La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Che cos’è La dipendenza Statistiche Perché smettere

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Che cos’è La dipendenza Statistiche Perché smettere"— Transcript della presentazione:

1 Che cos’è La dipendenza Statistiche Perché smettere
Il tabagismo Che cos’è La dipendenza Statistiche Perché smettere

2 PREMESSA Ho deciso di trattare questo tema perché sono un fumatore e ho voluto riflettere sulle conseguenze di questo vizio che rappresenta un abitudine culturalmente radicata nella società.

3 Cos'è il tabagismo? Il tabagismo, più comunemente chiamato fumo, è l'azione di inalare per piacere, per fini rituali, come abitudine o per dipendenza, il fumo prodotto dalla combustione di foglie secche di tabacco.Fumare era una pratica molto diffusa tra i Nativi dell'America sia settentrionale che meridionale e fu in seguito esportata nel resto del mondo per via commerciale, dopo la scoperta delle Americhe, da parte degli Europei.

4 Il fumo prodotto dalla combustione del tabacco contiene nicotina, una sostanza stimolante che migliora temporaneamente la memoria, l'umore e la velocità di riflessi, ma che genera anche una forte dipendenza, sia fisica che psicologica. La nicotina, fa aumentare l'ansia, la difficoltà nel riposo e dà disturbi al sistema metabolico. Ricerche mediche hanno determinato che il fumo è uno dei maggiori fattori che contribuiscono a provocare gravi danni alla salute, particolarmente il tumore al polmone, l'enfisema e malattie cardiovascolari.

5 In diversi paesi la vendita o la pubblicità di prodotti a base di tabacco è particolarmente regolamentata o limitata; e nelle confezioni è richiesto l'inserimento di avvisi riguardo ai rischi che si possono correre fumando. In molti stati il fumo è vietato nella maggior parte o nella totalità dei luoghi pubblici per proteggere i non-fumatori dal fumo passivo.

6 Tipi di dipendenza . Molti fumatori sostengono che fumare è semplicemente un vizio e che si può smettere in qualsiasi momento. Niente di più falso. Il fumo di sigaretta è una vera e propria tossicodipendenza dalla quale è molto difficile uscire.Prima di tutto bisogna premettere che la dipendenza dalla nicotina è soggettiva ed è influenzata da molti fattori tra i quali le condizioni fisiche e il carattere del fumatore.Esiste una dipendenza fisica ed una psicologica.

7 Dipendenza fisica Dipendenza psicologica
La dipendenza psicologica invece comprende la gestualità e tutte le abitudini che sono ormai radicate; modificare le proprie abitutdini, infatti, può essere uno scoglio difficile da superare, la privazione di queste abitudini può portare anche a sensi di vuoto e inadeguatezza. Viene causata dalla continua assunzione di una sostanza o più determinate sostanze; nel momento in cui vengono a mancare, si innesca una crisi di astinenza che provoca attacchi d'ansia ed nervosismo, difficoltà di concentrazione e sonnolenza, depressione, aumento della fame. La nicotina è una sostanza altamente tossica! soli 50 mg (2 pacchetti di sigarette), se assunti in un'unica dose sono mortali

8 Altri fattori psicologici
Sociali: adattamento alle mode, il tentantivo di darsi un tono, la ricerca di aiuti per superare i momenti di stess

9 Psicologici personali: ricerca del piacere, di un calmante, di uno stimolante, di una protezione. Psicologici profondi: come il portare un qualcosa in bocca come gesto legato alla forte componente inconscia (fase orale).

10 sigarette fumate fumatori morti
Dati e statistiche sigarette fumate fumatori morti

11 Sigarette fumate 5,7 miliardi ogni giorno nel mondo. 17 al giorno per fumatore (19 gli uomini, 14 le donne). Nel 2005 i consumi del tabacco diminuiscono del 5-6%. Gli ex fumatori sono 8,6 milioni, di questi 2,8 milioni sono donne. Si fuma di piu' tra i 25 ed i 44 anni (34,5%),poi tra i 15 e i 24 anni (29%).

12 Fumatori 650 milioni nel mondo 5 milioni in Italia Nel 2005 i consumi del tabacco diminuiscono del 5-6%. Nel 2005 i consumi del tabacco diminuiscono del 5-6%. Gli ex fumatori sono 8,6 milioni, di questi 2,8 milioni sono donne. Si fuma di piu' tra i 25 ed i 44 anni (34,5%),poi tra i 15 e i 24 anni (29%).

13 Morti 5 milioni ogni anno nel nel mondo. 10 milioni ogni anno previsti per il 2030.

14 Motivi per smettere di fumare
Perché smettere Motivi per smettere di fumare

15 Fumare produce piacere. Perciò non volete smettere
Fumare produce piacere ? Perciò non volete smettere? Ecco alcuni motivi per cambiare idea Le donne riportano la fertilità a livelli normali. Nelle donne l'età della menopausa si allontana. La pelle non si imbruttisce, non perde di lucentezza e non aumentano le rughe.

16

17 I non fumatori che vivono con voi vedranno ridotti del 25% circa il rischio di cancro ai polmoni ed infarto. Migliora la vostra immagine agli occhi dei figli, amici, colleghi. Aumento della possibilità di vita di 5/8 anni. Evitare di morire dopo lunga e dolorosa malattia. Gli uomini riducono il rischio di impotenza

18 Cosa succede quando smettete di fumare?
Dopo...20 minuti si regolarizzano pressione sanguigna,temperatura degli arti e battito cardiaco 8 ore si normalizzano i livelli di monossido di carbonio e di ossigeno 1 anno diminuisce del 50% il rischio di malattie e disfunzioni dell'apparato cardio-vascolare 5 anni si dimezza il pericolo dell'insorgenza di cancri 10 anni si riduce del 50% il rischio di un tumore ai polmoni 15 anni la probabilità di morte diventa uguale a quella dei non fumatori

19 Un nemico letale .... Il fumo è un pericoloso killer, particolarmente spietato nei confronti di chi ha iniziato a fumare da giovane. Nei paesi industrializzati non esiste un fattore di rischio per la salute più grave del fumo. Smettere di fumare conviene! Coloro che smettono prima di aver contratto una seria malattia vascolare o tumorale indotta da fumo, possono evitare di morire a causa del fumo

20 Vari modi per smettere di fumare
La forza di volontà

21 Il metodo della “forza di volontà” consiste nell’adottare un unico e semplice comportamento: resistere, resistere e resistere! Consiste nel lottare il più possibile contro la tentazione di accendersi una sigaretta nella speranza che prima o poi il desiderio di fumare svanisca. E’ il metodo più immediato da adottare e quindi quello a cui tutte le persone ricorrono, ma nella maggior parte dei casi è destinato a fallire. E anche quando le persone riescono a perseverare e a resistere alla tentazione della sigaretta per mesi o per anni, rimane in loro una certa insofferenza: è come se rimanessero continuamente in lotta contro il mostro del fumo.

22 Per smettere di fumare occorre vincere alcune nostre preoccupazioni così resistenti che ci inducono ad escludere il tentativo di farlo

23 Vincere alcune preoccupazioni. Se smetto ingrasserò ...
In effetti il cibo risulterà più saporito, in quanto il gusto non sarà alterato da quello della sigaretta; inoltre, ci sarà un aumento dell'appetito. Normale! L'eventuale aumento di peso sarà comunque momentaneo e riacquisterete il peso iniziale nel giro di qualche mese. Mangiare molta frutta evitando dolci e grassi, aumentare l'attività motoria, fare più pasti leggeri al posto di due pesanti, consultare il medico per una dieta appropriata ... tutti elementi che vi aiuteranno a smettere di fumare ed a contrastare l'eventuale, momentaneo aumento di peso.

24 Il fumo mi rilassa ... Solo apparenza! In realtà il fumo è uno stimolante che aumenta la frequenza cardiaca; il nervosismo passerà nel giro di un paio di settimane

25 Non ho abbastanza forza di volontà ...
Smettere di fumare non è facile; l'impegno iniziale è notevole ma normalmente non occupa più di una paio di settimane. Ogni anno milioni di persone smettono di fumare, magari dopo più tentativi; in ogni caso è un successo.

26 Ho provato altre volte ma non ci sono mai riuscito ...
La maggior parte degli ex fumatori ha fatto più di un tentativo prima di riuscire a smettere. E' normale provare un forte desiderio di fumare, specialmente nei luoghi e nelle situazioni in cui si aumentava il numero di sigarette. Per i primi tempi - per quanto possibile - evita questi luoghi e queste situazioni. Prendi atto che fumare una sigaretta non significa comunque aver fallito.

27 Smettere di fumare: ecco cosa non fare
Qualcuno vi potrà consigliare dei metodi per farvi odiare il fumo: NON ascoltateli! Ecco alcuni esempi di "tecniche" da non seguire: Fumare rapidamente . Accendere una sigaretta dietro l'altra per avvertite un forte senso di nausea e capogiri: NO! Associare problemi fisici, disgrazie e quanto altro ad ogni boccata: NO! Trattenere a lungo il fumo in bocca continuando a respirare con il naso fino ad avvertire una sensazione di disagio e, in alcuni casi, di vomito: NO! Qualsiasi sorta di punizione inflitta ogni qualvolta fumate una sigaretta: NO!

28 Altri metodi Agopuntura. Ipnosi. Preparati erboristici specifici. Prescrizioni alimentari e stili di vita.

29 Agopuntura Agisce inibendo i centri nervosi che mantengono la dipendenza e attivando il decondizionamento necessario per smettere di fumare.

30 Ipnosi Agisce eliminando la dipendenza, reintegrando i bisogni fisiologici, rimovendo le abitudini innaturali, determinando l'abbandono immediato del gesto nocivo.

31 Preparati erboristici specifici
Per depurare l'organismo dai residui tossici depositati nei tessuti vitali che mantengono la dipendenza al fumo e la cui eliminazione è sinergica con i fattori naturali che agiscono in modo determinante per smettere di fumare.

32 Prescrizioni alimentari e stili di vita
Per interrompere l'associazione e il richiamo tra alcuni alimenti e il fumo e per evitare, quando non è desiderato, l'aumento ponderale che tende ad instaurarsi quando si smette di fumare.

33 SPERO CHE IL MIO LAVORO SIA APPREZZATO.
THE END SPERO CHE IL MIO LAVORO SIA APPREZZATO.


Scaricare ppt "Che cos’è La dipendenza Statistiche Perché smettere"

Presentazioni simili


Annunci Google