La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il periodo monarchico 753 a.C. – 26 a.C. 18/07/20151.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il periodo monarchico 753 a.C. – 26 a.C. 18/07/20151."— Transcript della presentazione:

1 Il periodo monarchico 753 a.C. – 26 a.C. 18/07/20151

2 Le origini di Roma Circa 800 a.C. 700 – 650 a.C. Popolazione di pastori che vivevano sul fiume Tevere. Usavano l’isola Tiberina per passare da una sponda all’altra del Tevere. La salaria, la via del sale, era luogo dei commerci. Fondazione di Roma. Alle origini città semplice, non molto organizzata. 18/07/20152

3 PERIODO MONARCHICO - Roma è governata da Re Nel primo periodo Roma era governata da un re che aveva potere assoluto a.C. Dominazione Etrusca a Roma: rese la città più ricca (acquedotti, fogne, ponti, case e templi)e portò la sua cultura: scrittura, religione,previsione del futuro, abbigliamento. 18/07/20153

4 Nasce la Repubblica 509 a. C. 18/07/20154

5 Roma conquista l’Italia guerra contro gli Etruschi Roma è invasa e saccheggiata dai Galli Roma si impadronisce del centro Sud e Sud Italia (guerra contro i Sanniti) Roma conquista la Magna Grecia e diventa la maggiore potenza del mondo allora conosciuto Cambiamenti del governo. Gli Etruschi vengono cacciati dal trono: potere ai patrizi 18/07/20155

6 PATRIZI PLEBEI Nobili,ricchi con diritti politici proprietari di molti terreni. Erano tanti, poveri e senza diritti politici pur essendo cittadini. Patrizi e Plebei Alcune nobili famiglie romane (patrizie) cacciano da Roma il re etrusco Tarquinio il Superbo. Secondo la tradizione con questo evento si passò dalla monarchia alla Repubblica (509 a. C.) 18/07/20156

7 Da chi é governata Roma durante il periodo repubblicano? 18/07/20157

8 2 CONSOLI governavano MAGISTRATI sorvegliavano e difendevano i più deboli della città Quando la città era minacciata da un pericolo, veniva eletto un DITTATORE I COMIZI (assemblea popolare) eleggevano i magistrati Roma diviene una REPUBBLICA OLIGARCHICA (non c'é il re, ma il governo è nelle mani di pochi nobili) SENATO era formato dagli anziani patrizi I PLEBEI erano la maggioranza della popolazione ma non avevano nessun diritto politico Tra 500 e 400 a.C. i plebei si ribellarono e ottennero i loro rappresentanti: i tribuni della plebe 18/07/20158

9 Roma conquista il Mediterraneo Roma era al suo massimo splendore e desiderava espandersi, conquistando la ricca Sicilia. La Sicilia, però, era controllata dai Cartaginesi. che dominavano, inoltre, la Sardegna, l’Africa e la Spagna. La forza dell’esercito cartaginese era grandissima (soprattutto nelle battaglie navali). Per un lungo periodo ci fu pace tra Roma e Cartagine ma, intorno al II sec a.C. scoppiò la guerra. Cartaginesi Etruschi Fenici 18/07/2015 9

10 LE GUERRE PUNICHE Le guerre puniche furono combattute tra i Romani e i Cartaginesi (Puni) e furono tre. 18/07/201510

11 LA I GUERRA PUNICA Roma era molto forte nel combattimento di terra e invece si trovò a combattere contro i Cartaginesi in una battaglia navale. Nel 264 a.C. l’esercito romano sbarcò in Sicilia presso le Isole Egadi (Trapani). Nonostante la superiorità di Cartagine, gli astuti comandanti romani utilizzarono delle navi con i CORVI che erano dei ponti mobili che venivano calati da una nave all’altra. Un uncino si conficcava nel ponte della nave avversaria e la battaglia così si trasformava in un corpo a corpo. 11

12 LA PRIMA GUERRA PUNICA Cartagine chiese la pace e dovette rinunciare a tutti i suoi possedimenti in Sicilia e pagare una grande somma in argento. Vittoria romana Una passerella di legno che all'estremità presentava un appuntito uncino: il corvo. La passerella con il corvo pronta ad essere abbassata sul ponte della nave avversaria per consentire di andare all'arrembaggio e ingaggiare il corpo a corpo decisivo 18/07/201512

13 LA SECONDA GUERRA PUNICA Fu combattuta dal 218 a.C. al 202 a.C. e fu vinta dai romani, seppure con la supremazia cartaginese in molte battaglie (grazie all’aiuto dei popoli italici) Il generale cartaginese ANNIBALE invase l’Italia, passando per i Pirenei e per le Alpi con un enorme esercito e gli elefanti. 18/07/201513

14 LA SECONDA GUERRA PUNICA I romani subirono una gravissima sconfitta nella BATTAGLIA DI CANNE in Puglia. Roma rischiava di cadere nelle mani del nemico. Annibale però sbagliò strategia e non attaccò subito Roma ma aspettò i rinforzi del fratello Asdrubale. Nel frattempo Roma si riorganizzò e inviò il generale romano Publio Scipione detto l’Africano ad attaccare Cartagine. Vedendo la sua patria minacciata, Annibale rientrò a Cartagine ma lì fu sconfitto nella BATTAGLIA DI ZAMA. Annibale 18/07/

15 18/07/201515

16 LA TERZA GUERRA PUNICA La terza guerra punica fu breve, durò dal 149 a. C. al 146 a. C. Dopo questa guerra Cartagine fu completamente distrutta e sulle sue rovine venne sparso il sale perché non ricrescesse più nulla. Scipione l’Africano 18/07/201516

17 LA CONQUISTA DEL MEDITERRANEO Tra il 220 a.C. e il 130 a.C. Roma conquista la Grecia, la Macedonia e il dominio commerciale su tutto il Mediterraneo. 18/07/201517

18 Tentativo di riforma dei Gracchi e crisi della Repubblica – II sec. a.C. Dopo le guerre puniche alcuni cittadini si arricchirono, altri si impoverirono I fratelli Tiberio e Caio GRACCO cercarono di fare una riforma agraria per distribuire terre ai poveri proposero di estendere il diritto di cittadinanza ai SOCI (popoli italici alleati di Roma) fallimento delle riforme dei Gracchi e crisi della Repubblica 18/07/201518

19 La crisi della Repubblica: guerra civile I sec. A.C. La classe dirigente romana si divide in 2 gruppi contrapposti OTTIMATI (patrizi) guidati da Publio Cornelio SILLA POPOLARI (i nuovi ricchi, i cavalieri, chiamati così perché per raggiungere il potere si appoggiavano al popolo ) guidati da Gaio MARIO GUERRA CIVILE tra Mario e Silla che si concluderà nell’83 a. C. con la vittoria di Silla 18/07/201519


Scaricare ppt "Il periodo monarchico 753 a.C. – 26 a.C. 18/07/20151."

Presentazioni simili


Annunci Google