La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STRABISMI. 4 retti (superiore, inferiore, interno o mediale, esterno o laterale) 2 obliqui (superiore ed inferiore) Cinque muscoli, eccetto che lOI, originano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STRABISMI. 4 retti (superiore, inferiore, interno o mediale, esterno o laterale) 2 obliqui (superiore ed inferiore) Cinque muscoli, eccetto che lOI, originano."— Transcript della presentazione:

1 STRABISMI

2 4 retti (superiore, inferiore, interno o mediale, esterno o laterale) 2 obliqui (superiore ed inferiore) Cinque muscoli, eccetto che lOI, originano dallanello tendineo dello Zinn (apice orbitario) I 4 retti si inseriscono con i loro tendini da 5,5 a 7 mm dal limbus Anatomia dei mm. estrinseci

3 MUSCOLI OCULARI ESTRINSECI funzioni di: movimento contenimento

4 MUSCOLI OCULARI ESTRINSECI retto mediale (III nc) adduttore Decorre tra il globo oculare e la parete mediale dellorbita; raggiunge la sclera con un tendine relativamente corto che si inserisce in media a 5.5 mm dal limbus. E il muscolo più voluminoso e più vicino alla cornea. E innervato dal ramo inf. del III n.c., ed è irrorato dal ramo muscolare inf. della. oftalmica

5 MUSCOLI OCULARI ESTRINSECI retto laterale (VI nc) abduttore Decorre tra il globo oculare e la parete laterale dellorbita, passando sopra al tendine del m obliquo inferiore; si inserisce alla sclera con un tendine di notevole lunghezza in media a 7 mm dal limbus. E innervato dal VI n.c., ed è irrorato dalla a. lacrimale, ramo della. oftalmica

6 MUSCOLI OCULARI ESTRINSECI retto superiore (III nc) elevatore adduttore (intorsore) Decorre, oltre che in avanti, in alto e in fuori, sotto il m. elevatore della palpebra sup.; il suo tendine passa sopra al tendine del m. o.sup., con una linea di inserzione posta in media a 8 mm dal limbus. E innervato dal ramo sup. del III n.c., ed è irrorato dal ramo musc. sup. della. oftalmica

7 MUSCOLI OCULARI ESTRINSECI retto inferiore (III nc) abbassatore adduttore (estorsore) Decorre, oltre che in avanti, in basso e in fuori; la sua linea di inserzione è posta in media a 6.5 mm dal limbus. E innervato dal ramo inf. del III n.c., ed è irrorato dal ramo inf. della. oftalmica e dalla. infraorbitaria

8 MUSCOLI OCULARI ESTRINSECI obliquo sup. (IV nc) abbassatore abduttore (intorsore) Grande obliquo, decorre in avanti, occupando langolo supero-mediale dellorbita: in prossimità della base di questa si trasforma in un tendine che passa attraverso quella puleggia cartilaginea che è la troclea per poi riflettersi indietro e lateralmente. Si inserisce al quadrante supero- laterale dellemisfero posteriore del bulbo con una linea dinserzione disposta obliquamente e situata vicino alla v. vorticosa supero-temp. E innervato dal IV n.c., ed è irrorato dal ramo musc sup. della. oftalmica.

9 MUSCOLI OCULARI ESTRINSECI obliquo inf. (III nc) elevatore abduttore (estorsore) Piccolo obliquo, è lunico muscolo che non origina dallapice dellorbita; si stacca dalla parete antero-mediale del pavimento dellorbita dallosso mascellare, subito al di sotto della fossa del sacco lacrimale. Si dirige indietro e lateralmente; incrocia al di sotto il m. retto inf. e raggiunge con un tendine molto corto (talora assente) il quadrante infero- laterale dellemisfero posteriore del bulbo con una linea dinserzione obliqua situata vicino alla v. vorticosa infero-temp., a 2 mm dalla regione maculare. E innervato dal ramo inf. del III n.c., ed è irrorato dal ramo musc inf. della. oftalmica e dal ramo della. infraorbitaria

10 Inserzione sul bulbo dei muscoli retti

11 Inserzione sul bulbo dei muscoli obliqui

12 Movimenti fondamentali dell'occhio e muscoli responsabili adduzioneretto mediale, retto superiore, retto inferiore abduzioneretto laterale, obliquo superiore, obliquo inferiore elevazioneretto superiore, obliquo inferiore abbassamentoretto inferiore, obliquo superiore

13 E il perfetto equilibrio muscolare e sensoriale per cui nella fissazione binoculare gli assi visivi, senza sforzo di fusione, sono diretti nello stesso punto ORTOFORIA

14 FUSIONE Sensoriale: capacità di formare a livello cerebrale ununica rappresentazione spaziale di un oggetto fissato dai 2 occhi occhio ciclopico Motoria: fini movimenti atti a eliminare la diplopia dovuta al disallineamento degli assi visivi

15 FUSIONE SENSORIALE Necessita : immagini con la stessa localizzazione spaziale immagini simili in :grandezza nitidezza luminosità

16 M.agonisti = stessa azione elevazione RS e OI abbassamento RI e OS inciclotorsione OS e RS exciclorsione OI e RI Adduzione RM Abduzione RE M.antagonisti = azione contraria Legge di SHERRINGTON Durante la contrazione di un agonista si rilascia il suo antagonista

17 Limpulso innervativo si distribuisce in quantità uguale nei muscoli agonisti di entrambi gli occhi (es. sguardo a SX RE occhio sinistro e RI occhio destro) Legge di HERING Controlla i movimenti binoculari

18 Le nove posizioni primarie di sguardo

19 E unalterazione dellequilibrio muscolare con conseguente deviazione più o meno marcata dei bulbi oculari per cui gli assi visivi non sono allineati nel punto di fissazione Che cos'è lo strabismo? OGGI

20 Lo strabismo è una deviazione di uno o entrambi gli occhi rispetto al punto di fissazione. A seconda della direzione di tale deviazione si distingue: - strabismo convergente (locchio è deviato verso linterno) - strabismo divergente (locchio è deviato verso lesterno) - strabismo verticale (locchio è deviato verso lalto o il basso) Che cos'è lo strabismo?

21

22 ESODEVIAZIONI Pseudostrabismo Epicanto

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42

43 MICROSTRABISMO Piccolo angolo Non danno estetico Presenza di ambliopia di vario grado Con fissazione eccentrica o centrale Ereditarietà

44

45

46

47

48

49

50

51

52 Oscillazione involontaria e ritmica degli occhi che può essere osservata clinicamente

53

54

55 STRABISMO PARALITICO La deviazione oculare cambia nelle varie posizioni di sguardo ed è massima nel campo dazione del muscolo o dei muscoli paralizzati (incomitanza) Paralisi del VI, RE dx

56 Soggettivi: - diplopia - confusione Oggettivi: - deviazione:primaria secondaria Torcicollo compensatorio (la diplopia ed il torcicollo scompaiono alla chiusura di un occhio) SINTOMI

57 Si ricerca in Visione Binoculare e può essere: Convergente Divergente Verticale Langolo strabico è massimo nel campo di azione del m. paretico Deviazione strabica

58 Primaria: se fissa locchio sano Secondaria: se fissa locchio paretico (è maggiore perché la fissazione richiede una innervazione supplementare che per la legge di Hering si riflette sul sinergista controlaterale) DEVIAZIONE

59 E il segno distintivo di tutti gli strabismi paralitici. L'oggetto verrà localizzato da un occhio in un punto dello spazio e dall'altro in un punto diverso: il cervello riceverà due immagini dello stesso oggetto in due luoghi diversi. La diplopia che insorge in seguito a paralisi oculo- motoria è presente solo nella visione binoculare, con entrambi gli occhi aperti; chiudendo un occhio la diplopia scompare. Tuttavia se si chiude l'occhio sano, il paziente mostra una caratteristica difficoltà di localizzazione degli oggetti circostanti. E' sempre necessario differenziare una diplopia binoculare, conseguente a strabismo paralitico da una diplopia monoculare (presente anche in visione monoculare), secondaria ad astigmatismo, cataratta o opacità e/o anomalie corneali. Diplopia

60 Nucleo del III Nucleo del IV Nucleo del VI Secondaria a trombosi,aneurismi, tumori. Tutti gli oculomotori, I e II del V, edema cong. e palpebre Secondaria a lesioni parte posteriore dellorbita (tumori, traumi, emorragie, infiammazioni). N. ottico, oculomotori e V (dolore, anestesia) Secondaria a otite media acuta, osteomeningite dellapice della rocca petrosa: dolore (lesione del V), paresi dellabduzione (VI), e sordità (VIII) Si tratta di lesioni circoscritte del tronco encefalico caratterizzate dalla costante associazione di alterazione della funzione di uno o più nervi cranici, omolateralmente, e disturbi sensitivi e/o motori nella metà controlaterale

61

62

63

64 Linfoma, metastasi orbitaria Glioma del n. ottico

65

66 La sarcoidosi è una granulomatosi sistemica ad eziologia ancora sconosciuta caratterizzata da uno squilibrio dei processi immunitari nelle sedi coinvolte. Nella maggior parte dei casi la malattia colpisce il polmone e i linfonodi, ma può interessare molti altri distretti quali la cute, locchio, il fegato, la milza, il rene, il cuore, il sistema nevoso e muscolare, ecc. RM dimostrante ispessimento del n. ottico di dx

67

68 La maggior parte di questi quadri clinici è dovuta a mitocondriopatie. Altre cause sono la miastenia classica, la distrofia oculo-faringea e le sindromi miasteniche congenite


Scaricare ppt "STRABISMI. 4 retti (superiore, inferiore, interno o mediale, esterno o laterale) 2 obliqui (superiore ed inferiore) Cinque muscoli, eccetto che lOI, originano."

Presentazioni simili


Annunci Google