La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization PROGRAMMA AMBIENTE ed ENERGIA Promozione degli Investimenti Privati per uno Sviluppo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization PROGRAMMA AMBIENTE ed ENERGIA Promozione degli Investimenti Privati per uno Sviluppo."— Transcript della presentazione:

1 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization PROGRAMMA AMBIENTE ed ENERGIA Promozione degli Investimenti Privati per uno Sviluppo Sostenibile Venezia - 28 Marzo 2008

2 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Daniel Rossi Il mandato: ECONOMY: promuovere una produzione industriale economicamente competitiva coordinando le forze del settore privato e di quello pubblico; ENVIRONMENT: favorire uno sviluppo industriale socialmente equo ed eco- sostenibile; EMPLOYMENT: favorire uno sviluppo industriale capace di generare occupazione. U N I D O: United Nations Industrial Development Organization Agenzia specializzata delle Nazioni Unite deputata ad attuare iniziative volte a ridurre la povertà e la marginalizzazione attraverso la crescita e lo sviluppo industriale sostenibili.

3 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Nel 1985 UNIDO e il Governo Italiano hanno firmato una convenzione per la creazione in Italia di un ufficio Ha lo scopo di promuovere la cooperazione industriale fra aziende di paesi sviluppati e quelle appartenenti a paesi in via di sviluppo. Lufficio ha il mandato di sostenere la competitività delle PMI nei PVS attraverso il trasferimento di risorse finanziarie, tecniche ed umane necessarie per la realizzazione di specifici progetti di investimento industriale. INVESTMENT AND TECHNOLOGY PROMOTION OFFICE (ITPO)

4 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization UNIDO INVESTMENT PROMOTION NETWORK UNIDO è rappresentato dai propri uffici regionali diffusi nei Paesi in via di sviluppo, e dai Network composti da: Investment and Technology Promotion Offices (finanziati dai governi dei Paesi in cui operano), Investment Promotion Units, National Cleaner Production Centres (allinterno dello United Nations Environment Programme), e International Technology Centres.

5 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Individuazione, selezione e formulazione di proposte di cooperazione industriale; Promozione del portafoglio di progetti industriali selezionati; Assistenza alle delegazioni di imprenditori stranieri in Italia e italiani allestero (incontri bilaterali in fiere specializzate ed eventi di partenariato); Organizzazione di conferenze e seminari tematici. Attività di Promozione Assistenza Tecnica Identificazione di partners e assistenza durante le negoziazioni; Study tour: organizzazione di missioni ad hoc per approfondimenti tecnici (es. visite ai distretti industriali, visite ai consorzi export, etc.) Servizi Diretti Alle Imprese

6 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Analisi e valutazione delle opportunità in settori industriali selezionati e definizione di programmi di assistenza per lo sviluppo di specifici settori industriali; Raccolta dati relativi alle esigenze del settore privato, analisi di politiche e best practices; Corsi di formazione su tematiche relative allo sviluppo delle PMI; Assistenza al consolidamento delle Associazioni Industriali, Artigianali e Camere di Commercio nei PVS; Promozione Paese attraverso seminari, articoli sulla stampa, informazioni alle aziende; Facilitazione di contatti con istituzioni che operano a favore delle PMI a livello nazionale e internazionale Programma delegati Assistenza Istituzionale

7 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization LUNIDO ITPO, con il supporto del Ministero Italiano dellAmbiente, del Territorio e del Mare, ha predisposto un centro operativo con particolare vocazione verso le attività legate agli investimenti nei settori ambiente ed energia. Lobiettivo principale del programma è incentivare la partecipazione privata alla realizzazione di progetti eco-compatibili promuovendo gli investimenti e il trasferimento di tecnologia in tale settore. Per svolgere le proprie attività settoriali, lufficio può contare, oltre che sulle esperienze dello staff di UNIDO (ITPO ed Headquarters), anche sulla collaborazione di una rete di uffici periferici che collaborano nella promozione di investimenti nel settore ambientale (Es. centri nazionali per le tecnologie pulite – NCPC -, agenzie governative specializzate, centri di ricerca, ecc.) Programma Ambiente ed Energia

8 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Programma Ambiente ed Energia Promozione Generale In collaborazione con UNIDO Francia e con lobiettivo di incentivare la partecipazione del settore privato alla realizzazione di progetti eco-compatibili, ITPO Italy ha identificato 6 aziende Italiane che parteciperanno ad una sessione di incontri daffari in occasione della Fiera Pollutec 2007 a Parigi (27-30 Novembre). Questo evento cerca di mettere in contatto aziende provenienti dallAmerica Latina (Argentina, Brasile, Cile, Messico), dallAfrica (Sudafrica, Camerun, Kenya, Marocco, Nigeria, Tunisia) e dalla Cina con aziende italiane nellottica di discutere dei progetti in settori quali tecnologie pulite e sviluppo sostenibile, del Clean Development Mechanism (CDM) del Protocollo di Kyoto, dellecodesign e della gestione e recupero dei rifiuti. Dal 17 al 21 di maggio 2007 ITPO Italy ha dato assistenza ad un gruppo di aziende Latinoamericane e Nord Africane che hanno partecipato alla fiera SEP Pollution 2007 (Padova). Le aziende Latinoamericane hanno preso parte agli incontri B2B organizzati in collaborazione con lEurosportello Veneto nel quadro del programma Al-Invest III della Commissione Europea. In 2006 UNIDO ITPO Italy ha organizzato delle presentazioni paese per promuovere progetti dinvestimento in Argentina, Messico, Uruguay ed Ecuador.

9 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Programma Ambiente ed Energia Distribuzione Settoriale dei Progetti Identificati

10 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization In collaborazione con UNIDO HQs e con la Cooperazione Italiana, ITPO Italy ha dato supporto alla azienda Italiana Ponte dArchimede nello sviluppo del sistema ENERMAR per sfruttare lenergia delle correnti marine per la generazione di energia elettrica. Il sistema ENERMAR è stato istallato come progetto pilota nello stretto di Messina ed è operativo e collegato alla rete elettrica italiana. Questo sistema è ancorato a 150 – 200 m della riva ad una profondità che varia tra i 15 e i 35m. Nel sito dove è stato istallato questo sistema la velocità massima della corrente può raggiungere i 2 m/s. Questo sistema è installato in una piattaforma galleggiante di 10 metri di diametro sulla quale è stata montata una turbina (Kobold) con 3 pale di 5 metri di apertura luna. Data lefficienza operativa di circa 25%, il sistema è in grado di generare 25 kW di potenza con una velocità di corrente di 1,8 m/2 Programma Ambiente ed Energia Assistenza Tecnica I - Il Sistema ENERMAR

11 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Programma Ambiente ed Energia Assistenza Tecnica II - Il Sistema ENERMAR Con il supporto di UNIDO, questa impresa italiana ha già firmato accordi di JV con imprese in Cina e Indonesia per lo sviluppo di gruppi di turbine in grado di erogare maggiori quantità di energia. Ponte di Archimede è interessata a trovare partners industriali in altre aree geografiche con buona disponibilità della risorsa. Tra queste, lAmerica Latina presenta delle zone ad alto potenziale. Lazienda italiana è interessata al trasferimento di Know-How e ad attivare la R&S congiunta lasciando la costruzione e la gestione dellimpianto ai partners locali.

12 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Programma Ambiente ed Energia Assistenza Istituzionale Nel quadro di un progetto finanziato dal Ministero degli Affari Esteri, dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Bologna a sostegno dellAgenzia Serba di Promozione delle Piccole e Medie Imprese, UNIDO ITPO Italy ha organizzato un programma specifico di 1 mese e mezzo per approfondire la possibilità di valorizzazione di rifiuti agricoli a scopo energetico. In questo contesto, un funzionario Serbo ha visitato alcune interessanti realtà Italiane per la produzione di energia utilizzando prodotti e sottoprodotti di origine agricola e forestale (comprese le piantagioni dedicate), rifiuti di origine agricolo o di allevamenti e rifiuti domiciliari. Oltre ad incontrare le aziende che producono energia (per auto consumo o per la vendita), sono stati fissati appuntamenti con alcuni fornitori di tecnologia in funzione delle specifiche richieste delle aziende collegate a tale agenzia.

13 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization America Latina In America Latina UNIDO ITPO Italy collabora con numerose associazioni di categoria ed aziende per promuovere le relazioni tra lindustria italiana e le PMI locali, offrendo assistenza e informazione agli imprenditori. A tal fine, UNIDO ITPO Italy si affida anche al supporto degli uffici regionali UNIDO delle Camere di Commercio e degli Eurocentros della rete Al-Invest della UE. La rete regionale UNIDO in America Latina si avvale dei seguenti Uffici Regionali Uruguay: responsabile anche per Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Paraguay e Perù Colombia: responsabile anche per Belize, Costa Rica, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panama e Venezuela Messico ITPO Messico

14 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization America Latina Opportunità nel settore Ambiente ed Energia Il contesto Forte aumento della sensibilità pubblica e privata per il deterioro delle risorse naturali e la sostenibilità della produzione ed il consumo danno chiare indicazioni di mercato: Oggi, i requisiti di qualità ambientali sono contenuti in un gran numero di norme obbligatorie e volontarie che possono riguardare sia caratteristiche fisiche del prodotto, che processi produttivi o entrambi. In molti casi, anche quando non si tratta di imperativi legali, questi requisiti vengono imposti dagli stessi acquirenti allinterno di catene di fornitura globali (standard EurepGAP, norme ISO, EMAS) Queste misure rispondono in parte ad una maggiore sensibilità ecologica da parte dai consumatori, ma anche al tentativo da parte delle imprese di creare unimmagine corporativa pro-ambiente. In questo scenario, rischio e opportunità di business sono due facce di una stessa medaglia costituendo una sfida per tutte le aziende, ma unopportunità soltanto per quelle preparate ad implementare soluzioni innovative.

15 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization America Latina – Comunidad Andina (CAN) Opportunità nel settore Ambiente ed Energia La CAN + Venezuela concentra nel suo territorio il 25% della bio-diversità del mondo ed ha ingenti risorse minerarie ed energetiche (tanto fossili come rinnovabili). La regione ha un forte potenziale per la fornitura di beni e servizi ambientali. La agenda ambientale definita dagli stessi governi ha identificato i seguenti settori come prioritari e ad alto potenziale di crescita: Mercati di carbonio (CDM, VERs, ecc.); Risorse idriche Bio-diversità

16 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization America Latina – Comunidad Andina (CAN) Opportunità nel settore Ambiente ed Energia 1) Mercati di Carbonio I meccanismi flessibili del Protocollo di Kyoto, in particolare il Clean Development Mechanism (CDM), possiedono il potenziale per diventare un incentivo reale per promuovere la cooperazione industriale internazionale. Sono anche in forte crescita altri mercati di carbonio come quelli volontari. Tutti i paesi della CAN sono membri del Protocollo di Kyoto e hanno creato tutte le strutture necessarie per la creazione di certificati di carbono per la riduzione delle emissioni o la cattura di GES. Settori interessati: Energia: riduzione delle emissioni da fonti tradizionali. Fonti rinnovabili Forestazione Agricoltura Rifiuti, ecc 2) Adattamento / riduzione degli impatti Cambiamento Climatico

17 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization America Latina – Comunidad Andina (CAN) Opportunità nel settore Ambiente ed Energia Beni e servizi della Biodiversità Oli essenziali Piante medicinali Coloranti naturali Fibre Resine Gomme Frutti tropicali Noci, ecc. Biodiversità Gestione integrata delle risorse idriche Qualità dellacqua ed accesso Trattamento di acque urbane ed industriali Risorse idriche

18 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization D a R i c o r d a r e!!!!! M E S S I C O – Foreign Investment Forum 2008 ITPO Italy, in collaborazione con ITPO Messico, sta lavorando per lorganizzazione delForeign Investment Forum che si svolgerà alla fine del 2008 in Messico. Il Messico, dopo un fase di stabilizzazione e di transizione, sta vivendo un periodo di forte crescita economica favorita da ingenti investimenti esteri. Questo paese è molto interessato a diversificare le proprie relazioni commerciali e di collaborazione industriale che, ad oggi, sono molto concentrate in USA. Per loccasione, ITPO Messico sta selezionando opportunità nei seguenti settori Aeronautica; Componentistica auto; Calzature; Elettronica; ed Energie rinnovabili

19 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Nuove normative ambientali (obbligatorie o volontarie) e nuove esigenze da parte dei consumatori -in termini di qualità dei prodotti o di nuovi prodotti- sono sicuramente una sfida per tutte le aziende, ma anche unopportunità per quelle preparate ad implementare soluzioni innovative. Nei paesi in via di sviluppo la sfida è quella di separare lintensità energetica dalla crescita economica. A questo scopo, è fondamentale il trasferimento di Know-how, tecnologia e capitali verso questi paesi. Le parole chiave sono efficienza, innovazione e tecnologia che permettono il miglioramento dei processi industriali, il riutilizzo dei materiali e il riciclaggio, la progettazione di prodotti che impiegano una quantità minore di materie prime, lutilizzo di energia da fonti rinnovabili ed il risparmio energetico che consente un consumo inferiore per unità prodotta. Per concludere …

20 I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization Grazie! ITPO Italia Daniel Rossi Via Paola, 41 (00186) Roma - Italia Tel / Fax


Scaricare ppt "I.T.P.O. Italy United Nations Industrial Development Organization PROGRAMMA AMBIENTE ed ENERGIA Promozione degli Investimenti Privati per uno Sviluppo."

Presentazioni simili


Annunci Google