La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Elisabetta Muccioli MALATTIA DI LYME IN ETA PEDIATRICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Elisabetta Muccioli MALATTIA DI LYME IN ETA PEDIATRICA."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Elisabetta Muccioli MALATTIA DI LYME IN ETA PEDIATRICA

2 Dott.ssa Elisabetta Muccioli BORRELIA BURGDOFERI Spirocheta Spirocheta Serbatoio : cervi, roditori, volatili, gatti, etc… Serbatoio : cervi, roditori, volatili, gatti, etc… Trasmissione attraverso il morso di zecche Ixodes le zecche possono pungere in ogni periodo dellanno, ma sono molto più attive nel periodo compreso tra la primavera e il tardo autunno Trasmissione attraverso il morso di zecche Ixodes le zecche possono pungere in ogni periodo dellanno, ma sono molto più attive nel periodo compreso tra la primavera e il tardo autunno Incubazione: 3-14 giorni, talvolta maggiore o uguale ad 1 mese Incubazione: 3-14 giorni, talvolta maggiore o uguale ad 1 mese

3 Dott.ssa Elisabetta Muccioli ZECCA DEI BOSCHI detta anche IXODES RICINUS Si trova nellerba e nei cespugli, ama gli ambienti umidi con vegetaizone bassa ed un letto di foglie secche Si trova nellerba e nei cespugli, ama gli ambienti umidi con vegetaizone bassa ed un letto di foglie secche È presente in molte zone del nostro territorio, soprattutto in collina ed è resistente a condizioni ambientali sfavorevoli; in Emilia Romagna la percentuale di zecche infette è al momento molto bassa perciò la maggior parte delle punture non ha nessuna conseguenza; usare comunque prudenza È presente in molte zone del nostro territorio, soprattutto in collina ed è resistente a condizioni ambientali sfavorevoli; in Emilia Romagna la percentuale di zecche infette è al momento molto bassa perciò la maggior parte delle punture non ha nessuna conseguenza; usare comunque prudenza È scura e molto piccola È scura e molto piccola Poco efficaci i repellenti, meglio utilizzare vestiario adeguato con maniche lunghe, calzoni infilati dentro agli stivali dotati di stringhe Poco efficaci i repellenti, meglio utilizzare vestiario adeguato con maniche lunghe, calzoni infilati dentro agli stivali dotati di stringhe Al ritorno da gite in zone a rischio controlla bene tutto il corpo, anche nelle pieghe e sul cuoio capelluto; lava i vestiti ad alta temperatura Al ritorno da gite in zone a rischio controlla bene tutto il corpo, anche nelle pieghe e sul cuoio capelluto; lava i vestiti ad alta temperatura

4 Dott.ssa Elisabetta Muccioli

5 COSA FARE SE PUNTO DA ZECCA Le probabilità di infezione sono basse se la zecca resta attaccata alla cute meno di ore Le probabilità di infezione sono basse se la zecca resta attaccata alla cute meno di ore Rimuovere la zecca correttamente: Rimuovere la zecca correttamente: Con mosquito piccola afferra la zecca alla base, il più vicino possibile alla cute e stringi Con mosquito piccola afferra la zecca alla base, il più vicino possibile alla cute e stringi Tieni stretto per un po di tempo in modo da uccidere la zecca Tieni stretto per un po di tempo in modo da uccidere la zecca Sfila con decisione la zecca tirandola via con la pinza (la zecca Sfila con decisione la zecca tirandola via con la pinza (la zecca Disinfetta con betadine e poi con acqua ossigenata Disinfetta con betadine e poi con acqua ossigenata Controlla la lesione : se è visibile il rostro, toglilo con un piccolo ago Controlla la lesione : se è visibile il rostro, toglilo con un piccolo ago Metti cerotto Metti cerotto Verifica la vaccinazione contro il tetano Verifica la vaccinazione contro il tetano

6 Dott.ssa Elisabetta Muccioli COSA NON FARE SE PUNTO DA ZECCA Non usare metodi impropri di estrazione quali il caldo, sostanze come petrolio, acetone etc…tali metodi irritano la zecca aumentando il rischio di infezione Non usare metodi impropri di estrazione quali il caldo, sostanze come petrolio, acetone etc…tali metodi irritano la zecca aumentando il rischio di infezione Non toglierla con le mani o schiacciarla con le dita: potresti contagiarti attraverso piccole lesioni della pelle o per schizzi di sangue Non toglierla con le mani o schiacciarla con le dita: potresti contagiarti attraverso piccole lesioni della pelle o per schizzi di sangue

7 Dott.ssa Elisabetta Muccioli COSA FARE DOPO AVER TOLTO LA ZECCA Controlla tutti i giorni per giorni larea cutanea colpita Controlla tutti i giorni per giorni larea cutanea colpita Rivolgiti subito al medico di famiglia se compare chiazza rossastra tondeggiante che si allarga sempre di più, spesso schiarendo al centro in modo da formare unimmagine ad anello Rivolgiti subito al medico di famiglia se compare chiazza rossastra tondeggiante che si allarga sempre di più, spesso schiarendo al centro in modo da formare unimmagine ad anello Rivolgiti al medico se compaiono febbre, cefalea, malessere, ingrossamento linfonodi vicino alla zona in cui sei stato punto, dolori articolari Rivolgiti al medico se compaiono febbre, cefalea, malessere, ingrossamento linfonodi vicino alla zona in cui sei stato punto, dolori articolari Nei giorni di osservazione NON usare antibiotici di tua iniziativa: potrebbe impedire al medico di diagnosticare correttamente uneventuale infezione; se devi utilizzare antibiotici per altri motivi, avvisa il medico che sei stato punto da zecca in modo che possa utilizzare molecole efficaci anche contro la Malattia di Lyme Nei giorni di osservazione NON usare antibiotici di tua iniziativa: potrebbe impedire al medico di diagnosticare correttamente uneventuale infezione; se devi utilizzare antibiotici per altri motivi, avvisa il medico che sei stato punto da zecca in modo che possa utilizzare molecole efficaci anche contro la Malattia di Lyme

8 Dott.ssa Elisabetta Muccioli CLINICASTADIO 1 INFEZIONE PRECOCE LOCALIZZATA INFEZIONE PRECOCE LOCALIZZATA Dopo linoculazione della zecca la Borrelia tende a diffondersi localmente nella CUTE causando la comparsa di 60-80% dei casi tipico esantema anulare 60-80% dei casi tipico esantema anulare erytema migrans erytema migrans dopo giorni dal morso della zecca dopo giorni dal morso della zecca Successivamente nel 50% dei casi compaiono lesioni secondarie cutanee sempre di tipo anulare Successivamente nel 50% dei casi compaiono lesioni secondarie cutanee sempre di tipo anulare In concomitanza possono esserci In concomitanza possono esserci Cefalea, malessere Cefalea, malessere Febbre, artromialgie Febbre, artromialgie

9 Dott.ssa Elisabetta Muccioli CLINICASTADIO 2 INFEZIONE PRECOCE DISSEMINATA INFEZIONE PRECOCE DISSEMINATA Dopo alcune settimane o mesi dallesordio nei pazienti non trattati compaiono 50% lesioni anulari analoghe alleritema migrante 50% lesioni anulari analoghe alleritema migrante 15% sintomi neurologici : meningite, neurite dei nervi cranici, radicoloneurite 15% sintomi neurologici : meningite, neurite dei nervi cranici, radicoloneurite 8% danni cardiaci : blocco atrioventricolare, miopericardite 8% danni cardiaci : blocco atrioventricolare, miopericardite Associazione di astenia intensa e dolori migranti alle articolazioni, tendini e muscoli scheletrici. Associazione di astenia intensa e dolori migranti alle articolazioni, tendini e muscoli scheletrici.

10 Dott.ssa Elisabetta Muccioli CLINICASTADIO 3 MALATTIA TARDIVA MALATTIA TARDIVA Periodo compreso tra poche settimane e due anni dallinizio della malattia compaiono manifesazioni croniche di organo Artrite : alle grandi articolazioni, pauciarticolare 10% evolve verso artropatia cronica Artrite : alle grandi articolazioni, pauciarticolare 10% evolve verso artropatia cronica Cute : acrodermatite cronica atrofizzante Cute : acrodermatite cronica atrofizzante SNC : encefalomielite progressiva, disturbi mentali SNC : encefalomielite progressiva, disturbi mentali

11 Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIAGNOSI Nella fase iniziale : diagnosi clinica Nella fase iniziale : diagnosi clinica Esami sierologici : ricerca di anticorpi specifici anti-Borrelia ediante tecnica ELISA Esami sierologici : ricerca di anticorpi specifici anti-Borrelia ediante tecnica ELISA Titolo degli anticorpi specifici IgM raggiunge la punta da 3 a 6 settimane dopo linizio dellinfezione Titolo degli anticorpi specifici IgM raggiunge la punta da 3 a 6 settimane dopo linizio dellinfezione Titolo degli anticorpi specifici IgG raggiunge la punta attorno al 2-3 mese Titolo degli anticorpi specifici IgG raggiunge la punta attorno al 2-3 mese A causa di possibili risultati falsi positivi frequenti, è necessario convalidarli con il Western-blot A causa di possibili risultati falsi positivi frequenti, è necessario convalidarli con il Western-blot

12 Dott.ssa Elisabetta MuccioliTERAPIA Rimozione della zecca correttamente Rimozione della zecca correttamente Mantenere attenta osservazione nel tempo Mantenere attenta osservazione nel tempo ERITEMA MIGRANTE ERITEMA MIGRANTE Zimox (amoxicillina) 50 mg/Kg/die in 2-3 dosi per giorni Zimox (amoxicillina) 50 mg/Kg/die in 2-3 dosi per giorni Oppure Eritromicina 50 mg/Kg/die in 3 dosi per giorni Oppure Eritromicina 50 mg/Kg/die in 3 dosi per giorni PARALISI NERVI CRANICI PARALISI NERVI CRANICI Antibioticoterapia come sopre per giorni Antibioticoterapia come sopre per giorni NON somministrare cortisonici NON somministrare cortisonici CARDITE, MENINGITE CARDITE, MENINGITE Terapia della malattia tardiva Terapia della malattia tardiva MALATTIA TARDIVA MALATTIA TARDIVA NEUROLOGICHE : Rocefin (Ceftriaxone) mg/Kg/die in unica dose ev o im per giorni NEUROLOGICHE : Rocefin (Ceftriaxone) mg/Kg/die in unica dose ev o im per giorni ARTRITE : antibioticoterapia di eritema migrante, ma per 30 giorni; sintomi non cessano o perdurano per 2 mesi utilizzare Ceftriaxone come sopra ARTRITE : antibioticoterapia di eritema migrante, ma per 30 giorni; sintomi non cessano o perdurano per 2 mesi utilizzare Ceftriaxone come sopra


Scaricare ppt "Dott.ssa Elisabetta Muccioli MALATTIA DI LYME IN ETA PEDIATRICA."

Presentazioni simili


Annunci Google