La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME ISCRIZIONI SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO anno scolastico 2014-15.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME ISCRIZIONI SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO anno scolastico 2014-15."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME ISCRIZIONI SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO anno scolastico

2 ESCLUSIVA DELLO STATO CONCORRENTE ESCLUSIVA DELLE REGIONI - norme generali sull ’ istruzione - livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale - principi fondamentali a cui si deve ispirare la legislazione concorrente -istruzione, salva l’autonomia delle istituzioni scolastiche - l’ istruzione e la formazione professionale Art 117 Potestà legislativa nelle materie dell’istruzione e della formazione professionale Competenze ai sensi del Titolo V della Costituzione Incentivare la programmazione territoriale

3 DPR 275/99 Regolamento per l’autonomia, Art8 Il Ministro della Pubblica Istruzione definisce: a)gli obiettivi generali; b) gli obiettivi specifici di apprendimento; c)la quota nazionale dei curricoli e il relativo monte ore annuale; d) l'orario obbligatorio annuale complessivo dei curricoli comprensivo della quota nazionale obbligatoria e della quota obbligatoria riservata alle istituzioni scolastiche; e) i limiti di flessibilità temporale f) gli standard relativi alla qualità del servizio; g) gli indirizzi generali circa la valutazione degli alunni, il riconoscimento dei crediti e dei debiti formativi; h) i criteri generali per l'organizzazione dei percorsi formativi finalizzati all'educazione permanente degli adulti, anche a distanza, da attuare nel sistema integrato di istruzione, formazione, lavoro, sentita la Conferenza unificata Stato-regioni-città ed autonomie locali.

4 DPR 275/99 Regolamento per l’autonomia, Art 8 2. Le istituzioni scolastiche determinano, nel Piano dell'offerta formativa il curricolo obbligatorio per i propri alunni in modo da integrare, a norma del comma 1, la quota definita a livello nazionale con la quota loro riservata che comprende le discipline e le attività da esse liberamente scelte. Nella determinazione del curricolo le istituzioni scolastiche precisano le scelte di flessibilità previste dalla norma.

5 DPR 275/99 Regolamento per l’autonomia, Art 3: il POF 2. Il Piano dell'offerta formativa è coerente con gli obiettivi generali ed educativi dei diversi tipi e indirizzi di studi determinati a livello nazionale a norma dell'articolo 8 e riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale, tenendo conto della programmazione territoriale dell'offerta formativa. Esso comprende e riconosce le diverse opzioni metodologiche, anche di gruppi minoritari, e valorizza le corrispondenti professionalità. 3. Il Piano dell'offerta formativa è elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi generali per le attività della scuola e delle scelte generali di gestione e di amministrazione definiti dal consiglio di circolo o di istituto, tenuto conto delle proposte e dei pareri formulati dagli organismi e dalle associazioni anche di fatto dei genitori e, per le scuole secondarie superiori, degli studenti. Il Piano è adottato dal consiglio di circolo o di istituto.

6 Legge 53 /2003 e Dlgs 59/2004 SISTEMA D’ISTRUZIONE Lo Stato s’impegna a garantire il diritto all'istruzione-formazione per almeno dodici anni o fino al conseguimento di una qualifica entro il 18° anno d’età. Per il raggiungimento di tali obiettivi, il sistema scolastico viene articolato nella scuola dell'infanzia (durata 3 anni), nel primo ciclo di istruzione (durata 8 anni) e nel secondo ciclo di istruzione (durata 4 o 5 anni). OBBLIGO SCOLASTICO FINO A 16 ANNI

7 IL NUOVO OBBLIGO SCOLASTICO E’ finalizzato a conseguire un diploma di scuola secondaria di 2° grado o una qualifica di durata, almeno triennale, entro il 18° anno di età; L’età per l’accesso al lavoro è elevata a 16 anni; Rimane il regime di gratuità!

8 D. L. 137del 1 settembre 2008 Art 1. Si istituisce “Cittadinanza e Costituzione” come disciplina all’interno dell’area storico- geografica Nell’art 2 introduce il voto in comportamento espresso in decimi specificando che “La votazione sul comportamento degli studenti, attribuita collegialmente dal consiglio di classe, concorre alla valutazione complessiva dello studente e determina, se inferiore a sei decimi, la non ammissione al successivo anno di corso o all'esame conclusivo del ciclo.”

9 Decreto Legge 137 settembre 2008 L’art 3 reintroduce la valutazione in decimi per il rendimento scolastico per primaria e secondaria. Comma 3. Sono ammessi alla classe successiva, ovvero all'esame di Stato a conclusione del ciclo, gli studenti che hanno ottenuto un voto non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline.”

10 Regolamento di Istituto Il Consiglio d’Istituto emana regolamenti interni che definiscono diritti e doveri nel rapporto tra scuola, studenti e genitori, come ad esempio i comportamenti a scuola. Il nostro regolamento è disponibile sul sito

11 Curricolo di Istituto Comprende: Traguardi di sviluppo delle competenze alla 5° della scuola primaria e 3° secondaria di 1° grado Obiettivi di apprendimento per tutte le classi e di tutte le discipline Indicatori per la valutazione del comportamento Stiamo lavorando per il nuovo Curricolo d’Istituto dopo il dimensionamento e con le Nuove indicazioni Nazionali

12 Regolamento 1°ciclo: Formazione classi Non meno di 18 alunni e non più di 27 fino a 28 tranne edifici che non garantiscano l’accoglimento Le classi che accolgono alunni disabili possono essere costituite con un numero inferiori di iscritti a seconda dei casi

13 Scuola Secondaria I° grado Tempo scuola normale ORDINARIO (orario obbligatorio): (29 ore settimanali + 1 ore di materie letterarie) Tempo PROLUNGATO: 36 ore comprensive di mensa.  in base alle domande delle famiglie  compatibilmente con le risorse di organico  con attività anche in orario pomeridiano  con servizi e strutture idonee

14 ORE SETTIMANALI PER DISCIPLINA

15 IC Montegrotto Terme Scuola Vivaldi – Montegrotto : Tre corsi tempo normale, 30 ore su orario antimeridiano da lunedì al sabato. Due corsi a tempo prolungato a 36 ore su orario da lunedì a sabato con due pomeriggi comprensivi di mensa (martedì – giovedì) Scuola Facciolati – Torreglia: Due o tre corsi a tempo normale, 30 ore su orario antimeridiano dal lunedì a sabato.

16 L’insegnante di sostegno 1 docente ogni 2 alunni diversamente abili circa calcolato su tempo normale (per tempo pieno richiesta risorse aggiuntive non assicurate) PRESENTARE CERTIFICAZIONE ULSS CON DOMANDA D’ISCRIZIONE

17 Alunni con DSA Per alunni che presentano Disturbi d’Apprendimento Specifico (Dislessia, Disgrafia, Discalculia, Disortografia) deve essere presentata CERTIFICAZIONE ULSS O ENTI ACCREDITATI

18 SEGNALAZIONI E’ importante segnalare problemi di salute, allergie o necessità di portare farmaci a scuola Modulistica sul sito da presentare in segreteria Procedura già attiva Formazione dei docenti e del personale ATA

19 COMUNICAZIONI scuola -famiglia E’ importante garantire la comunicazione rispetto a tutte le situazioni che vive il bambino: Familiari, Di apprendimento Di salute altro

20 Attività alternativa alla religione Inserimento in altra classe Attività alternative con percorso e valutazione Possibilità di andare a casa

21 Uscita autorizzata Norme di vigilanza da Codice Civile Responsabilità e compiti della scuola Responsabilità della famiglia Autorizzazione della famiglia valutando: Percorso casa-scuola: condizioni ambientali e contesto caratteristiche personali dell’alunno Più avanti chiederemo Modulo delega ritiro allievi

22 FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi, siano esse di scuola primaria o di scuola secondaria di 1° grado, seguono un preciso iter che vede impegnati i docenti degli anni ponte in una riflessione ed una decisione comune.

23 Dal Consiglio di Istituto: criteri formazione delle classi 1e 1 - Criteri condivisi rispetto alla scelta del tempo scuola, normale o prolungato: 2 - Composizione equilibrata del gruppo classe secondo: Composizione maschi/ femmine Livelli di apprendimento Casi particolari che richiedono attenzione specifica (segnalazione Ulss o simili) Indicazioni delle docenti di scuola primaria Equilibrio socio-dinamico e relazionale

24 3 -Criteri condivisi rispetto alle preferenze: La scelta della seconda lingua straniera non costituisce elemento per suddivisione immediata delle classi ma viene valutata in un secondo momento e, se possibile, accolta. Segnalazioni delle famiglie riguardanti gravi e conclamate situazioni Segnalazioni delle famiglie rispetto forti incompatibilità

25 Iscrizioni Dal 3 febbraio al 28 febbraio Informazioni reperibili tramite: Scuola in chiaro (MIUR) Riunioni per presentazioni alle famiglie Scuole aperte: sabato 8 febbraio Supporto della segreteria Tutti i documenti su nostro sito

26 Iscrizioni on-line Tramite sito del MIUR Si va a Possibilità di avere informazioni su tutte le scuola d’Italia su Scuola in chiaro o su nostro sito per le nostre scuole

27 Iscrizioni on-line Dal 27 gennaio è attiva l’iscrizione on-line per i genitori Serve registrazione come utenti al Miur con mail personale Poi scelta della scuola/plesso e modello iscrizione corrispondente (ogni plesso ha una domanda specifica) e scelta tempo scuola Tre scuole come opzioni di scelta in successione Reperire codice meccanografico dei plessi (nostro sito o scuola in chiaro) Compilazione, invio e ricevuta avvenuta domanda

28 Supporto segreteria la segreteria è disponibile per il supporto a chi non ha pc o accesso a rete negli orari di ricevimento:8-9, 12:30-13:30, (da lun al sabato tranne sabato pomeriggio) Personale sempre disponibile al telefono per informazioni specifiche (ad es codice meccanografico del plesso/scuola) Non aspettare ultimi giorni!!!

29 Dopo le iscrizioni… Dal 28 febbraio accettazione delle domande stesura eventuali comunicazioni tramite sito della scuola Se non c’è posto in un plesso si rimanda alla seconda scelta Il genitore viene avvisato su mail indicata o al telefono Eventuali comunicazioni per perfezionamento domanda a maggio-giugno (foto, bollettino contributi volontari, date inizio scuola, orari, autorizzazione uscita, delega, ecc)

30

31 ATTIVITA’ DEL POF Progetto Biblioteche Multimediali e Promozione Lettura Attività di accoglienza degli alunni nelle sedi delle biblioteche scolastiche Incontri con l’autore e animazione della lettura in collaborazione con le Biblioteche Civiche Mostre del libro e partecipazione a concorsi letterari di vario genere Attività di ricerca e utilizzo delle informazioni nella biblioteca multimediale

32 Progetto Lingue Comunitarie Inglese per tutti dal 3° anno della scuola dell’infanzia Inglese, francese e tedesco alla scuola secondaria Attività di madrelingua inglese (scuola primaria) e di inglese, francese e tedesco (scuola secondaria)

33 Progetto Orientamento Attivazione di percorsi formativi finalizzati allo sviluppo delle capacità di autovalutazione e autoprogettazione nelle classi della scuola secondaria Attività per favorire una scelta consapevole nella prosecuzione degli studi, anche con l’intervento di esperti esterni (somministrazione di test - colloqui individuali e collettivi con i genitori) rivolte agli alunni del 3^ anno della scuola secondaria Progetto “Conosci il tuo territorio” Attività finalizzate alla scoperta delle caratteristiche peculiari del territorio termale-euganeo dal punto di vista storico, architettonico, geologico, ambientale e socio- economico. E' rivolto a tutti gli alunni delle scuole primarie e secondarie.

34 Stagione Culturale dei Ragazzi Rassegna culturale al cui interno sono presenti le diverse espressioni della creatività artistica finalizzata a promuovere l’interazione tra il linguaggio verbale e quello del corpo, tra la musica e il gesto Progetto musica Attività propedeutica per l’utilizzo del flauto dolce alla scuola primaria o laboratori musicali. Attività di approfondimento musicale alla scuola secondaria (gruppi musicali, coro, gruppo rock)

35 Progetto Sport Attività ludico-motoria alla scuola dell’infanzia. Alfabetizzazione motoria e gioco sport alla scuola primaria. Giochi Sportivi Studenteschi a livello di istituto o nelle fasi provinciali/regionali alla scuola secondaria. Progetto Arte Attivazione di laboratori espressivi di tipo grafico - pittorico - plastico. Partecipazione a concorsi. Realizzazione di mostre di fine anno Altre attività Educazione stradale, educazione nutrizionale, giochi matematici, visite e viaggi di istruzione, recital, saggi e concorsi. Realizzazione di progetti di plesso

36 ALTRE ATTIVITA’ DEL POF Utilizzo laboratori e LIM per didattica multimediale Attività di recupero oltre l’orario scolastico Coordinamento con le attività del Comune Attività in Rete per alunni disabili e per alunni stranieri E molto altro…

37 Collaborazioni attive Amministrazione comunale Carabinieri e polizia locale Servizi distretto sanitario Parrocchie Comitato genitori Associazioni del territorio Sponsor

38 Per ulteriori informazioni… Curricolo d’Istituto Pof e progetti Regolamento Modulistica utile Mail e siti dei plessi… Consulta il sito


Scaricare ppt "ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME ISCRIZIONI SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO anno scolastico 2014-15."

Presentazioni simili


Annunci Google