La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metastasi ossee da carcinoma della Mammella. Flavio Fazioli SSD Chirurgia Muscolo Scheletrica Responsabile: Dott. Flavio Fazioli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metastasi ossee da carcinoma della Mammella. Flavio Fazioli SSD Chirurgia Muscolo Scheletrica Responsabile: Dott. Flavio Fazioli."— Transcript della presentazione:

1 Metastasi ossee da carcinoma della Mammella. Flavio Fazioli SSD Chirurgia Muscolo Scheletrica Responsabile: Dott. Flavio Fazioli

2 Lesioni metastatiche allanca Lesione stabile Frattura conclamata Impending fracturres

3 Sopravvivenza Non trattata mesi con frattura conclamata Trattata chirurgicamente 13.8 mesi in fase di impending Fidler H. 1998

4 Il potenziale di guarigione delle fratture patologiche non trattate è: % Beal, Clain, Takita 1990

5 Biopsia Incisionale Incisionale Escissionale Escissionale Ago sottile 22 G Ago sottile 22 G Ago grosso 8 G, 11 G Ago grosso 8 G, 11 G

6 Obiettivi primari Prevenire gli eventi scheletrici Ridurre al minimo linvalidità Dare sollievo dal dolore Migliorare la funzionalità Benefici sulla qualità della vita Obiettivi secondari Limitare gli eventi avversi Ridurre lipercalcemia Migliorare laccettabilità delle terapie Considerare il suo stile di vita Ridurre i costi di gestione della terapia

7

8 Radioterapia 1.80 % riceve dei trattamenti radioterapici 1.Azione antalgica nell % Complicanze della radioterapia 1.Neurite post attinica23.8 % 1.Osteonecrosi36.4 % 1.Riduzioine dellangiogenesi peri-lesionale 30 Gy in 10 frazioni in due settimane Rasmusson B. et alii Radiother Oncol

9 Bifosfonati per la malattia metastatica ossea 1 a generazione - Clodronato 2 a generazione - Pamidronato endovena 3 a generazione - Zoledronato endovena - Ibandronato endovena e orale Cristofanilli M, Hortobagyi GN. Cancer Control 1999; 6 (3):

10 Meccanismo dazione dei bifosfonati Inibisce la formazione, la migrazione e lattività osteolitica; promuove lapoptosi Modula lo scambio di segnali tra osteoblasti e osteoclastii Rilascio locale durante la fase di riassorbimento osseo Si concentra nellosso appena mineralizzato e sotto gli osteoclasti

11 Trattamento della malattia metastatica ossea con bifosfonati A breve termine A lungo termine Sollievo dal dolore metastatico osseo Prevenzione degli eventi scheletrici Miglioramento della qualità di vita senza effetti indesiderati Riduzione dei costi sanitari Valutazione dello stile di vita della paziente e tipo di terapia antineoplastica

12

13 L Osteonecrosi della Mandibola associata alla terapia con Bisfosfonati (ON-BP) Nel 2003 primo caso segnalato; 800 casi in letteratura Patologia rara, ma invalidante a carattere progressivo, con scarsa tendenza alla guarigione 0,7 casi x pazienti in terapia con BP orali 0,8-10% nei pazienti in terapia per Mtx ossee In Italia crescente numero di casi: 31 nel casi nel 2006 Non è chiarito il rapporto causale con lutilizzo di bisfosfonati No accordo sul trattamento, sul follow-up, né sulla prognosi da Bisfosfonati vol. VIII n.2 Maggio 2007

14 Lesione Area nel cavo orale di tessuto osseo esposto di colore bianco-giallastro, talvolta suppurante, non sanguinante che a volte fistolizza verso la cute Mucosa gengivale ulcerata, arrossata, edematosa Difficoltà di guarigione

15 Dopo 6 mesi

16 Diagnostica per immagini

17 Bisfosfonati si accumulano nelle aree sottoposte ad attivo rimodellamento ed elevato turnover osseo (Mtx, Paget) e inibiscono lattività osteoclastica Mandibola, mascella, osso alveolare: tessuto osseo ad alto turnover a causa dello stress meccanico della masticazione e al movimento dei denti Riparazione dei microdanni e mantenimento competenza e mantenimento competenza meccanica meccanica Osteonecrosi della mandibola ?

18 Elevato accumulo di farmaco a livello mandibolare soprattutto nei paz. trattati con alte dosi di Bisfosfonati i.v. (paz.Oncologici) Rallentamentodel processo riparativo osteoclasto-mediato Rallentamento del processo riparativo osteoclasto-mediato+ Sovrainfezione batterica dovuta ai batteri residenti Sovrainfezione batterica dovuta ai batteri residenti Inizio del processo ostemielitico/osteonecrotico

19 Bisfosfonati Più frequente con i potenti aminobisfosfonati i.v. ad alte dosi utilizzati nei pazienti oncologici

20 Impending fracturres

21

22 Cemento + chemioterapico

23 Radiofrequenza adiuvante - Denatura le proteine - Rottura della parete cellulare "Shock Termico -Caugula i vasi afferenti -Riduzione del 43 % rischio di recidiva Capanna R. 2003

24 Frattura incombente

25 Le lesioni osteolitiche sono a maggior rischio di frattura rispetto alle osteoaddensanti

26 Le sedi anatomiche sottoposte al carico sono a maggior rischio di frattura

27 Il riassorbimento endostale risulta del % dello spessore originale del segmento SiNo

28 Il difetto risulta oltre il 50 % del diametro dellosso sul piano longitudinale e/o sul piano coronale

29 Frattura conclamata

30

31

32 Conclusioni Prevenire gli eventi scheletrici Ridurre al minimo linvalidità Dare sollievo dal dolore Migliorare la funzionalità Benefici sulla qualità di vita


Scaricare ppt "Metastasi ossee da carcinoma della Mammella. Flavio Fazioli SSD Chirurgia Muscolo Scheletrica Responsabile: Dott. Flavio Fazioli."

Presentazioni simili


Annunci Google