La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dr. Livio Picchetto, Stroke Unit NOCSAE Modena SNO 55 a, 24 Aprile 2015 Medicina-Pavullo NOCSAE-Stroke Unit.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dr. Livio Picchetto, Stroke Unit NOCSAE Modena SNO 55 a, 24 Aprile 2015 Medicina-Pavullo NOCSAE-Stroke Unit."— Transcript della presentazione:

1 Dr. Livio Picchetto, Stroke Unit NOCSAE Modena SNO 55 a, 24 Aprile 2015 Medicina-Pavullo NOCSAE-Stroke Unit

2 TERAPIA NNT (morte/ disabilità popolazione target Eventi evitati un milione abit. (2400 casi/anno) ASA8380%36 TROMBOLISI entro 3h 710%34 STROKE UNIT20100%120

3 Ricanalizzazione precoceRicanalizzazione precoce ≤ 90 mins 90 min - 3 h h NNT=4 to 5 NNT=9 NNT=14 mRS, modified Rankin Scale (Lees et al. Lancet 2010;375: ) Pazienti da trattare per ottenere un ottimo recupero (mRS 0-1)

4 “(…) la telemedicina, che utilizza un sistema di videoconferenza bidirezionale per fornire educazione sanitaria o assistere il personale sanitario in posti distanti, è un mezzo fattibile, valido e affidabile per facilitare l’utilizzo della trombolisi in ospedali distanti e rurali, dove un trasporto via aria o terra non è fattibile. La qualita del trattamento, le percentuali di complicanze e l’outcome a breve e lungo termine sono simili nei pazienti con ictus acuto trattati con rtPA attraverso il consulto tramite tele-medicina negli ospedali di zone rurali e quelli trattati da centri accademici”. 20 TELETROMBOLISI: definizione

5 Un sistema bidirezionale di videoconferenza che consente al neurologo di vedere il paziente e interagire con i medici dell’ospedale periferico. Il neurologo può guidare il medico locale nell’esecuzione dell’esame neurologico e revisionare rapidamente le neuroimmagini, consultando il Neuroradiologo, valutare i criteri di inclusione ed esclusione per la terapia trombolitica, discutere delle opzioni terapeutiche e decidere se trattare con tPA. TELETROMBOLISI: definizione

6

7

8 TELESTROKE: in Italia…TELESTROKE: in Italia… TREVISO (Spoke a Conegliano Veneto) Teletrombolisi 25 (circa 50 teleconsulti) TRENTO Teletrombolisi 2 (ma non attivo al momento) BOLZANO Disponibile sistema di Telemedicina ma non attivo

9 Trombolisi in provincia di Modena…Trombolisi in provincia di Modena… STROKE UNIT-NUOVO OSPEDALE CIVILE SANT’AGOSTINO ESTENSE-MODENA

10 Progetto Telemedicina Per Trombolisi Partenza Dicembre 2012, obiettivo 5 teletrombolisi/anno

11 PROTOCOLLO TELETROMBOLISI-1:PROTOCOLLO TELETROMBOLISI-1: attivazione del percorso con il neurologo (contatto telefonico); 2.Trasporto al P.S. dell’Ospedale. 3.Solo 8-18 giorni feriali FASE PREOSPEDALIERA

12 PROTOCOLLO TELETROMBOLISI-2:PROTOCOLLO TELETROMBOLISI-2: EON +. 1.Verifica ora esordio, criteri inclusione/esclusione, EON +. 2.TC encefalo e contatto neuroradiologo refertante 3.Raccolta consenso informato alla partecipazione allo studio 4.Catalizza il saving time! FASE INTRAOSPEDALIERA IN PS Medico INTERNISTA + Medico PS

13 PROTOCOLLO TELETROMBOLISI-3:PROTOCOLLO TELETROMBOLISI-3: Teleconsulto con valutazione congiunta di: 1.Criteri inclusione e esclusione; 2.NIHSS; 3.Neuroimaging. Teletrombolisi ? FASE INTRAOSPEDALIERA IN REPARTO Medico INTERNISTA + NEUROLOGO

14 1) 1) Il paziente, superato le prime ore, in assenza di complicazioni o altre ragioni verrà trasferito presso la degenza ordinaria della Medicina Interna o, se necessario, in Stroke Unit. 2) 2) Inquadramento eziologico-terapeutico in teleconsulto. REGISTRAZIONE DEI DATI: T0: inserimento del paziente nel registro SITS-ISTR. M3: visita neurologica Ambulatorio Cerebrovascolare Modena (inclusi mRS e NIHSS) Y1: valutazione telefonica TELETROMBOLISI: dopo la fase acuta…TELETROMBOLISI: dopo la fase acuta…

15 RISULTATI DICEMBRE dicembre attivazioni protocollo con esclusione per elevato rischio emorragico; Nessuna mancata attivazione (tutti fuori orario di copertura del protocollo); DRG 14 (Ictus) Pavullo 30% > 80 aa; Presentazione clinica > 4,5 h e autopresentazione.

16 INTERVENTI E PROPOSTE 1- Campagne di sensibilizzazione sul territorio (popolazione e MMG); 2-Sensibilizzazione e training operatori; 3-Aumento tempo copertura; 4-Eliminare età limite di inclusione (80 aa).

17 Progetto Teletrombolisi: risultati (gennaio 2015-gennaio 2015)  20 attivazioni di protocollo/ 6 teletrombolisi TELESTROKE Modena, n° 6 pazienti Età5M, 1F Sesso73 +/- 6.9 Eziologia (TOAST)3 ce, 1 ud, 1 lac Sindrome (BAMFORD)4 PACI, 1 POCI, 1 TACI NIH T06 +/- 3.5 NIH M31 +/- 1 mRS 0-2 M366% 2 pazienti centralizzati, 1 per complicanza, 1 per inquadramento diagnostico terapeutico

18 I TEMPII TEMPI Telestroke Timing (min) Onset-door time 54, +/ Door-needle time 56, +/ Onset needle time 123.2, +/ Risultato progetto pilota raggiunto…PDTA!

19 Conclusioni Il Progetto TeleStroke è risultato, anche nella nostra realtà, fattibile e realizzabile Il Sistema di Telemedicina si è dimostrato affidabile e tecnologicamente adeguato I tempi extraospedalieri in un area montana sono stati sicuramente vantaggiosi rispetto alla centralizzazione al centro Hub I tempi intraospedalieri e gli indicatori di out come sono stati buoni e nella media dei centri Hub Le maggiori criticità non sono tecniche ma organizzative e di formazione di tutti gli operatori e di sensibilizzazione della popolazione.

20 GRAZIE PER L’ATTENZIONE Stroke Unit NOCSAE P.F. Nichelli A.Zini B.R. Pentore M.L. Dell’Acqua G. Bigliardi F. Barbi L. Picchetto Medicina Pavullo P. Cioni M. Capitelli M.C. Fontana T. Baldini R. Bortolotti C. Cappi S. Ballestri E. Ro agnoli F. Galantini G. Carrieri A. Toschi Telemedicine in 1928, Australia


Scaricare ppt "Dr. Livio Picchetto, Stroke Unit NOCSAE Modena SNO 55 a, 24 Aprile 2015 Medicina-Pavullo NOCSAE-Stroke Unit."

Presentazioni simili


Annunci Google