La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE ANTINOMIE NORMATIVE ANTINOMIA= CONTRASTO FRA NORME (disposizioni contraddittorie)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE ANTINOMIE NORMATIVE ANTINOMIA= CONTRASTO FRA NORME (disposizioni contraddittorie)"— Transcript della presentazione:

1 LE ANTINOMIE NORMATIVE ANTINOMIA= CONTRASTO FRA NORME (disposizioni contraddittorie)

2 LE ANTINOMIE NORMATIVE Come risolvere le antinomie ? Interpretazione Altri criteri: GerarchicoCronologico Di competenza

3 LE ANTINOMIE NORMATIVE INTERPRETAZIONE Attività diretta a chiarire il significato di una norma giuridica nella fase della sua applicazione Competenza Giudice Competenza Giudice

4 INTERPRETAZIONE u nità Coerenza Completezza dellOrdinamento Unità Tutte le norme dellordinamento possono farsi risalire alla Costituzione Coerenza sistematica Lordinamento non tollera contraddizioni tra le parti che lo compongono e prevede criteri e meccanismi per risolvere i contrasti tra disposizioni normativeCompletezza Lordinamento predispone determinati rimedi per colmare lacune o vuoti normativi

5 LE ANTINOMIE NORMATIVE INTERPRETAZIONE LE ANTINOMIE NORMATIVE INTERPRETAZIONE Art. 12 Preleggi comma 1 nell'applicare la legge non si può ad essa attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio delle parole secondo la connessione di esse e dalla intenzione del legislatore

6 LE ANTINOMIE NORMATIVE INTERPRETAZIONE LE ANTINOMIE NORMATIVE INTERPRETAZIONE Art. 12, comma 1 Preleggi significato letterale quello che il legislatore ha detto significato logico intenzione del legislatore

7 LE ANTINOMIE NORMATIVE INTERPRETAZIONE Art. 12 comma 2 Preleggi Se una controversia non può essere decisa con una precisa disposizione, si ha riguardo alle disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe; se il caso rimane ancora dubbio, si decide secondo i principi generali dell'ordinamento giuridico dello Stato

8 LE ANTINOMIE NORMATIVE INTERPRETAZIONE Art. 12 comma 2 Preleggi Analogia - Altra norma che regola un caso simile (analogia legis) - Principi generali dellOrdinamento giuridico (analogia iuris)

9 LE ANTINOMIE NORMATIVE Altri criteri Criterio gerarchico - Fonti di diverso livello gerarchico - Prevale la norma contenuta in una fonte di grado superiore

10 LE ANTINOMIE NORMATIVE Altri criteri Criterio cronologico : - Fonti dello stesso livello gerarchico - Va applicata la norma più recente.

11 LE ANTINOMIE NORMATIVE Altri criteri Criterio di competenza : - Fonti dello stesso livello gerarchico - Riserva di competenza - Si applica la fonte cui la Costituzione ha assegnato la competenza per quella materia

12 Conseguenze Criterio gerarchico Annullamento dichiarazione di illegittimità pronunciata da un giudice nei confronti di una norma non conforme ad altra norma prodotta da una fonte superiore

13 Conseguenze Criterio cronologico Abrogazione La norma più vecchia perde efficacia dal momento in cui entra in vigore la norma nuova.

14 Conseguenze Criterio della competenza Annullamento La norma che invade la sfera di competenza a lei non riservata viene esclusa

15 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA Art.. 70 e ss. Cost. La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere (principio del bicameralismo perfetto)

16 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA 4 fasi 1 Iniziativa 2 Esame ed approvazione da parte di ambedue le Camere 3 Promulgazione 4 Pubblicazione

17 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA Iniziativa Potere di proporre ladozione di atti giuridici

18 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA Progetto di legge Testo suddiviso in articoli che viene presentato alle Camere dai soggetti cui spetta l'iniziativa legislativa

19 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA Soggetti cui spetta liniziativa: - Governo - Singoli deputati e senatori - Popolo ( elettori) - Consiglio nazionale delleconomia e del lavoro (CNEL) - Consigli Regionali

20 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA a) Presentazione di un progetto di legge ad una delle due Camere b) Assegnazione del progetto alla Commissione permanente competente per materia

21 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA Esame ed approvazione (Avvio procedimento formazione) 1) Esame progetto di legge da parte della Commissione competente 2) Discussione e approvazione in Assemblea

22 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA - Prestazione Relazione con il testo da approvare - Discussione sul testo - Esame singoli articoli e votazione articolo per articolo (eventuale presentazione di emendamenti)

23 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA EMENDAMENTI modifiche al testo originale soppressivi soppressivi aggiuntivi aggiuntivi modificativi modificativi

24 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA - Votazione intero progetto di legge compresi emendamenti - Trasmissione del testo votato allaltra Camera dove viene approvato con la medesima procedura

25 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA N.B. SE LA SECONDA CAMERA APPORTA EMENDAMENTI IL PROGETTO TORNA ALLA PRIMA FINCHE NON VIENE APPROVATO DA ENTRAMBE LE CAMERE NELLIDENTICO TESTO

26 Progetto Viene assegnato ad una Commissione Viene assegnato ad un ramo del Parlamento La commissione dibatte articolo per articolo, esamina eventuali emendamenti, vota articoli e emendamenti La Commissione emette un testo finale con relazione LAssemblea vota il testo, articolo per articolo LAssemblea approva il testo, eventualmente introducendo modifiche PARTE PER LALTRO RAMO DEL PARLAMENTO

27 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA PROMULGAZIONE Il testo approvato viene trasmesso al Presidente della Repubblica Il testo approvato viene trasmesso al Presidente della Repubblica Il Presidente promulga il testo (attesta che il testo è approvato come legge) e ordina la pubblicazione e losservanza Il Presidente promulga il testo (attesta che il testo è approvato come legge) e ordina la pubblicazione e losservanza La promulgazione avviene entro un mese dallapprovazione La promulgazione avviene entro un mese dallapprovazione

28 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA N.B. Il presidente della Repubblica può, con messaggio motivato, rinviare alle Camere il testo di legge per chiedere una nuova deliberazione. Una volta riapprovata la legge deve essere promulgata

29 ITER FORMAZIONE LEGGE ORDINARIA PUBBLICAZIONE Dopo la promulgazione la legge viene PUBBLICATA nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Dopo la promulgazione la legge viene PUBBLICATA nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Entra in vigore il quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione Entra in vigore il quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione Dallentrata in vigore la legge è OBBLIGATORIA per tutti Dallentrata in vigore la legge è OBBLIGATORIA per tutti


Scaricare ppt "LE ANTINOMIE NORMATIVE ANTINOMIA= CONTRASTO FRA NORME (disposizioni contraddittorie)"

Presentazioni simili


Annunci Google