La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Intervista alla maestra Simona. Abbiamo scelto di intervistare la maestra Simona Frontini, insegnante di matematica, geometria e informatica presso la.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Intervista alla maestra Simona. Abbiamo scelto di intervistare la maestra Simona Frontini, insegnante di matematica, geometria e informatica presso la."— Transcript della presentazione:

1 Intervista alla maestra Simona

2 Abbiamo scelto di intervistare la maestra Simona Frontini, insegnante di matematica, geometria e informatica presso la Scuola Primaria G. Parini di Gorla Minore, dopo averla conosciuta grazie al mio tirocinio presso la stessa scuola. Abbiamo trovato in lei uninsegnante capace e motivata, disponibile al dialogo e soprattutto felice ed appassionata del suo lavoro.

3 Buongiorno Simona, grazie per aver accettato l intervista. Partiamo subito! Da quanto tempo insegni? Comera e comè oggi il tuo rapporto con la matematica e il computer? Sono esattamente 5 anni che insegno e attualmente sono uninsegnante di ruolo presso listituto comprensivo Parini.

4 Diciamo che nonostante ciò ho sempre avuto una specie di ostilità con queste materie a causa di uninsegnante molto aggressiva delle scuole medie che un po mi ha traumatizzata tranne che per luso del computer che è sempre stata la mia passione e trovo sia un efficace strumento per linsegnamento e lapprendimento.

5 Parlami della tua preparazione. Hai seguito dei corsi di aggiornamento per lutilizzo del PC a scuola? Sì, circa 4 anni fa ho seguito un corso di aggiornamento organizzato dalla scuola, della durata circa di 10 lezioni,è stato molto interessante e utile e devo dire che è stata una bella iniziativa da parte della scuola.

6 Durante questo corso ci hanno insegnato l'uso base del pc (Word, Paint, Power Point) e consegnato un software distribuito dalla IRSAE chiamato "Passa CD2", in pratica una raccolta di diversi software utilizzati da alcune insegnanti, con proposte di esercizi e giochi per gli alunni di tutte e cinque le classi della primaria e riguardanti tutte le discipline.

7 A scuola che tipi di programmi utilizzi? Nel corso di questi anni mi sono trovata bene con un software intitolato "Il pianeta dei numeri perchè permette agli alunni di operare con i numeri, confrontare e fare calcoli, in modo ludico. Utilizzo questo programma abbastanza spesso, in alternanza con Paint e Word, inoltre è facilissimo da utilizzare anche per le colleghe poco esperte in materia.

8 Utilizzo molto spesso il computer anche per creare schede di verifica per i miei alunni, esercizi e soprattutto per aggiornare il registro delle programmazioni. Ma devo dire che, almeno per la mia classe, Paint risulta il programma più quotato perché da libero sfogo alla fantasia

9 E vero le tecnologie si stanno diffondendo nella nostra società, ma gli insegnanti le usano veramente? Purtroppo nel mondo degli insegnanti esiste una profonda spaccatura tra coloro che hanno il pallino per linformatica, e coloro che non usano il computer neanche a casa, non ne hanno il bisogno,non vedono motivo di perdere tempo con un aggeggio infernale che in fondo fa il lavoro delle vecchie care macchine da scrivere … sono due mondi vicini per contiguità spaziale, ma lontani anni luce per atteggiamento.

10 Lutilizzo del computer nellambito della matematica trova un riscontro positivo da parte degli alunni? Gli alunni accolgono sempre volentieri la proposta di utilizzare il computer e quasi tutti si applicano con impegno ed entusiasmo nelle attività proposte. La matematica attraverso il computer è resa più divertente e motivante, ed è proprio questa una delle esigenze più forti da parte degli alunni.

11 Sei uninsegnante di scuola primaria. Secondo te è utile insegnare ai bambini molto piccoli linformatica? Ritengo che sia giusto incominciare ad insegnare informatica alla scuola primaria; per molti lavori infatti bisogna essere in grado di leggere e scrivere ed è per questo motivo che in classe prima, le lezioni di informatica incominciano nella seconda parte dellanno.

12 Cosa ne pensi del modo in cui si insegna informatica nella scuola primaria?Ritieni che la maggior parte degli insegnanti adottino lapproccio giusto? Diciamo che linsegnamento dellinformatica è confinata in un laboratorio in cui gli strumenti a disposizioni e i vincoli temporali non permettono di certo grandi cose. La carenza di strumenti e spazi adeguati non sempre permette di calibrare percorsi che soddisfano gli stessi insegnanti.

13 Ritieni che i bambini di oggi utilizzino in maniera corretta il computer? Hanno straordinarie capacità tecniche, che necessitano di essere educate e manca un utilizzo consapevole e responsabile delle opportunità offerte dalla rete (determinata in parte dallassenza di controllo da parte degli adulti)

14 Nellambito del tuo lavoro come giudicheresti il modo in cui i bambini si avvicinano al computer? I bambini sono molto creativi e curiosi anche nellapproccio al computer, sperimentano e con il giusto appoggio si dimostrano molto interessati e non intimoriti

15 Pensa che sia importante lapprendimento cooperativo? In che modo lo applica? Lapprendimento cooperativo è utile e stimolante per gli alunni perché sviluppa la motivazione e migliora le relazioni interpersonali e la capacità di ascolto reciproco, di collaborazione e di condivisione.

16 Nelle ore di informatica, per esempio, i bambini lavorano a gruppi di due o tre per ogni computer e gli abbinamenti vengono periodicamente variati al fine di consentire una maggiore socializzazione e la creazioni di legami di collaborazione con i compagni.

17 Per quanto riguarda i sistemi di valutazione, la scuola mette a disposizione strumenti appositi? No la scuola non mette a disposizione nulla, la valutazione la creo io e non ci sono criteri troppo strutturati da seguire. Diciamo che sceglie linsegnante attraverso schede fatte per esempio da un gruppo di colleghi che poi le mettono a disposizione anche per altri insegnanti.

18 Voglio sottolineare che la valutazione non è semplice ed è in itinere, seguendo i bambini giorno dopo giorno, perché magari alcuni hanno bisogno di più tempo per apprendere arrivando comunque a degli ottimi risultati anche se un po più lentamente.

19 Essenzialmente tengo conto : delle procedure che i bambini adottano per risolvere un problema dellapproccio dei bambini a nuovi strumenti e nuove procedure della capacità di lavorare in piccolo gruppo

20 della capacità di portare avanti in modo autonomo la soluzione di un esercizio della capacità di correggere da soli gli errori del saper interagire con gli altri cerco anche di coinvolgere lalunno nella valutazione cercando di fargli imparare a valutarsi

21 Che rapporto ha con i suoi colleghi? Mi trovo molte bene con la mia collega di matematica Claudia. Entrambe preferiamo attività di tipo pratico rispetto allastrazione: preferiamo far creare ai bambini, farli giocare ovviamente con giochi costruttivi per non farli annoiare ma per aiutarli a imparare divertendosi e appassionandosi.

22 Come sono i rapporti con i genitori? Purtroppo nonostante la buona volontà a volte si presentano casi di bambini con problematiche familiari e dapprendimento,di conseguenza a volte,si possono creare dei disguidi non dipendenti dalla volontà dellinsegnante.

23 Quali sono i vantaggi nellutilizzo del PC in casi di difficoltà nellapprendimento della matematica? Per quella che è la mia esperienza degli ultimi anni, penso che sia fondamentale l'utilizzo del computer, in tutti i casi di discalculia, ma anche e soprattutto nei casi in cui i bambini, sono convinti di non essere portati per la matematica.

24 Con l'utilizzo di programmi e software adeguati, i bambini possono apprendere ed esercitarsi, evitando la tensione e l'ansia da compito. Senza contare che si divertono e sono sereni. E importante mettere a loro agio i bambini e fare in modo che possano mettersi in gioco e mettere in gioco tutte le proprie risorse

25 Sicuramente il computer è un aiuto per i bambini con difficoltà, perchè li aiuta nel gestire l'ansia e mostra la matematica sotto aspetti diversi anche ludici. Ci sono in commercio e anche nel web molti programmi per poter lavorare bene in classe, sia per quanto riguarda la matematica, ma anche per le altre discipline.

26 In una società come la nostra linformazione è tutto. Ecco che ogni scuola ha un prorpiosito Internet. Ma perché è così importante che ciascuna scuola abbia un suo sito? La scuola in cui lavoro utilizza il proprio sito come strumento privilegiato per comunicare con il territorio e al suo interno.

27

28 Ma veniamo alle cose concrete. Abbiamo scattato alcune foto del laboratorio di informatica che la scuola mette a disposizione per I bambini dellIstituto.

29 Questo è il nostro laboratorio di informatica

30

31 Come si può vedere dalla foto la nostra scuola non è dotata di materiale informatico sufficiente per tutti i bambini.

32 Siamo costretti a far lavorare i bambini o in piccoli gruppi oppure a estrazione, nel senso che settimanalmente vengono scelti dei bambini in modo che possono lavorare autonomamente sul computer, mentre gli altri bambini rimangono in classe e svolgono altre attività didattiche con unaltra insegnante

33

34 Nel POF dellIstituto si elencano i seguenti diritti: GLI ALUNNI HANNO DIRITTO A: un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona e ad un servizio educativo-didattico di qualità; offerte formative aggiuntive e integrative promosse dalla scuola o da qualificati Enti esterni;

35 iniziative concrete per il recupero di situazioni di ritardo e di svantaggio, nonché per la prevenzione e il recupero della dispersione scolastica; salubrità e sicurezza degli ambienti, che devono essere adeguati a tutti gli studenti con handicap; disponibilità di unadeguata strumentazione tecnologica; …….

36 Sfortunatamente da molto tempo la scuola non fornisce materiale adeguato ai bambini per lapprendimento e luso dellinformatica, perché dopo un furto di 4 anni fa, dove sono stati rubati alcuni Pc, la scuola non ha trovato i fondi per sostituirli.

37 Forse le cose stanno per cambiare perché entro lanno prossimo la scuola riceverà i fondi necessari che verranno utilizzati per ricomprare i computer mancanti in modo che tutti i bambini possano lavorare autonomamente e approcciare in modo più funzionale e positivo allinformatica.

38 Abbiamo potuto assistere ad una lezione di informatica nella quale i bambini, in piccoli gruppi, utilizzano il programma Word per svolgere le tabelline. La maestra così può verificare due competenze: luso del computer e dei suoi programmi (word, la scrittura e luso dei tasti per accendere e spegnere il computer) Le tabelline

39 Come si comportano i bambini in aula dinformatica… Sono molto vivaci ma lavorano in maniera collaborativa(di solito a coppie ma se qualche computer non funziona,anche in tre)cercando di rispettare le consegne e non hanno timore di chiedere quando non riescono a fare qualcosa

40 Metodologie applicate in campo didattico In ambito di insegnamento lo studio del pc favorisce lutilizzo di una metodologia basata sui lavori di gruppo quindi sullapprendimento cooperativo che favorisce lo scambio tra gli alunni e la loro relativa crescita sia a livello cognitivo che affettivo/comportamentali.

41 I gruppi sono formati... Da coppie di bambini di cui uno meno dotato rispetto allaltro cosìcchè si cerchi di favorire una sorta di apprendimento basato sul principio del tutorato,molto efficace sia per il bambino in difficoltà che per quello capace.

42 I bambini applicano le conoscenze acquisite negli anni precedenti sulluso del computer e aprono il programma che serve per lattività sulle tabelline

43 Scheda che la maestra ha distribuito a ciascun gruppo, da ricopiare e compilare poi al computer

44 A turno i bambini dettano al compagno le tabelline da scrivere al computer

45

46 Oltre alle tabelline i bambini scrivo il proprio nome e la data per consolidare le conoscenze di word e dei tasti da usare

47

48 Come si può vedere dalle frecce i bambini non sempre conoscono le tabelline e questa è unattività utile che applica linformatica alla matematica: la maestra può valutare i bambini sulle loro conoscenze aritmetiche attraverso luso del pc che piace molto ai bambini.

49

50 Il materiale prodotto dai bambini viene poi stampato e valutato dallinsegnante

51 Abbiamo potuto assistere ad unaltra lezione di informatica dove i bambini non hanno più utilizzato Word ma Paint: sempre in piccoli gruppi i bambini un po per volta hanno creato dei disegni liberi, senza nessuna richiesta da parte dellinsegnante, ma seguendo unicamente la propria volontà e capacità.

52

53

54

55

56 Simona ci ha mostrato i lavori che hanno realizzato i bambini nello scorso anno scolastico: hanno creato un piccolo fascicolo con i lavori realizzati al computer con Paint o Word e lavori invece creati con disegni a mano libera colorati con pastelli

57

58 I lavori ripercorrono le stagioni dellanno: questo è lautunno pensato e creato dai bambini con Paint

59 …Halloween

60 Come si può ben vedere la creazione dellalbero di Natale prevede la scrittura dei passaggi utilizzati per la composizione del disegno: strumento linea e riempimento del colore con il secchiello.

61 Con lutilizzo di Word i bambini hanno trascritto a computer le filastrocche per il Carnevale: la maestra ci ha spiegato che queste attività piacciono molto ai bambini perché possono utilizzare uno strumento nuovo e diverso come il computer anche se la scuola non necessità di un buon e sufficiente materiale informatico.

62

63

64 Dopo aver scritto la poesia sulle formiche ai bambini è stata data la possibilità di sviluppare un disegna con luso di Paint che raffigurasse il contenuto del testo.

65

66

67 Questa intervista è stata molto interessane perché ci ha permesso di partecipare realmente ad alcune lezioni gestite dalla maestra Simona e di vedere, a malincuore, come molte scuole non abbiano ancora gli strumenti necessari per far lavorare tutti i bambini in un contesto adeguato alle loro esigenze. Si spera nellaiuto del Comune che dovrebbe donare alla scuola i suoi computer entro la fine dellanno. Speriamo!

68 Grazie Simona!

69 Esame di Didamat Facoltà di Scienze della Formazione Primaria Raviele Carlotta, Mussida Michela, Bongiorni Simona, Scelzo Angela


Scaricare ppt "Intervista alla maestra Simona. Abbiamo scelto di intervistare la maestra Simona Frontini, insegnante di matematica, geometria e informatica presso la."

Presentazioni simili


Annunci Google