La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL NOVECENTO M. L. Salvadori. NODI TEMATICI La crisi della centralità europea Unetà di violenza tecnologica, di insicurezza e di violenza I grandi mutamenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL NOVECENTO M. L. Salvadori. NODI TEMATICI La crisi della centralità europea Unetà di violenza tecnologica, di insicurezza e di violenza I grandi mutamenti."— Transcript della presentazione:

1 IL NOVECENTO M. L. Salvadori

2 NODI TEMATICI La crisi della centralità europea Unetà di violenza tecnologica, di insicurezza e di violenza I grandi mutamenti geopolitici nelletà della guerra fredda La liberazione dei paesi coloniali e il Terzo mondo La società occidentale nel trentennio del grande sviluppo: boom economico, Welfare, democrazia Lintegrazione dellEuropa occidentale

3 Il termine crimine contro lumanità fece la sua comparsa nel diritto internazionale nel Fu ripreso poi nel 1945 dal Tribunale Militare Internazionale chiamato a giudicare a Norimberga i criminali nazisti e comprende: lassassinio, lo sterminio, la riduzione in schiavitù, la deportazione e altri atti inumani contro la popolazione civile, persecuzioni di tipo politico, razziale e religioso…

4 NODI TEMATICI La sfida perduta del mondo comunista alloccidente Il processo di secolarizzazione, il risveglio religioso e la reazione del fondamentalismo islamico La caduta del mito del progresso, gli ambigui trionfi delle scienze e delle tecniche, lallarme ecologico e demografico La globalizzazione e la crisi dei sistemi statali tradizionali

5 LEPOCA DELLA GUERRA FREDDA NASCITA E TRASFORMAZIONI DEL MONDO BIPOLARE ( )

6 LA SECONDA GUERRA MONDIALE Uno spartiacque storico

7 Alla domanda se il colonello Tibbets* avesse provato rimorso dopo lo sganciamento della bomba atomica ha risposto: Non ho perso una sola notte per quello, intendendo che il lavoro era stato ben fatto e che comunque era servito a risparmiare vite americane accelerando la fine della guerra. * Battezzò il superbombardiere Enola gay dal nome della propria madre Lunico ad aver mostrato segni di disagio morale e psichico è il maggiore Claude Eatherly che la mattina del 6 agosto ispezionava il cielo di Hiroshima per verificare le condizioni climatiche e che nel 1947 fu congedato dallU.S. Air Force

8 Guerra in Europa Dominio nazista in Europa Sconfitta dellAsse Conferenza di Monaco Espansionismo nazifascista Patto Ribbentrop- Molotov Espansionismo nipponico Conquiste nel Pacifico Olocausto Resistenza europea Attacco allURSS Intervento Stati Uniti Hiroshima Caduta del fascismo

9 La guerra era stata totale. Fu un evento mondiale. Fu una guerra tecnologica. Forte coinvolgimento delle popolazioni civili. Fortissime motivazioni ideologiche.

10 Il confronto ideologico e lequilibrio bipolare

11 La nascita dellONU Conferenza di San Francisco aprile-giugno 1945

12 Accordi di Bretton Woods Luglio 1944

13 Lo scisma di Tito

14 Conferenza di Parigi 46 Trattati di pace con Romania, Ungheria, Bulgaria, Finlandia, Italia. URSS aveva annesso territori prima della conferenza Italia: perde colonie, Dodecaneso, Briga e Tenda (alla Francia), parte della Venezia-Giulia, Istria, Fiume, Zara; Trieste territorio libero ma di fatto diviso tra Inghilterra e Yugoslavia Spostamento dei confini: triste esodo di popolazioni

15 Due poli contrapposti Assetto mondiale bipolare. Movimenti di liberazione dei popoli coloniali, con cruente e lunghe lotte Tensioni, conflitti, anche a causa del mancato rispetto del principio dellautodeterminazione dei popoli.

16 Germania, Austria, Giappone Potenze vincitrici non riuscirono di fatto ad accordarsi per risolvere le questioni con questi Stati. Conflitti, applicazione principio delle zone di influenza, timore per una ripresa del nazionalismo germanico.

17 Germania 4 zone alla fine della guerra: americani, britannici, francesi, russi.

18 Germania 26 giugno 48 blocco di Berlino da parte dei russi ma … ponte aereo fino a maggio maggio 49 nella parte occidentale Repubblica Federale di Germania, di tipo democratico parlamentare. 7 ottobre 49 Repubblica Democratica di Germania, di obbedienza sovietica.

19 The Wall Per fermare il flusso ininterrotto di tedeschi dellEst verso lOccidente. Nel 61 fu costruito un muro che tagliò in due la città.

20 Il mondo bipolare ( ) 1945 Nascita delle Nazioni Unite 1946 Processo di Norimberga ai criminali nazisti Conferenza di Pace a Parigi Guerra civile in Grecia Costituzione della Quarta Repubblica in Francia Indipendenza della Siria e della Giordania 1947 Dottrina Truman e Piano Marshall Costituzione del Cominform tra i partiti comunisti europei Indipendenza dellIndia e del Pakistan 1948 Costituzione delle Republiche popolari nellEst europeo Espulsione della Jugoslavia dal Cominform Costituzione dello Stato dIsraele e prima guerra arabo-israeliana Inizio del blocco sovietico di Berlino 1949 Costituzione della Repubblica federale e della Repubblica democratica in Germania Nascita della Repubblica popolare cinese LUrss entra in possesso della bomba atomica Firma del Patto Atlantico tra i Paesi occidentali Guerra di Corea

21 1951 Nascita della Comunità europea del carbone e dellacciaio (Ceca) 1953 Morte di Stalin Inizio della presidenza Eisenhower negli Usa 1954 Accordi di Ginevra sul Sud-Est asiatico e ritiro dei francesi 1955 Krusciov al potere in URSS Costituzione del Patto di Varsavia 1956 Krusciov denuncia i crimini di Stalin al XX congresso del Pcus Rivoluzione ungherese Intervento anglo-franco-israeliano contro lEgitto sul canale di Suez Indipendenza della Tunisia e del Marocco 1957 Firma dei Trattati di Roma 1958 Inizio della Quinta Repubblica in Francia presieduta dal generale De Gaulle

22 1961 Inizio della presidenza Kennedy negli Usa Costruzione del muro di Berlino 1962 Crisi dei missili a Cuba: accordo USA-URSS Indipendenza dellAlgeria 1963 Inizio della presidenza Johnson negli USA, dopo lassassinio di Kennedy 1964 Inizio dellera Breznev in URSS 1965 Escalation dellintervento militare americano in Vietnam 1967 Guerra dei sei giorni tra Israele e gli Stati arabi 1968 Primavera di Praga Moti studenteschi negli Usa, in Francia e in altri Paesi 1973 Ritiro delle truppe americane dal Sud-Est asiatico Guerra del Kippur tra Egitto e Israele 1979 Intervento militare sovietico in Afghanistan Sistema monetario europeo e prime elezioni popolari del parlamento europeo

23 La cortina di ferro Da Stettino sul Baltico a Trieste sullAdriatico, una cortina di ferro è calata sul continente. Dietro questa linea si trovano tutte le capitali degli antichi stati dellEuropa centrale e orientale. Varsavia, Berlino, Praga,Vienna, Budapest, Belgrado, Bucarest e Sofia, tutte queste città e i popoli intorno ad esse si trovano nella zona dinfluenza sovietica, e tutte sono soggette in una forma o nellaltra non solo allinfluenza sovietica ma ad un elevatissimo e crescente grado di controllo da parte di Mosca. (Churchill, 1946)

24

25

26

27

28

29

30

31

32 Rischio di un contrasto tra i due sistemi, rischio di un nuovo conflitto. Due strade possibili: divisione del mondo in due zone di influenza (logica di Yalta) creazione di una organizzazione internazionale per regolamentare i rapporti internazionali: ONU, conferenza di San Francisco aprile- giugno 45

33 ONU 51 stati fondatori Assemblea generale Segretario generale Consiglio di Sicurezza: 11 membri, 5 permanenti (USA, URSS, Inghilterra, Francia, Cina) dotati di diritto di veto. Le decisioni possono però essere prese a maggioranza dallAssemblea.

34 Le alleanze militari Il confronto diviene ben presto anche militare: –Nel 1949 si forma la NATO, di cui fanno parte: USA, Canada, Gran Bretagna, Francia, Benelux, Danimarca, Islanda, Italia, Portogallo e Norvegia. –Nel 1955, dopo il consolidamento dei regimi dellest, nasce il Patto di Varsavia (URSS, Cecoslovacchia, Bulgaria, Ungheria, Polonia, Romania e Albania).

35 La guerra fredda Con la decolonizzazione il bipolarismo si estende al di fuori dellEuropa e diviene una logica mondiale. Il movimento dei paesi non allineati (1955) mantiene solo unapparente neutralità. Dal 1947 al 1989 il mondo vive una pace costantemente minacciata da una guerra totale e interrotta solo da crisi locali.

36 IL PROCESSO DI DECOLONIZZAZIONE Lemancipazione dellAsia e dellAfrica andò di pari passo con il progredire della crisi europea. Tra i fattori che facilitarono il sorgere di movimenti di indipendenza in Asia e in Africa, dobbiamo includere lindebolito controllo delle potenze europee, come conseguenza soprattutto delle loro discordie e rivalità, oltre allo spreco di risorse che provocarono le loro guerre […] il rigetto della dominazione occidentale trovò espressione nella Conferenza afoasiatica di Bandung del G. Barraclough, Guida alla storia contemporanea

37 I primi momenti di crisi Blocco di Berlino (48-49) Guerra di Corea (50-53) Crisi di Cuba (61-62) Ma dal 56… disgelo (era Kruscev)

38 EUROPEISMO Progetto di promuovere forme di cooperazione e integrazione tra le nazioni europee (per reggere il confronto con le due superpotenze). Necessità di rimuovere i nazionalismi. Impegno di alcuni governanti: De Gasperi, Adenauer, Schuman, Spaak

39 EUROPEISMO Creazione di istituzioni europee a base economica: CECA 51, Comunità europea carbone e acciaio Trattati di Roma marzo 57: costituzione della CEE (Comunità economica europea) Aderiscono 6 stati: Francia, Italia, Rep.Fed.Tedesca, Belgio, Olanda, Lussemburgo. Nel 73 si uniscono Gran Bretagna, Irlanda, Danimarca; poi Grecia 81, Spagna, Portogallo 86.

40 EUROPEISMO Fine anni membri. 86 Atto Unico Europeo: fissa per il 31/12/92 libera circolazione delle merci, dei capitali, delle persone. 7/2/92 Trattati di Maastricht: CEE diventa UE: fissa per il 99 moneta unica europea e rispetto di alcuni parametri. Si uniscono Austria, Finlandia, Svezia.

41 EUROPEISMO Maggio 98 Unione monetaria europea con 11 paesi. Nizza, 2000 Carta dei Diritti fondamentali dellUnione Europea. 1 gennaio 2002 entra in vigore leuro in 11 stati. Intanto paesi dellest chiedono di entrare nellUnione.

42 EUROPEISMO 1 maggio del 2004: l'ingresso di altri 10 nuovi Paesi: Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Estonia, Lettonia, Lituania, Slovenia, Cipro e Malta. I relativi trattati di adesione sono stati firmati ad Atene il 16 aprile Giugno 2003: bozza della Costituzione europea.

43 IL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETA LUnione può intervenire solo se e nella misura in cui gli obiettivi dellazione prevista non possono essere sufficientemente realizzati dagli stati membri*

44 IL PROBLEMA DELLA DEMOCRATICITA

45

46 La Quarta Repubblica ( ) Ci furono ben 22 governi La Quinta Repubblica (1958-…) A de Gaulle successero Georges Pompidou ( ), Valéry Giscard d'Estaing ( ), François Mitterrand ( ), Jacques Chirac ( ) e Nicolas Sarkozy (2007-attualmente in carica).


Scaricare ppt "IL NOVECENTO M. L. Salvadori. NODI TEMATICI La crisi della centralità europea Unetà di violenza tecnologica, di insicurezza e di violenza I grandi mutamenti."

Presentazioni simili


Annunci Google