La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nel nascere, riceviamo un giardino da curare, già con molte sementi, che noi dobbiamo soltanto annaffiare, curando con tenerezza ogni aiuola.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nel nascere, riceviamo un giardino da curare, già con molte sementi, che noi dobbiamo soltanto annaffiare, curando con tenerezza ogni aiuola."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Nel nascere, riceviamo un giardino da curare, già con molte sementi, che noi dobbiamo soltanto annaffiare, curando con tenerezza ogni aiuola.

4 Nell’aiuola dell’amore, nascono i più bei sentimenti, come la solidarietà, l’affetto, la tenerezza e un bel fiore rosso chiamato passione. Nell’aiuola della speranza, nascono i sogni, la perseveranza, i desideri dell’anima, che ben annaffiati, rendono molti frutti, chiamati “realizzazioni”.

5 Nell’aiuola dell’allegria, fiori bellissimi che sorridono alla vita, sono conosciute come “motivazione”, “buona volontà” e “persistenza”, essendo fondamentali per la continuità del nostro giardino.

6 Più in fondo, un’aiuola impressiona per l’altezza dei fiori, è l’aiuola della fede, annaffiata con preghiere e atteggiamenti rigeneratori, arrivano fino in cielo, e molti dei fiori toccano i piedi degli angeli, che tutto ascoltano nelle nostre piantagioni.

7 Molti curano l´aiuola con lavoro incessante, vigilando i pensieri, annaffiando costantemente l’amore, l’allegria e la speranza, sempre con desiderio sincero di cambiare in meglio.

8 Così, i fiori crescono sempre forti, belli anche di fronte alle difficoltà, proprie della vita, resistono al tempo e alle difficoltà, diventando ogni volta più belli.

9 Altri, un poco meno attenti, si perdono in lamenti, sciupando il prezioso tempo in divagazioni.

10 Pensano alle piante che potrebbero avere e non hanno, o a quelle che già ebbero e hanno perso, nelle belle piante del vicino, e trascurano il giardino, lasciando le erbe cattive invadere le aiuole.

11 Così, piante distruttrici come l’odio, l’invidia, la calunnia, la pigrizia, la mancanza di rispetto tra altre piaghe, prendono il posto dei fiori della vita, delle sementi che ricevemmo nel nascere, e diventiamo persone amare, insensibili, afflitte, tristi e ammalate.

12 Il giardino della vita sono i tuoi pensieri, l’annaffiatoio i tuoi sentimenti e la semente, la fede. Il giardiniere sei tu, la terra, la propria vita, l’acqua è Dio, fonte di tutta la vita, che spera che il tuo giardino non sia soltanto fiorito, ma che in esso nascano frutti perenni, e che un giorno, tu diventi semente eterna del bene.

13 Essendo così, dove tu sarai, attirerai uccelli e vita, porti gioia e pace, conforto e speranza, perché in te, la semente di Dio ha germinato, ha dato frutti e ha creato radici profonde.

14 Sia tu, il proprio giardino di Dio, cura le tue aiuole, annaffiale tutti i giorni con amore, speranza e fede. Io credo in te.

15 Testo prodotto da Paulo Roberto Gefke Formattato da:Raquel Aguilar Ripassatelo senza eliminare i crediti, rispettando il lavoro altrui. Traduzione italiana dal portoghese-brasiliano: Nereo-Peg.


Scaricare ppt "Nel nascere, riceviamo un giardino da curare, già con molte sementi, che noi dobbiamo soltanto annaffiare, curando con tenerezza ogni aiuola."

Presentazioni simili


Annunci Google