La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il questionario Prof. Giovanni Covassi Macerata, 11 marzo 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il questionario Prof. Giovanni Covassi Macerata, 11 marzo 2010."— Transcript della presentazione:

1 Il questionario Prof. Giovanni Covassi Macerata, 11 marzo 2010

2 Quali strumenti per la ricerca quantitativa Questionario: domande, domande, domande… risposte? Strumenti meccanici ed informatici

3 Gli strumenti meccanici ed informatici Galvanometro Tachistoscopio Eye cameras Meter (TV) Scanner Momento per Momento (MPM)

4 Il questionario è un insieme di domande strutturate, finalizzate ad ottenere risposte corrette, efficaci ed efficienti, relative alle esigenze della ricerca. RICERCA OBIETTIVI BISOGNO INFORMATIVO QUESTIONARIO DOMANDE MEZZO INTERVISTATO DATI Fatti, conoscenze, opinioni, motivazioni. Efficacia ed efficienzaCorrettezza Il questionario

5 Considerazioni preliminari: » Taglio; » Informazioni. Contenuto delle domande; Struttura delle domande; Forma/linguaggio delle domande; Sequenza delle domande; Struttura del questionario; Pre-test. Fasi per la costruzione di un questionario

6 Che tipo di ricerca s'intende effettuare: » Esplorativa; » Descrittiva (puntuale/longitudinale); » Causale. Che tipo di contatto s'intende utilizzare: » Personale; » Telefonico; » Postale » Web. A che target ci si riferisce: » Omogeneo/Eterogeneo; » Ha capacità/cultura; » Livello d’interesse. Considerazioni preliminari: taglio

7 Personale L'intervistatore è fisicamente presente Massimo coinvolgimento possibile Possibilità di approfondimenti Utilizzo di materiale di supporto Massima durata Telefonico L'intervistatore è “lontano” Coinvolgimento se… Possibilità di approfondimenti condizionati Durata limitata Facilità di interruzione Postale L'intervistatore è assente Necessità di semplicità, chiarezza e linearità Compilatore non controllabile Ricercare la disponibilità a rispondere Tempi operativi lunghi Via Web Un mix dei punti precedenti Modalità di contatto

8 PotenzialeDalle ipotesi della ricerca; RealeDa considerazioni su: - Capacità (sa e ricorda); - Volontà (rifiuto/accettazione) a rispondere. Contenuto delle domande

9 Mi sapete dire una qualunque parola italiana che abbia all’interno almeno tre “U”? L’intervistato è in grado di capire la domanda?

10 Per la ricercaRileva risposte impreviste (risponde alle logiche del ricercatore). Rischi di errore nella interpretazione e codifica. Costi e tempi elevati. Richiede intervistatore. Per l'intervistatoreE' semplice, facilita il rapporto. Problemi di registrazione. Per l'intervistatoDivertente, coinvolgente. Introduce ai problemi. Richiede capacit à di esprimersi, facilit à di “ mascheramento ”. VantaggiSvantaggi Struttura delle domande Aperte

11 Per la ricercaRegistra informazioni precise e chiare. Elaborazione poco costosa. Tempi di preparazione molto lunghi. Perdita di dettagli. Per l'intervistatoreFacile e rapida.Spiegazione del reale significato: influenza sull'intervistato. Per l'intervistatoFacile e rapida. Possibilit à di risposte casuali o prevedibili. VantaggiSvantaggi Struttura delle domande Chiuse

12 Usare parole e termini » Semplici; » Chiari; » Con significato univoco. Evitare domande » Guidate; » Con alternative implicite; » Generiche. Forma/linguaggio delle domande

13 Esempio sbagliato : Quale tra le seguenti marche di detersivo preferite ? giusto : Quale tra le seguenti marche di detersivo comprate abitualmente?

14 Esempio sbagliato : Ci sono dipsomani nella sua famiglia? giusto : Ci sono persone che abusano di alcolici nella sua famiglia?

15 Attenzione a: n° di alternative, posizioni indeterminate (non so, altro), ordine delle alternative, forma/linguaggio delle domande. Usare: termini semplici e chiari, di significato univoco. Evitare: domande guidate (con alternative implicite e generiche). La scala di misurazione deve essere esplicita; se implicita deve risultare chiara, univoca e precisa. Struttura delle domande

16 Esempio sbagliato : Quante volte vi dimenticate di riporre i documenti fiscali prima di uscire dallo studio? giusto : Nell'ultima settimana Quante volte vi siete dimenticati di riporre i documenti fiscali prima di uscire dallo studio?

17 Esempio sbagliato : Può dirmi il numero di volte in cui legge gli ingredienti contenuti negli alimenti confezionati? giusto : Leggete spesso, qualche volta o mai gli ingredienti contenuti negli alimenti confezionati ?

18 Il questionario deve seguire l'ordine logico per l'intervistato: Domande interessanti, facili e generiche nell'introduzione; Domande specifiche, delicate, “ pericolose ” nel seguito; Ogni argomento va introdotto e sviluppato; Le domande personali alla fine. Sequenza delle domande L'ordine delle domande è determinabile successivamente.

19 Definire chiaramente gli obiettivi informativi Collegare ogni domanda a uno degli obiettivi informativi Controllare l'ordine delle domande in modo che le risposte alle precedenti non influenzino quelle delle successive Controllare che non vi siano palesi ripetizioni, sovrapposizioni e incoerenze Attribuire ad ogni domanda un valore in termini di informazione ottenibile Prevedere il campo delle risposte possibili Misurare il tempo necessario per la lettura e le risposte Definire una griglia di interpretazione delle risposte Effettuare un test di prima approssimazione sulla comprensibilità delle domande, la durata della compilazione e la capacità di risposta dell'intervistato Definire chiaramente le istruzioni per l'intervistatore o per il compilatore e testare la comprensibilità delle istruzioni 10 regole empiriche


Scaricare ppt "Il questionario Prof. Giovanni Covassi Macerata, 11 marzo 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google