La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione “Project Work” a.a. 2009/10 Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Facoltà di Lettere e Filosofia Prof.ssa Claudia M. Golinelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione “Project Work” a.a. 2009/10 Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Facoltà di Lettere e Filosofia Prof.ssa Claudia M. Golinelli."— Transcript della presentazione:

1 Lezione “Project Work” a.a. 2009/10 Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Facoltà di Lettere e Filosofia Prof.ssa Claudia M. Golinelli

2 Organizzazione lavori di gruppo o Gruppi di lavoro: inviare modulo di iscrizione via e- mail entro martedì prossimo. Richiedere via allegati progetto.Richiedere via o Lezioni tutoraggio: o martedì 30 novembre aula T29 ore o lunedì 7 dicembre aula T12A ore o lunedì 14 dicembre aula T12A ore o lunedì 21 dicembre aula T12A ore o Consegna lavori di gruppo: 3 gennaio 2010, solo via . o o Recupero lezione Impresa congressuale: o martedì 1 dicembre aula T29 ore

3 Patrimonio culturale periferico Punti di forzaPunti di debolezza Elevata numerosità delle strutture Varietà dell’offerta culturale Continuità temporale Ridotta dimensione delle strutture Parcellizzazione dell’offerta Scarsa fruibilità del patrimonio Limitato livello di collaborazione

4 Creazione di Valore Visitatori Comunità del territorio Soggetti gestori Enti regolatori Valorizzazione Patrimonio Culturale

5 Creazione di Valore Esperienza positiva Sviluppo sostenibile Efficienza ed efficacia Attuazione della norma Valorizzazione Patrimonio Culturale

6 Principi guida Valorizzazione o Duplice prospettiva di valutazione dei progetti: o Ritorno Sociale o Ritorno Economico o Risultati concreti e visibili in un arco temporale di breve medio-periodo: o Esigenza di ritorni tempestivi degli investimenti sia per i finanziatori privati che (soprattutto) per quelli pubblici o Innesco meccanismi imitativi o Competitività quale parametro della sostenibilità nel tempo dei progetti: o Binomio soddisfazione-efficienza

7 Individuazione tematismi territoriali Definizione master plan Ideazione prodotti turistici Sviluppo piano di marketing Processo di valorizzazione

8 Concetto di tematismo

9 Individuazione tematismi o Analisi delle risorse potenziali fattori di attrazione a carattere culturale per visitatori e turisti o Verifica dei tratti distintivi delle risorse individuate o Valutazione del livello quali-quantitativo dei servizi offerti per la fruizione delle risorse culturali o Definizione dei tematismi d’area: o massimizzazione potenziale di attrazione o minimizzazione investimenti/costi per accessibilità e fruibilità patrimonio culturale

10 Tematismo: Scelta risorse Matrice della Tipicità

11 Tematismo: Scelta risorse Matrice del livello dell’Offerta

12 Tematismo: Scelta risorse Matrice della rilevanza strategica dei fattori di attrazione

13 Tematismo: compiti gruppi di lavoro 1.Individuare le risorse naturali e antropiche su cui fondare il tematismo: o Mappare le risorse (culturali materiali/immateriali; naturali; capitale fisico musealizzato da mettere a sistema) o Attribuire un ruolo alle risorse rilevate (tipicità/offerta/rilevanza strategica): scegliere le risorse da trasformare in attrattori o Definizione del tematismo (vedi scheda 5 allegato Project Work) 2.Definire i Comuni da coinvolgere nel progetto Pay-Off ………………………………………………………………… Descrizione Tematismo …………………………………………………………………… …………………………. Polarità (Concetti Chiave) I concetti chiave del nostro tematismo sono:  …..;  ….. Finalità Scelta Tematismo Si è scelto di valorizzare le risorse naturali di cui il territorio è ricco in quanto:  …..;  …... Strategia di Fondo Si è scelta una strategia di destination management di tipo:  Strategia o Strategia 2 o Strategia 3;  Perché……… DENOMINAZIONE Comune 1 Comune 2 Comune …

14 Master Plan (1/2) Documento programmatico in grado di collegare in maniera sistemica i diversi interventi necessari a riposizionare le risorse del territorio. Contenuti base: o Elenco progetti da realizzare o Schema di definizione delle priorità tra progetti o Descrizione del ruolo degli attori nei progetti o Descrizione tipologia strumenti per ciascun progetto o Elenco obiettivi (risultati e tempi) per ciascun progetto

15 Master Plan (2/2) Predisposizione Master Plan: o Creazione mappa dei progetti o Valutazione dei singoli progetti (impatto/vincoli) o Analisi degli attori (competenze) o Analisi tecnica degli strumenti e individuazione investitori da coinvolgere o Creazione della tavola degli obiettivi (risultati attesi/tempi di realizzazione)

16 Master Plan: Esempio Lazio Limiti valorizzazione turistica patrimonio culturale periferico: o Limitata accessibilità del capitale fisico o Limitata accessibilità intellettuale al patrimonio culturale o Mancanza/carenza di servizi di accoglienza al pubblico o Assenza di servizi accessori o Carenza nei servizi della mobilità infra-territoriale

17 Master Plan: Esempio Lazio Tipologia di interventi: 1.Recupero capitale fisico e miglioramento accessibilità fisica del patrimonio culturale 2.Miglioramento accessibilità intellettuale del patrimonio culturale 3.Sviluppo dei servizi di accoglienza 4.Sviluppo dei servizi accessori 5.Supporto alla mobilità infra-territoriale

18 Esempio Mappa dei Progetti Master Plan

19 Esempio Scheda progetto

20 Master Plan: Esempio Lazio

21 Master Plan: compiti gruppi di lavoro 1.Delineare, in via di massima, la mappa dei progetti (struttura di massima del master plan) 2.Dettagliare i 2 progetti ritenuti più importanti N.1 Nome del sottoprogetto …………………………………………………………………………….. Fine…………………………………………………………………………….. Obiettivi …………………………………………………………………………….. Descrizione Il progetto verrà articolato in diverse fasi: 1.…; 2.…; 3.…; 4.…; 5.…. Competenze richieste  Esperti in ….;

22 Ideazione prodotto turistico oProdotto turistico: oCombinazione di risorse (culturali, naturali, musealizzate; servizi ricettivi, intrattenimento, mobilità, ecc.) in grado di soddisfare i bisogni di specifici target. Fattori di Attrazione Prodotti Turistici Tematismi Master Plan Mktg Plan Risorse Culturali Risorse ricettività Risorse …

23 Ideazione prodotto turistico

24 Prodotto turistico: Sintesi

25 Sviluppo piano di marketing Finalità: oVisibilità oEnfatizzare differenze dai concorrenti oContenere costi oSpecializzare le azioni di comunicazione rispetto ai vari target Strumenti: oCognitivi (Brand) oPrincing, Promotion, Distribuzione oCo-marketing

26 Prodotto turistico: Scheda target

27 Prodotto turistico: Scheda ricettività

28 Caratteristiche attualiCaratteristiche necessarie Risorse culturali materiali Risorse culturali immateriali Risorse naturali Risorse di capitale fisico culturale musealizzato Prodotto turistico: Scheda risorse inserite

29 Struttura del piano di marketing d’area Politiche di distribuzione - Intensiva - Selettiva - Esclusiva Co-marketingcon eventi culturaliCo-marketing Azioni promozionali - Promozione incrociata - Comunicazione via web - Segnaletica sul territorio Azioni promozionali - Promozione incrociata - Comunicazione via web - Segnaletica sul territorio Politiche di differenziazione del prezzo - Bundling - Versioning - Prezzi civetta Politiche di differenziazione del prezzo - Bundling - Versioning - Prezzi civetta Brand e segni distintivi

30 Prodotto turistico: Scheda piano mktg

31 Strategie di distribuzioneDescrizione degli strumenti Distribuzione Tipologia eventiEventi scelti Co-Marketing Prodotto turistico: Scheda piano mktg

32 Allegati Da chiedere via o File excel: Attori GAL VerLA o File excel: Attori GAL Ernici Simbruini o File excel: Attori GAL Terre Pontine e Ciociare


Scaricare ppt "Lezione “Project Work” a.a. 2009/10 Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Facoltà di Lettere e Filosofia Prof.ssa Claudia M. Golinelli."

Presentazioni simili


Annunci Google