La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

C. vacante1 Corso di Laurea in Scienze dellAmministrazione Curriculum in discipline della Pubblica Sicurezza Sociologia dei fenomeni politici (2006 - 07)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "C. vacante1 Corso di Laurea in Scienze dellAmministrazione Curriculum in discipline della Pubblica Sicurezza Sociologia dei fenomeni politici (2006 - 07)"— Transcript della presentazione:

1 c. vacante1 Corso di Laurea in Scienze dellAmministrazione Curriculum in discipline della Pubblica Sicurezza Sociologia dei fenomeni politici ( ) Appunti ad uso didattico ( prof.ssa C. Vacante) 1° Modulo: potere, autorità, legittimità 2° Modulo:la distribuzione del potere

2 c. vacante2 Modulo 1 Il potere definizioni

3 c. vacante3 potere Auctoritas = influenza, credito Potestas= potere legale Imperium= potere militare Ius= diritto Potentia= potenza Vis= forza Facultas= capacità

4 c. vacante4 potere Potere = Macht ( die) Forza reale / potenziale Potere = Herrschaft ( die) Dominio / comando

5 c. vacante5 potere Können = sono capace/ in grado di Mögen= è possibile che Dürfen= essere lecito

6 c. vacante6 La natura del potere le tre prospettive Sostanzialistica / oggettivistica Soggettivistica Relazionale

7 c. vacante7 Concezione sostanzialistica Il potere come sostanza come res Una cosa che alcuni possiedono e se ne servono nello sforzo di piegare gli altri, di dominare sugli altri. Il principe possiede armi, eserciti. –( vedi testo,M.Rush, p.63)

8 c. vacante8 Concezione sostanzialistica (T. Hobbes) Opere : De Cive, Leviatano (1651) il potere di un uomo consiste nei mezzi per ottenere qualche vantaggio futuro Il potere si identifica qui, con il mezzo, lo strumento che ci permette di raggiungere dei risultati vantaggiosi.

9 c. vacante9 Concezione soggettivistica Il potere come facoltà / qualità soggettivache si esercita per produrre risultati. Si tratta di un concetto proprio della scienza giuridica. Capacità di compiere una determinata azione e produrre un mutamento, cioè degli effetti giuridici

10 c. vacante10 concezione soggettivistica (J.Locke) Opera : Saggio sullintelletto umano (1690) il fuoco ha il potere di fondere i metalli In questo caso il potere è identificato con una capacità, applicata agli uomini ed anche alle cose.

11 c. vacante11 Tre modi per spiegare il potere Il potere come sostanza (T. Hobbes) Il potere come qualità/capacità (J.Locke) Il potere come relazione ( R.Dahl)

12 c. vacante12 Concezione relazionale Potere come rapporto, relazione di influenza fra individui Si può dire che A influenza B nella misura in cui induce B a fare qualcosa che altrimenti non avrebbe fatto

13 c. vacante13 R.Dahl Modern political Analysis ( 1963) Qui il potere è definito come rapporto che presuppone due soggetti e non una combinazione persona – cosa.

14 c. vacante14 Concezione relazionale Introduce il concetto di influenza 1situazione : se A non influenza B : B fa x 2 situazione : se A influenza B: B non fa x oppure fa y.

15 c. vacante15 Max Weber (Economia e società, 1922) Per potere si deve intendere la possibilità di trovare obbedienza, presso certe persone, ad un comando che abbia un determinato contenuto.

16 c. vacante16 il potere ( Macht) designa qualsiasi possibilità di far valere entro una relazione sociale, anche di fronte ad una opposizione, la propria volontà, quale sia la base di questa possibilità. (Vedi testo, M Rush, Politica e società, p. 56)

17 c. vacante17 Il concetto di potere di cui parla Weber è il rapporto in cui instaura la relazione di obbedienza, legata al concetto di comando.

18 c. vacante18 Le risorse del potere Risorse economiche = POTERE ECONOMICO Le idee = POTERE IDEOLOGICO La forza fisica = POTERE COERCITIVO

19 c. vacante19 Potere economico Consiste nella capacità di organizzare e sviluppare risorse

20 c. vacante20 Potere ideologico Consiste nella capacità di razionalizzare lorganizzare sociale attraverso un sistema di credenze o di valori

21 c. vacante21 Potere politico Capacità di alcuni individui di organizzare e dominare i loro simili.

22 c. vacante22 Il potere politico va inteso come esercizio legittimo della forza fisica ed è : Esclusivo Inclusivo Universale

23 c. vacante23 La legittimità Può essere definita come Lambito in cui sono accettate le norme sociali e politiche in una data società, specialmente quelle che si riferiscono allesercizio del potere o al dominio di alcuni individui o gruppi di individui da parte di altri.

24 c. vacante24 Le fonti della legittimità del potere politico Potere tradizionale Potere carismatico Potere legale-razionale »( vedi testo, M.Rush, p.65)

25 c. vacante25 Potere tradizionale Si fonda sulla credenza quotidiana del carattere sacro delle tradizioni e nella legittimità di coloro che sono chiamati a rivestire unautorità. Accettazione passiva = suddito

26 c. vacante26 Potere carismatico Si poggia su una straordinaria dedizione alla forza eroica o al valore di una persona e degli ordinamenti da lui creati Riconoscimento di se stessi nella persona del capo = seguaci, discepoli.

27 c. vacante27 Potere legale -razionale Si poggia sulla credenza della legalità di ordinamenti statuiti e del diritto di comandare di coloro che detengono il potere Accettazione del potere come volontaria sottomissione = cittadini

28 c. vacante28 Lo schema di D. Held (1984) Perché si obbedisce : Coercizione Tradizione Apatia Acquiescenza Accettazione strumentale Accordo normativo Accordo idealnormativo ( vedi testo M.Rush,p.67)

29 c. vacante29 Il concetto di autorità (H. Popitz 1992) il rapporto di autorità si basa su un doppio processo di riconoscimento : 1.Il riconoscimento della superiorità dellaltro, come di colui che stabilisce, che dà la norma 2.Lo sforzo di essere riconosciuti da questultimo, di ottenere da lui delle conferme

30 c. vacante30 Il concetto di autorità Relazione di potere stabilizzata, cioè continuativa nel tempo,caratterizzata da alcune proprietà : Obbedienza incondizionata, nel senso che B adotta i messaggi di A come criterio della propria condotta, senza valutarne il contenuto o indipendentemente da ogni valutazione ( Simon 1947) Credenza nella legittimità del potere

31 c. vacante31 Il concetto di autorità Per alcuni autori, ad esempio D. Easton lobbedienza incondizionata, qualunque sia il suo fondamento, (credenze, interessi economici, condizionamenti di violenza) è sufficiente per definire lautorità. Per altri autori, ad esempio Blau, oltre allobbedienza incondizionata occorre anche la credenza nella legittimità del potere. si può parlare di autorità se lobbedienza volontaria di un gruppo di persone poggia sulle loro credenze condivise che è legittimo per il superiore (persona o ente) imporre loro la sua volontà e che è illegittimo per loro rifiutarsi di obbedire.

32 c. vacante32 Modulo 2 La distribuzione del potere la scuola elitista La teoria pluralista

33 c. vacante33 La scuola èlitistica italiana Gaetano Mosca, Wilfredo Pareto, Roberto Michels. Questi autori hanno in comune : Approccio realistico Principio minoritario Importanza di una componente irrazionale dei comportamenti di massa.

34 c. vacante34 G: Mosca (1896) Governanti : minoranza che adempie a tutte le funzioni politiche, monopolizza il potere e gode dei vantaggi ad esso uniti. Governati : maggioranza della società

35 c. vacante35 Mosca I governanti : il loro potere poggia su qualità individuali : valore militare, ricchezza, autorità religiosa, cultura scientifica ma soprattutto sul fatto che sono organizzati. I governati : sono meno organizzati o non lo sono affatto.

36 c. vacante36 Composizione della classe politica ( Mosca, Elementi di Scienza Politica, 1923 ) 1° strato : due o tre dozzine, o anche un centinaio di individui che monopolizzano la direzione dello stato. 2° strato : molto più numeroso del primo che comprende tutte le capacità direttrici del paese.

37 c. vacante37 Relazioni fra classe di governo e società esse si misurano in termini di : Autorità Reclutamento della classe politica

38 c. vacante38 Le posizioni di autorità Principio autocratico: lautorità viene trasmessa dallalto Principio liberale: lautorità viene delegata dal basso

39 c. vacante39 Il reclutamento politico Principio aristocratico : la classe politica è chiusa è laccesso ad essa è limitato ai discendenti. Principio democratico: laccesso è più aperto

40 c. vacante40 R.Michels La sociologia del partito politico (1911) chi dice organizzazione dice oligarchia La struttura stessa di un gruppo o di una società organizzata produce una minoranza dominante : le esigenze di sopravvivenza e di successo dellorganizzazione producono oligarchia

41 c. vacante41 La legge ferrea delloligarchia Porta alla trasformazione dei partiti, che sono inizialmente strutture democratiche, aperte alla base, in strutture dove comanda unoligarchia, cioè un numero ristretto di dirigenti.

42 c. vacante42 Mosca / Michels In G. Mosca : la minoranza genera lorganizzazione : la minoranza si organizza per imporre il suo potere. In R. Michels : lorganizzazione genera la minoranza: le esigenze di sopravvivenza e di successo dellorganizzazione producono loligarchia.

43 c. vacante43 Pareto (1916) Elite o classe eletta è formata dai migliori, cioè individui che hanno successo in un qualunque ambito delle attività umane, nel campo economico come nellarte, nellattività militare come nel ladrocinio.

44 c. vacante44 W.Pareto Trattato di sociologia generale,1916 Distingue fra : Classe eletta di governo che comprende coloro che hanno parte notevole nel governo. Classe eletta non di governo, cioè coloro che detengono posizioni di leadership nella società ma non influenzano le decisioni politiche.

45 c. vacante45 Il fondamento psicologico dellanalisi di Pareto Pone laccento sulle capacità individuali, che,per quanto corrette da rendite di posizione, nascita, ricchezza, rimandano a fattori psicologici fondamentali, che restano costanti in tutte le epoche e in tutte le società.

46 c. vacante46 Residui e derivazioni Residui, come parte relativamente costante dellagire, le credenze, i riti. Derivazioni, come parte molto variabile,mitologie, miti,teologie, ideologie,

47 c. vacante47 In politica Residuo : il bisogno di fondare la legittimità su qualche principio superiore. Derivazione : le dottrine che fondano la legittimità del dominio sulla volontà divina

48 c. vacante48 residui Residui della prima classe : istinto della combinazioni ( le volpi) Residui della seconda classe : persistenza degli aggregati ( i leoni)

49 c. vacante49 La teoria della circolazione delle elitès 1. lelite esistente si riproduce per via ereditaria. 2. lelite esistente coopta elementi estranei. 3. lelite esistente si rinnova immettendo individui con caratteristiche diverse. 4.lelite esistente viene cambiata bruscamente.

50 c. vacante50 Potere ed elites : direzioni di ricerca 1° tappa ( primi del 900) : la scuola elitista italiana 2° tappa:( anni ): la scuola di Chicago ( Harold Lasswell)

51 c. vacante51 H.Lasswell Lelite è composta da coloro che occupano posizioni di vertice nelle diverse piramidi sociali. Coloro che fanno parte dellelite sono gli influenti, i potenti della società

52 c. vacante52 Power and society ( 1950) Alla nozione di governo si sostituisce quella di potere, nel senso che per intendere la politica occorre studiare non solo le funzioni e le potestà di governo, ma anche le pressioni che sui governi esercitano i più diversi gruppi sociali.

53 c. vacante53 Elitismo e pluralismo F. Hunter e C. W. Mills affermano che le società politiche delloccidente non sono pluralistiche, ma rette da ununica elite dominante

54 c. vacante54 Lindagine di F. Hunter su Atlanta lapproccio percettivo o reputazionale ( 1953) Lautore, basandosi su interviste ad interlocutori privilegiati, individua nella città di Regional city una struttura del potere di circa quaranta persone e al suo interno uno strato superiore di top leaders di dodici persone. Si tratta di una compatta elite economica, formata quasi esclusivamente di businessmen che esercita il potere nel proprio interesse e spesso dietro le quinte, servendosi di uno strato subordinato di professionisti, dirigenti di associazioni, uomini politici, ministri del culto, etc.

55 c. vacante55 Wright Mills, Le elite del potere (1956) Nella società moderna il potere è istituzionalizzato ed alcune istituzioni prevalgono sulle altre. Istituzioni economiche e militari e poi quelle politiche che formano un gruppo coeso, con lo stesso stile di vita e reclutato nella medesima cerchia delle classi più ricche.

56 c. vacante56 W.Mills Lelite del potere è composta dalle persone che occupano le posizioni di vertice in queste gerarchie strategiche : I dirigenti dei grandi complessi economici,gli alti gradi militari ed i massimi dirigenti politici. I vertici di queste tre piramidi formano un gruppo coeso, con frequente intercambiabilità dei ruoli.

57 c. vacante57 R. Dahl lapproccio decisionale A differenza delle indagini di Hunter e di Mills che hanno rilevato non il potere reale, ma quello reputato, Dahl si propone unindagine sulla distribuzione del potere, studiando una serie di decisioni pubbliche

58 c. vacante58 La teoria pluralista R. Dahl( 1958) Studia la distribuzione del potere nella città di New Haven effettuando una ricerca su come sono state prese le decisioni politiche in tre ambiti : Riassetto urbano Istruzione pubblica Scelta dei candidati alle cariche pubbliche locali Ed individua i principali leader in ciascuno dei settori di decisione.

59 c. vacante59 Dahl Risultati della ricerca Le persone o i gruppi che esercitano influenza diretta sulle decisioni sono molto poche : esistono cioè delle minoranze che hanno potere. I leader in uno dei settori non lo sono negli altri due ( a parte il sindaco). I leder non provengono da uno stesso strato sociale.

60 c. vacante60 Dahl conclude che: Non esiste una sola e compatta elite dominante ma una pluralità di elite differenti nelle diverse sfere di attività sociale.

61 c. vacante61 Dahl Abbiamo di fatto una democrazia pluralista o poliarchia in cui lo stato e le sue strutture politiche mettono a disposizione unarena in cui gli interessi organizzati possono entrare in contrattazione e competere sulle proposte politiche.

62 c. vacante62 Bachrach e Baratz Le due facce del potere ( 1962) Il potere non si manifesta solo nel processo decisionale (iniziativa o veto) ma anche nelle limitazioni imposte al processo di decisione nel suo complesso.

63 c. vacante63 quindi Esercita potere : chi propugna con successo una certa decisione. Chi impedisce che una certa decisione proposta venga effettivamente presa. chi impedisce che certe decisioni vengano proposte.

64 c. vacante64 Democrazia Potere dal popolo, cioè deriva da esso. Potere del popolo, appartiene ad esso. Potere per il popolo, deve essere usato per esso.

65 c. vacante65 Definizione minima di democrazia Sono democratici quei regimi che presentano : Suffragio universale maschile e femminile Elezioni libere, competitive, ricorrenti, corrette. Più di un partito Diverse ed alternative fonti di informazione

66 c. vacante66 Schumpeter ( 1954) Il metodo democratico è lo strumento istituzionale per giungere a decisioni politiche, in base al quale singoli individui ottengono il potere di decidere attraverso una competizione che ha per oggetto il voto popolare.

67 c. vacante67 Dahl (1971) Come è possibile realizzare una migliore democrazia ? La democrazia è un regime politico caratterizzato dalla continua capacità di risposta del governo alle preferenze dei suoi cittadini, considerati politicamente eguali

68 c. vacante68 I postulati di Dahl Come si può realizzare quanto primo affermato ? 1° postulato : affinchè un regime sia capace di risposta, tutti i cittadini devono avere la possibilità di : Formulare le proprie preferenze. Esprimere tali preferenze attraverso azioni individuali o collettive. Le preferenze devono avere lo stesso peso.

69 c. vacante69 2° postulato Affinchè esistano queste tre opportunità, occorre che esistano 8 garanzie istituzionali : 1.Libertà di associazione, 2.Libertà di pensiero ed espressione, 3.Diritto di voto, 4.Diritto dei leader politici alla competizione elettorale, 5.Fonti alternative di informazione, 6.Diritto allelettorato passivo, 7.Elezioni libere e corrette, 8.Esistenza di istituzioni che rendano le politiche governative dipendenti dal voto.


Scaricare ppt "C. vacante1 Corso di Laurea in Scienze dellAmministrazione Curriculum in discipline della Pubblica Sicurezza Sociologia dei fenomeni politici (2006 - 07)"

Presentazioni simili


Annunci Google