La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo1 - Ricerca dell’ Higgs: principali canali di ricerca dell’ Higgs “standard”, problematiche sperimentali e teoriche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo1 - Ricerca dell’ Higgs: principali canali di ricerca dell’ Higgs “standard”, problematiche sperimentali e teoriche."— Transcript della presentazione:

1 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo1 - Ricerca dell’ Higgs: principali canali di ricerca dell’ Higgs “standard”, problematiche sperimentali e teoriche nel controllo dei fondi. -Ricerca dell’ Higgs nel “Minimal Supersymmetric Standard Model” (MSSM): decadimenti degli Higgs supersimmetrici (5 nel MSSM) in particelle standard e/o in super-particelle leggere Fisica del bosone di Higgs a LHC

2 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo2 Le aspettative dal Tevatrone C’è un Higgs a 115 GeV ? Dovremo comunque attendere fino al Al Tevatrone, il processo rilevante è quello di W-stralung (analogamente a quello di Z-stralung a LEP): W* H W q q’ seguito dal decadimento H  bb : non facile...

3 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo3 Ricerca dello SM Higgs a LHC: i “golden channels” 10 3 “facile” “abbastanza facile” difficile 100fb -1 serve “aiuto” per m H  Higgs branching fractions: m H =130 HH

4 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo4 Meccanismi di produzione dell’Higgs a LHC: Meccanismi di produzione più importanti La “produzione associata” Higgs-top, Higgs-W può essere d’aiuto a bassi valori di massa (dove la ricerca è più difficile) “gluon fusion” “Vector boson fusion” (da quark scattering) (dominante a LEP, Tevatron)

5 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo5 Ricerca dell’Higgs a LHC... H  4 leptoni H  , bb LHC : 10 fb -1 per il 2007 ? “produzione associata” Htt (trigger di leptone singolo: t   /e X ) : canale promettente, in aiuto al ”classico” H  

6 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo6 Produzione associata: ttH Come a LEP, il b-tagging potrà risultare cruciale (almeno per le ricerche dell’ Higgs a bassa massa): Htt  bb + 4jets l... e ancor più negli scenari Super-Simmetrici (vedi dopo; in particolare:  tagging)

7 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo7 H  Per m H  GeV il canale H  resta comunque il più importante, nonostante il basso branching fraction: produzione: decadimento: BR(H  )  H0H0 t t t   Essenziale un’ ottima risoluzione del calorimetro e.m.:  E /E  1-2 % la richiesta di 2 jets ( => produzione qqH) diminuisce drasticamente il fondo m H =120

8 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo8 H  WW  l  l  l = e  Nella regione m H  GeV il canale H  WW diventa il più importante CMS: selezione di eventi con di-muoni a High Level Trigger segnale H  WW  2  2

9 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo9 H  WW  l l ( l = e,  ) Predizione simulazione a LHC (CMS): Dati reali al Tevatrone (D0):

10 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo10 Reiezione dei fondi: - isolamento leptoni (=> rigetta bb jets, top) - p T > 25, 20 GeV/c (=> bb ) -veto su jets “centrali” (=> top) - E T miss > 40 GeV/c 2 ( => Z, top) Fondo “irriducibile”: produzione incoerente di WW H  WW  l  l  l = e  tt  2l Xbb  2l XH  2l 2 E 1st jet H  2l 2 Z/  * DrellYan processes Importante e’ la risoluzione in E T miss > del rivelatore: (next slide)

11 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo11 Signal region Wt/tt region H  WW  l l ( l = e,  ) La produzione incoerente di WW puo’ essere soppressa con un taglio sull’ angolo tra i due leptoni Selezione finale: Nota: esperimento di conteggio (non c’e’ un segnale risonante)  e’ cruciale il controllo della sistematica dovuta al fondo il levello del fondo deve essere estraploato dai dati (=> mimimo uso delle predizioni MonteCarlo…)

12 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo12 H  WW  l l ( l = e,  ) Metodo: si definisce per il fondo una “selezione di riferimento”, si usa il MonteCarlo per estrapolare il fondo da questa alla regione di segnale

13 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo13 H  ZZ*  4l  l = e  La regione GeV è comunque accessibile anche al canale H  ZZ* (ma statistica decisamente inferiore!): Fondi principali: - produzione incoerente di coppie di Z; - tt  4l X - Z + bb jets  4l X L=60 fb -1 Per confronto: qqH, H  WW

14 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo14 H  ZZ*  4l ( l = e,  ) The 5  discovery for M H > 130 GeV/c 2 with ZZ*->4 l : H->ZZ*->4  20 fb -1 H->ZZ->4  20 fb -1 Low mass region: High mass region:

15 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo15 H  ZZ ad alte masse (m H >0.5 TeV) Per m H >0.5 TeV la sezione d’urto di produzionde diventa piccola: - e’ necessario utilizzare anche I decadimenti adronici di una delle due Z - cio’ e’ possibile, perche’ a masse elevate, il fondo da jets di QCD e’ piccolo - tuttavia, laricerca necessita di elevata luminosita’ integrata: 100fb -1

16 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo16 Possibilità di scoperta dello SM Higgs: sommario

17 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo17 Fisica oltre lo SM: bosoni di Higgs in SUSY Nelle teorie SuperSimmetriche (vedi dopo) il settore di Higgs si arricchisce di nuove particelle; nell’ estensione supersimmetrica Minimale del modello standard (MSSM) vi sono due doppietti (complessi) di Higgs che danno luogo a 5 campi scalari fisici (3 neutri e 2 carichi; degli 8 gradi di liberta’ originari, 3 sono assorbiti per dare massa ai bosoni W,Z, come nel Modello Standard) La fenomenologia degli Higgs supersimmetrici comprende : - Higgses prodotti via SM diagrams - decadimenti “standard” - decadimenti in s-particles - MSSM Higgses prodotti in decadimenti di squarks/ gluini L’ importanza relativa dei vari processi dipende dagli spettri di massa delle varie particelle (Higgs e “s-particles”), che a loro volta dipendono dai parametri di input scelti nello spazio dei (molti!) parametri della teoria

18 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo18 Teorie Supersimmetriche Supersimmetria (SUSY): postula una nuova simmetria tra fermioni e bosoni; il generatore (o i generatori) del nuovo gruppo di simmetria, che estende il gruppo di Poincare’ delle roto-traslazioni, trasforma i fermioni in bosoni e viceversa: Q|  > = |  >, Q|  > = |  > Q induce un cambiamento di spin ½ (carica spinoriale), e la sua conservazione richiede valgano le regole di anticommutazione con i generatori del gruppo di Poincare’: [Q ,Q  ] = 2    p   [Q ,M  ] = (   Q  [Q ,p  ] = 0 (  matrici di Dirac,  matrici di Pauli,  =1,2,3,4 indici spinoriali)  La supersimmetria connette i gradi di liberta’ interni con quelli esterni dello spazio-tempo => una sua formulazione locale include automaticamente la gravita’

19 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo19 Teorie Supersimmetriche (II) -Per ogni particella ordinaria esiste una controparte supersimmetrica : fermioni (spin ½) s-fermioni (spin 0) (quarks, leptoni) (s-quark,s-leptons) bosoni di gauge (spin 0) gaugini (spin ½) , Z, W fotino, Zino, Wino Higgs Higgsino - Viene risolto il problema della divergenza ultravioletta della massa dell’ Higgs (problema della “naturalezza”: abnorme ‘fine-tuning’ necessario nella teoria ordinaria per mantenere finita la massa dello scalare, “proteggendola” dalle loop corrections:  m H 2   g 2  d 4 k/k J=1 J=1/2 J=0

20 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo20 Teorie Supersimmetriche (III) In SUSY, si hanno automatiche cancellazioni dei vari contributi, perche’ particelle e super particelle intervengono nel loop con segni opposti; le cancellazioni sono esatte se tutte le particelle sono degeneri ed hanno le stesse costanti di accoppiamento; una massa dell’ Higgs dell’ ordine o inferiore a 1 TeV richiede che la supersimmetria sia rotta su questa scala (ossia le masse delle Superparticelle si differenzino a questa scala: |m B 2 –m F 2 | < 1 TeV 2 ) I gaugini, partner supersimmetrici dei bosoni di gauge: fotino, Wino, Zino e i partners dei bosoni di Higgs: “higgsini” H 1, H 2 non sono autostati di massa. Questi sono i “neutralini”  0 1,2,3,4 e i “chargini”   1,2, che si ottengono da gaugini e higgsini attraverso una matrice di mixing che dipende da tre parametri, la “masse di Maiorana” dei gaugini M 1,M 2,M 3 associate ai Sottogruppi SU1,SU2,SU3 dello standard model alla scala di Grande Unificazione

21 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo21 Particelle Supersimmetriche Gli autostati di massa (neutralini e chargini) sono misture di higgsini e Wini/Zino,fotino

22 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo22 Teorie Supersimmetriche (IV) Ulteriori aspetti che rendono attrative le SUSY: Modifica l’evoluzione delle costanti di accoppiamento nelle Equazioni del Gruppo di Rinormalizzazione (RGE) importanti implicazioni cosmologiche (vedi dopo)

23 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo23 “MSSM” Il “Minimum Supersymmetric Standard Model” (MSSM) e’ l’ estensione minimale del modello Standard, quella cioe’ che prevede il minimo spettro di particelle compatibile con l’esistenza della supersimmetria. Ad esempio, prevede l’ esistenza di due soli doppietti di Higgs (e’ il minimo numero necessario per dare massa sia ai fermioni che agli s-fermioni)

24 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo24 Settore di Higgs: dallo SM al MSSM Nel Minimal SuperSymmetric Model vi sono due doppietti di Higgs:

25 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo25 “Constrained” MSSM Nella versione “constrained” (CMSSM), si ipotizza che alla scala di Plank vi sia un unico parametro di massa universale per tutti i gauigini, m1/2, ed un’ unica massa universale per gli scalari, m0. L’intero spettro di bassa energia (ossia quello osservabile sperimentalmente) delle particelle supersimmetrice dipende da questi parametri e dalle costanti di accoppiamento, ed e’ calcolabile in funzione di questi parametri di input attraverso le equazione del gruppo di rinormalizzazione.

26 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo26 “Constrained” MSSM Le sezioni d’urto dei processi di produzione di s-particles (e quindi le capacita’ di scoperta, “Physics reach”, per una data luminosita’ integrata per una macchina ad una certa energia) vengono riportate nel piano (m 0, m 1/2 ) nel quale vengono scelti dei ‘benchmark points’, per i quali vengono fatti gli studi fenomenologici dettagliati

27 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo27 “Constrained” MSSM Esempio di “bench-mark point” (punto nello spazio dei parametri scelto per calcolare in dettaglio lo spettro delle s-particelle, simulandone la produzione e le possibili catene di decadimento nei rivelatori) questo scenario implica la possibilita’ di decadimenti dell’Higgs in s-particles e.g. (vedi dopo): A, H   2 0  2 0  4l + E T miss l + l -  1 0

28 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo28 Rottura spontanea di simmetria in SUSY I possibili modelli supersimmetrici si differenziano (anche) per la modalita’ attraverso la quale avviene la rottura spontanea di simmetria, ossia per quali sono i campi attraverso cui la rottura di simmetria viene comunicata dal settore di campi supersimmetrici in cui la simmetria e’ nascosta (particelle e s-particelle hanno la stessa massa: cosa evidentemente falsa: un s-elettrone di 511 keV non esiste…) al settore visibile dello spettro ‘reale’ del MSSM. Cio’ avviene attraverso interazioni che possono essere: -Gravity mediated: i termini di lagrangiana di ‘susy breaking’ contengono superpotenziali con il gravitone ( e.g. “mSUGRA”) -Gauge mediated: il superpotenziale e’ costruito da campi di ordinari di gauge (+ altri scenari anomali/esotici “ASMB”) La spettroscopia risultante dipende anche da questo…

29 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo29 Rottura spontanea di simmetria in SUSY Esempi di spettri in differenti scenari di Susy Breaking

30 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo30 Settore di Higgs nel MSSM A livello albero, tutte le masse degli Higgs sono determinate da solo due parametri, ad esempio: m A, tan  massa dello pseudoscalare neutro rapporto tra i v.e.v: / Le correzioni radiative modificano sensibilmente questa predizione (altrimenti lo MSSM sarebbe già stato eliminato da LEP...) Tuttavia...

31 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo31 Masse degli Higgs nel MSSM Nel MSSM, ci deve essere almeno un Higgs leggero, h 0 (m h0  130 GeV per qualsiasi valore di m A, tan b):

32 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo32 H f H f Higgs couplings to fermions: _ proportional to mass  3 rd generation favoured tan  enhances couplings to down-type fermions Costanti di accoppiamento mixing stop-sbottom

33 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo33 Sezioni d’urto tg  =1.5tg  =30. Le sezioni d’urto dipendono drasticamente da tan  : h0h0 H0H0 M h/H (GeV/c 2 )

34 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo34 Limiti su MSSM a LEP M h > 84 GeV LEP ha già fatto un buon lavoro di esclusione, ma in una regione limitata dello spazio dei parametri...: g h/A/H b Z* h A e+ e- q q b CDF LEP mhmh mhmh 0.0. mAmA mAmA Maximal Stop mixing No mixing tan 

35 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo35 I decadimenti nel  giocano un ruolo essenziale:  jet + jet  lepton + jet  lepton + lepton MSSM a LHC La copertura dello spazio dei parametri viene notevolmente estesa: h 0,A 0,H 0  

36 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo36 BR di h 0,A 0,H 0 I BR (h 0,A 0,H 0  ) sono dell’ ordine del 10% : Canale “raro” ma non troppo...

37 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo37 MSSM a LHC... La identificazione del  e il b-tagging saranno essenziali per “chiudere” lo spazio dei parametri:

38 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo38 MSSM a LHC... H+  g g t b t b H+H+ b 

39 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo39 nuove idee per coprire la regione a bassi tan  - alti m A MSSM a LHC... il segnale di h 0 dovrebbe sempre essere trovato: stessa tecnica (stessi problemi...vedi sopra) di H SM   al di sotto di questo “triangolo” nel piano (m A,tan  ) si rischia di avere una sola “segnatura” disponibile....

40 U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo40 A, H   2 0  2 0  4l + E T miss Most promising decay channel: l + l -  1 0 … interesting coupling: H0H0 A0A0 Z0Z0 ~ ~ =  0 (neutralinos) Higgs  light sparticles Se i neutralini e/o chargini (mixing delle controparti supersimmetriche dei bosoni di gauge, i gaugini, e dei bosoni di Higgs, gli higgsini) sono sufficientemente leggeri, l’Higgs supersimmetrico puo’ decadere, oltre che in particelle ordinarie, anche in tali s-particelle:


Scaricare ppt "U.GaspariniCorso SM, Dottorato, XX ciclo1 - Ricerca dell’ Higgs: principali canali di ricerca dell’ Higgs “standard”, problematiche sperimentali e teoriche."

Presentazioni simili


Annunci Google