La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I Franchi. Carlo Magno Figlio di Pipino Sposò Ermengarda 771: Carlo diviene re, ripudia la moglie e attacca il re Desiderio Vittoria alle Chiuse di San.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I Franchi. Carlo Magno Figlio di Pipino Sposò Ermengarda 771: Carlo diviene re, ripudia la moglie e attacca il re Desiderio Vittoria alle Chiuse di San."— Transcript della presentazione:

1 I Franchi

2 Carlo Magno Figlio di Pipino Sposò Ermengarda 771: Carlo diviene re, ripudia la moglie e attacca il re Desiderio Vittoria alle Chiuse di San Michele (To) 774 Annessione dei territori longobardi 1° vittoria di Carlo che venne poi chiamato Magno, il grande

3 La fine del regno longobardo Questione 1: La vittoria di Carlo contro re Desiderio fu un bene o un male per lItalia? – Difficile dirlo. I Longobardi erano stati un padrone scomodo allinizio, dei barbari violenti che fecero rimpiangere Bizantini e Goti. Ma poi si erano convertiti al cristianesimo e gli ultimi re erano stati attenti allo sviluppo agrario ed economico delle zone occupate. Potevano formare una nazione, come i Franchi fecero in Francia. Ma in Italia cera il Papa, in Francia no

4 Chi era Carlo Magno? Lunghi capelli, barba e baffi, alto 1,92 m Fanatico della guerra e delle armi, gran bevitore e mangiatore, amava la caccia e le donne Ebbe 5 mogli e almeno una 20ina di figli Padre della futura Europa unita

5 Principali campagne Longobardi (774) Sassoni ( ) Frisoni (784) Arabi a più riprese Contro la Baviera Avari (796) Bizantini ( )

6 Le conquiste di Carlo Magno Carlo Magno riesce faticosamente a sottomettere le tribù dei Sassoni dopo trenta anni di battaglie ( )

7 La posizione di Carlo Magno Nella sua politica espansionistica, Carlo Magno è sostenuto da due motivazioni ben precise. Ampliamento del suo regno Il controllo politico del territorio è saldamente nelle sue mani, al papato viene riconosciuto il ruolo di guida religiosa. Espansione del cattolicesimo in tutta Europa Risultato: la maggior parte dellEuropa occidentale passa sotto il suo diretto controllo. Carlo non confonde mai potere spirituale e potere temporale.

8 Il Sacro Romano Impero Il regno di Carlo era unificato sia politicamente sia religiosamente Dopo secoli rinasceva un forte potere centrale Sancito nella notte di Natale dell800 dallincoronazione di Carlo a Imperatore dei Romani per mano del papa Leone III

9 Il Sacro romano impero La notte di Natale dell800, a Roma, Carlo viene incoronato imperatore da papa Leone III. Si costituisce il Sacro romano impero. Sacro Limpero di Carlo si regge sul suo carisma e su rapporti personali, non esiste un apparato statale che possa sopravvivere allimperatore. Romano Riunito intorno alla fede cattolica e sostenuto dal riconoscimento papale. Il collegamento con la tradizione romana è suggestivo per i contemporanei, ma i due stati non sono assimilabili.

10 Il mutamento degli equilibri Carlo Magno Riceve linvestitura morale al comando Si assicura un potente protettore e manifesta la sua autorità rispetto allimpero Riceve riconoscimento ufficiale con laccordo di Aquisgrana (812) Stabilisce la sua indipendenza Perde lautorità morale sullOccidente Papato Impero bizantino Mantiene rapporti pacifici con il potente vicino

11 Lincoronazione di Carlo Questione 2: Perchè il papa volle incoronare Carlo Magno Imperatore? – Perchè ne traeva un grande vantaggio. Stabiliva il principio che il potere temporale era donato dal potere spirituale che quindi aveva la supremazia.

12 Limpero carolingio Carlo organizza limpero sulle basi di istituzioni uniformi e di un rapporto di fedeltà fra sovrano e nobiltà. Promuove lo sviluppo delle arti e del pensiero.

13 Lorganizzazione territoriale Contea Carlo suddivide il vasto impero in unità territoriali più piccole. Territori interni. Il conte esercita poter i civili e militari. Conti e marchesi sono legati da un giuramento di fedeltà nel confronti dellimperatore, che controlla direttamente il loro operato. Territori di confine. Il marchese ha poteri soprattutto militari. Marca Invia i missi dominici, che rendono conto direttamente a lui. Invia gli scabini, che controllano lamministrazione della giustizia.

14 Leggi e assemblee Diete In virtù dei rapporti personali con i propri vassalli, è indispensabile organizzare riunioni che rinsaldino i legami con loro. Organizzate due volte allanno per incontrare i notabili dellimpero Durante tali assemblee si discutono leggi, si prendono decisioni riguardanti lorganizzazione dellimpero, ma anche aspetti minori. Assemblea di tutti gli esponenti della nobiltà laica ed ecclesiastica Campo di Maggio Capitolari, raccolte di leggi approvate nelle assemblee

15 La società feudale La società assume una struttura piramidale con al vertice il sovrano e a seguire i vassalli, i milites, i piccoli proprietari e i contadini. Leconomia è basata sullagricoltura, su modesti scambi commerciali con il mondo esterno alla curtis e mira allautosufficienza.

16 Sovrano La struttura sociale Si forma una piramide sociale estremamente rigida. Ogni classe sociale fa riferimento soltanto allautorità immediatamente superiore da cui dipendono i suoi diritti e che obbliga a certi doveri. Vassalli Valvassori e valvassini Milites Artigiani, commercianti Contadini liberi e servi della gleba Si determina una frammentazione del potere politico, militare e giudiziario.

17

18

19 Leconomia feudale Frammentazione nellamministrazione del territorio Isolamento dovuto alla pericolosità delle vie di comunicazione Economia chiusa o curtense Attività prevalente: agricoltura Decadenza del commercio Scomparsa della moneta Attività artigianale limitata ai beni necessari alla comunità del castello

20

21

22 Mappa concettuale riassuntiva sulla organizzazione dellImpero

23 Rinascimento Carolingio Minuscola carolina Schola Palatina Unaccademia cui parteciparono gli intellettuali del periodo Scuole in ogni vescovado Progetto non completato. Per la diffusione della cultura in tutto limpero Nuovo carattere molto più chiaro da cui derivano i nostri caratteri di stampa Amanuensi Salvò le opere antiche dopo secoli di distruzioni Grande interesse per la cultura, dopo che per secoli era stata relegata solo nei monasteri

24 RICAPITOLANDO…

25 La disgregazione dellImpero 814: Muore Carlo Magno, gli succede il figlio: Ludovico I il Pio ( ) Più dedito alla chiesa che alle guerre Ordinatio Imperii: lImpero diviso fra i suoi 3 figli Pipino Lotario Ludovico II Al primogenito, contro la consuetudine, va la maggior parte dei territori e il titolo Si aggiunge Carlo il Calvo Seguono scontri, lImpero si sgretola Morte di Pipino e di suo padre Trattato di Verdun (843) LImpero viene diviso in 3 parti

26 LImpero dopo il Trattato di Verdun: divisione equa che corrisponde a 3 nuclei nazionali già definiti: francese, italiano, tedesco Finisce così il breve periodo dellimpero cristiano unito


Scaricare ppt "I Franchi. Carlo Magno Figlio di Pipino Sposò Ermengarda 771: Carlo diviene re, ripudia la moglie e attacca il re Desiderio Vittoria alle Chiuse di San."

Presentazioni simili


Annunci Google