La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Emorragie digestive DEFINIZIONI

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Emorragie digestive DEFINIZIONI"— Transcript della presentazione:

1 Emorragie digestive DEFINIZIONI
Emissione di sangue rosso o nero col vomito EMATEMESI MELENA Emissioni di feci nere, liquide, maleodoranti (dopo degradazione del sangue) MELENA ROSSA Emissione massiva di sangue rosso vivo dal retto EMATOCHEZIA Emissione di sangue da retto, rosso vivo o più scuro, da solo o misto a feci o coaguli SANGUE OCCULTO Rilevato solo con test chimici sulle feci

2 Emorragie digestive ELEMENTI UTILI ALLA LOCALIZZAZIONE DEL SANGUINAMENTO
Tratto digestivo superiore (sopra ligamento Treitz) EMATEMESI (da sola o con altre manifestazioni) Tratto digestivo superiore Tratto prossimale tenue Raramente colon prossimale MELENA Emorragia massiva del tratto digerente superiore MELENA ROSSA EMATOCHEZIA Tratto digestivo inferiore

3 Emorragia digestiva Inquadramento del paziente
Valutazione della perdita ematica e stabilizzazione del paziente Diagnosi della fonte di sanguinamento Trattamento dell’emorragia farmacologico endoscopico chirurgico ?

4 Emorragia digestiva Inquadramento del paziente
Pallore cutaneo, agitazione psicomotoria, tachicardia Ipotensione ortostatica (- 10 mmHg da clino a orto Shock Pericolo di shock - 20% volemia - 40% volemia

5 Emorragia digestiva Inquadramento del paziente
Feci nere 50 ml ml 100 ml ml > ml attivazione peristaltica Melena nera Melena rossa

6 Emorragia digestiva Ripristino delle perdite ematiche
Ipotensione severa Shock ipovolemico Hb < 7 mg/dl Emazie concentrate Plasma expanders Plasma fresco Età avanzata Coesistenza di patologie a rischio Anemia cronica pre-esistente

7 Emorragia digestiva Diagnosi della fonte di sanguinamento
Endoscopia digestiva Radiologia Medicina nucleare Video capsula

8 EMORRAGIA DEL TRATTO DIGESTIVO SUPERIORE Classificazione della lesione
F1A EMORRAGIA A GETTO F1B EMORRAGIA A NAPPO F2A VASO VISIBILE F2B COAGULO ADESO F2C BASE NERASTRA F NON STIGMATE DI SANGUINAMENTO Forrest ‘74

9 FORREST 1A

10

11

12

13 EMORRAGIA DEL TRATTO DIGESTIVO SUPERIORE Indici prognostici
Risanguinamento (%) F2A F2B F2C F3 51 41 5 Fleischer ‘92

14 Emorragia digestiva Diagnosi della fonte di sanguinamento
Angiografia diagnosi di fonte di sanguinamento massivo (sedi non raggiungibili con endoscopia) diagnosi di lesione post-sanguinamento (anomalie vascolari)

15 Emorragia digestiva Diagnosi della fonte di sanguinamento
Medicina nucleare Emazie marcate con tecnezio 99m - diagnosi di fonte di sanguinamento a bassa portata (sedi non raggiungibili con endoscopia) sensibilità 70% / specificità 60% diagnosi di diverticolo di Meckel (mucosa gastrica ectopica)

16 Emorragia digestiva Diagnosi della fonte di sanguinamento
Videocapsula - diagnosi di fonte di sanguinamento in atto o pregresso (sedi non raggiungibili con endoscopia) capacità di individuare lesioni vascolari piatte / piccole dimensioni EGDS e colonscopia ripetutamente non diagnostiche

17 Emorragia digestiva Cause di sanguinamento digestivo superiore
Ulcera duodenale % Gastropatia erosiva % Ulcera gastrica % Varici esofagee % Mallory-Weiss % Esofagite % Duodenopatia erosiva % Neoplasia % Miscellanea %

18

19 Emorragia digestiva Recidiva di sanguinamento digestivo superiore e mortalità
Recidiva % Mortalità Varici esofagee Neoplasie gastriche Ulcera peptica

20 Emorragia digestiva Cause di sanguinamento digestivo inferiore
NEOPLASIE Raramente causano emorragia acuta Più frequentemente inducono perdita occulta DIVERTICOLOSI 50% dei casi di sanguinamento gastrointestinale “basso” severo Non preceduta da dolore Abbondante 80% dei casi: cessa spontaneamente 20% dei casi: terapia chirurgica urgente

21 Emorragia digestiva Cause di sanguinamento digestivo inferiore
Episodi intermittenti Sangue rosso vivo su feci o salvietta EMORROIDI Associato a evacuazioni DIVERTICOLO DI MECKEL Bambini / giovani ANGIODISPLASIA Anziani POLIPI DEL COLON PATOLOGIA ISCHEMICA MAL. INFIAM. INTESTINALI FISTOLE ARTERO-ENTERICHE INTUSSUSCEZIONE Neonati / bambini

22 Emorragia digestiva Trattamento
Farmacologico vasopressina somatostatina octreotide Endoscopico Radiologico embolizzazione arteriosa Chirurgico

23 Emorragia digestiva non da varici Emostasi endoscopica
METODICA INIETTIVA (adrenalina, polidocanolo, NaCl) COAGULAZIONE laser (nd-YAG) Argon gas ELETTROCOAGULAZIONE monopolare bipolare (bicap) HEATER PROBE METODI MECCANICI clips colla di fibrina

24

25 Emorragia digestiva superiore da ipertensione portale Trattamento
Farmaci vaso-attivi varici esofagee / gastriche gastropatia congestizia portale Emostasi meccanica (Sengstaken-Blakemore) varici esofagee / fondo gastrico in emergenza Scleroterapia endoscopica sanguinamento in atto da varici esofagee Legatura endoscopica varici esofagee / gastriche

26 ESOPHAGEAL BALLOON TAMPONADE

27 Secondary prophylaxis of variceal bleeding Band ligation

28 Trans-jugular intra-hepatic porto-systemic shunt TIPS

29 End-to-side portacaval Side-to-side portacaval
TYPES OF SHUNTS NONSELECTIVE SHUNTS SELECTIVE SHUNTS End-to-side portacaval Side-to-side portacaval Distal spenorenal

30

31

32 EMORRAGIA NON DA VARICI Trattamento endoscopico
RIDUZIONE RECIDIVE (da 93 a 23%) RIDUZIONE MORTALITA’ (da 10 a 7%) RIDUZIONE INTERVENTI (da 57 a 11%)

33 Emorragie digestive CAUSE E CONDIZIONI CLINICHE ASSOCIATE
GASTRITE EROSIVO-EMORRAGICA 16-23% dei casi di sanguinamento gastrointestinale Causa rara (3%) di emorragia massiva Farmaci (FANS, Citostatici) Stress (Sepsi, Shock, Ustioni, Chirurgia) Alcool

34

35

36

37 MALLORY - WEISS

38

39 Gastropatia ipertensiva Varici colon o piccolo intestino (rare)
Emorragie digestive CAUSE E CONDIZIONI CLINICHE ASSOCIATE IPERTENSIONE PORTALE Frequenza: % dei casi di sanguinamento gastrointestinale Varici esofagee Varici gastriche Gastropatia ipertensiva Varici colon o piccolo intestino (rare)

40 VARICI ESOFAGEE LA MORTALITA’ PER OGNI EPISODIO DI RISANGUNAMENTO RAGGIUNGE IL 50% Graham ‘81

41 EMORRAGIA VARICI ESOFAGEE Storia naturale
40% cirrotici sanguina da varici 30% recidiva a breve termine (6 sett.) 40% decede a breve termine (6 sett.) 60% decede entro un anno

42 EMORRAGIA DA VARICI ESOFAGEE
ARRESTO DEL SANGUINAMENTO ACUTO PREVENZIONE RECIDIVE EMORRAGICHE PREVENZIONE PRIMO SANGUINAMENTO

43 Emorragie digestive SCLEROTERAPIA PER VIA ENDOSCOPICA
PROCEDURA In emergenza: emostasi In seguito: sedute settimanali per eradicare COMPLICANZE Ulcere, Stenosi, Perforazione, Sanguinamento, Risentimenti pleurici, Mediastiniti, Febbre, Dolore toracico

44

45

46 Secondary prophylaxis of variceal bleeding Ligation vs Ligation + Sclerotherapy
Before completion of treatment 25% of patients will rebleed Combined technique could lead to more rapid eradication Sclerotherapy could complete eradication by treating small varices

47 Variceal eradication after bleeding
Endoscopic Sclerotherapy ? Endoscopic Band Ligation ?

48 LEGATURA VARICI ESOFAGEE VANTAGGI
COMPLICANZE N. SEDUTE PER ERADICAZIONE FACILITA’ ESCUZIONE METODICA

49

50

51 Secondary prophylaxis of variceal bleeding Sclerotherapy vs Band ligation
Achieves variceal obliteration faster and in fewer sessions ( vs ) No difference in mortality rate De Franchis R & Primignani M. Sem Liver Dis, 1999

52

53

54 Secondary prophylaxis of variceal bleeding Sclerotherapy vs Band ligation
Is associated with lower rate of rebleeding and local complications May treat gastric varices Has a lower rate of development of portal gastropathy Sarin SK et al. J Hepatol 1997

55

56 SCLEROSI VARICI ESOFAGEE Terapia in elezione
LA RECIDIVA EMORRAGICA DOPO ERADICAZIONE SI VERIFICA NEL 10.6% CIRCA DEI PAZIENTI Terblanche ‘89

57

58 EMORRAGIA DA VARICI Risultati trattamento
CHIRURGICO * ENDOSCOPICO ARRESTO EMORRAGIA + + + + + PREVENZIONE RECIDIVE + + + + + _ MORTALITA’ = * ENCEFALOPATIA INSUFF. EPATICA

59 Emorragie digestive ALTRI METODI
LEGATURA ENDOSCOPICA DELLE VARICI RADIOLOGIA INTERVENZIONALE Sclerosi Shunt portosistemico intraepativo percutaneo (TIPS) TRATTAMENTO CHIRURGICO Shunts portosistemici (Porto-cavale,Spleno-renale, Meso-cavale, Spleno-renale distale) Interventi di devascolarizzazione Trapianto di fegato

60 Emorragia digestiva GOALS DELL’ENDOSCOPIA
Diagnosi della fonte di sanguinamento Emostasi endoscopica quando vi siano le appropriate condizioni

61 VASO VISIBILE

62

63

64


Scaricare ppt "Emorragie digestive DEFINIZIONI"

Presentazioni simili


Annunci Google