La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE Prof. Roberta Siliquini, 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE Prof. Roberta Siliquini, 2005."— Transcript della presentazione:

1 IL RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE Prof. Roberta Siliquini, 2005

2 Un medico è tenuto a prendere in considerazione non tanto un organo ammalato e neppure lintero individuo, bensì luomo nel mondo in cui vive Harvey Cushing Buon medico è chi ha rimedi specifici o, se non li ha, chi permette a coloro che li hanno di guarire il proprio paziente Jean de La Brujere

3

4 IL RAZIONALE Direttiva UE 93/18 (libera circolazione dei medici) Continuo sviluppo dei sistemi sanitari Differenze nei sistemi sanitari e nel modo in cui la MG è praticata I sistemi sanitari basati su cure primarie efficienti garantiscono cure clinicamente più efficaci e economicamente più efficienti (nei paesi dellex blocco sovietico è stata inserita la MG) Necessità di dichiarare le competenze costitutive del MMG

5

6 LA MISSION della PRIMARY CARE (Alma Ata, 1978) Livello di offerta di servizi diretta di servizi ( promozione, prevenzione, counselling, diagnosi e trattamento in diverse sedi) Continuita assistenziale ( unitaria supervisione, indirizzo del paziente In diverse sedi di trattamento anche di livello superiore)

7 WONCA EUROPE World Organization of family doctors. Caring for people Leadership accademica e scientifica che rappresenta la disciplina della medicina di famiglia in tutto il continente Obiettivo primario: promozione e sviluppo della disciplina per raggiungere alti livelli di educazione, formazione, ricerca e pratica clinica a vantaggio dei singoli pazienti e delle comunità.

8 Sistema Sanitario Bisogni e domande pazienti Compiti professionale dei MMG Principi della MG Il contenuto di educazione, ricerca e valutazione di qualità COMPETENZE COSTITUTIVE

9 WONCA EUROPE: competenze costitutive del MMG 1)Gestione delle cure primarie - gestire il primo contatto con i pazienti - coordinare le cure con altri professionisti, assumendo le difese del paziente laddove necessario

10 2) Cure centrate sul paziente - adottare approccio centrato sulla persona - ottenere unefficace relazione medico-paziente - provvedere una continuità longitudinale delle cure WONCA EUROPE: competenze costitutive del MMG

11 3) Problem Solving - utilizzare il processo specifico decisionale sulla base della prevalenza e dellincidenza delle malattie nella comunità - gestire le condizioni che si presentano in modo precoce e indifferenziato e di intervenire urgentemente quando necessario WONCA EUROPE: competenze costitutive del MMG

12 4) Approccio integrato - gestire contemporaneamente problemi di salute acuti e cronici nel singolo individuo - promuovere la salute e il benessere applicando correttamente strategie di promozione della salute e di prevenzione delle malattie WONCA EUROPE: competenze costitutive del MMG

13 5) Orientamento alla comunità - conciliare i bisogni di salute del singolo e della comunità in cui vivono in modo equilibrato con le risorse disponibili WONCA EUROPE: competenze costitutive del MMG

14 6) Modello olistico - usare il modello bio-psico-sociale tenendo conto delle dimensioni culturali e esistenziali WONCA EUROPE: competenze costitutive del MMG

15

16 FATTORI CHE INFLUENZANO LE ATTIVITA DEI MMG INDIVIDUALI Sesso Età Formazione Tempo dedicato PRATICA Team o individuale Equipaggiamenti Organizzazione SERVIZIO SANITARIO Funzione di gatekeeping Remunerazione PRIMO CONTATTO DEL PAZIENTE CON IL SISTEMA CURA DI PATOLOGIE ACUTE E CRONICHE PREVENZIONE PROMOZIONE DELLA SALUTE

17 Il modello italiano: ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE NEGOZIAZIONE REGIONALE

18 Il modello italiano: Il medico di medicina generale e il pediatra di libera scelta forniscono le seguenti prestazioni -Visite mediche ambulatoriali e domiciliari -Prescrizione di farmaci -Richieste di visite specialistiche, esami di laboratorio e strumentali e cure termali -Proposte di cure domiciliari alternative al ricovero -Proposta di ricovero in ospedale -Rilascio di certificati medici

19 Il modello italiano il contratto Studio ambulatoriale idoneo: arredi e attrezzatura 5 giorni a settimana (5 ore x 500 assistiti, 10 ore fino a 1000, 15 ore fino a 1500) Visite domiciliari Trattamento economico: - quota capitaria (nazionale) = 39 Euro + anzianità laurea - quota x raggiungimento obiettivi (medicina associata, collaborazione informatica,indennità infermieri) - quota per servizi (ADI, residenze protette o collettività, altro richiesto dallAzienda)

20 La medicina di famiglia è la più esercitata in Italia ( medici) sono quelli globalmente impegnati in ospedale Il modello italiano

21 Hanno diritto a esercitare la Medicina Generale: -i medici chirurghi abilitati allesercizio professionale entro il 31 dicembre I medici abilitati dopo il 1994 che hanno seguito una formazione specifica in medicina generale Il modello italiano

22 -Il corso biennale comporta un impegno a tempo pieno con obbligo di frequenza alle attività didattiche pratiche e teoriche - Il corso si conclude con il rilascio di un diploma di formazione in medicina generale rilasciato dagli Assessorati alla Sanità in maniera conforme al modello predisposto con decreto del Ministero della Sanità Il modello italiano la formazione

23 Il modello inglese: le fundholding Gruppi di MMG che ricevono un budget per gestire autonomamente prescrizioni farmaceutiche, specialistiche diagnostiche e ricoveri elettivi (base volontaria) Nel % dei MMG

24 Il modello inglese: i primary care trust Obbligatorio per tutti i MMG (uno ogni abitanti) Ricevono un finanziamento dallAutorità centrale per la gestione della salute complessiva. Acquistano o producono autonomamente

25 Il modello inglese: i primary care trust Il contratto 37,5 ore settimanali (almeno nove sessioni) Si possono richiedere sessioni aggiuntive (remunerate extra) Doveri: chirurgia, medicina interna e compiti amministrativi Diritti: attività privata se non confligge con il piano di lavoro

26

27

28 COSA FANNO? (Profiles of General Practice in Europe. Boerma, 2003)

29

30 Inchiesta SIMG: prestazioni fornite

31 Inchiesta SIMG: procedure richieste

32

33 CON CHE RISULTATI? (Profiles of General Practice in Europe. Boerma, 2003)

34

35

36 Fonte: Seddon ME et al., Quality in Health Care modificata ASMA (10) Valutazione annuale CARDIOVASC (17) Aspirina DIABETE (11) Controllo piede IPERTENSIONE (11) Trattati VALORE STANDARD QUANTO LE LG IN PRIMARY CARE SONO UTILIZZATE?….

37 QUALI BARRIERE ALLUTILIZZO DELLE LG? 45% 25% 20% 10% RICHIESTA PAZIENTE MANCANZA DI TEMPO PER DISCUTERE MANCANZA DI TEMPO PER INFORMARSI ALTRO Fonte: Jame E et al., Journal of Evaluation in Clinical Practice modificata

38 QUALI BARRIERE ALLUTILIZZO DELLE LG? Fonte: Fischer MA, Jama modificata FARMACONUMERO DI PRESCRIZIONI COSTO PER PRESCRIZIONE SPESA Calcium channel blockers , Angiotensin inhibitors , Beta blockers , All combinations , Angiotensin blockers , Thiazides diuretics , Other diuretics , Vasodilators , Total , USO DEI TIAZIDICI = RISPARMIO 11,6 MILIONI DI DOLLARI

39

40 Fonte: Osservasalute, 2004 Ricoveri ordinari. Tassi standardizzati, 2002 Diabete LTAsma Piemonte3716 Valle dAosta3914 Lombardia4625 Trentino Alto Adige6128 Veneto4533 Friuli Venezia Giulia4119 Liguria3429 Emilia Romagna3621 Toscana3623 Umbria3530 Marche2519 Lazio5325 Abruzzo5728 Molise7730 Campania8031 Puglia10435 Basilicata8840 Calabria8742 Sicilia9430 Sardegna4346 ITALIA5527

41 Piemonte Valle Aosta Lombardia Bolzano Trento Veneto Friuli Liguria Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna ITALIA Complicanze Diabete a lungo termine Asma Adulti Diagramma a dispersione del tasso standardizzato di ricoveri per Complicanze del Diabete a lungo termine ed Asma adulti nelle regioni italiane (Anno 2002) Fonte dei dati: Ministero della Salute

42 Come migliorare? Approccio EBM: - evoluzione sistema formativo MMG - modifiche attuative del sistema di retribuzione UTENTI: - gestione partecipata - aumento dei rimborsi o riduzione co-pagamenti PROCESSI: - modificazioni organizzative (medicina di gruppo, cure intermedie, percorsi, indicatori monitoraggio, ruolo della committenza distrettuale) - retribuzione piu collegata allassistenza per processi e al loro impatto sui sistemi di salute

43 ESPERIENZE UNITA TERRITORIALI DI ASSISTENZA PRIMARIA STRUTTURE 6 ambulatori 2 locali adibiti a minilaboratorio per esami del sangue, ecografie, ECG 1 sala attesa 1 locale per il personale di studio PERSONALE 6-8 medici di famiglia 1-2 pediatri 2-4 infermieri 1-2 guardie mediche 1 amministrativo ATTREZZATURE Mezzi informatici collegati in rete con ASL, ospedali Minilaboratorio per esami di routine Elettrocardiografo, ecografo, frigoriferi, sterilizzatrici, pronto soccorso Fonte: Commissione Esperti Ministero della Salute, ottobre 2003


Scaricare ppt "IL RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE Prof. Roberta Siliquini, 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google