La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Impianto con Comando Sequenziale Progetto 2. RAPPRESENTAZIONE L’impianto serve per comandare l’avvio di una macchina (K1) particolare. L’avvio è dato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Impianto con Comando Sequenziale Progetto 2. RAPPRESENTAZIONE L’impianto serve per comandare l’avvio di una macchina (K1) particolare. L’avvio è dato."— Transcript della presentazione:

1 Impianto con Comando Sequenziale Progetto 2

2 RAPPRESENTAZIONE L’impianto serve per comandare l’avvio di una macchina (K1) particolare. L’avvio è dato da una esatta sequenza di pulsanti (P1, P2 e P3 in questo ordine). La macchina è fermata con lo “Stop” (Ps).

3 SCHEMA FUNZIONALE P1: Primo pulsante della sequenza. R1: Relè d’appoggio per rilevare il primo comando. P2: Secondo pulsante della sequenza. R2: Relè d’appoggio per rilevare il secondo comando. P3: Terzo pulsante della sequenza. R3: Relè d’appoggio per rilevare il terzo ed ultimo comando. L: Lampada di segnalazione. K1: Motore di movimentazione della macchina. Ps: Pulsante di “Stop”.

4 Come funziona l’impianto ? Un relè ausiliario rileva la pressione del pulsante n°1 denominato “P1” e ne mantiene memoria. La macchina può essere riavviata se è premuto lo “Stop” (PS). L’avvio è dato dal pulsante n°3 denominato “P3”, purchè siano già stati dati nel giusto ordine i comandi sugli altri due pulsanti Un secondo relè ausiliario rileva e memorizza la pressione sul pulsante n°2 denominato “P2”, questo però alla condizione che sia già stato premuto il primo. La macchina è alimentata attraverso il teleruttore “K1” e il suo stato di funzionamento è segnalato dalla lampada “L”. La macchina parte solo se vengono rispettate le condizioni descritte.

5 LADDER P1 → I 0.1R1 → M 0.1 P2 → I 0.2R2 → M 0.2 P3 → I 0.3R3 → M 0.3 Ps ( N.C.) → I 0.0 (attenzione alla doppia negazione !) L → Q0.0K1 → Q 0.1

6 Ora elimina le autoalimentazioni Fai attenzione che “I 0.0” è fisicamente un contatto N.C (pulsante di stop). Quindi se deve agire come reset va negato.

7 Conclusioni ! Per essere gestito correttamente l’impianto necessita di una serie di relè d’appoggio (cioè che non comandano dei carichi, ma servono per mantenere memorizzato una condizione. In questo caso i comandi intermedi) Questi relè d’appoggio sono sostituiti nel PLC da una specie di relè interni “M”. Questi relè interni prendono il nome di “Merker”


Scaricare ppt "Impianto con Comando Sequenziale Progetto 2. RAPPRESENTAZIONE L’impianto serve per comandare l’avvio di una macchina (K1) particolare. L’avvio è dato."

Presentazioni simili


Annunci Google