebell,

17 Discussione ad interim Il priming… è automatico, non strategico; permette di risparmiare risorse; Ma quale natura ha? 17

18 Qual è la natura del syntactic priming? Attivazione residua di una rappresentazione sintattica alla quale si è stati esposti precedemente (Branigan, Pickering, & Cleland, 2000; Pickering & Branigan, 1998; Cleland & Pickering, 2003) oppure Apprendimento implicito (Chang, Dell, & Bock, 2006; Chang, Dell, Bock, & Griffin, 2000). 18

19 Attivazione residua Motivazioni empiriche: Decadimento rapido (attivazione procedura sintattica si dissipa velocemente); Incremento della forza del prime se c’è stesso VERBO tra prime e target (lexical boost; Hartsuiker et al., 2008). 19

20 Pickering & Branigan, 1998 Ai partecipanti viene chiesto di completare un frammento di frase prime: 1a. The racing driver showed the torn overall... (completamento PO, verbo ripetuto) 1b. The racing driver gave the torn overall... (completamento PO, verbo non ripetuto) 1c. The racing driver showed the helpful mechanic... (completamento DO, verbo ripetuto) 1d. The racing driver gave the helpful mechanic... (completamento DO, verbo non ripetuto) 20

21 Poi devono completare un frammento target: The patient showed... 21

22 Risultati PRIME completionsTARGET completions % PO% DO PO verbo ripetuto PO verbo non rip DO verbo ripetuto DO verbo non rip NB: c’è anche una categoria “Others”. 22

23 Risultati Priming è più forte quando c’è sovrapposizione del verbo tra prime e target. Ma… C’è priming anche quando prime e target hanno verbi diversi. 23

24 Pickering & Branigan (1998) 24

25 Attivazione nodi e “lexical boost” showgive Verb DOPO 25

26 26 Syntactic priming come attivazione residua Lemma del verbo “GIVE” legato a nodi combinatoriali PO e DO. Nodi combinatoriali: NO frame sintattici astratti bensì specificano regole sintattiche (VP <- V NP PP). GIVE NP_PP NP_NP Verb Syntactic category combination

27 27 Priming come attivazione residua Quando give è usato in una struttura PO, il nodo PO si attiva; mantiene un’attivazione residua. Attivazione residua rende più accessibile il nodo PO nella successiva produzione (con qualunque verbo connesso al nodo PO). Effetti più forti quando si ripete lo stesso verbo tra prime e target. -

28 Priming: una finestra sulla sintassi Permette di approfondire di quanti sotto-livelli è costituito il livello posizionale. 28

29 PRIME: La suora lancia la tazza al nuotatore

30 In Inglese: PRIME Prepositional object PO: The nun is throwing the mug to the swimmer. VP[V NP PP] Double object DO: The nun is throwing the swimmer the mug. VP[V NP NP] Shifted PO: The nun is throwing to the swimmer the mug. VP[V PP NP]

31 TARGET (viene descritto liberamente dal partecipante) The cook gives the jug the swimmer The cook gives the jug to the swimmer 31

32 Se c’è effetto di priming…. Mantenimento della stessa struttura sintattica tra prime e target. 32

33 Livello posizionale: sotto-livelli 1.Livello che specifica le relazioni gerarchiche tra i costituenti (Dominance level): – PO = Shifted PO – PO e Shifted PO ≠ DO 2.Livello che specifica le relazioni lineari (ordine) tra i costituenti (Linearizzazione): PO ≠ Shifted PO

34 Livello posizionale PO e shifted-PO condividono una rappresentazione strutturale astratta (Dominance level). Pickering et al., 2002

35 Predizione Shifted PO e PO condividono un livello di rappresentazione strutturale (Dominance level). Quindi: Shifted PO (The nun threw to the swimmer the mug). dovrebbe elicitare PO (The patient showed the injury to the doctor).

36 Risultati TIPO DI PRIME% PO nel target PO.68 DO.44 Shifted PO.60 Intransitivo.61 PRIME Shifted PO elicitano la produzione di target PO molto meno di PRIME PO!

37 Livello Posizionale: un solo sotto-livello Pickering et al., 2002

38 E nel dialogo? Effetti di “allineamento” nel dialogo: – Tendenza a ripetere parole (Brennan & Clark, 1996) – E sintassi (Branigan et al., 2000). 38

39 39 Allineamento della sintassi nel dialogo (Branigan et al., 2000) Confederate script Box of selected cards “The chef giving the jug to the swimmer” Confederate Participant Box of cards to be described GIVE

40 Procedura Sperimentatore (Confederate) descrive una carta: The chef is giving the jug to the swimmer Partecipante sceglie la carta che si adatta alla descrizione. Partecipante prende un’immagine da descrivere dalla scatola La descrive: “The cowboy is handing …” HAND 40

41 Esperimento Sperimentatore (confederate): PO The chef handing the cake to the swimmer DO The chef handing the swimmer the cake Partecipante descrive l’immagine HAND PO The cowboy handing the banana to the burglar DO The cowboy handing the burglar the banana Or 41

42 Verbo uguale vs. diverso 4 prime conditions: PO-uguale: The chef handing the cake to the swimmer DO-uguale: The chef handing the swimmer the cake PO-diverso: The chef giving the cake to the swimmer DO-diverso: The chef giving the swimmer the cake 42

43 % di descrizioni PO: The cowboy handing the banana to the burglar confederate says 43

44 Priming come implicit learning Evidenze Durata a lungo termine dell’effetto di priming (Bock, Dell, Chang, & Onishi, 2007; Bock & Griffin, 2000; Saffran & Martin, 1997; Hartsuiker, Bernolet, Schoonbaert, Speybroeck, & Vanderelst, 2008). Priming è più forte più la struttura sintattica è rara o meno preferita. 44

45 Bock & Griffin 2000 Replicano esperimento Bock, 1989 manipolando lag temporale (fino a 10 frasi) tra prime e target. 45

46 46 Quanto dura l’effetto di priming?

47 47 Molto a lungo

48 Jaeger & Snider ,153 tokens dallo Switchboard corpus (Bresnan et al 2007) Parlato spontaneo, conversazione, ecc. Conducono regressione logistica Risposta positiva è PO (NP PP) 48

49 Costruiscono un modello di scelta sintattica dell’alternanza tra PO DO. [PO] = NP PP give [money] [to a country] [DO] = NP NP give [a country] [money] 49 Jaeger & Snider 2007

50 Stimano la frequenza “media” con cui un verbo appare in un frame sintattico (verb bias): P(NP PP|verb) mediante Switchboard data set 50

51 Alcuni verbi occorrono più frequentemente in strutture PO Altri con DO Quale effetto sul priming? 51

52 Effetto del prime bias 52 Prime con un verbo che in genere occorre più spesso in struttura DO (presentato nel prime come PO) aumenta la probabilità che target appaia come PO.

53 Surprisal effect 53 Quando una frase prime PO (NP PP) implica un verbo che occorre in genere in una struttura DO (NP NP), effetto di priming più forte. i.e., è molto più probabile ottenere un target PO (NP PP).

54 Syntactic priming come implicit learning Syntactic priming: conseguenza di un aggiustamento a lungo termine (non in termini di semplice attivazione) dei pesi di connessione nel sistema di produzione frasale. 54


Scaricare ppt "La produzione del linguaggio: Paradigmi sperimentali 1."

Presentazioni simili


Annunci Google