La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Donatella Pia Dambra Medico Chirurgo – Bioeticista.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Donatella Pia Dambra Medico Chirurgo – Bioeticista."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Donatella Pia Dambra Medico Chirurgo – Bioeticista

2  Si intende tradizionalmente per aborto l’interruzione di una gravidanza prima che il nuovo essere sia autonomamente vitale. › L’aborto spontaneo è quello che si verifica per cause accidentali o patologiche indipendenti dalla volontà umana. › L’aborto procurato, dovuto cioè ad una intenzionalità umana diretta, è quello che interessa dal punto di vista etico.  Attualmente la possibilità di formare embrioni fuori del corpo materno, rende insufficiente la definizione tradizionale, potendosi avere la soppressione della vita dell’embrione prima del suo trasferimento nell’utero o prima dell’annidamento e quindi senza che la gravidanza possa dirsi veramente iniziata.  «L’aborto procurato è l’uccisione deliberata e diretta, comunque venga attuata, di un essere umano nella fase iniziale della sua esistenza, compresa tra il concepimento e la nascita». Evangelium Vitae, n. 58 (San Giovanni Paolo II) (San Giovanni Paolo II)

3  In base alla convinzione che si debba riconoscere una vita umana sin dai primi momenti del concepimento, sono da ritenere vere interruzioni di gravidanza tutte le procedure che portano a morte l’embrione, sia in fase pre-annidatoria sia in fase post-annidatoria.  Dal punto di vista clinico, la scelta della tecnica con cui interrompere una gravidanza dipende dall’epoca nella quale è avvenuta la fecondazione.  Entro il 30° giorno › Intercettivi, che impediscono l’annidamento (spirale, minipillola di progesterone, pillola del giorno dopo – intercetta l’embrione per distruggerlo mentre va dalla tuba verso l’utero) › Contragestativi (provocano l’aborto quando l’embrione è già annidato), che interferiscono con il progesterone (es. RU486)

4 Non è un farmaco: un farmaco si assume per curare patologie E’ una sostanza chimica che ha come scopo la soppressione di un essere umano Si somministra al II mese (entro il 49° giorno) e provoca un aborto simulando la funzione del progesterone. Effetti del Pg (in gravidanza): *crescita endometrio * riduzione contrazioni miometrio * chiusura del collo dell'utero 29 donne nel mondo sono morte a seguito di somministrazione di RU 486. Le morti sono provocate dall’infezione del Clostridium sordelli, un batterio che agisce senza dare particolari sintomi premonitori.

5 * perdite ematiche * infezioni * disturbi SNC * dolore * nausea, vomito, diarrea * febbre, brividi, vampate * effetti teratogeni Il corredo di sintomi può persistere per molti giorni e può divenire un’urgenza, che richiede l’ospedalizzazione (revisione cavità uterina; trasfusioni; somministrazione parenterale di analgesici). Sono stati registrati anche casi di morte dopo somministrazione di RU486. Effetti collaterali

6  Aborto chirurgico: 0,7/ (Bartlett LA et al. Obstet Gynecol Apr; 103(4):729-37)  Aborto con RU486: 1,1/ (Henderson JT et al. Contraception Sep; 72(3):175-8) 17/07/2015

7  Infezioni da Clostridium Sordellii  Complicanze cardiovascolari  Gravidanze ectopiche  Emorragie massive 17/07/2015

8 Obbligo di prescrivere la pillola del giorno dopo da parte della Regione Lazio Il decreto, infatti, se da una parte impone a chi lavora nei servizi territoriali l'obbligo di prescrivere tutte le forme di contraccezione, e senza potersi appellare ad alcuno scudo "morale" nemmeno per la pillola del giorno dopo, dall'altra ricorda ai medici i loro doveri verso la legge 194. N ESSUN MEDICO PUÒ RIFIUTARE AD UNA DONNA LA PRESCRIZIONE DI UN CONTRACCETTIVO, PILLOLA DEL GIORNO DOPO E SPIRALI.

9 Ora è disponibile anche in Italia un'alternativa, la cosiddetta “pillola dei 5 giorni dopo”, che ha la capacità di impedire l'instaurarsi di una gravidanza, se assunta fino a 5 giorni dopo il rapporto a rischio (120 ore dopo). STESSO MECCANISMO DELLE RU 486 CON STESSI PERICOLI

10 ABORTI DALL’INIZIO DEL 2014

11  Entro il primo trimestre › aspirazione endouterina per via vaginale con cannule flessibili › dilatazione del canale cervicale e raschiamento  Dopo il primo trimestre › dilatazione cervicale e svuotamento con pinza a anelli (il feto viene fatto a pezzi) › alte dosi transvaginali di prostaglandine E2  Dopo la 16a settimana › lo svuotamento è preceduto dalla somministrazione di farmaci che stimolino le contrazioni uterine e la dilatazione cervicale (es. soluzione salina ipertonica intramniotica)

12 GLI ABORTI CHIRURGICI METODO PIU’ USATO IN ITALIA 2 ° METODO PIU’ USATO IN ITALIA

13 DALL’ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE 194/78:

14 L’Annuario Statistico di Roma Capitale registra interruzioni volontarie di gravidanza tra il 2008 ed il 2010.

15 UN VIDEO PER TE… «Il grido silenzioso» reperibile su youtube

16

17 GRAZIE PER L’ATTENZIONE


Scaricare ppt "Dott.ssa Donatella Pia Dambra Medico Chirurgo – Bioeticista."

Presentazioni simili


Annunci Google