La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Home visiting Consultori in rete e percorsi di sostegno alla genitorialità Firenze, 14 Dicembre 2012 «…Anche i padri aspettano un figlio» Lesperienza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Home visiting Consultori in rete e percorsi di sostegno alla genitorialità Firenze, 14 Dicembre 2012 «…Anche i padri aspettano un figlio» Lesperienza."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Home visiting Consultori in rete e percorsi di sostegno alla genitorialità Firenze, 14 Dicembre 2012 «…Anche i padri aspettano un figlio» Lesperienza del Gruppo Accompagnamento alla Paternità (GAP)* al Centro Nascita La Margherita AOU Careggi * Mario Landi, Francesco Bulli, Marco Vieri Cenerini, Paolo Dirindelli, Tommaso Fanzone

2 Perché un Gruppo di Accompagnamento alla Paternità: Ruolo e partecipazione del padre come fondamentale per il benessere di sé e delle nuove famiglie ( Fletcher, Silberberg & Galloway, 2004; Wiley, Hoboken & Draper, 2002 ) Una recente metanalisi (tra gli altri, Sarkadi, Kristiansson, Oberklaid & Bremberg, 2008 ) ha evidenziato come il coinvolgimento del padre diminuisce il rischio di problemi comportamentali Avere un figlio come rito di passaggio nella vita adulta: uomo – padre – adulto Diventare genitori oggi: i cambiamenti culturali ( Scabini & Cigoli, 2000 ) – fatherhood culture: uomo non più solo depositario del codice normativo ma anche di quello affettivo

3

4 Percorso storico-psicologico sulla paternità e ridefinizione del ruolo genitoriale. Dal padre- padrone al padre che non cè. La funzione del padre: 1. Padre come guida, tutore delle norme, delle regole sociali da rispettare, dei diritti e dei doveri. 2. Padre come colui che strappa il bambino dalla fusione con la madre e lo aiuta a crescere, a fare il suo ingresso nel mondo esterno Limportanza dei limiti e delle regole: i NO che aiutano a crescere Il padre: lassente inaccettabile (Dr. Francesco Bulli, psicologo)

5 Levoluzione della relazione di coppia prima e dopo la nascita di un figlio (Dr. Marco Vieri Cenerini, psicologo) Criticità nel rapporto di coppia: da coppia a famiglia, da diade a triade, da amanti a genitori Non siamo più soli io e te… Figlio/a Padre Madre

6 La gravidanza paterna (Paolo Dirindelli, medico) Riflessione sul maschile Cosa vuole dire essere uomini oggi… …e uomini in gravidanza oggi La couvade

7 Il padre e la sala parto (Dr. Tommaso Fanzone, psicologo) Scelta di essere presente in sala parto Sala parto e rapporto di coppia Accogliere le preoccupazioni Strumenti e strategie per affrontare la sala parto

8 Nuove dimensioni paterne in gravidanza: lesperienza del Progetto «Anche i padri aspettano un figlio» OBIETTIVO: presentare i dati di una ricerca effettuata con i padri frequentanti il gruppo di accompagnamento alla paternità confrontando i risultati emersi con quanto presente in letteratura MATERIALI E METODI: un questionario su base IRPAG (Ammaniti, Odorisio & Tambelli, 2006) è stato proposto ai padri che hanno frequentato almeno 1 incontro per soli padri 19 items di cui 3 a risposta aperta su preparto, parto e nascita, condizione di coppia, aspettative verso il ruolo di padre e sui bisogni del figlio

9 IL CAMPIONE : N=96 padri, di cui 92 (95.8%) in attesa del primo figlio Età media: 36.6 anni (range:26-49 anni) Oltre l80% ha almeno il diploma di scuola media superiore Settimana media di gravidanza della coppia al momento della compilazione: 30esima (range 8-38) Il 94.8% del campione ha la partner che lavora In oltre il 60% dei casi lattuale gravidanza è stata programmata

10 IL PREPARTO

11 Durante la gravidanza: Padre contenitore-accogliente delle ansie materne per preparare il melieu interno che disponga la donna allascolto e alla risposta alle richieste del neonato Padre come esterno ma non estraneo con il suo carico di emozioni e preoccupazioni spesso non espresse; con le sue fantasie e aspettative Padre che rivisita la sua storia di figlio e si proietta nella dimensione nuova che verrà: confronto con i propri padri o altri modelli di padre

12 Dai risultati del questionario «Come si è sentito quando ha saputo…»

13 « Quanto la partner la fa sentire partecipe di quanto accade in gravidanza?»

14 RAPPORTO DI COPPIA Non saremo più soli io e te… Mi sembra di fare lamore con mio figlio che mi guarda… La gravidanza è un evento sacro che richiede una forma di rispetto nei confronti del figlio nel grembo … ecco che la sessualità passa in secondo piano! La nostra esperienza nei gruppi preparto…

15 Quando non labbiamo potuto fare più, mi sono consolato impennando la mia moto…

16 Dai risultati del questionario… CAMBIAMENTI NELLA VITA: Oltre la metà dei padri (59.4%) riferiscono un cambiamento nella loro vita Di questi, la quasi totalità (90.0%) considera i cambiamenti positivi RELAZIONE DI COPPIA: In circa la metà dei casi (45.8%), il padre riferisce cambiamenti positivi anche nel rapporto con la partner. Solo il 3.1% parla di cambiamenti negativi. Laltra metà dei futuri padri non riferisce cambiamenti.

17 «Potrebbe dire che tra lei e suo figlio si è già creato un rapporto?»

18 ASSISTENZA E SALA PARTO

19 Durante lassistenza al parto: Padre-compagno che condivide un momento che segna linizio di un percorso Padre che sostiene e rassicura la donna durante il travaglio nei momenti di sconforto/stanchezza Padre che diventa padre per la seconda volta (dopo lannuncio della gravidanza) quando realmente vede il figlio nascere e si confronta con i fantasmi della nursery (Freiberg, 1982)

20 Oltre il 60% del campione di padri riferisce di pensarequalche volta al momento del parto Oltre il 90% ha deciso di essere presente in sala parto Circa il 60% ha deciso di assistere al parto perché lo desidera, mentre il 20% lo ha deciso perché ha capito che era importante per la partner Oltre il 60% dei padri in attesa teme di impressionarsi, mentre il 25% non nutre questo timore Dai risultati del questionario…(1)

21 Il 90% crede che si emozionerà molto o moltissimo Oltre il 50% dei soggetti crede che sarà un po capace di aiutare la propria partner Oltre il 50% dei padri in attesa crede che sarà fatto partecipe un po, mentre il 40% crede che lo sarà molto Oltre il 70% teme di sentirsi impreparato un po, contro un 5% che riferisce per niente e il 25% molto omoltissimo Oltre il 55% non teme assolutamente di essere dintralcio durante il parto Dai risultati del questionario…(2)

22 IL RITORNO A CASA

23 Padre nella relazione diretta col bambino (paternage) con un suo portato di contenuti comunicativi sensoriali, percettivi, mimici, sonori… Padre come orizzonte condiviso (Bracconier, 2007) dalla diade madre – bambino Padre della triangolazione, ovvero colui che apre allesterno nella condivisione del percorso di separazione attuato con una qualità di offerte diverse da quelle materne, ma in cooperazione Padre come tenera fortezza nel cui abbraccio il figlio/a trova solido sostegno nel percorso di crescita Padre iniziatore al mondo e alle scoperte Dopo la nascita:

24 « QUALI SONO LE COSE DI CUI AVRÀ PRINCIPALMENTE BISOGNO SUO FIGLIO?»

25 «QUALI SONO LE TRE COSE DI CUI DOVRÀ OCCUPARSI PRINCIPALMENTE IL PADRE DOPO LA NASCITA?»

26 Quali criticità nel periodo prenatale? Sentimenti ambivalenti (partecipazione vs. sentimenti di non realtà; e.g., Draper, 2003; Volta et al., 2006 ) Relazione di coppia ( Finnbogadottir, Svalenius, Person, 2003 ) Formazione di unidentità genitoriale (Habib, Lancaster 2006) Gravidanza della partner come periodo più stressante per luomo (Condon, Boyce, Corkindale, 2004; Strauss, Goldberg, 1999) Riferiscono perlopiù di vivere la gravidanza della partner senza alcun sentimento negativo Non considerano la nascita del figlio una minaccia alla coppia Rispetto al Welcome to the rest of your life, gli uomini si mostrano coscienti della scelta fatta e non si sentono preoccupati delle rinunce future Estraneità rispetto alla couvade Dati letteraturaNostra esperienza

27 Quali criticità nel travaglio e nel parto? Partecipazione del partner in sala sfiora il 90% Sensazione di impotenza, di inutilità, di essere fuori luogo, ansia, orgoglio di essere presenti (Chandler, Field, 1997; Greenhalgh et al., 2000; Jordan, 1990; llgreen et al., 1999; Chapman, 1992) Smarrimento di fronte ad una situazione che non pensavano potesse essere così impegnativa (Chandler, 1997) Forte bisogno di sostegno psicologico (Draper, 1999) Aspetti depressivi nei padri quando lesperienza del parto non è positiva Oltre il 90% dei padri partecipa attivamente al parto Cè la convinzione di poter essere di aiuto pur con le ansie e con la consapevolezza che sarà unesperienza molto forte a livello emotivo Il bisogno di sostegno psicologico non è espresso, ma viene fuori in un contesto facilitatore Limportanza di un ruolo… Un parto igienicamente perfetto Dati letteraturaNostra esperienza

28 Quali criticità nel postparto? I padri vogliono essere coinvolti nella cura del figlio ma possono credere di non avere le conoscenze, le capacità o il giusto supporto per farlo bene (Jordan 1990) Senso di soddisfazione nellacquisizione di precise skills (Mc Veigh, 1999) Mantenere serenità familiare (Mc Veigh, 1999) Riuscire a fare tutto (Barclay, 2000) Sentirsi padri: da rendersi conto di esserlo fino a strutturare il loro ruolo (Mc Veigh, 1999) Pressioni sociali (Mc Veigh, 1999) Importanza della madre (Anderson 1996) Bisogno di rassicurazione Investimento nellacquisizione di abilità Consapevolezza che sarà un periodo faticoso Centralità della madre e sentimenti di esclusione Preoccupazione per la depressione materna Dati letteraturaNostra esperienza

29 Non è difficile diventare padre. Essere padre: questo è il difficile Wilhelm Bosh


Scaricare ppt "Progetto Home visiting Consultori in rete e percorsi di sostegno alla genitorialità Firenze, 14 Dicembre 2012 «…Anche i padri aspettano un figlio» Lesperienza."

Presentazioni simili


Annunci Google