La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fotoprotezionesistemica P.Santoianni. 2 - antiossidanti endogeni 2 - antiossidanti endogeni scavengers radicali liberi scavengers radicali liberi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fotoprotezionesistemica P.Santoianni. 2 - antiossidanti endogeni 2 - antiossidanti endogeni scavengers radicali liberi scavengers radicali liberi."— Transcript della presentazione:

1 Fotoprotezionesistemica P.Santoianni

2 2 - antiossidanti endogeni 2 - antiossidanti endogeni scavengers radicali liberi scavengers radicali liberi

3 SODSOD GSH perossidasiGSH perossidasi catalasicatalasi GSH - S-transferasiGSH - S-transferasi interagenti tra loro citocromo P450 citocromo P450 glutatione glutatione ceruloplasmina,etc ceruloplasmina,etc

4  tocoferolo ascorbato antiossidanti endogeni scavengers radicali liberi antiossidanti endogeni scavengers radicali liberi  carotene capacità fotoprotettiva della cute (riserva attività antiossidante) LicopeneUbichinoneGSH Ac.alfalipoico Taurina GSH perossidasi CatalasiSOD Altri sistemi riducenti -NADPH-NADP+-NADH-NAD+

5 sviluppo di induttori* per aumentare l’espressione di - sviluppo di induttori* per aumentare l’espressione di - Heat Shock Proteins - Citochine - Citochine - applic.enzimi di riparazione DNA ** - applic.enzimi di riparazione DNA ** (Photolyase incapsulata in liposomi) (Photolyase incapsulata in liposomi) * Trautinger F. J Photochem Photobiol B 2001 ** Stege H. J Photochem Photobiol B 2001 UV / strategie di prevenzione controllo dei meccanismi molecolari che inducono il fotodanno che inducono il fotodanno

6 Ubichinone (Coenzima Q) chinone liposolubile attività bioenergetica (mitocondri) e stabilizzante membrane L’assunzione prima della fotoesposzizione aumenta MUD nella orticaria solare aumento valori fototest iterativo nella LEB * * Ann.Ital Dermatol Clin Sper 1996

7 Ascorbato somministrazione combinata di vit C ed E somministrazione combinata di vit C ed E protegge dal danno acuto solare protegge dal danno acuto solare

8 -Carotene una parte ridotta è assorbita una parte ridotta è assorbita effetti collaterali ad alte dosi effetti collaterali ad alte dosi Licopene Licopene protezione verso eritema UV (dieta ricca)* protezione verso eritema UV (dieta ricca)* *Stahl W et al. J Nutr 2001 **Monfrecola G et al. Ann Ital Dermatol Clin Sper 1996 Ubichinone (Coenzima Q) aumenta MUD Ubichinone (Coenzima Q) aumenta MUD e fototest iterativo ** e fototest iterativo **

9 UV / strategie di prevenzione  potenziamento della fotoprotezione naturale: incremento dei sistemi di difesa (antiossidanti, etc) irradiazione UV selettiva e progressiva ( “hardening” : ispessimento del corneo)  potenziamento della fotoprotezione naturale: incremento dei sistemi di difesa (antiossidanti, etc) irradiazione UV selettiva e progressiva ( “hardening” : ispessimento del corneo)  schermo della radiazione agenti fisici e chimici

10 antiossidanti endogeni emossigenasi (HO) “stress induced proteins” antiossidanti endogeni emossigenasi (HO) “stress induced proteins” capacità fotoprotettiva della cute protezione dalla fotoesposizione cronica * * Raikin GY et al. Biochemistry 2000 attività enzimatica ed altre funzioni produzione indotta da UV

11 La difesa naturale di fronte all’insulto irradiativo è costituita dalla capacità fotoprotettiva naturale della cute: spessore del corneo, livello e intensità della pigmentazione costituzionalmente determinata, e da sistemi messi in moto dalla stessa irradiazione.

12 Questi sistemi endogeni interagenti tra di loro, e che forniscono protezione cellulare, comprendono antiossidanti e scavenger di radicali liberi, enzimatici e non enzimatici, e heat schok proteins,citochine, citocromo P450, etc.

13 Nella cute sono presenti importanti sistemi, tra i quali: carotenoidi (betacarotene e licopene) e ossicarotenoidi come zeaxantina e luteina, ubichinone (coenzima Q), il sistema lipoico-lipoato, taurina e i sistemi riducenti dei coenzimi piridinici.etc. Fondamentale è la funzione di tocoferolo e ascorbato; e tra gli antiossidanti enzimatici: glutatione-perossidasi, glutatione- reduttasi, catalasi, superossidodismutasi, la cui sintesi richiede ioni selenio, zinco e rame.

14 La maggior parte dei sistemi naturali di fotoprotezione diviene tuttavia insufficiente dopo intensa e prolungata esposizione UV.

15 I metodi di fotoprotezione sono perciò diretti a potenziare i sistemi presenti nella cute mediante sostanze introdotte per via sistemica o applicate sulla cute. Un elevato numero di sostanze naturali è capace di attività antiossidante compresi con effetti mediati dalla loro opacità come quencer dell'ossigeno singoletto, scavenger di radicali liberi e prevenzione della formazione di radicali liberi.

16 BETACAROTENE - La principale indicazione è consistita nel trattamento della fotosensibilità nella protoporfiria eritropoietica (con la cantaxantina), ma se ne è diffuso l’uso anche nel trattamento di varie affezioni caratterizzate da fotosensibilità.

17 In vecchi studi infatti si era osservata fotoprotezione da betacarotene della carcinogenesi UV-indotta, quando aggiunto alla dieta di roditori. E’ stato poi recentemente trovato che in topi diete supplementate E’ stato poi recentemente trovato che in topi diete supplementate con betacarotene provocavano un imprevisto aumento con betacarotene provocavano un imprevisto aumento della carcinogenesi in UV indotta. (Photochem Photobiol Sci Aug;3(8):753-8.Black HS.) indotta. (Photochem Photobiol Sci Aug;3(8):753-8.Black HS.)Black HSBlack HS (Nutr Cancer. 2003;45(1): Black HS, Gerguis J Black HSGerguis JBlack HSGerguis J

18 E’ stato anche riscontrato effetto fotoprotettivo sulla cute umana della combinazione di vitamina E, vitamina C, licopene, selenio e proantocianidine. (Skin Pharmacol Appl Skin Physiol Sep- Oct;15(5): Greul AK,et al). o da carotenoidi, tocoferoli, ascorbato, favonoidi e acidi grassi n-3 (Annu Rev Nutr. 2004;24: Sies H, Stahl W.)

19 Il betacarotene è un quencer dell’ossigeno singoletto e antiossidante, con formazione di un radicale cationico carotenoide. In realtà questo radicale proossidante -se non riparato - potrebbe contribuire a esacerbare -gli effetti della carcinogenesi UV.

20 Si è trovato anche che la vitamina C influenza i livelli del radicale cationico carotenoide proossidante. Quindi l'effetto di fotoprotezione ( riscontrato con diete particolari in topi) poteva dipendere essenzialmente dalla interazione del betacarotene con altri fattori dietetici.

21 Nella supplementazione orale è assorbita solo una parte ridotta di b carotene, e potrebbe influenzare il parametro MED solo ad alte dosi. Infatti, nell’uomo, somministrando in soggetti sani betacarotene 15 mg/die per otto settimane si osservava nel plasma aumento da 1.0 a 2.25, ma non era rilevabile aumento della concentrazione cutanea. (Am J Clin Nutr Nov;80(5): McArdle F,et al).

22 Il licopene (il più importante carotenoide del pomodoro) è molto efficiente come quencer dell'ossigeno singoletto. è molto efficiente come quencer dell'ossigeno singoletto. Una dieta ricca di licopene protegge verso l’eritema da UV: diminuzione dell’eritema UV indotto è stato osservata in volontari dopo circa tre mesi di alimentazione ricca di pomodoro (Photochem Photobiol Sci (Photochem Photobiol Sci Feb;5(2): Epub 2005 Aug 12 -Stahl W, Stahl WStahl W et al; 2004 Aug;3(8): Sies H, Stahl W) et al; 2004 Aug;3(8): Sies H, Stahl W)Sies HStahl WSies HStahl W

23 astaxantina – E’stata anche provata una importante capacità fotoprotettiva E’stata anche provata una importante capacità fotoprotettiva di questo ossicarotenoide

24 COENZIMA Q – Uno studio sull’uomo ha dimostrato la sua capacità di modificare la MED: ha attività stabilizzante di membrana.

25 VITAMINA E - Soltanto alte dosi di vitamina E per via orale possono influenzare l a risposta a UVB; e la supplementazione non sembrebbe avere effetto proporzionale alla dose. La somministrazione di alfa-tocoferolo 400UI/die per otto settimane in soggetti sani ha dimostrato biodisponibilità della vitamina: concentrazioni plasmatiche aumentate da 14.0 a 18.2mu/mL, e concentrazione cutanea da a 1.6. ( Non venivano però registrati con le misure di ossidazione usate effetti sulla sensibilità UV). (Am J Clin Nutr Nov;80(5): McArdle F,et al).

26 ASSOCIAZIONI DI VITAMINA E e C - La somministrazione quotidiana di 2 g di vitamina C e 1000 IU di vitamina E, hanno ottenuto dopo otto giorni significativa diminuzione della sensibilità alla radiazione solare. Inoltre uno studio con somministrazione di vitamina C e vitamina E – in associazione con altri composti fotoprotettivi – ha dimostrato aumento degli effetti rispetto a monoterapia con vit.E. ( J Cosmet Dermatol Jan;4(1):4-9.- Eberlein-Konig B, Ring J.).

27 ALTRI cCOMPONENTI VEGETALI – La somministrazione orale dell’estratto di Polypodium leucotomos sembra prevenire nella cute umana effetti di fotoesposizione (ustione solare, reazioni fototossiche e deplezione delle cellule di Langerhans). (Photodermatol Photoimmunol Photomed Feb-Apr;13(1-2):50-60 Gonzalez S, et al).

28 Così anche alcuni componenti del cacao ricchi di antiossidanti (epicatechina (61 mg/d) e catechina (20mg/d ) assunti per molto tempo fornirebbero fotoprotezione verso l’eritema UV indotto ( J Nutr Jun;136(6): Heinrich U, et al);

29 ed in uno studio è stato dimostrato che la assunzione di polifenoli d el tè verde (epigallocatechin-3-gallato) inibisce la carcinogenesi UV indotta in animali di laboratorio.(Curr Drug Targets Immune Endocr Metabol Disord Sep;3(3): Katiyar SK).

30 taurina - Va infine citata per futuri studi la attività di un aminoacido polivalente, per il quale sono stati effettuati studi sulla applicazione topica in associazione con vit E, ma è anche somministrato per via sistemica in alcune condizioni mediche. E’ un aminoacido moderatamente antiossidante, che presenta rapida biodisponibilità; è stabilizzatore di membrane, regolatore della omeostasi dei Ca ioni, e interviene nella apoptosi delle cellule endoteliali.

31 Va tenuto presente che vi è interdipendenza tra i vari antiossidanti, con incremento della totale capacità antiossidante, come provato dalla somministrazione combinata di vit C ed E.

32 In complesso la supplementazione orale con sistemi antiossidanti - con alcuni studi più controllati - sta divenendo più interessante e con qualche prospettiva di validità.

33

34

35

36 Grazie !

37

38

39

40 per la maggior parte per la maggior parte divengono insufficienti divengono insufficienti dopo intensa e prolungata irradiazione UV irradiazione UV sistemi di protezione sistemi di protezione


Scaricare ppt "Fotoprotezionesistemica P.Santoianni. 2 - antiossidanti endogeni 2 - antiossidanti endogeni scavengers radicali liberi scavengers radicali liberi."

Presentazioni simili


Annunci Google