La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

E quindi uscimmo a riveder le stelle Puro e disposto a salir a le stelle Lamor che move il sole e le altre stelle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "E quindi uscimmo a riveder le stelle Puro e disposto a salir a le stelle Lamor che move il sole e le altre stelle."— Transcript della presentazione:

1 E quindi uscimmo a riveder le stelle Puro e disposto a salir a le stelle Lamor che move il sole e le altre stelle

2 DESIDERIO:ciò che ti muove, ciò che desideri ha dentro la totalità, nostalgia della totalità DE -Prefisso che indica argomento, allontanamento, movimento dallalto verso il basso - SIDUS, SIDERIS - Astro, cielo, stella, sole, luna

3 UOMO IN RAPPORTO CON LE STELLE IN QUANTO CAPACE DI VEDERE SGUARDO Parola più ricorrente nellopera Il problema delluomo è dove rivolge lo SGUARDO, qual è lampiezza del suo DESIDERIO E un problema di LIBERTA

4 STELLE Indica la percezione che Dante ha della vita umana LUOMO È RAPPORTO CON LE STELLE, CON LINFINITO

5

6 INFERNO -Fissità -Eternità -dannazione PURGATORIO -Amore -Misericordia -Libertà

7

8 Antipurgatorio : Spiaggia Negligenti: scomunicati, pigri,morte violenta,principi troppo indaffarati Purgatorio: Amore diretto al male: superbia,invidia, ira Amore debole del bene: accidia Amore eccessivo dei beni terreni: avarizia, gola, lussuria Paradiso terrestre

9 Origine Struttura: 7 vizi capitali (classficazione cristiana – Cassiano, G.Magno, S. Tommaso) Ordinamento morale Amore di elezione: libertà Perdono: tendenze peccaminose Regno del passaggio, dolcezza, tempo, coralità

10 PURGATORIO 1° canto INCIPIT: Immagine marina Per correr miglior acque alza le vele Ormai la navicella del mio ingegno, Che lascia dietro a sé mar sì crudele

11 PROTASI e canterò di quel secondo regno dove lumano spirito si purga e di salire al ciel diventa degno.

12 UN ALTRO MONDO, ALTRE PAROLE Mar sì crudele Morta poesì Miglior acque canterò

13 INVOCAZIONE Ma qui la morta poesì resurga, O sante Muse, poi che vostro sono; E qui Caliopè alquanto surga, Seguitando il mio canto con quel suono Di cui le Piche misere sentiro Lo colpo tal, che disperar perdono.

14 UN ALTRO MONDO, ALTRE PAROLE invocazione O muse, o alto ingegno, or maiutate;/o mente che scrivesti ciò chio vidi/qui si parrà la tua nobilitate. Sante Muse Caliopè

15 UN ALTRO MONDO, ALTRE PAROLE CORRERE ALZARE CANTERO PURGA RESURGA SURGA (PERDONO) La poesia ritorna alla vitalità Rinasce il pellegrino, rinasce la poesia

16 UN ALTRO MONDO, ALTRE PAROLE Dolce color doriental zaffiro, Che saccoglieva nel sereno aspetto Del mezzo, puro infino al primo giro, A li occhi miei ricominciò diletto, Tosto chio uscì fuor de laura morta Che mavea contristati li occhi e l petto. Lo bel pianeto che damar conforta Faceva tutto rider loriente, Velando i Pesci cherano in sua scorta.

17 UN ALTRO MONDO, ALTRE PAROLE Selva Oscura Smarrita dura Selvaggia Aspra Forte Paura Amara morte Rapporto ostile con la realtà Perdita di direzione,di luce, di verità Suoni aspri e duri

18 ( aggettivi) DOLCE, SERENO, PURO (sostantivi) DILETTO, ZAFFIRO, (verbi) RICOMINCIO, AMAR, RIDER Aria, cielo. Si torna nel TEMPO E NELLO SPAZIO. E una realtà fisica (contrario della fissità) La realtà è amica, è possibilità di bellezza Suoni dolci

19 UN ALTRO MONDO, ALTRE PAROLE Dolce color doriental zaffiro, Che saccoglieva nel sereno aspetto Del mezzo, puro infino al primo giro, A li occhi miei ricominciò diletto, Tosto chio uscì fuor de laura morta Che mavea contristati li occhi e l petto. Lo bel pianeto che damar conforta Faceva tutto rider loriente, Velando i Pesci cherano in sua scorta.

20 PURGATORIO CANTICA DELLUMANO DOLCE Oriental Zaffiro Venere Ridere oriente Realtà amica Luogo sacro per definizione- luogo della finascita Pietra preziosa e magica – emblema di libertà e purificazione Amore – carità (dentro una scoperta amorosa è possibile la letizia della vita) Espressione di letizia

21 I paesaggi infernali erano mostruosi; lordine di Dio si presentava attraverso il disordine, la dannazione eterna Il Purgatorio è la poesia del movimento È il luogo della rinascita Orizzonte Luce Tempo - spazio

22 Quattro stelle Non viste mai fuor cha la prima gente Virtù cardinali: prudenza, fortezza giustizia, temperanza. (Virtù esercitata :possono illuminare la vita )

23

24

25

26

27

28 Il nuovo paesaggio è vero, i riferimenti al cielo, al mare, alla spiaggia riconducono a unisola reale, ma nello stesso tempo simbolico: rinascita delluomo che deve ritrovare pienamente se stesso Lalba vinceva lora mattutina che fuggia innanzi, sì che di lontano conobbi il tremolar de la marina

29 Virgilio - Catone Dinanzi agli occhi mi si fu offerto/ chi per lungo silenzio parea fioco Vidi presso di me un veglio solo,/ degno di tanta reverenza in vista,/ che più non dee a padre alcun figliuolo

30 catone …veglio solo Lunga la barba e di pel bianco mista Portava, a suoi capelli simigliante, De quai cadeva al petto doppia lista Li raggi de le quattro luci sante Fregiavan sì la sua faccia di lume, Chi l vedea come l sol fosse davante. …oneste piume

31 caronte Ed ecco verso noi venir per nave un vecchio, bianco per antico pelo, gridando: Guai a voi anime prave! … quinci fuor quete le lanose gote Al nocchier de la livida palude, Che ntorno a li occhi avea di fiamme rote. … Caron dimonio con occhi di bragia, …

32 Catone – figura Morto suicida ad Utica per non accettare la dittatura di Cesare Cicerone Lucano Emblema della libertà- col suo gesto ha richiamato agli uomini il significato vero della vita

33 Libertà va cercando, chè sì cara, come sa chi per lei vita rifiuta Per la libertà si può e si deve dare la vita Vangelo; Che vale alluomo conquistare il mondo intero se poi perde se stesso? LIBERTA: capacità delluomo di VEDERE la verità e di amarla

34 Umilta – humus (terra) luomo da sé non si salva per cui chiede, segue Reverenti mi fe le gambe e l ciglio Rito del giunco Sì chogni sudiciume quindi stinghe Primo atto di umiltà Rimando al rito del battesimo senza il quale è impossibile intraprendere il cammino della salvezza È frutto della grazia Nostro compito è la purezza dello sguardo – la modalità vera sta nel seguire, nel guardare

35 Venimmo poi in sul lito diserto, Che mai non vide navicar sue acque Omo, che di tornar sia poscia esperto. Quivi mi cinse sì comaltrui piacque: Oh maraviglia! Chè qual elli scelse Lumile pianta, cotal si rinacque.

36 ULISSE … vincer poter dentro di me lardore chi ebbi a divenir del mondo esperto, e de li vizi umani e del valore; ma misi me per lalto mare aperto sol con un legno, e con quella compagna picciola da la qual non fui diserto

37

38 Venimmo poi in sul lito diserto, Che mai non vide navicar sue acque Omo, che di tornar sia poscia esperto. Quivi mi cinse sì comaltrui piacque: Oh maraviglia! Chè qual elli scelse Lumile pianta, cotal si rinacque.

39 … Che de la nova terra un turbo nacque Tre volte il fè girar con tutte lacque; A la quarta levar la poppa in suso E la prora ire in giù, comaltrui piacque, Infin che l mar fu sovra noi richiuso


Scaricare ppt "E quindi uscimmo a riveder le stelle Puro e disposto a salir a le stelle Lamor che move il sole e le altre stelle."

Presentazioni simili


Annunci Google