La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Riccardo Capellupo Classe V A Liceo scientifico Sersale Anno Scolastico 2011/2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Riccardo Capellupo Classe V A Liceo scientifico Sersale Anno Scolastico 2011/2012."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Riccardo Capellupo Classe V A Liceo scientifico Sersale Anno Scolastico 2011/2012

4 FUMARE È UN VIZIO? Finora si è sempre detto e pensato che il fumo di sigaretta fosse un vizio. E cosa affermano molti fumatori sul fumo ? E' un vizio che in qualsiasi momento posso abbandonare. Niente di più falso. Il fumo di sigaretta non è un vizio, non è un'abitudine, ma una vera e propria tossicodipendenza. Il tabagismo è una malattia e come tale deve essere trattata.

5

6 NICOTINA Il tabacco contiene la nicotina che provoca dipendenza. Quando i non fumatori assumono nicotina, stanno male: mal di testa, nausea e palpitazioni sono i sintomi di chi fuma per la prima volta.

7 CATRAME Il catrame è costituito da piccole particelle che si infiltrano nei polmoni e nei bronchi. I polmoni dei fumatori di lunga data sono neri di catrame rispetto alla normale colorazione rosso porpora, mentre quelli dei bambini sono bianchi

8 Poi vi sono sostanze irritanti quali: Acido cianidrico Acetaldeide Formaldeide ammoniaca Queste sostanze infiammano la mucosa bronchiale provocando una maggiore produzione di catarro.

9 per provare, per curiosità per imitazione degli altri (genitori, fratelli, amici, adulti, personaggi celebri dello spettacolo che fumano) per essere accettati dal gruppo di amici per sentirsi adulti per trasgredire a regole imposte dagli adulti perché si pensa di poter smettere in qualunque momento

10 Oggi a fumare sono più spesso gli uomini, ma il numero delle donne fumatrici è in aumento costante: i maschi iniziano con il fumo verso i 14/15 anni, mentre le donne verso i 17/18 anni e, talvolta, anche più tardi intorno ai 30 anni. La sigaretta è la più diffusa, infatti è apprezzata dal 96% dei fumatori, mentre sigari e pipa sono usati più raramente e soprattutto dalle persone anziane. L'istruzione non influenza particolarmente i fumatori uomini, ma nelle donne la cultura superiore o universitaria favoriscono notevolmente l'abitudine del fumo tanto che le più accanite fumatrici sono le donne manager o professioniste.

11 DATI ISTAT 10 /01 /06 Oggi fuma il 28,5% dei maschI e il 16,6% delle femmine. I fumatori abituali (coloro che fumano ogni giorno) sono l89,7% del totale dei fumatori e il 20,3% della popolazione e consumano mediamente 14,8 sigarette al giorno.

12 Potremmo distinguere i fumatori in diverse tipologie in base alla quantità di sigarette fumate e l loro modo di fumare: moderati: fumano regolarmente al massimo 10 sigarette irregolari: fumano poco, in modo casuale ed irregolare per stress: fumano tanto specialmente in situazioni stressanti abituali: fumano in modo regolare circa 20 sigarette al giorno viziosi: fumano fino a 40 sigarette al giorno e anche più dipendenti: non resistono senza sigarette a causa delle forti crisi di astinenza fisica e psichica che la loro mancanza determina instabili: fumano in un modo strano senza una quantità definita e in modo del tutto casuale.

13 COME SI ARRIVA A SMETTERE? Smettere di fumare non è un percorso uguale per tutti, dipende da diversi fattori tipo: da quanto tempo fumi, quante sigarette fumi al giorno ecc. Alla decisione di smettere di fumare si arriva per diversi motivi: Salute: Si percepisce nel fumo un pericolo per il proprio stato di salute; questo avviene perché, ad esempio, emergono o si acutizzano sintomi fisici legati in qualche modo al fumo (respiratori, cardiovascolari, etc).

14 Estetico: Alcuni disturbi del proprio aspetto sono spesso sgraditi, specialmente da parte delle donne: il puzzo di fumo dellalito, degli abiti; la pelle del viso o delle dita giallastra,ecc Economico: Il costo del fumo può diventare un problema anche dal punto di vista del bilancio personale o familiare. Autostima: Ci si rappresenta come inaccettabile (anche agli occhi dei figli o del partner) la schiavitù dal tabacco; una dipendenza che non gradiamo.

15 Per togliere il vizio del fumo è necessario, avere buona volontà, o recarsi in centri specializzati oppure utilizzare farmaci adatti a questo problema.

16 ALCUNI CONSIGLI 1. Stabilire la data precisa in cui si intende smettere 2. comunicarla ai familiari e agli amici 3. programmare le giornate immediatamente successive alla data di cessazione 4. non frequentare luoghi in cui si fuma o persone che fumano 5. buttare tutti i pacchetti di sigarette che si hanno 6. lavare per bene la macchina e ripromettersi di non affumicarla più 7. quando viene la voglia di fumare lavarsi i denti e cercare una persona che non sopporta il fumo

17 Aumento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa causata dalla nicotina. Inadeguata ossigenazione del miocardio a causa della corbossiemoglobina. Aumento della coaugulabilità del sangue provocata dalla nicotina Aumento dellormone noradrenalina con stimolazioni intense che possono portare a morte improvvisa.

18 Tutti i fumatori hanno notato che una sigaretta sembra calmare i morsi della fame, almeno temporaneamente. La sensazione di fame è causata dalle contrazioni delle pareti dello stomaco e il fumo può sopprimere tali contrazioni. Il fumo può causare gastrite, favorendo laccumulo di secrezioni acide e provocando bruciore di stomaco, creando le condizioni favorevoli per lo sviluppo di unulcera.

19 1. Peggioramento del funzionamento 3. Riduzione delle difese immunitarie 6. Distruzione del polmone 5. Invecchiamento precoce 2. Trasformazione del DNA cellulare 4. Displasie tessutali e trasformazione tumorale dei tessuti

20 LE DONNE E IL FUMO.

21 UNO STUDIO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE HA STABILITO CHE: LE DONNE FUMANO MENO DEGLI UOMINI, MA SMETTONO CON MAGGIORE FATICA E SONO PIU A RISCHIO DI RICOMINCIARE

22 Le fumatrici presentano un rischio 2 volte più grande di gravidanze extrauterine; sono maggiormente esposte al cancro del collo dellutero ed entrano in menopausa 2 anni prima. Anche il feto è esposto ad una serie di rischi importanti: aborto spontaneo, parto prematuro, nascita di bambini sottopeso. Anche il feto è esposto ad una serie di rischi importanti: aborto spontaneo, parto prematuro, nascita di bambini sottopeso. Sembra che il tabagismo diminuisca la fecondità.

23 Un consiglio! Forse a tutti conviene spegnere la sigaretta! ! !

24 SITOGRAFIA umo/perch%E8_si_fuma.htm umo/perch%E8_si_fuma.htm umo/sigaretta.htm umo/se_voglio_smettere.htm umo/perch%E8_si_fuma.htm umo/perch%E8_si_fuma.htm umo/sigaretta.htm umo/se_voglio_smettere.htm

25 The end...


Scaricare ppt "Riccardo Capellupo Classe V A Liceo scientifico Sersale Anno Scolastico 2011/2012."

Presentazioni simili


Annunci Google