La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SECOND PRIMARY CANCER AND FAMILIAL CANCER SYNDROME Rome 27th January 2012 II Session: FAMILIAL CANCER SYNDROMES Diagnosis and management of familial colorectal.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SECOND PRIMARY CANCER AND FAMILIAL CANCER SYNDROME Rome 27th January 2012 II Session: FAMILIAL CANCER SYNDROMES Diagnosis and management of familial colorectal."— Transcript della presentazione:

1 SECOND PRIMARY CANCER AND FAMILIAL CANCER SYNDROME Rome 27th January 2012 II Session: FAMILIAL CANCER SYNDROMES Diagnosis and management of familial colorectal cancer V. Stigliano Istituto Nazionale Tumori Regina Elena Roma

2

3 SOGGETTI A RISCHIO per CRC EREDITARIO

4 AMBULATORIO DEDICATO GESTIONE MULTIDISCIPLINARE AMBULATORIO DEDICATO TE V Stigliano L Sanchez Mete MMG ONCOLOGO CHIRURGO ENDOSCOPISTA LABORATORIO DIAGNOSTICA MOLECOLARE A Martayan ANATOMIA PATOLOGICA M Diodoro, B Casini PSICONCOLOGIA A Caruso

5 STEP 1 Colloquio con soggetti a rischio e eventuali familiari Consenso informato Albero genealogico (almeno 3 generazioni) Valutazione del rischio (criteri clinici e modelli predittivi) Proposta screening molecolare tissutale / test genetico ove indicato AMBULATORIO DEDICATO CONSULENZA GENETICA STEP 2 Consegna referti test genetico e relazione conclusiva Programma di follow-up nei soggetti affetti Proposta di screening nei familiari di I grado

6 TEST GENETICO E COUNSELLING Comprensione della patologia e della necessità di programmi di sorveglianza adeguati Maggiore aderenza ai programmi di sorveglianza Evitare una sorveglianza ECCESSIVA o INUTILE Coinvolgimento del paziente nelle opzioni di profilassi chirurgica e non

7 Lindagine genetica: Stesura del referto

8 Sindrome di Lynch Relazione clinica

9

10 S. LYNCH Criteri di Amsterdam II Almeno tre casi di cancro che rientrano nello spettro della S di Lynch (cancro del colon, cancro dellendometrio, tenue, uretere o pelvi), di questi uno deve essere parente di I°grado degli altri due Almeno due generazioni affette Almeno un caso con età <50 anni 1999

11 S. LYNCH Linee Guida di Bethesda revisionate Soggetto affetto da CRC di età < 50 anni Presenza di CRC o altri tumori correlati alla sindrome sincroni o metacroni, indipendentemente dalletà CRC con fenotipo MSI-H diagnosticato in soggetto con età <50 anni Paziente con CRC ed un parente di I grado con tumori associati alla LS, con uno dei cancri in età <50 anni Paziente con CRC con due o più parenti di I grado con tumori associati alla LS, indipendentemente dalletà 2004

12 S. LYNCH Id 147 MSH 2 eterozigosi ex 15; c.2536C>T; p.Gln846X ? Cugini I grado 1917 K fegato 70 aa aa K colon aa K ceco 48 aa k colon sx 49 aa Ca uretere 60 aa k pancreas abs aa adenoma ceco 51 aa k stomaco 55 aa k endometrio In corso genetica aa 3 K colon sx sincroni 50 aa k colon dx 55 aa k stomaco 67 aa adc papilla aa K ovaio e k colon trasverso RSCS neg, in corso genetica

13 S. MUIR TORRE Id

14 S.LYNCH: FLOW CHART

15

16 TUMORI EXTRACOLICI nella S. di LYNCH Rischio Lifetime Lancet Oncol 2009; 10: 400–08

17 TUMORI EXTRACOLICI nella S. di LYNCH Rischio Lifetime CANCRORISCHIO POPOLAZIONE GENERALE S. LYNCH RISCHIOETA MEDIA DIAGNOSI COLON5,9%80%44 anni ENDOMETRIO2,7%20-60%46 anni STOMACO<1%11-19%56 anni OVAIO1,6%9-12%42,5 anni FEGATO VIE BILIARI <1%2-7%Non riportato VIE URINARIE<1%4-5%55 anni PICCOLO INTESTINO<1%1-4%49 anni CERVELLO<1%1-3%50 anni da Kohlmann W, Gruber SB. HNPCC. In GeneReviews.

18 Raccomandata: Tumore dellendometrio e dellovaio Da considerare: Tumori delle vie urinarie Tumore dello stomaco Tumori del piccolo intestino Tumori della cute (S. Muir Torre) Tumori biliopancreatici (non possibili raccomandazioni) S. LYNCH : TUMORI EXTRACOLICI Sorveglianza organi bersaglio NCCN 2011

19 S. DI LYNCH: Gestione clinica ORGANOESAMEEtà partenzaIntervallo COLONColoscopia20-25aa1-2 aa ENDOMETRIO E OVAIO V.ginecologica Eco transvaginale, CA-125, endocyte 30-35aa1-2aa STOMACO PICCOLO INTESTINO Gastroscopia Enteroscopia per studio digiuno VCE in valutazione 30-35aa2-3aa VIE URINARIEEcografia Citologia urinaria 30-35aa1-2aa PANCREAS VIE BILIARI Ecoendoscopia in valutazione RMN o TC ?? NCCN 2011

20 Guillen-Ponce, Familial Cancer, 2010 Adenomi sebacei

21 Pohl, Gut Mar 2011 colonscopia standardcromoendoscopia

22

23 Familial Adenomatous Polyposis (FAP Familial Adenomatous Polyposis (FAP) Profuse adenomatous polyposis ( at least 100 adenomas) at young age (I- II decade) If colon not removed, CRC at young age (III-IV decade) Extracolonic Tumors: Upper GI polyps (duodenal adenomas and carcinoma) Desmoid tumors (extra- and intra-abdominal, abdominal wall) Brain tumors (medulloblastoma) Thyroid tumors (papillary type) Extracolonic manifestations: CHRPE, osteomas, epidermoid cysts, teeth abnormalities Autosomal dominant, monogenic, gene identified 1991 High penetrance (close to 100%) 15-30% de novo (no evident FH)

24 FAP-AFAP : Fenotipo Classico o Attenuato

25 Poliposi Adenomatosa Familiare Attenuata- AFAP AFAPFAP N°adenomi<100>100 Sede colon Prev dx Prev sx Età insorgenza Adenomi 35-45aa 17 aa Età insorgenza CCR 55aa 40 aa Rischio lifetime CCR Sconosciuto (alto?) 100% Adenomi gastroduodenali >50%52-84% Desmoidirari4-13% Altre extraint. Rare?Freq. Frequenza stimata fino al 15% dei casi di FAP Knudsen Fam Cancer 2003, NEMJ 2003, Nilbert BMC Med Genet 2008, Nielsen Gastroenterology 2009

26 Poliposi Adenomatosa Familiare (FAP)

27 Poliposi Adenomatosa Familiare (FAP Poliposi Adenomatosa Familiare (FAP) Fenotipo classico

28 Poliposi Adenomatosa Familiare (FAP Poliposi Adenomatosa Familiare (FAP) Fenotipo classico

29 I II III ADC COLON SU POLIPOSI ADC RETTO SU POLIPOSI 1914 POLIPOSI ALBERO GENEALOGICO Famiglia FAP

30 MAP Id 78 dallADC retto alla diagnosi Cugini I grado 1937 abs 1936 abs 1968 K retto + 20 adenomi adenomi Ca tiroide 50aa abs MUTYH omozigosi: ex 12;c.1147delC; p.Ala385ProfsX23

31 TUMORI EXTRACOLICI nella FAP Organi Bersaglio AFAP/MAP ? da Sleisenger & Fordtrans

32 Neoformazione della papilla in FAP

33 Paziente HP n°1 Paziente FAP n° 5 VCE EnteroscopiaVCE VCE - ENTEROSCOPIA ?

34 FAP: Gestione clinica ORGANOESAMEEtà di partenzaIntervallo Stomaco Duodeno Gastroscopia- duodenoscopia 20 anni o dalla colectomia ogni 1-3 anni Rettorettoscopiadalla colectomiaogni 6-12 mesi AddomeRMN1-3 anni dalla colectomia ogni 3-5 anni (in base ai sintomi) Tiroideecografia tiroidedalla colectomiaogni 12 mesi NCCN 2011

35

36 Surg Clin N Am 2008 S. PEUTZ JEGHERS e S. Poliposi Giovanile RISCHIO DI CANCERIZZAZIONE

37

38

39

40 POLIPOSI IPERPLASTICA (HPS) CARATTERISTICHE CLINICHE Età alla diagnosi variabile (11-73 anni)Età alla diagnosi variabile (11-73 anni) Multipli polipi iperplastici (20-30) oppure >5 polipi in sede prox al sigma di cui 2 > 1cm oppure >1 polipo iperplastico e almeno 1 familiare con HPS.Multipli polipi iperplastici (20-30) oppure >5 polipi in sede prox al sigma di cui 2 > 1cm oppure >1 polipo iperplastico e almeno 1 familiare con HPS. Possono coesistere adenomi serrati (26%), polipi misti adenomatosi /iperplasticiPossono coesistere adenomi serrati (26%), polipi misti adenomatosi /iperplastici Associato rischio di sviluppare cancro colorettale (CRC, 26-50%): ipotizzata sequenza adenoma serrato-carcinomaAssociato rischio di sviluppare cancro colorettale (CRC, 26-50%): ipotizzata sequenza adenoma serrato-carcinoma Familiarità di I grado per CRC dal 14 al 50% delle casisticheFamiliarità di I grado per CRC dal 14 al 50% delle casistiche Recentemente indagato il ruolo di MBD4 e MUTYHRecentemente indagato il ruolo di MBD4 e MUTYH Dis Colon Rectum NCCN 2011 POLIPI IPERPLASTICI AD ALTO RISCHIO: multipli ( n° >20), diametro > 10 mm, localizzazione colon destro, storia familiare di CRC

41 TRATTAMENTO E FOLLOW UP SOGGETTO AFFETTO Bonifica dei polipi > 5 mm; poi colonscopia ogni 1-3 anni in relazione a numero sede e istologia dei polipi Opzione chirurgica: valutare se la bonifica endoscopica non è praticabile e/o se cè displasia di alto grado FAMILIARI Aree critiche: rischio CRC; sorveglianza (età: 40 aa o 10 aa prima dellaffetto più giovane? Intervallo: 5 anni se neg?) Dis Colon Rectum NCCN 2011

42 Identificazione del grado di rischio Accesso alla struttura di riferimento qualificata per tale patologia Gestione multidisciplinare dei pazienti con possibilità di diagnosi molecolare CONCLUSIONI


Scaricare ppt "SECOND PRIMARY CANCER AND FAMILIAL CANCER SYNDROME Rome 27th January 2012 II Session: FAMILIAL CANCER SYNDROMES Diagnosis and management of familial colorectal."

Presentazioni simili


Annunci Google