La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Individual Placement and Support: From research to practice Miles Rinaldi Head of Recovery & Social Inclusion Collocazione e Sostegno Individuale: Dalla.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Individual Placement and Support: From research to practice Miles Rinaldi Head of Recovery & Social Inclusion Collocazione e Sostegno Individuale: Dalla."— Transcript della presentazione:

1 Individual Placement and Support: From research to practice Miles Rinaldi Head of Recovery & Social Inclusion Collocazione e Sostegno Individuale: Dalla ricerca alla pratica

2 Sfide Sistemi Nazionali / regionali / locali –Servizi sanitari / sociali / welfare –Risorse del Welfare Miti e pregiudizi –Le persone con disturbi mentali non possono lavorare... –Se lo fanno, andranno incontro a stress e quindi a ricadute... –Il compito dei servizi è proteggere gli individui e la collettività... Innovazioni tecniche a livello locale –Adozione dellapproccio IPS –Prime implementazioni –Persistenza e sostenibilità dellimplementazione

3 Il lavoro come opportunità di partecipazione Ci tiene in rapporto alle comunità a cui apparteniamo e ci permette di parteciparvi attivamente Dà senso e finalità alla nostra vita Conferisce status e identità (la seconda domanda che in genere ci identifica: Come ti chiami? Cosa fai nella vita?) Favorisce i contatti sociali Fa bene alla salute Ci assicura le risorse necessarie per fare altre cose che hanno valore per noi

4 Linserimento lavorativo è un obiettivo realistico Pronto per lavorare? La diagnosi e i sintomi non sono predittivi di un risultato favorevole Aver avuto precedentemente un lavoro è importante, tuttavia i più affidabili predittori di un buon risultato sono il volere e il credere di poter lavorare (Tsang et al, 2000; McDonald-Wilson et al, 2001; Catty et al, 2008) Il lavoro è troppo stressante? In confronto a cosa? Se pensate che il lavoro sia stressante, provate la disoccupazione (Marrone & Golowka, 1999)

5 Molte persone vorrebbero lavorare, ma... In Gran Bretagna solo il 21% degli adulti con disturbi mentali ha un lavoro (Labour Force Survey, 2008) Solo il 16% degli utenti dei servizi di salute mentale ha un lavoro retribuito (National Service User Survey, 2008) In confronto con altre patologie, le persone con disturbi mentali hanno il doppio delle probabilità di perdere il lavoro in seguito allinsorgenza della malattia (Burchardt, 2003)

6 Pregiudizi dei clinici... Uno studio di Marwaha et al (2008) ha dimostrato che: I clinici pensano che, in generale, molte più persone siano in grado di lavorare rispetto a quelle che effettivamente lavorano Tuttavia, 2/3 di essi ritengono che i loro pazienti non siano in grado di lavorare o che al massimo possano svolgere lavori protetti o non retribuiti I clinici considerano una parte essenziale del proprio ruolo quella di aiutare i pazienti ad inseririsi o reinserirsi nel mondo del lavoro, ma sentono di non essere abbastanza competenti in questo campo e di avere scarsa fiducia nei servizi per linserimento lavorativo attualmente disponibili Marwaha et al, 2008

7 Le persone con storie di malattia mentale di lunga durata possono lavorare? Evidenze della ricerca: Le caratteristiche individuali hanno un basso impatto sugli esiti degli inserimenti lavorativi. Pertanto i criteri di esclusione basati sulla impiegabilità o disposizione al lavoro non sono giustificati Laboratori protetti e training per lacquisizione di abilità non costituiscono un aiuto significativo per linserimento lavorativo Cè invece una forte evidenza che adeguate modalità di aiuto alle persone con disturbi mentali possono essere determinanti per ottenere e mantenere un lavoro See, Crowther et al, 2001

8 Individual Placement & Support (IPS) [Collocazione e Supporto Individuale] Non si tratta di un nuovo tipo di intervento E un intervento basato su robuste evidenze della ricerca I risultati di tali ricerche hanno dimostrato in modo consistente che lIPS è 2-3 volte più efficace degli approcci tradizionali (vocational rehabilitation, ecc.) Generalizzazione dei risultati: in USA, Canada; Europa; Hong Kong; Australia; Nuova Zelanda Ricerche recenti stanno dimostrando un evidenza di efficacia nei casi di primo episodio psicotico Sono state realizzate scale di valutazione di fedeltà al modello

9 Individual Placement & Support (IPS) Approccio Place and train anziché train and place... –Focus sullimpiego competitivo come obiettivo primario –Criteri di idoneità basati sulla scelta personale dellutente –Rapida ricerca del lavoro, minimizzando la fase preparatoria –Intervento integrato nel lavoro dellequipe che ha in carico lutente –Attenzione alle preferenze dellutente –Disponibilità del sostegno illimitata nel tempo –Consulenza individuale allutente sulle risorse del welfare (Bond, 2004)

10 Studi controllati sullIPS

11 Studio randomizzato e controllato (RCT) europeo sullIPS (Burns et al. 2007) N=312 partecipanti assegnati in modo randomizzato a: IPS (n=156) o servizi locali di riabilitazione lavorativa (local vocational service) (n=156) Follow up a 18 mesi LIPS si è rivelato più efficace: –Ottenimento del lavoro: 55% (IPS) Vs 28% –NellIPS i partecipanti hanno mantenuto il lavoro più a lungo e guadagnato di più –Nellapproccio tradizionale (vocational) è stato più frequente il drop-out e il ricovero in ospedale (31% vs 20%) –Linserimento lavorativo non ha avuto una influenza negativa sulle condizioni cliniche o sulla frequenza di ricadute

12 Inserimento lavorativo nel primo episodio psicotico Rinaldi et al (2010) First episode psychosis and employment: A review. International Review of Psychiatry 22, 2,

13 Dalla ricerca alla pratica….

14 1 Employment Specialist across 4 teams 0.5 Employment Specialists per CMHT 1 full-time Employment Specialists per CMHT Rinaldi, M. & Perkins, R. (2007) Psychiatric Bulletin 31,

15 Giovani con un primo episodio psicotico Rinaldi et al. (2010) Journal of Mental Health 19, 6,

16 Impatto sulla comunità: un Distretto di Londra Rinaldi, Montibeller and Perkins (In Press) The Psychiatrist.

17 Integrare i servizi per linserimento lavorativo e i servizi territoriali: quali vantaggi? Interventi clinici adeguati Risponde alla preoccupazione che il lavoro abbia una valenza stressante Avvio, mantenimento e comunicazione più efficaci Integrazione delle informazioni relative alle attitudini verso il lavoro nei piani di trattamento Losservazione può trasformarei clinici può essere unoccasione per renderli meno scettici e indifferenti Mantenimento del lavoro Esiti migliori – più persone possono ottenere e mantenere un lavoro Drake et al, 2003

18 Il ruolo dello specialista per linserimento lavorativo Coordina i programmi attitudinali con lequipe psichiatrica territoriale Approccio personalizzato con lutente –Le preferenze dellutente influenzano il percorso riabilitativo Tutte le fasi: –Avvio, valutazione, sviluppo del progetto di inserimento a confronto con le risorse del welfare, curando i bisogni di sostegno durante le fasi di approccio e di mantenimento del lavoro Sviluppo attivo dellimpiego – Collaborazione con i datori di lavoro – approccio individualizzato

19 Implementazione: gli specialisti per limpiego Selezione dello staff Coaching, addestramento e supervisione Sostegno alla gestione interna Monitoraggio degli esiti e produzione di feedback Partnerships Valutazione di processo ed esito –Utilizzo della fedeltà al modello IPS come valutazione di processo e gli esiti dellinserimento come valutazione dellesito

20 Implementazione: oltre gli specialisti per limpiego Cambiamento del comportamento delle equipe di assistenza sanitaria e sociale, e di altre figure-chiave Cambiamento delle strutture organizzative, delle culture e del clima Cambiamento dei sistemi e delle politiche, nonché delle relazioni con i partner esterni Minimizzare lo scarto fra la ricerca e la pratica

21 Fedeltà al modello Gli effetti dellintervento dipendono da come questo viene realizzato I programmi che implementano fedelmente gli elementi – chiave di una pratica basata sullevidenza danno esiti migliori La scala di fedeltà allIPS ha validità predittiva – associazioni positive con gli esiti degli inserimenti lavorativi (see Becker et al. 01, 06; McGrew et al. 05; Burns et al. 07; Bond et al in press). La scala di fedeltà allIPS: il cosa e il come Uno strumento di ricerca ma, cosa ancora più importante, uno strumento di gestione quotidiana

22 Cosa abbiamo appreso Comprendere i bisogni locali Metter in discussione i miti…. Ricadute / ospedalizzazione Integrare uno specialista per limpiego –Uno dei membri del team –Leadership clinica e manageriale –Mantenimento del lavoro e supporto educativo Siate pronti e fate la vostra ricerca! Rinaldi et al (2008) Individual Placement and Support: From research to practice. Advances in Psychiatric Treatment 13,

23 Resistenze e problemi Lavorare con tutti i membri del team: –Una ricerca rapida del lavoro non significa necessariamente che gli utenti si avviino rapidamente al lavoro –Monitoraggio continuo per evidenziare i risultati prodotti dai team, ruolo dei resoconti Utenti e operatori: –Utenti con i bisogni di salute e di assistenza sociale più complessi Lavoro di partnership: –Basato sulle risorse, costruzione di capacità Datori di lavoro : –I datori di lavoro non impiegano la schizofrenia più di quanto non facciano per le cardiopatie… approccio individualizzato Rinaldi et al (2008) Individual Placement and Support: From research to practice. Advances in Psychiatric Treatment 13, 50-60

24 Sfide: i Miti Le persone possono lavorare se ricevono il giusto aiuto e sostegno –Place and train not train and place (Colloca e istruisci non istruisci e colloca) LIPS aiuta più persone a trovare lavoro e aumenta il loro reddito, permette di migliorare in misura maggiore sintomi, benessere, finanze, autostima e relazioni (Cook & Razzano, 2000; Bond, 2001; Leff & Warner, 2006; Becker et al., 2007, Burns and Catty, 2008). Non vi sono evidenze che lIPS aumenti la probabilità di deterioramento clinico, recidive o ospedalizzazioni (Bond et al., 1995; Lehman, 1995; Drake et al., 1996; Drake et al., 1999; Bond et al, 2001; Mueser et al., 2004; Burns et al., 2007)

25 Thank you


Scaricare ppt "Individual Placement and Support: From research to practice Miles Rinaldi Head of Recovery & Social Inclusion Collocazione e Sostegno Individuale: Dalla."

Presentazioni simili


Annunci Google