La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OBIETTIVI E STRATEGIE DELLASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO Roma 18-19 settembre 2006 Maria Gabriella Ceravolo EPIDEMIOLOGIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OBIETTIVI E STRATEGIE DELLASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO Roma 18-19 settembre 2006 Maria Gabriella Ceravolo EPIDEMIOLOGIA."— Transcript della presentazione:

1 OBIETTIVI E STRATEGIE DELLASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO Roma settembre 2006 Maria Gabriella Ceravolo EPIDEMIOLOGIA DELLA DISABILITA NEL PAZIENTE ONCOLOGICO CINBO

2 OBIETTIVI E STRATEGIE DELLASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO Roma settembre 2006 Costruire un percorso assistenziale PIANIFICARE LASSISTENZA MULTIDISCIPLINARE Passaggi essenziali PIANIFICARE LASSISTENZA MULTIDISCIPLINARE Passaggi essenziali 1. DEFINIRE I BISOGNI (COST DRIVERS) 2.SELEZIONARE OPZIONI TERAPEUTICHE EFFICACI/EFFICIENTI 3.VALUTARE LE RISORSE DISPONIBILI 4.CALCOLARE I COSTI 5. FORNIRE ASSISTENZA 6. MISURARE IL RISULTATO CINBO

3 OBIETTIVI E STRATEGIE DELLASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO Roma settembre : U.S.A. NATIONAL CANCER ACT: 1972: NATIONAL CANCER REHABILITATION PLANNING CONFERENCE I 4 OBIETTIVI della RIABILITAZIONE in ONCOLOGIA SUPPORTO PSICOSOCIALE MIGLIORAMENTO DELLA FUNZIONE FISICA CONSULENZA VOCAZIONALE MIGLIORAMENTO DELLA FUNZIONE SOCIALE …processo orientato ad assistere i pazienti nel raggiungimento del massimo funzionamento fisico, sociale, psicologico e vocazionale, compatibile con il quadro clinico e con le opzioni terapeutiche applicate PRESA IN CARICO APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE ORIENTATO AL PAZIENTE OBIETTIVI SIGNIFICATIVI A BREVE TERMINE COINVOLGIMENTO DEL CAREGIVER CINBO

4 1. DEFINIRE I BISOGNI CE UNA RICCA LETTERATURA EPIDEMIOLOGICA SULLA RICORRENZA DI COMPLICANZE OGGETTIVATE (SEGNI E SINTOMI) DELLE MALATTIE NEOPLASTICHE E TERAPIE CORRELATE MA CI SONO SCARSISSIMI DATI CONCERNENTI IL DISAGIO PERCEPITO (FUNZIONAMENTO FISICO E SOCIALE.) CE UNA RICCA LETTERATURA EPIDEMIOLOGICA SULLA RICORRENZA DI COMPLICANZE OGGETTIVATE (SEGNI E SINTOMI) DELLE MALATTIE NEOPLASTICHE E TERAPIE CORRELATE MA CI SONO SCARSISSIMI DATI CONCERNENTI IL DISAGIO PERCEPITO (FUNZIONAMENTO FISICO E SOCIALE.) Search for Save SearchSave Search

5 SCREENING DI 805 CASI AFFETTI DA NEOPLASIE DIVERSE PREVALENZA DI DISABILITA = 50 % DELLA POPOLAZIONE PREVALENZA DI DISTURBI PSICOLOGICI = 25 % DEL TOTALE DISABILITA FISICA E CA DEL SNC SONO PREDITTORI DI DEPRESSIONE 1. DEFINIRE I BISOGNI CANCER REHABILITATION: ASSESSMENT OF NEED, DEVELOPMENT AND EVALUATION OF A MODEL OF CARE. Lehmann JF, DeLisa JA et al Arch Phys Med Rehabil, 59; 412: 1978 CANCER REHABILITATION: ASSESSMENT OF NEED, DEVELOPMENT AND EVALUATION OF A MODEL OF CARE. Lehmann JF, DeLisa JA et al Arch Phys Med Rehabil, 59; 412: 1978

6 1. DEFINIRE I BISOGNI CANCER REHABILITATION: ASSESSMENT OF NEED, DEVELOPMENT AND EVALUATION OF A MODEL OF CARE. Lehmann JF, DeLisa JA et al Arch Phys Med Rehabil, 59; 412: 1978 CANCER REHABILITATION: ASSESSMENT OF NEED, DEVELOPMENT AND EVALUATION OF A MODEL OF CARE. Lehmann JF, DeLisa JA et al Arch Phys Med Rehabil, 59; 412: 1978

7 500 CASI : CA COLON POLMONE PROSTATA KARNOFSKY SCORE MEDIANA : 80% DIFFICOLTA NEGLI SPOSTAMENTI: > 80% DISABILITA NELLE ADL: 40-70% 1. DEFINIRE I BISOGNI PROBLEMI FISICI E FUNZIONALI IN 3 POPOLAZIONI DI SOGGETTI CON CA A PIU DI UN ANNO DALLA DIAGNOSI CANCER REHABILITATION Ganz PA, Coscorelli A. In: Haskell CM, Cancer treatment 4th Ed. Philadelphia, WB Saunders, 1995; CANCER REHABILITATION Ganz PA, Coscorelli A. In: Haskell CM, Cancer treatment 4th Ed. Philadelphia, WB Saunders, 1995;

8 CANCER REHABILITATION Ganz PA, Coscorelli A. In: Haskell CM, Cancer treatment 4th Ed. Philadelphia, WB Saunders, 1995; CANCER REHABILITATION Ganz PA, Coscorelli A. In: Haskell CM, Cancer treatment 4th Ed. Philadelphia, WB Saunders, 1995;

9 1. DEFINIRE I BISOGNI INTERVISTA A 258 PZ AFFETTI DA NEOPLASIE NON METASTATIZZATE PREVALENZA DI DISAGIO FISICO O SOCIALE TALE DA CONDIZIONARE LA QoL = 26 % ASSESSMENT OF REHABILITATION NEEDS IN CANCER PATIENTS van Harten WH, van Noort O, Warmerdam R. Int J Rehabil Res 1998; 21: ASSESSMENT OF REHABILITATION NEEDS IN CANCER PATIENTS van Harten WH, van Noort O, Warmerdam R. Int J Rehabil Res 1998; 21:

10 1. DEFINIRE I BISOGNI

11 1. DEFINIRE I BISOGNI (il paradigma ICF ) BEST WORST BEST WORST BEST WORST

12 CAMBIARE E MANTENERE UNA POSIZIONE CORPOREA (d410-d429) d410 Cambiare la posizione corporea di base d415 Mantenere una posizione corporea d420 Trasferirsi TRASPORTARE, SPOSTARE E MANEGGIARE OGGETTI (d ) d430 Sollevare e trasportare oggetti d435 Spostare oggetti con gli arti inferiori d440 uso fine della mano d445 Uso della mano e del braccio CAMMINARE E SPOSTARSI (d450-d469) d4500 Camminare per brevi distanze d4501 Camminare per lunghe distanze d4502 Camminare su superfici diverse d4500 Camminare attorno a degli ostacoli d455 Spostarsi d4600 Spostarsi all'interno della casa d4601 Spostarsi all'interno di edifici diversi da casa propria d4602 Spostarsi all'esterno della casa e di altro edificio d465 Spostarsi usando apparecchiature/ausili MUOVERSI USANDO UN MEZZO DI TRASPORTO (d470-d489) d470 Usare un mezzo di trasporto d475 Guidare CURA DELLA PROPRIA PERSONA (d510-d570) d5100 Lavarsi d5102 Asciugarsi d5200 Curare la pelle d5201 Curare i denti d5202 Curare i capelli e i peli d5400 Mettersi indumenti d5402 Mettersi calzature d5404 Scegliere abbigliamento appropriato d570 Prendersi cura della propria salute PROCURARSI I BENI NECESSARI (d610-d629) d610 Procurarsi un posto in cui vivere d620 Procurarsi i beni e servizi COMPITI CASALINGHI (d630-d649) d630 Preparare i pasti d640 Fare i lavori di casa PRENDERSI CURA DEGLI OGGETTI DELLA CASA E ASSISTERE GLI ALTRI (d650-d669) d650 Prendersi cura degli oggetti della casa d660 Assistere gli altri INTERAZIONI INTERPERSONALI GENERALI (d710-d729) d710 Interazioni interpersonali semplici d720 Interazioni interpersonali complesse RELAZIONI INTERPERSONALI PARTICOLARI (d730-d779) d770 Relazioni intime VITA ECONOMICA (d860-d879) d860 Transazioni economiche semplici d865 Transazioni economiche complesse VITA SOCIALE, CIVILE E DI COMUNITA' (d910-d950) d910 Vita nella comunità d920 Ricreazione e tempo libero d930 Religione e spiritualità d940 Diritti umani d950 Vita politica e cittadinanza FUNZIONI DELLE ARTICOLAZIONI E DELLE OSSA (b710-b729) b710 Funzioni della mobilità dell'articolazione b715 Funzioni della stabilità dell'articolazione b720 Funzioni della mobilità dell'osso FUNZIONI MUSCOLARI (b730-b749) b730 Funzioni della forza muscolare b735 Funzioni del tono muscolare b740 Funzioni della resistenza muscolare FUNZIONI DEL MOVIMENTO (b750-b789) b750 Funzioni del riflesso motorio b755 Funzioni della reazione di movimento involontario b760 Funzioni di controllo del movimento volontario b765 Funzioni del movimento involontario b770 Funzioni del pattern dell'andatura b780 Sensazioni correlate alle funzioni muscolari e del movimento FUNZIONI DELL'APPARATO RESPIRATORIO (b440- b449) b440 Funzioni respiratorie ULTERIORI FUNZIONI DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE E DELL'APPARATO RESPIRATORIO b450-b469) b455 Funzioni di tolleranza dell'esercizio fisico

13 FUNZIONI MENTALI GLOBALI (b110-b139) b126 Funzioni del temperamento e della personalità b130 Funzioni dell'energia e delle pulsioni b134 Funzioni del sonno FUNZIONI MENTALI SPECIFICHE (b140-b189) FUNZIONI VISIVE E CORRELATE (b210-b229) FUNZIONI UDITIVE E VESTIBOLARI (b230-b249) ULTERIORI FUNZIONI SENSORIALI (b250-b279) DOLORE (b ) FUNZIONI DELLA VOCE E DELL'ELOQUIO (b310- b340) b310 Funzioni della voce b320 Funzioni dell'articolazione della voce b330 Funzioni della fluidità e del ritmo dell'eloquio FUNZIONI DEL SISTEMA EMATOLOGICO E IMMUNOLOGICO (b ) FUNZIONI DELL'APPARATO RESPIRATORIO (b440- b449) b440 Funzioni respiratorie ULTERIORI FUNZIONI DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE E DELL'APPARATO RESPIRATORIO b450-b469) b455 Funzioni di tolleranza dell'esercizio fisico FUNZIONI CORRELATE ALL'APPARATO DIGERENTE (b510-b539) FUNZIONI CORRELATE AL METABOLISMO E AL SISTEMA ENDOCRINO (b540-b559) b540 Funzioni metaboliche generali b550 Funzioni di termoregolazione FUNZIONI URINARIE (b610-b639) b610 Funzioni urinarie escretorie b620 Funzioni urinarie FUNZIONI GENITALI E RIPRODUTTIVE (b640-b679) b640 Funzioni sessuali b650 Funzioni mestruali b660 funzioni della procreazione FUNZIONI DELLA CUTE (b810-b849) b810 Funzioni protettive della cute ESPERIENZE SENSORIALI INTENZIONALI (d110-d129) d110 Guardare ; d115 Ascoltare APPRENDIMENTO DI BASE (d130-d159) APPLICAZIONE DELLE CONOSCENZE (d160-d179) d160 Focalizzare l'attenzione d163 Pensiero d166 Lettura d170 Scrittura d172 Calcolo d175 Risoluzione di problemi d177 Prendere decisioni COMPITI E RICHIESTE GENERALI (d210-d240) d210 Intraprendere un compito singolo d220 Intraprendere compiti articolati d230 Eseguire la routine quotidiana d240 Gestire la tensione ed altre richieste di tipo psicologico COMUNICARE-RICEVERE (d310-d329) d310 Comunicare con-ricevere-messaggi verbali d315 Comunicare con-ricevere-messaggi non verbali COMUNICARE-PRODURRE (d ) d330 Parlare d335 Produrre messaggi non verbali d340 Produrre messaggi nel linguaggio dei segni d345 Scrivere messaggi CONVERSAZIONE E USO DI STRUMENTI E TECNICHE DI COMUNICAZIONE (d350-d369) d350 Conversazione d355 Discussione d360 Utilizzo di strumenti e tecniche di comunicazione CURA DELLA PROPRIA PERSONA (d510-d570) d5300 Regolazione della minzione d5301 Regolazione della defecazione d5404 Scegliere abbigliamento appropriato d550 Mangiare d560 Bere d570 Prendersi cura della propria salute PROCURARSI I BENI NECESSARI (d610-d629) d610 Procurarsi un posto in cui vivere d620 Procurarsi i beni e servizi COMPITI CASALINGHI (d630-d649) d630 Preparare i pasti d640 Fare i lavori di casa PRENDERSI CURA DEGLI OGGETTI DELLA CASA E ASSISTERE GLI ALTRI (d650-d669) d650 Prendersi cura degli oggetti della casa d660 Assistere gli altri INTERAZIONI INTERPERSONALI GENERALI (d710-d729) d710 Interazioni interpersonali semplici d720 Interazioni interpersonali complesse RELAZIONI INTERPERSONALI PARTICOLARI (d730-d779) d770 Relazioni intime VITA ECONOMICA (d860-d879) d860 Transazioni economiche semplici d865 Transazioni economiche complesse VITA SOCIALE, CIVILE E DI COMUNITA' (d910-d950) d910 Vita nella comunità d920 Ricreazione e tempo libero d930 Religione e spiritualità d940 Diritti umani d950 Vita politica e cittadinanza

14 Costruire un percorso assistenziale PIANIFICARE LASSISTENZA MULTIDISCIPLINARE Passaggi essenziali PIANIFICARE LASSISTENZA MULTIDISCIPLINARE Passaggi essenziali 1. DEFINIRE I BISOGNI (COST DRIVERS) 2.SELEZIONARE OPZIONI TERAPEUTICHE EFFICACI/EFFICIENTI 3.VALUTARE LE RISORSE DISPONIBILI 4.CALCOLARE I COSTI 5. FORNIRE ASSISTENZA 6. MISURARE IL RISULTATO

15 GOALS OF TREATMENT REHABILITATION PROTOCOLS TECHNIQUES Cancer type/ No. cases FUNCTIONS ACTIVITIES PARTICIPATION QoL Setting DurationStrength Aerobic Mod. intensity Aerobic Low intensity ROM, isometric ex. 2003Courneya et al. VO2 max Fatigue FACTOut pts15 wk 3x wk Breast Segal et al Strength Fatigue FACTOut pts12 wk 3x wk Prostate Burnham et al Aerobic capacity QoL for Cancer Pts LASA Out pts10 wk 3x wk Breast Colon Lung Segal et al VO2 max SF-36 FACT Out pts26 wk 5x wk Breast Young-Moo et al NKCA Out pts2 wk 5x wk ; 2x d Stomach 1999Dimeo et al POMS SCL- 90R In ptsDaily during hospital stay in bed Breast Lung Hodgkin Dimeo et al POMS SCL- 90R In ptsDaily during hospital stay in bed Breast Lung Mock et al Fatigue Out pts Home tr. 6 wk 5x wk Breast Courneya et al VO2 max Fatigue Out ptsND Colorectal 102

16 Pochi studi randomizzati, di piccole dimensioni Eterogeneità degli indicatori di risultato Mancato confronto tra opzioni terapeutiche efficaci in diversi stadi di malattia, su pazienti che esprimono neoplasie diverse o disabilità differenti Breve durata del follow-up: non consente di catturare eventuali benefici nel tempo o lopportunità di ripetere il trattamento LE EVIDENZE A SOSTEGNO SONO ANCORA INSUFFICIENTI PHYSICAL EXERCISE RESULTS IN THE IMPROVED SUBJECTIVE WELL-BEING OF A FEW OR IS EFFECTIVE REHABILITATION FOR ALL CANCER PATIENTS? Oldervoll LM et al Eur J Cancer, 40; : 2004 PHYSICAL EXERCISE RESULTS IN THE IMPROVED SUBJECTIVE WELL-BEING OF A FEW OR IS EFFECTIVE REHABILITATION FOR ALL CANCER PATIENTS? Oldervoll LM et al Eur J Cancer, 40; : 2004 REVISIONE SISTEMATICA DI TRIAL CLINICI 12 RCT su campioni di casi Elegibili 15-30% dei casi scrutinati Tasso di drop-out: 0-34% Neoplasia: mammaria 62% dei casi Intervento: es. Aerobici 10/12 studi CONCLUSIONI Lapproccio riabilitativo migliora indicatori di benessere fisico e psicologico 2. SELEZIONARE OPZIONI TERAPEUTICHE EFFICACI/EFFICIENTI

17 Costruire un percorso assistenziale PIANIFICARE LASSISTENZA MULTIDISCIPLINARE Passaggi essenziali PIANIFICARE LASSISTENZA MULTIDISCIPLINARE Passaggi essenziali 1. DEFINIRE I BISOGNI (COST DRIVERS) 2.SELEZIONARE OPZIONI TERAPEUTICHE EFFICACI/EFFICIENTI 3.VALUTARE LE RISORSE DISPONIBILI 4.CALCOLARE I COSTI 5. FORNIRE ASSISTENZA 6. MISURARE IL RISULTATO (PERCEZIONE DI BENESSERE O RIDUZIONE DEI BISOGNI?)

18 THE EFFECTS OF PAIN SEVERITY ON HEALTH-RELATED QUALITY OF LIFE: A STUDY OF CHINESE CANCER PATIENTS Wang XS et al Cancer 86; :1999 THE EFFECTS OF PAIN SEVERITY ON HEALTH-RELATED QUALITY OF LIFE: A STUDY OF CHINESE CANCER PATIENTS Wang XS et al Cancer 86; :1999 RELAZIONE NON LINEARE TRA DOLORE E QUALITA DI VITA IN PAZIENTI CON METASTASI OSSEE

19 GOALS OF TREATMENT REHABILITATION PROTOCOLS TECHNIQUES Cancer type/ No. cases FUNCTIONS ACTIVITIES PARTICIPATION QoL Setting DurationStrength Aerobic Mod. intensity Aerobic Low intensity ROM, isometric ex. 2003Courneya et al. VO2 max Fatigue FACTOut pts15 wk 3x wk Breast Segal et al Strength Fatigue FACTOut pts12 wk 3x wk Prostate Burnham et al Aerobic capacity QoL for Cancer Pts LASA Out pts10 wk 3x wk Breast Colon Lung Segal et al VO2 max SF-36 FACT Out pts26 wk 5x wk Breast Young-Moo et al NKCA Out pts2 wk 5x wk ; 2x d Stomach 1999Dimeo et al POMS SCL- 90R In ptsDaily during hospital stay in bed Breast Lung Hodgkin Dimeo et al POMS SCL- 90R In ptsDaily during hospital stay in bed Breast Lung Mock et al Fatigue Out pts Home tr. 6 wk 5x wk Breast Courneya et al VO2 max Fatigue Out ptsND Colorectal 102

20 Educazione del paziente e caregiver Supporto psicologico Val. funzionale multimodale Gestione dei sintomi invalidanti (es. fatigue). Riabilitazione goal-oriented ( es. voice restoration, training neuromotorio, addestramento uso protesi) Addestramento a strategie di coping Prevenzione-controllo complicanze (es. linfedema) Contenere il disagio fisico e psicologico. Promozione ADL e IADL PALLIATIVE CARE Counseling vocazionale Valutare limpatto della fatica su ADL e IADL Trattare depressione e altre concause Incoraggiare il paziente a praticare attività aerobica Incoraggiare il paziente a individuare obiettivi Considerare I fattori ambientali Monitorare le performances Sviluppare interventi goal-oriented Coinvolgere I servizi sociali


Scaricare ppt "OBIETTIVI E STRATEGIE DELLASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO Roma 18-19 settembre 2006 Maria Gabriella Ceravolo EPIDEMIOLOGIA."

Presentazioni simili


Annunci Google