La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Caso clinico Divisione di Oncologia Medica Dipartimento di Endocrinologia ed Oncologia Molecolare e Clinica Università Federico II - Napoli Divisione di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Caso clinico Divisione di Oncologia Medica Dipartimento di Endocrinologia ed Oncologia Molecolare e Clinica Università Federico II - Napoli Divisione di."— Transcript della presentazione:

1 Caso clinico Divisione di Oncologia Medica Dipartimento di Endocrinologia ed Oncologia Molecolare e Clinica Università Federico II - Napoli Divisione di Oncologia Medica Dipartimento di Endocrinologia ed Oncologia Molecolare e Clinica Università Federico II - Napoli Maria Anna Sarno Antonella Prudente Maria Anna Sarno Antonella Prudente

2 Anamnesi ed esame obiettivo Dicembre 2004 Donna di 33 anni Nodulo alla mammella destra, riscontrato in corso di allattamento Esame obiettivo della mammella destra: - nodulo duro all'unione dei QS, fisso, 2,5 x 3 cm - tumefazione nel QSE, dura, fissa, 3 x 3 cm - Cavo ascellare destro: linfonodo duro di circa 2 cm all'apice Nulla di patologico alla mammella controlaterale e alle altre stazioni linfonodali

3 Indagini diagnostiche Dicembre 2004 Ecografia mammaria: nodulo solido ipoecogeno di 27 mm in corrispondenza del QSE dx; altro nodulo dalle caratteristiche simili allunione dei QS di 21mm; linfonodo di 18 mm al cavo ascellare dx RM mammella: in corrispondenza del QSE dx formazione nodulare solida di 27 mm a contorni irregolari e con fini spicolature che si irradiano nel parenchima mammario; anteriormente a tale lesione allUQS altra area nodulare di 22 mm dalle medesime caratteristiche Core biopsy nodulo UQS dx: Carcinoma duttale infiltrante ad elevato grado di malignità G3; ER 5%; PgR 25%; cerb-B2 1+; Ki67 30% Rx torace, ecografia addome, scintigrafia ossea: negative Esami ematochimici e marcatori tumorali: nella norma

4 Trattamento neoadiuvante Epidoxorubicina 90 mg/m2 Ciclofosfamide 600 mg/m2 Docetaxel 100 mg/m2 Dicembre 2004 Maggio 2005

5 NSABP-B27 Carcinoma mammario operabile n: 2411 AC x 4 AC x 4 D x 4 AC x 4 Chirurgia D x 4

6 PST: Taxane vs Not Pathologic complete response (pCR) ACx4 vs ACx4 Docx4 p < ACx4 vs APx4 P 0.04 CVAPx8 vs CVAPx4 Docx4 ACx6 vs ADx6 p 0.43 FACx4 vs Pacx4 NSABP-B27 Dieras Aberdeen ACCOG MDACC

7 Evoluzione clinica I Dopo 4 cicli di EC Esame obiettivo: -RP clinica -In particolare il nodulo allunione QS misura al controllo attuale 1,8 x 1,5 cm; quello al QSE 2 x 2 cm Ecografia mammaria: - Al controllo attuale il nodulo ipoecogeno a livello dellunione dei QS misura16 mm; il secondo situato a livello del QSE dx misura 17 mm Si decide di continuare CT neoadiuvante con ulteriori 4 cicli di Docetaxel e si programma RM mammaria dopo lottavo ciclo

8 Evoluzione clinica II Dopo 4 cicli di Docetaxel Esame obiettivo: - Entrambi i noduli alla mammella dx appaiono ulteriormente ridotti di dimensione -In particolare il nodulo allunione dei QS misura al controllo attuale 1,5 cm; quello al QSE 1 cm RM mammaria: -Significativa riduzione volumetrica della lesione allunione dei QS, il cui diametro al controllo attuale misura 13 mm; in corrispondenza del QSE residua solo una sfumata areola sub-centimetrica, caratterizzata da lieve grado di impregnazione in fase post-contrasto

9 Intervento chirurgico Giugno 2005 Quadrantectomia supero-esterna estesa allunione dei quadranti superiori + linfoadenectomia ascellare omolaterale Diagnosi istologica - Mammella: il quadro morfologico depone per malattia fibrocistica con atipie -Linfonodi ascellari: 5 dei 15 linfonodi isolati sono sede di micrometastasi; ER 50%, PgR 20%, c-erb B2 1+, Ki67 20%

10 Terapia adiuvante Radioterapia RT su parenchima mammario residuo e linfonodi ascellari mediante 2 campi tangenziali contrapposti - Dose totale 50 Gy + 10 Gy sul letto tumorale Terapia ormonale Tamoxifen + Analogo LH-RH Agosto 2005 ….

11 Recidiva Follow-up negativo da Luglio 2005 a Ottobre 2007 quando compare : Aumento significativo dei marcatori tumorali Evidenza di 4 lesioni metastatiche al lobo epatico dx alla TC total body di ristadiazione

12 CT di prima linea Paclitaxel 80 mg/m2 g 1,8,15 q 28 Gemcitabina 800 mg/m2 g 1,8,15 q 28 Bevacizumab 10 mg/Kg q 15 gg

13 Evoluzione clinica Dopo 3 cicli di CT - Negativizzazione dei marcatori tumorali - SD a livello epatico - RP a livello epatico ( riduzione >30% delle dimensioni delle lesioni) Dopo 6 cicli di CT Si decide di continuare CT per altri 2 cicli al termine dei quali si programma rivalutazione strumentale

14 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Caso clinico Divisione di Oncologia Medica Dipartimento di Endocrinologia ed Oncologia Molecolare e Clinica Università Federico II - Napoli Divisione di."

Presentazioni simili


Annunci Google