La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TRATTAMENTO DELLE AREE LINFATICHE L. Califano, T.Bucci UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II CATTEDRA DI CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TRATTAMENTO DELLE AREE LINFATICHE L. Califano, T.Bucci UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II CATTEDRA DI CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 TRATTAMENTO DELLE AREE LINFATICHE L. Califano, T.Bucci UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II CATTEDRA DI CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE AREA FUNZIONALE DI CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE Direttore Prof. Luigi Califano

2 Il carcinoma spinocellulare del cavo orale presenta unelevata incidenza di metastasi linfonodali con una grande influenza sulla prognosi di queste neoplasie Strong EW % 9-31 % % % Mendenhall et al Thawley et al Woolgar 1999 Shah et al % 30-59%

3 La presenza di metastasi linfonodali e´ il fattore prognostico piu`importante nei pazienti affetti da fattore prognostico piu`importante nei pazienti affetti da carcinoma spinocellulare del cavo orale. carcinoma spinocellulare del cavo orale. Shah 2003

4 Il tasso di sopravvivenza a 5 anni diminuisce del 50% in caso di metastasi singola omolaterale e del 75% in presenza di metastasi linfonodali bilaterali. La presenza di infiltrazione extra-nodale riduce la sopravvivenza di un ulteriore 50%. Som 1992 August e Nguyen 1994 Shah e Andersen 1995

5 SOPRAVVIVENZA A 5 ANNI IN PAZIENTI CON CANCRO ORALE IN RELAZIONE ALLO STATO DI N Shah 2003

6 Medina 1989

7 Robbins 1991

8 I II III IV V

9 Robbins 2001

10 Robbins 2002

11 METASTASI LINFONODALI CLINICAMENTE PALPABILI (Cn+) Modified radical NECK DISSECTION (I-V) RADICAL NECK DISSECTION N 3N 3 METASTASI DI GROSSE DIMENSIONIMETASTASI DI GROSSE DIMENSIONI COINVOLGENTI PIU` LIVELLI RECIDIVA IN COLLORECIDIVA IN COLLO PRECEDENTEMENTE IRRADIATO PRECEDENTEMENTE IRRADIATO ECS CON INFILTRAZIONE DELLOECS CON INFILTRAZIONE DELLO SPINALE E/O V. GIUGULARE INTERNA A SPINALE E/O V. GIUGULARE INTERNA A LIVELLO DELLA BASE CRANICA LIVELLO DELLA BASE CRANICA COINVOLGIMENTO METASTATICO DEICOINVOLGIMENTO METASTATICO DEI LINFONODI SPINALI LINFONODI SPINALI

12 MODIFIED RADICAL NECK DISSECTION tipo III (funzionale) Conservazione di: nervo spinale accessorio giugulare interna muscolo sternocleidomastoideo

13 MODIFIED RADICAL NECK DISSECTION tipo III (funzionale)

14 RADICAL NECK DISSECTION Sacrificio di: nervo spinale accessorio giugulare interna muscolo sternocleidomastoideo

15 RADICAL NECK DISSECTION

16 IV STADIO RT+Chemioterapia Concomitante

17 NOTE DI TECNICA

18 TECNICHE DI INCISIONE

19 Incisione di Schobinger e Conley

20 TECNICHE DI INCISIONE Incisione di Mc Fee

21 CONSERVAZIONE INTEGRITÁ DELLA FASCIA

22 NERVO ACCESSORIO SPINALE Formato da fibre motrici somatiche, si distribuisce ai muscoli trapezio e sternocleidomastoideo Attraverso il foro giugulare entra nel collo incrociando posteriormente la vena giugulare interna e i tendini di inserzione dei muscoli stiliani

23 NERVO ACCESSORIO SPINALE

24 NERVO FRENICO

25 NERVO IPOGLOSSO XI VGI SCM M. DIGAST CAR.COM ACE A. TIR. SUP. XII


Scaricare ppt "TRATTAMENTO DELLE AREE LINFATICHE L. Califano, T.Bucci UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II CATTEDRA DI CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google