La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SPE-5 Entrare in Italia e diventare italiani Massimiliano Tarozzi a.a. 2011-2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SPE-5 Entrare in Italia e diventare italiani Massimiliano Tarozzi a.a. 2011-2012."— Transcript della presentazione:

1 SPE-5 Entrare in Italia e diventare italiani Massimiliano Tarozzi a.a

2 Normativa italiana per lingresso Decreto Legislativo (T.U. sullimmigrazione) n. 286 del 25 luglio 1998, modificato successivamente da una serie di disposizioni tra cui si ricorda: – la Legge n.189 del 30 luglio 2002 (cosiddetta Bossi-Fini) – la Legge n. 94 del 15 luglio 2009 (legge sulla sicurezza: reato di clandestinità, ronde…)

3 Entrare in Italia Per entrare in Italia per meno di 90 giorni occorre poter esibire: un passaporto valido i documenti che giustificano lo sc opo e le condizioni del soggiorno previsto (non lavoro) la disponibilità di mezzi finanziari sufficienti per restare in Italia e tornare al proprio paese visto d'ingresso, salvo i casi in cui il visto non sia previsto (es. per soggiorni brevi per i cittadini provenienti da Stati per i quali lUE ha stabilito lesenzione ) e salvi i casi di forza maggiore (richiedenti asilo, chi corre rischi per la propria incolumità o per grave sfruttamento o violenza). E inoltre: non siano segnalati al sistema informativo Schengen ai fini della non ammissione non siano considerati pericolosi per l'ordine pubblico, la sicurezza nazionale, la salute pubblica o le relazioni internazionali

4 Immigrazione clandestina Dall'8 agosto 2009 è introdotto il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato italiano (l.94 del 15/7/2009). Pertanto, chi entra o soggiorna in maniera irregolare in Italia commette il reato di immigrazione clandestina, punito con un'ammenda da a euro.

5 Rifugiati Può richiedere lo status di rifugiato chi: Nel suo Paese è stato oggetto di persecuzioni dirette e personali per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza a determinati gruppi sociali o per le sue opinioni politiche o se ha fondato e provato motivo di ritenere che potrebbe essere perseguitato in caso di ritorno in patria (in base alla Convenzione di Ginevra). Oppure può chiedere la qualifica di persona ammissibile alla protezione sussidiaria : cittadino straniero che non possiede i requisiti per essere riconosciuto come rifugiato ma nei cui confronti sussistono fondati motivi di ritenere che, se tornasse nel suo paese…

6 Centri di Identificazione e espulsione I centri di identificazione ed espulsione ( CIE ), prima denominati centri di permanenza temporanea ( CPT ), sono strutture previste dalla legge italiana Essi sono stati istituiti in ottemperanza a quanto disposto all'articolo 12 della legge Turco-Napolitano (L. 40/1998) per ospitare gli stranieri "sottoposti a provvedimenti di espulsione e/o di respingimento con accompagnamento coattivo alla frontiera" nel caso in cui il provvedimento non sia immediatamente eseguibile.

7 Click to edit the outline text format Second Outline Level Third Outline Level Fourth Outline Level Fifth Outline Level Sixth Outline Level Seventh Outline Level Eighth Outline Level Ninth Outline LevelFare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello Permesso di soggiorno Per soggiornare in Italia il cittadino straniero, cioè tutti i cittadini che non appartengono ai paesi dell'UE, deve chiedere il permesso di soggiorno per il motivo e per il periodo indicati nel visto di ingresso. Costi: Da 80 a 200 euro (a seconda della durata) con bollettino di conto corrente; 14,62 euro per marca da bollo;

8 Permesso di soggiorno. Tipologie affidamento asilo (status rifugiato) assistenza minore attesa cittadinanza attività sportiva culto (motivi religiosi) cure mediche/ salute dimora (residenza elettiva) gara sportiva integrazione minore lavoro autonomo lavoro subordinato lavoro subordinato ex art. 27 (ingressi per lavoro fuori quote) lavoro stagionale lavoro stagionale pluriennale missione motivi di giustizia motivi di protezione sociale motivi umanitari ricerca scientifica richiesta di asilo politico ricongiungimento familiare (motivi familiari) studio per soggiorno oltre i tre mesi e per trasporto tirocinio/formazione professionale

9 Permesso di soggiorno. Durata 1 anno per motivi di studio 2 anni per lavoro autonomo e per ricongiungimento familiare Per lavoro subordinato: durata del contratto (2 anni se a tempo indeterminato) Il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo è a tempo indeterminato La carta di soggiorno rilasciata ai familiari di cittadini comunitari ed equiparati, ha durata di 5 anni

10 Permesso di soggiorno CE (ex carta di soggiorno) Il permesso di soggiorno CE (a tempo indeterminato) può essere richiesto dal cittadino straniero regolarmente soggiornante nel territorio dello Stato da almeno cinque anni, con un contratto di lavoro di durata di almeno un anno e con un reddito sufficiente per il sostentamento proprio e dei famigliari.

11 Da allegare alla domanda di Permesso di soggiorno CE copia del passaporto o documento equipollente, in corso di validità; copia della dichiarazione dei redditi (il reddito deve essere superiore all'importo annuo dell'assegno sociale); per i collaboratori domestici (colf/badanti): esibizione dei bollettini INPS o estratto contributivo analitico rilasciato dall'INPS; certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali; un alloggio idoneo documentato se la domanda è presentata anche per i familiari; copie delle buste paga relative all'anno in corso; documentazione relativa alla residenza e allo stato di famiglia ; bollettino postale di pagamento del permesso di soggiorno elettronico ( 27,50) contrassegno telematico da 14,62 Il costo della raccomandata è di 30.

12 Test ditaliano Decreto 4 giugno 2010: introdotto il test di conoscenza della lingua italiana, al cui superamento è subordinato il rilascio del permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo.

13 Diventare italiani. Cittadinanza Normativa: legge 5 febbraio 1992, n. 91, Legge Martelli successive modifiche e integrazioni (comprese le disposizioni di cui alla legge 15 luglio 2009, n.94.legge sulla Sicurezza), Concessa con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dellInterno Si può ottenere la cittadinanza italiana : 1.PER DISCENDENZA. In base a delle leggi speciali 2. PER MATRIMONIO. Concessione della cittadinanza italiana a cittadini stranieri coniugati con italiani. Dopo 2 o 3 anni 3.PER RESIDENZA. Concessione della cittadinanza italiana a cittadini stranieri che risiedono in Italia – Il tempo della residenza varia dai tre ai 10 a seconda della condizione giuridica del cittadino straniero e senza precedenti reati.

14 Diventare italiani. Cittadinanza Può fare la richiesta di cittadinanza per residenza chi: è nato in Italia e vi risiede legalmente da almeno 3 anni; è cittadino straniero e risiede legalmente in Italia da almeno 10 anni. è figlio o nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita, e risiede legalmente in Italia da almeno 3 anni; è maggiorenne, adottato da cittadino italiano, e risiede legalmente in Italia da almeno 5 anni, successivi all'adozione; ha prestato servizio, anche allestero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato Italiano; è cittadino U.E. e risiede legalmente in Italia da almeno 4 anni; è apolide o rifugiato e risiede legalmente in Italia da almeno 5 anni.

15 Diniego della cittadinanza la legge attribuisce un ambito di discrezionalità nella valutazione degli elementi in possesso dellAmministrazione. Il diniego può essere determinato: – dai motivi inerenti la sicurezza della Repubblica, – da mancanza del periodo di residenza legale, – insufficienza dei redditi, – precedenti penali, – insufficiente livello di integrazione.

16 Click to edit the outline text format Second Outline Level Third Outline Level Fourth Outline Level Fifth Outline Level Sixth Outline Level Seventh Outline Level Eighth Outline Level Ninth Outline LevelFare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello Cittadinanza in Europa Italia ius sanguinis restrittivo (appello del Presidente della reubblica e disegno di legge in Parlamento, novembre 2011) Germania ius sanguinis (rinforzato dal nazismo), poi corretto dopo lunificazione. Nel 2000 la riforma dello ius solis è stata molto limitata Francia ius solis (prima era ius sanguinis). Dal 2006 fortemente ridimensionato e non più automatico Fare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello Danimarca. Grecia, Austria Irlanda, Belgio, Portogallo e Spagna

17 Temi per elaborato individuale Tema Testo Commento critico alle presenze di stranieri in Italia Rapporto ISMU, Alunni con cittadinanza non italiana, Immigrati di seconda generazione Colombo, Enzo Figli di migranti in Italia: identificazioni, relazioni, pratiche. [Torino]: UTET. Introduzione e capitolo 1 Identità etnica Aime, Marco Eccessi di culture. Torino: G. Einaudi. Problematiche degli adolescenti migranti Caneva, Elena Mix generation: gli adolescenti di origine straniera tra globale e locale. Milano: FrancoAngeli. Cap 2,4 Il multiculturalismo e le sue critiche Colombo, Enzo Le societa ̀ multiculturali. 2 edizione Roma: Carocci. Il razzismo Taguieff P.A. (1999), Il razzismo. Pregiudizi, teorie, comportamenti, Milano, R. Cortina Politiche europee per il dialogo interculturale Consiglio dEuropa, Libro Bianco sul dialogo interculturale Educazione interculturale e educazione alla giustizia sociale. M. Tarozzi (2011). Dalleducazione interculturale alla social justice education. In P. Sorzio (Ed.) Apprendimento e istituzioni educative, Roma, Carocci, Integrazione D. Zoletto. Il gioco duro dellintegrazione. Intercultura sui campi da gioco. Cortina, 2010.


Scaricare ppt "SPE-5 Entrare in Italia e diventare italiani Massimiliano Tarozzi a.a. 2011-2012."

Presentazioni simili


Annunci Google