La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DEFINIZIONE DI PERSONALITA Insieme di caratteristiche che rende le persone luna Insieme di caratteristiche che rende le persone luna diversa dallaltra;

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DEFINIZIONE DI PERSONALITA Insieme di caratteristiche che rende le persone luna Insieme di caratteristiche che rende le persone luna diversa dallaltra;"— Transcript della presentazione:

1 DEFINIZIONE DI PERSONALITA Insieme di caratteristiche che rende le persone luna Insieme di caratteristiche che rende le persone luna diversa dallaltra; diversa dallaltra; Unifica gli aspetti biologici del temperamento e quelli Unifica gli aspetti biologici del temperamento e quelli psichici del carattere, influenzati dall'ambiente; psichici del carattere, influenzati dall'ambiente; Crea anche valori, modelli di comportamento, forme di Crea anche valori, modelli di comportamento, forme di organizzazione sociale in grado di modificare l'ambiente organizzazione sociale in grado di modificare l'ambiente e la stessa personalità. e la stessa personalità.

2 DISTURBI DI PERSONALITA Derivano dai tratti di personalità intesi come modi Derivano dai tratti di personalità intesi come modi costanti di percepire, rapportarsi, pensare nei costanti di percepire, rapportarsi, pensare nei confronti dellambiente e di se stessi; confronti dellambiente e di se stessi; Quando i tratti di personalità causano una Quando i tratti di personalità causano una compromissione funzionale significativa o una compromissione funzionale significativa o una sofferenza soggettiva essi costituiscono disturbi sofferenza soggettiva essi costituiscono disturbi di personalità. di personalità.

3 CLASSIFICAZIONE DEI DISTURBI DI PERSONALITA (DSM IV) Disturbo Paranoide Disturbo Paranoide Disturbo Schizoide Disturbo Schizoide Disturbo Schizotipico Disturbo Antisociale Disturbo Antisociale Disturbo Narcisistico Disturbo Narcisistico Disturbo Borderline Disturbo Borderline Disturbo Istrionico Disturbo Istrionico Disturbo Dipendente Disturbo Dipendente Disturbo Evitante Disturbo Evitante Disturbo Ossessivo- Disturbo Ossessivo- Compulsivo Compulsivo GRUPPO A

4 CLASSIFICAZIONE DEI DISTURBI DI PERSONALITA (DSM IV) Disturbo Paranoide Disturbo Paranoide Disturbo Schizoide Disturbo Schizoide Disturbo Schizotipico Disturbo Schizotipico Disturbo Antisociale Disturbo Antisociale Disturbo Narcisistico Disturbo Narcisistico Disturbo Borderline Disturbo Borderline Disturbo Istrionico Disturbo Istrionico Disturbo Dipendente Disturbo Dipendente Disturbo Evitante Disturbo Evitante Disturbo Ossessivo- Disturbo Ossessivo- Compulsivo Compulsivo GRUPPO B

5 CLASSIFICAZIONE DEI DISTURBI DI PERSONALITA (DSM IV) Disturbo Paranoide Disturbo Paranoide Disturbo Schizoide Disturbo Schizoide Disturbo Schizotipico Disturbo Schizotipico Disturbo Antisociale Disturbo Antisociale Disturbo Narcisistico Disturbo Narcisistico Disturbo Borderline Disturbo Borderline Disturbo Istrionico Disturbo Istrionico Disturbo Dipendente Disturbo Dipendente Disturbo Evitante Disturbo Evitante Disturbo Ossessivo- Disturbo Ossessivo- Compulsivo Compulsivo GRUPPO C

6 DISTURBO PARANOIDE Secondo il DSM IV, è caratterizzato da diffidenza e Secondo il DSM IV, è caratterizzato da diffidenza e sospettosità pervasive nei confronti degli altri, che sospettosità pervasive nei confronti degli altri, che iniziano nella prima età adulta e sono presenti in una iniziano nella prima età adulta e sono presenti in una varietà di contesti, come indicato da quattro (o più) varietà di contesti, come indicato da quattro (o più) dei seguenti elementi: dei seguenti elementi:

7 DISTURBO PARANOIDE 1) sospetto di essere sfruttato, danneggiato o ingannato; 1) sospetto di essere sfruttato, danneggiato o ingannato; 3) riluttanza a confidarsi con gli altri; 3) riluttanza a confidarsi con gli altri; 4) sensazione di umiliazioni o minacce se si ricevono rimproveri; 4) sensazione di umiliazioni o minacce se si ricevono rimproveri; 5) manifestazione costante di rancore; 5) manifestazione costante di rancore; 6) percezione di attacchi al proprio ruolo reagendo con rabbia o 6) percezione di attacchi al proprio ruolo reagendo con rabbia o contrattaccando; contrattaccando; 7) sospetto della fedeltà del coniuge. 7) sospetto della fedeltà del coniuge. 2) dubbio della lealtà o affidabilità degli altri; 2) dubbio della lealtà o affidabilità degli altri;

8 DISTURBO SCHIZOIDE Il DSM IV lo definisce comeuna modalità pervasiva di Il DSM IV lo definisce comeuna modalità pervasiva di distacco dalle relazioni sociali ed una gamma ristretta distacco dalle relazioni sociali ed una gamma ristretta di espressioni emotive, che iniziano nella prima età di espressioni emotive, che iniziano nella prima età adulta e sono presenti in una varietà di contesti, come adulta e sono presenti in una varietà di contesti, come indicato da quattro (o più) dei seguenti elementi: indicato da quattro (o più) dei seguenti elementi:

9 DISTURBO SCHIZOIDE 1) mancanza di relazioni strette; 1) mancanza di relazioni strette; 3) scarso interesse per le esperienze sessuali con un altra persona; 3) scarso interesse per le esperienze sessuali con un altra persona; 4) piacere in poche o nessuna attività; 4) piacere in poche o nessuna attività; 5) mancanza di amici stretti o confidenti; 5) mancanza di amici stretti o confidenti; 6) indifferenza alle lodi o alle critiche degli altri; 6) indifferenza alle lodi o alle critiche degli altri; 7) freddezza emotiva, distacco o affettività appiattita. 7) freddezza emotiva, distacco o affettività appiattita. 2) scelta di attività solitarie; 2) scelta di attività solitarie;

10 DISTURBO SCHIZOTIPICO 1) Idee di riferimento (esclusi i deliri di riferimento) 1) Idee di riferimento (esclusi i deliri di riferimento) 2) credenze strane o pensiero magico, che influenzano il comportamento, e sono in contrasto con le norme subculturali 2) credenze strane o pensiero magico, che influenzano il comportamento, e sono in contrasto con le norme subculturali 3) esperienze percettive insolite; 3) esperienze percettive insolite; 4) pensiero e linguaggio strani (es. circostanziato, iperelaborato) 4) pensiero e linguaggio strani (es. circostanziato, iperelaborato) 5) Sospettosità o ideazione paranoide 5) Sospettosità o ideazione paranoide 6) affettività inadeguata o coartata 6) affettività inadeguata o coartata 7) Comportamento o aspetto strani, eccentrici 7) Comportamento o aspetto strani, eccentrici 8) nessun amico stretto o confidente (eccetto i parenti di primo grado) 8) nessun amico stretto o confidente (eccetto i parenti di primo grado) 9) eccessiva ansia sociale, che non diminuisce con laumento della familiarità, e tende ad essere associata con preoccupazioni paranoidi 9) eccessiva ansia sociale, che non diminuisce con laumento della familiarità, e tende ad essere associata con preoccupazioni paranoidi

11 DISTURBO ANTISOCIALE Il DSM IV lo definisce come un quadro pervasivo di Il DSM IV lo definisce come un quadro pervasivo di inosservanza e di violazione dei diritti degli altri, che inosservanza e di violazione dei diritti degli altri, che si manifesta fin dalletà di 15 anni, come indicato da si manifesta fin dalletà di 15 anni, come indicato da tre (o più) dei seguenti elementi: tre (o più) dei seguenti elementi:

12 DISTURBO ANTISOCIALE 1) incapacità di conformarsi alle norme sociali; 1) incapacità di conformarsi alle norme sociali; 3) impulsività o incapacità di pianificare; 3) impulsività o incapacità di pianificare; 4) irritabilità e aggressività, con scontri o assalti fisici ripetuti; 4) irritabilità e aggressività, con scontri o assalti fisici ripetuti; 5) inosservanza della sicurezza propria e degli altri; 5) inosservanza della sicurezza propria e degli altri; 6) irresponsabilità abituale con incapacità di sostenere unattività 6) irresponsabilità abituale con incapacità di sostenere unattività lavorativa continuativa; lavorativa continuativa; 7) mancanza di rimorso. 7) mancanza di rimorso. 2) disonestà (mentire, usare falsi nomi, o truffare gli altri), per profitto 2) disonestà (mentire, usare falsi nomi, o truffare gli altri), per profitto o per piacere personale; o per piacere personale;

13 DISTURBO NARCISISTICO Il DSM IV lo definisce come un quadro pervasivo Il DSM IV lo definisce come un quadro pervasivo di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), necessità di ammirazione e mancanza di empatia, necessità di ammirazione e mancanza di empatia, che compare entro la prima età adulta ed è presente che compare entro la prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da cinque in una varietà di contesti, come indicato da cinque (o più) dei seguenti elementi: (o più) dei seguenti elementi:

14 DISTURBO NARCISISTICO 1) senso grandioso di importanza; 1) senso grandioso di importanza; 3) sensazione di essere speciale e unico, frequentando solo altre 3) sensazione di essere speciale e unico, frequentando solo altre persone speciali, di classe elevata; persone speciali, di classe elevata; 4) richiesta di eccessiva ammirazione; 4) richiesta di eccessiva ammirazione; 5) sensazione che tutto sia dovuto; 5) sensazione che tutto sia dovuto; 6) sfruttamento delle persone per i propri scopi; 6) sfruttamento delle persone per i propri scopi; 7) mancanza di empatia: incapacità di riconoscere i sentimenti e le 7) mancanza di empatia: incapacità di riconoscere i sentimenti e le necessità degli altri; necessità degli altri; 2) sensazione di potere, fascino, bellezza e amore ideale; 2) sensazione di potere, fascino, bellezza e amore ideale; 8) invidia verso gli altri; 8) invidia verso gli altri; 9) comportamenti o atteggiamenti arroganti e presuntuosi. 9) comportamenti o atteggiamenti arroganti e presuntuosi.

15 IL DISTURBO BORDERLINE Il DSM IV lo definisce come una modalità Il DSM IV lo definisce come una modalità pervasiva di instabilità delle relazioni interpersonali, pervasiva di instabilità delle relazioni interpersonali, dellimmagine di sé e dellumore e una marcata dellimmagine di sé e dellumore e una marcata impulsività, comparse nella prima età adulta e impulsività, comparse nella prima età adulta e presenti in vari contesti, come indicato da uno o presenti in vari contesti, come indicato da uno o più dei seguenti elementi: più dei seguenti elementi:

16 1) sforzi disperati di evitare un reale o immaginario abbandono; 1) sforzi disperati di evitare un reale o immaginario abbandono; 6) rabbia immotivata e intensa o difficoltà a controllare la rabbia; 6) rabbia immotivata e intensa o difficoltà a controllare la rabbia; 2) un quadro di relazioni interpersonali instabili e intense; 2) un quadro di relazioni interpersonali instabili e intense; 3) immagine e percezione di sé marcatamente instabili; 3) immagine e percezione di sé marcatamente instabili; 4) impulsività dannose per il soggetto stesso; 4) impulsività dannose per il soggetto stesso; 5) ricorrenti minacce, gesti, comportamenti suicidari, o 5) ricorrenti minacce, gesti, comportamenti suicidari, o comportamenti automutilanti; comportamenti automutilanti; 8) instabilità affettiva con irritabilità o ansia temporanea; 8) instabilità affettiva con irritabilità o ansia temporanea; 7) sentimenti cronici di vuoto; 7) sentimenti cronici di vuoto; 9) gravi sintomi dissociativi transitori legati allo stress. 9) gravi sintomi dissociativi transitori legati allo stress. IL DISTURBO BORDERLINE

17 DISTURBO ISTRIONICO Il DSM IV lo definisce come un disturbo Il DSM IV lo definisce come un disturbo caratterizzato da "un quadro pervasivo di emotività caratterizzato da "un quadro pervasivo di emotività eccessiva e di ricerca di attenzione, che compare eccessiva e di ricerca di attenzione, che compare entro la prima età adulta ed è presente in una entro la prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da almeno varietà di contesti, come indicato da almeno cinque dei seguenti elementi:" cinque dei seguenti elementi:"

18 1) disagio in situazioni nelle quali non si è al centro dell'attenzione; 1) disagio in situazioni nelle quali non si è al centro dell'attenzione; 2) comportamento sessualmente seducente o provocante; 2) comportamento sessualmente seducente o provocante; 3) espressione delle emozioni mutevole e superficiale; 3) espressione delle emozioni mutevole e superficiale; 4) utilizzo dell'aspetto fisico per attirare l'attenzione su di sé; 4) utilizzo dell'aspetto fisico per attirare l'attenzione su di sé; 5) stile dell'eloquio eccessivamente impressionistico e privo 5) stile dell'eloquio eccessivamente impressionistico e privo di dettagli; di dettagli; 6) autodrammatizzazione, teatralità, ed espressione esagerata 6) autodrammatizzazione, teatralità, ed espressione esagerata delle emozioni; delle emozioni; 7) suggestionabilità; 7) suggestionabilità; 8) eccessiva considerazione delle relazioni. 8) eccessiva considerazione delle relazioni. DISTURBO ISTRIONICO

19 DISTURBO OSSESSIVO - COMPULSIVO Il DSM IV lo definisce come un quadro pervasivo di Il DSM IV lo definisce come un quadro pervasivo di preoccupazione per lordine, perfezionismo, controllo preoccupazione per lordine, perfezionismo, controllo mentale e interpersonale, a spese della flessibilità, mentale e interpersonale, a spese della flessibilità, apertura ed efficienza, che compare entro la prima età apertura ed efficienza, che compare entro la prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da quattro (o più) dei seguenti elementi: indicato da quattro (o più) dei seguenti elementi:

20 DISTURBO OSSESSIVO - COMPULSIVO 1) attenzione per i dettagli, le regole, lordine, lorganizzazione; 1) attenzione per i dettagli, le regole, lordine, lorganizzazione; 3) eccessiva dedizione al lavoro e alla produttività; 3) eccessiva dedizione al lavoro e alla produttività; 4) inflessibilità in tema di moralità, etica o valori; 4) inflessibilità in tema di moralità, etica o valori; 5) incapacità di gettare via oggetti consumati o di nessun valore; 5) incapacità di gettare via oggetti consumati o di nessun valore; 6) riluttanza a delegare compiti o a lavorare con altri; 6) riluttanza a delegare compiti o a lavorare con altri; 7) marcata avarizia; 7) marcata avarizia; 2) perfezionismo che rallenta il completamento dei compiti; 2) perfezionismo che rallenta il completamento dei compiti; 8) manifestazione di rigidità e testardaggine. 8) manifestazione di rigidità e testardaggine.

21 Il DSM IV la definisce una situazione pervasiva Il DSM IV la definisce una situazione pervasiva ed eccessiva di necessità di essere accuditi, che ed eccessiva di necessità di essere accuditi, che determina comportamento sottomesso e determina comportamento sottomesso e dipendente e timore della separazione, che dipendente e timore della separazione, che compare nella prima età adulta ed è presente in compare nella prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da cinque una varietà di contesti, come indicato da cinque (o più) dei seguenti elementi: (o più) dei seguenti elementi: DISTURBO DIPENDENTE DISTURBO DIPENDENTE

22 1) difficoltà a prendere le decisioni quotidiane senza richiedere 1) difficoltà a prendere le decisioni quotidiane senza richiedere consigli e rassicurazioni; consigli e rassicurazioni; 2) trasferimento agli altri delle proprie responsabilità; 2) trasferimento agli altri delle proprie responsabilità; 3) difficoltà ad esprimere disaccordo verso gli altri; 3) difficoltà ad esprimere disaccordo verso gli altri; 4) difficoltà ad iniziare progetti o a fare cose autonomamente; 4) difficoltà ad iniziare progetti o a fare cose autonomamente; 5) ricerca di un compromesso pur di ottenere accudimento e 5) ricerca di un compromesso pur di ottenere accudimento e supporto da altri; supporto da altri; 6) sensazione di disagio quando si è soli per timore 6) sensazione di disagio quando si è soli per timore di essere incapaci di provvedere a se stessi; di essere incapaci di provvedere a se stessi; 7) al termine di una relazione stretta, ricerca urgente di 7) al termine di una relazione stretta, ricerca urgente di unaltra relazione come fonte di accudimento e di supporto; unaltra relazione come fonte di accudimento e di supporto; 8) preoccupazione di essere lasciato a provvedere a se stesso. 8) preoccupazione di essere lasciato a provvedere a se stesso.

23 DISTURBO EVITANTE DISTURBO EVITANTE 1) EVITA ATTIVITà LAVORATIVE CHE IMPLICANO UN SIGNIFICATIVO CONTATTO INTERPERSONALE, POICHE TEME DIESSERE CRITICATO, DISAPPROVATO, O RIFIUTATO 1) EVITA ATTIVITà LAVORATIVE CHE IMPLICANO UN SIGNIFICATIVO CONTATTO INTERPERSONALE, POICHE TEME DIESSERE CRITICATO, DISAPPROVATO, O RIFIUTATO 2) è riluttante nellentrare inrelazione con persone, a meno che non sia certo di piacere; 2) è riluttante nellentrare inrelazione con persone, a meno che non sia certo di piacere; 3) è inibito nelle relazioni intime per il timore di essere umiliato o ridicolizzato; 3) è inibito nelle relazioni intime per il timore di essere umiliato o ridicolizzato; 4) si preoccupa di essere criticato o rifiutato in situazioni sociali; 4) si preoccupa di essere criticato o rifiutato in situazioni sociali; 5) è inibito in situazioni interpersonali nuove per sentimenti di inadeguatezza; 5) è inibito in situazioni interpersonali nuove per sentimenti di inadeguatezza; 6) si vede come socialmente inetto, personalmente non attraente, o inferiore agli altri; 6) si vede come socialmente inetto, personalmente non attraente, o inferiore agli altri; 7) è insolitamente riluttante ad assumere rischi personali o ad ingaggiarsi in qualsiasi nuova attività, poiché questo può rivelarsi imbarazzante; 7) è insolitamente riluttante ad assumere rischi personali o ad ingaggiarsi in qualsiasi nuova attività, poiché questo può rivelarsi imbarazzante;


Scaricare ppt "DEFINIZIONE DI PERSONALITA Insieme di caratteristiche che rende le persone luna Insieme di caratteristiche che rende le persone luna diversa dallaltra;"

Presentazioni simili


Annunci Google