La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“C’era tra i farisei un uomo chiamato NICODEMO, un capo dei Giudei. Egli andò da Gesù di notte..” PERCHE’... di NOTTE? DI QUALE NOTTE SI TRATTA? Partiamo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“C’era tra i farisei un uomo chiamato NICODEMO, un capo dei Giudei. Egli andò da Gesù di notte..” PERCHE’... di NOTTE? DI QUALE NOTTE SI TRATTA? Partiamo."— Transcript della presentazione:

1

2 “C’era tra i farisei un uomo chiamato NICODEMO, un capo dei Giudei. Egli andò da Gesù di notte..” PERCHE’... di NOTTE? DI QUALE NOTTE SI TRATTA? Partiamo dal Vangelo da cui nasce la nostra fede

3 E’ la notte dei “dubbi” di fede...che la vita ti fa nascere. E’ la notte dei “perché”...sul dolore, sulla morte, ecc. E’ la notte della “vergogna” perché credere in Dio e cercarlo oggi, sembra roba per deboli. LA NOTTE...

4 Un giorno il discepolo domandò al Rabbì: “Qual è il confine tra giorno e notte? Forse quando non riesco più a distinguere da lontano un albero da un uomo?” Il maestro pensò un istante e disse: “Quando i tuoi occhi non riescono più a vedere in ogni uomo un fratello, allora attorno e dentro di te è ancora notte!”

5 Quando è... “NOTTE” in una persona? in una famiglia? in una società? Proviamo a fare qualche esempio...

6 L'Italia della notte Le tappe obbligate dei nottambuli italiani da scoprire su Internet, anche di giorno I maleducati della notte La grande festa estiva del popolo della notte Invece di cercare nella notte, si può far finta che non ci sia la notte...

7 Ma Nicodemo nella sua notte... CERCA RISPOSTE e le cerca da Gesù! E’ un credente con i suoi dubbi...

8 Scoprire che siamo spesso dei credenti “notturni”, con i nostri dubbi e paure... significa scoprire che siamo “credenti”, cioè cristiani che: credono cercando e cercando credono! Il cristiano: HOMO VIATOR

9 “Disse Nicodemo: «Rabbì, sappiamo che sei un maestro venuto da Dio...». Gli rispose Gesù: «Se uno non rinasce dall’alto non può vedere il regno di Dio». RINASCERE DALL’ALTO...? VEDERE IL “REGNO”...? Come si può vedere il Regno? Ancora dal Vangelo

10 QUALCOSA CHE NON C’É - Elisa Tutto questo tempo a chiedermi cos'è che non mi lascia in pace. Tutti questi anni a chiedermi se vado veramente bene così, come sono così. Così un giorno ho scritto sul quaderno: “io farò sognare il mondo con la musica”, non molto tempo dopo quando mi bastava fare un salto per raggiungere la felicità. E la verità è che... ho aspettato a lungo qualcosa che non c'è invece di guardare il sole sorgere! Questo è sempre stato un modo per fermare il tempo e la velocità, i passi svelti della gente, la disattenzione, le parole dette senza umiltà, senza cuore, così... solo per far rumore. Che cosa mi colpisce di questo testo? Ho aspettato a lungo qualcosa che non c'è, invece di guardare il sole sorgere. E miracolosamente non ho smesso di sognare e miracolosamente non riesco a non sperare. E se c'è un segreto è fare tutto come se vedessi solo il sole. Un segreto è fare tutto come se, fare tutto come se vedessi solo il sole... E non qualcosa che non c'è!

11 Mi vien detto che... E IO VEDO CHE... COME POSSO “VEDERE IL SOLE”, ACCORGERMI CHE IL REGNO DI DIO E’ PRESENTE SE...  “niente ti viene regalato, te lo devi conquistare...”  “tutto ha un prezzo e, se lo vuoi, lo devi pagare...”  “nella vita di devi arrangiare... non ti fidare di nessuno!”  “alla fine ognuno pensa per se stesso...”  continuiamo noi...

12 “Se uno non rinasce dall’alto non può vedere… il Regno di Dio” Se uno non riparte dalla logica del DONO non può vedere... la novità di Dio! Dall’esperienza di aver ricevuto il dono di un bambino può RICOMINCIARE un nuovo modo di vivere la Fede!

13 Avete scelto voi di far nascere vostro figlio......ma è qualcosa che non è dipeso solo da voi! Si è formato ed è cresciuto nel grembo della mamma......ma cresceva anche quando tu mamma dormivi, quando tu papà non ci pensavi! E’ vostro figlio, lo sentite, vi assomiglia......ma è anche una creatura nuova, diversa da voi!

14 Avete scelto voi di far battezzare vostro figlio......ma è qualcosa che non dipende solo da voi! Diverrà cristiano grazie al vostro esempio......ma crederà anche quando tu mamma non lo farai, quando tu papà non lo vivrai! Sarà cristiano vostro figlio, come voi......ma lo sarà in modo nuovo, diverso da voi!

15 “Disse Gesù: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna...». Dio ha sacrificato il figlio suo per salvarvi. Voi fareste lo stesso con vostro figlio? Ancora dal Vangelo

16

17

18 “Disse Gesù: «Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui...». Dio ha sacrificato suo figlio in croce per mostrarci quanto è disposto a dare in fiducia all’uomo. Credere in Dio è rispondere a questa fiducia! Ancora dal Vangelo

19

20 Siamo stati tutti battezzati nello Spirito Santo senza sapere di dove veniva e dove portava. e’ stato un dono e lo sentiamo! ma da adulti dobbiamo “rinascere” nella fede non più rientrando nel grembo, non più con la fede infantile d’un tempo, ma ricominciando da una fede frutto di una scelta responsabile per il bene nostro e di nostro figlio. ECCO IL BATTESIMO-SCELTA-DI-FEDE.

21 Padre Nostro che sei nei cieli brilli il Tuo Nome sui volti di noi genitori. Venga il Tuo Regno d’Amore e si realizzi il tuo sogno su questo nostro figlio, come l’hai pensato Tu in cielo, così lo realizzeremo qui sulla terra. Donaci ogni giorno il necessario per vivere e perdona i nostri errori d’amore così impareremo a perdonarci in casa. E nel buio della vita, quando ci sentiamo perduti, non ci lasciare soli ma sollevaci dal male che non riusciamo a portare. AMEN

22 S. MESSA di ACCOGLIENZA delle FAMIGLIE dei BAMBINI che devono ricevere il BATTESIMO

23 alla porta della chiesa; Il parroco accoglie le famiglie alla porta della chiesa; la coppia animatrice coinvolta nell’itinerario di fede presenta le singole famiglie all’assemblea: Siamo entrati in chiesa, ma non abbiamo ancora preso posto. Come comunità cristiana siamo invitati ad accogliere queste famiglie dei bambini che riceveranno il Battesimo domenica prossima.... Abbiamo la famiglia.... con il papà... e la mamma... i padrini... Come primo segno di accoglienza, chiederemo ai genitori il nome di questi bambini, segno di un progetto unico e irripetibile che Dio ha su ciascuno di loro.

24 Cari genitori, qual è il nome del vostro bambino? Ogni genitore (papà o mamma) pronuncia il nome del proprio bambino al microfono che viene fatto passare. Celebrante: Per questi bambini che cosa domandate alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo!

25 Sacerdote: Cari genitori, chiedendo il Battesimo per i vostri figli, voi vi impegnate ad educarli nella fede, affinché, nell’osservanza dei comandamenti, imparino ad amare Dio e il prossimo, come Cristo ci ha insegnato. Siete consapevoli di questa responsabilità? Genitori: Sì! Celebrante: E voi, padrini e madrine, siete disposti ad aiutare i genitori in questo compito così importante? Padrini e Madrine: Sì!

26 Celebrante ; Cari bambini, con grande gioia la nostra Comunità cristiana vi accoglie! In suo nome io vi segno con il segno della croce. Anche voi, genitori e padrini, fate sul vostro bambino il segno di Cristo Salvatore. traccia il segno di croce sulla fronte di ogni bambino, imitato dai genitori e dai padrini. Possono farlo anche le coppie animatrici croce ai bambini che ha "visitato" negli incontri domestici. e poi Il parroco si segna assieme a tutta l’assemblea E tutti noi ora tracciamo sulla nostra vita il segno della salvezza: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo! Quindi tutti prendono i posti assegnati, nei primi banchi; 1 o 2 per banco con il bimbo all’esterno mentre l’assemblea si unisce nel canto d'ingresso. Le coppie animatrici aiutino le famiglie a prendere posto nelle prime file davanti agli altri fedeli.

27 Dopo l’omelia Liturgia della parola, letture e vangelo; Omelia: Dopo l’omelia è opportuno che si faccia una pausa di silenzio, al termine della quale l’assemblea prega il CREDO : si può introdurre brevemente questo momento significativo, in cui la Comunità professa la propria fede assieme alle famiglie dei battezzandi. Quindi chi presiede introduce la PREGHIERA UNIVERSALE nella forma delle LITANIE DEI SANTI. Celebrante: Fratelli e sorelle, abbiamo accolto questi bambini per i quali viene chiesto il Battesimo: vogliamo essere vicini ad essi e alle loro famiglie, invocando l’aiuto di Dio che libera dal male e assicura l’aiuto nella lotta contro il maligno. Nel nostro cammino non siamo soli: ci sostiene la mediazione onnipotente di Cristo Signore e l’intercessione solidale dei fratelli che hanno vissuto fino in fondo il Vangelo in santità di vita, anche in mezzo a noi.

28 Si recitano le LITANIE nelle quali si aggiungono i nomi di altri santi, in particolare i patroni dei battezzandi. Il parroco continua con l’orazione di esorcismo: Celebrante: Dio onnipotente, tu hai mandato il tuo unico Figlio per dare all’uomo, schiavo del peccato, la libertà dei tuoi figli; umilmente ti preghiamo per questi bambini, che fra le seduzioni del mondo dovranno lottare contro lo spirito del male: per la potenza della morte e risurrezione del tuo Figlio, liberali dal potere delle tenebre, rendili forti con la grazia di Cristo, e proteggili sempre nel cammino della vita. Per Cristo nostro Signore. Assemblea: Amen!

29 e prosegue: Celebrante : Vi ungo con l’olio, segno di salvezza: vi fortifichi con la sua potenza Cristo Salvatore, che vive e regna nei secoli dei secoli. Assemblea: Amen! U NZIONE CON L 'O LIO DEI C ATECUMENI Il sacerdote passa a tracciare un segno di croce sul petto dei bambini

30 LA S. MESSA CONTINUA Con la Presentazione dei Doni Insieme al pane e al vino, vengono portati all'altare: l'acqua, l'olio del Crisma, la candela e la vestina del Battesimo a ricordare come questa celebrazione rimandi alla prossima che sarà la Liturgia del Sacramento. Una coppia presenterà questi segni che vengono portati all'altare.

31 Vi consegno: 1.la vestina bianca dove potete scrivere o ricamare il nome e la data del battesimo del pargoletto/a. Ricordatevi di portarla per il giorno del battesimo il 28 Aprile ore ( la terrete comoda li sul banco, io la indosserò al bimbo/a) 2.Una busta per contribuire alle spese e per un’offerta al Centro parrocchiale. in chiesa Noi ci vediamo sabato 20 per l’accoglienza e martedì 23 in chiesa per spiegare il Rito del battesimo vero e proprio


Scaricare ppt "“C’era tra i farisei un uomo chiamato NICODEMO, un capo dei Giudei. Egli andò da Gesù di notte..” PERCHE’... di NOTTE? DI QUALE NOTTE SI TRATTA? Partiamo."

Presentazioni simili


Annunci Google