La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Ermes Carlini Direttore Medico di Presidio Risk Manager Azienda Ospedaliero–Universitaria di Ferrara Costruire larchitettura aziendale della sicurezza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Ermes Carlini Direttore Medico di Presidio Risk Manager Azienda Ospedaliero–Universitaria di Ferrara Costruire larchitettura aziendale della sicurezza."— Transcript della presentazione:

1 1 Ermes Carlini Direttore Medico di Presidio Risk Manager Azienda Ospedaliero–Universitaria di Ferrara Costruire larchitettura aziendale della sicurezza e gestione del rischio

2 2 SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA Luomo vitruviano Leonardo da Vinci ( ) Chapelle Notre Dame du Haut Ronchamp – France Le Corbusier ( )

3 3 Stabilità/ Struttura Bellezza/ Estetica Utilità/ Funzionalità ARCHITETTURA

4 4 Forte commitment da parte dei vertici di governo strategico Regione Emilia Romagna Delibera di Giunta n.86/2006 Delibera di Giunta n.86/2006 (Direttiva alle Aziende Sanitarie per ladozione dellAtto Aziendale) Delibera di Giunta n.1706/2009 Delibera di Giunta n.1706/2009 (Individuazione aree di miglioramento della qualità delle cure e integrazione delle politiche assicurative e di gestione del rischio) Stabilità/ Struttura

5 5 Gestione del rischio = componente essenziale del Governo Clinico Gestione del rischio = componente essenziale del Governo Clinico Sviluppo di numerose componenti aziendali interne Sviluppo di numerose componenti aziendali interne Necessità di una ricomposizione delle stesse in un sistema integrato a livello aziendale e regionale Necessità di una ricomposizione delle stesse in un sistema integrato a livello aziendale e regionale

6 6 Gestione Sistemica del Rischio

7 7 aspetti salienti : Ricomposizione di settori clinici,Ricomposizione di settori clinici, amministrativi e tecnici Sviluppo della funzione di consulenzaSviluppo della funzione di consulenza e supporto ai Clinici responsabili delle attività assistenziali, per quesiti di natura etico- professionale e per problemi di responsabilità professionale Organizzazione della gestione del contenzioso, incluse le relazioni con le compagnie assicurative, integrando competenze economiche, legali, cliniche e medico-legaliOrganizzazione della gestione del contenzioso, incluse le relazioni con le compagnie assicurative, integrando competenze economiche, legali, cliniche e medico-legali

8 8 Lineamenti di strategia regionale La sicurezza delle cure è un diritto del paziente ed un requisito imprescindibile per unorganizzazione sanitaria

9 9 Gestione del rischio come : - parte integrante della sicurezza - modo di rendersi responsabili delle conseguenze indesiderate delle attività sanitarie Lineamenti di strategia regionale

10 10 AttoAziendale Atto Aziendale deve disporre lorganizzazione dellintegrazionedelle diverse componenti deve disporre lorganizzazione dellintegrazione delle diverse componenti secondo ilProgramma aziendale secondo il Piano-Programma aziendale di gestione del rischio adottato dal Direttore Generale - adottato dal Direttore Generale - su proposta del Collegio di Direzione - diretto dal Direttore Sanitario Utilità/ Funzionalità

11 11 Collegio di Direzione = Organodi governo del Piano-Programma Organo di governo del Piano-Programma sede operativa e di gestione La cui sede operativa e di gestione = Dipartimenti i Dipartimenti

12 12 § PAZIENTE § OPERATORE § COMUNITA § AMBIENTE Considerare tutte le potenziali condizioni generatrici di rischio, in tutti gli aspetti (clinico, strutturale e di gestione del contenzioso) e le azioni conseguenti Attenzione – Sviluppo - Sicurezza per: MOTIVAZIONI

13 13 Condivisione del percorso e coinvolgimento progressivo di tutti gli attori impegnati nel processo di gestione del rischio Fornire conoscenze e strumenti Fornire conoscenze e strumenti Orientare i comportamenti alla sicurezza Orientare i comportamenti alla sicurezza

14 14 Ottimizzare le potenzialità delle risorse aziendali disponibili per la gestione del rischio attraverso unazione sinergica e di effettivo supporto ai Dipartimenti ad Attività Integrata (Assistenza-Didattica-Ricerca)

15 15 Direzione Medica Ospedaliera Struttura Accreditamento, Qualità e Ricerca Struttura Dipartimentale di Igiene Ospedaliera Direzione delle Professioni Farmacia Medicina Legale Ufficio Legale Fisica Medica – Biotecnologie Dipartimento Prev.ne e Prot.ne Medicina del Lavoro Direzione Attività Tecniche Area Comunicazione e URP Formazione Aggiornamento Referenti aziendali per la vigilanza sui dispositivi medici (RAV) Referente aziendale per gli Eventi Sentinella Referenti aziendali di Incident Reporting DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA Area Progetto Gestione del Rischio

16 16 valutazione sistemica del rischio al tempo 0 (base-line al 2007) per le aree progettuali costituenti il Piano-Programma valutazione sistemica del rischio al tempo 0 (base-line al 2007) per le aree progettuali costituenti il Piano-Programma report annuale di realizzazione (stato di avanzamento) dei Progetti inseriti report annuale di realizzazione (stato di avanzamento) dei Progetti inseriti nel Piano-Programma STRUMENTI DI VERIFICA

17 17 44 Progettidi gestione del rischio strutturati 44 Progetti di gestione del rischio strutturati Piano-Programma aziendale di gestione del rischio per il triennio cronoprogramma degli interventi cronoprogramma degli interventi indicatori indicatori standard standard

18 18 FARMACIA Manuale ricostituzione/diluizione di medicinali iniettabili… Elaborazione lista abbreviazioni… Banca dati su esiti ispezione sugli armadi farmaceutici di reparto… ACCREDITAMENTO QUALITA RICERCA Utilizzo sistematico dello strumento Audit Clinico Controllo cartelle cliniche rispetto alla completezza della prescrizione farmacologica… Implementazione di un set di indicatori di Patient Safety Procedure aziendali su Rischio Clinico: supporto alla stesura di nuove procedure…

19 19 IGIENE OSPEDALIERA E QUALITA DEI SERVIZI AMBIENTALI Gestione ambientale Gestione ambientale: 1. Miglioramento del processo di gestione dei rifiuti sanitari 2. H glutaraldeide-free 3. H protossido-free 4. Avvio di un Sistema di gestione ambientale Gestione Rischio infettivo Gestione Rischio infettivo: 5. Progetto SICh-ER – Sorveglianza delle Infezioni del Sito Chirurgico 6. Miglioramento attività di Reprocessing endoscopi 7. Igiene delle mani. Progetto OMS – Clean care is safer care! 8. Progetto LaS-ER Lotta alla Sepsi in Emilia-Romagna 9. Procedura di Gestione alert organism ed eventi epidemici 10.Sorveglianza e controllo della qualità microbiologica dellacqua della rete di distribuzione intra-aziendale. Gestione degli Eventi Sentinella 11. Gestione degli Eventi Sentinella secondo il Protocollo Ministeriale (Procedura aziendale e Root Cause Analysis)

20 20 DIREZIONE ATTIVITA TECNICHE Realizzazione scale antincendio… Installazione di porte tagliafuoco e maniglioni antipanico… Messa in sicurezza della via di fuga principale dellospedale… Realizzazione di nuovi impianti di climatizzazione presso i blocchi operatori… Sostituzione delle vetrate esistenti lungo le vie di esodo… Controllo presenza gas medicali in Sala Operatoria… Controllo efficienza controllore isolamento impianto elettrico Sala Operatoria… Doc. informazione sullutilizzo delle strutture e degli impianti del Reparto

21 21 DIREZIONE DELLE PROFESSIONI INF.TECN. Prevenzione cadute accidentali Prevenzione lesioni da pressione Prevenzione danni da contenzione fisica dei pz. UU.OO. ANESTESIA E RIANIMAZIONE Incident Reporting in sala operatoria U.O. OSTETRICIA E GINECOLOGIA Incident Reporting in sala parto

22 22 UFFICIO LEGALE – MEDICINA LEGALE DIREZIONE MEDICA – DIREZIONE DELLE PROFESSIONI URP/COMUNICAZIONE/ACCOGLIENZA Nucleo Valutazione Sinistri Attivazione del Nucleo Valutazione Sinistri Attivazione di Percorsi per la risoluzione extragiudiziale del contenzioso MEDIAZIONE e CONCILIAZIONE ( MEDIAZIONE e CONCILIAZIONE )

23 23 Piano-Programma aziendale di gestione del rischio per il triennio AREE PRIORITARIE DI INTERVENTO Medication Error Medication Error Identificazione del paziente Identificazione del paziente Infezioni correlate allassistenza sanitaria Infezioni correlate allassistenza sanitaria Lesioni da pressione Lesioni da pressione Comitato Valutazione Sinistri Comitato Valutazione Sinistri

24 24

25 25 Procedura aziendale P-091AZ Procedura aziendale P-091AZ La Gestione degli Eventi Clinici Maggiori (sospetti/accertati Eventi Sentinella) AOUFE: - Ospedale Protossido-Free - Ospedale Glutaraldeide-Free ALCUNI RISULTATI Gestione ambientale sicura, per un Ospedale etico a sviluppo sostenibile

26 26 Implementazione dei sistemi Implementazione dei sistemi di Incident Reporting Introduzione e utilizzo di strumenti Introduzione e utilizzo di strumenti di prevenzione del rischio (RCA, Fmea-Fmeca, SEA) e sistemi di vigilanza (mappatura dei pericoli) Integrazione e informatizzazione dei sistemi informativi (reclami, incidenti, contenzioso, …)Integrazione e informatizzazione dei sistemi informativi (reclami, incidenti, contenzioso, …)

27 27 -Presenza di competenze adeguate -Conoscenza delle metodologie -Adozione di una metodologia di lavoro in equipe -Disponibilità di sistemi di misurazione idonei rispetto ai fenomeni/pericoli che si vogliono porre sotto controllo - Informatizzazione della documentazione Fattori condizionanti il buon risultato

28 28 Un approccio sistemico, integrato, multidimensionale e continuo consente di realizzare interventi mirati e concreti, orientati alla sicurezza, che tengano conto delle specificità e sviluppino le potenzialità di ciascuna componente aziendale Bellezza/ Estetica

29 29 Lintegrazione CREA VALORE e rappresenta lo strumento di reale supporto ai DAI poiché è sul campo, imparando dagli errori, che si realizza la sicurezza Bellezza/ Estetica

30 30 Grazie dellattenzione ! Grazie dellattenzione !


Scaricare ppt "1 Ermes Carlini Direttore Medico di Presidio Risk Manager Azienda Ospedaliero–Universitaria di Ferrara Costruire larchitettura aziendale della sicurezza."

Presentazioni simili


Annunci Google