La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale La struttura tipo della ricerca quantitativa La ricerca quantitativa si qualifica per un percorso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale La struttura tipo della ricerca quantitativa La ricerca quantitativa si qualifica per un percorso."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale La struttura tipo della ricerca quantitativa La ricerca quantitativa si qualifica per un percorso di produzione e/o verifica della conoscenza significativamente formalizzato, in quanto sono predefinite: la struttura logica dellintero processo di ricerca e delle fasi in cui essa si articola; le tecniche osservative utilizzate per la raccolta delle informazioni. Dei tre contesti: il contesto della scoperta, sottende latto creativo ed è il solo a sfuggire alle regole logiche; il contesto della giustificazione, impone la pubblicità, la controllabilità e la ripetibilità delle procedure;completezza nota metodologica il contesto dellaccettazione, prelude allaccumulazione sistematica della conoscenza e genera la possibilità una sua crescita esponenziale.

2 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale Litinerario tipo della ricerca quantitativa mette in luce 5 fasi e 5 processi: CIRCOLO DELLA CONOSCENZA (R.K. Merton) Anche se in realtà dovrei parlare di SPIRALE, perché teoria e ricerca sono indissolubilmente legate Ricerca di sfondo ed analisi critica della letteratura

3 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale Insieme di proposizioni, organicamente connesse, che si pongono ad un elevato livello di astrazione e generalizzazione, rispetto alla realtà empirica, le quali sono derivate da regolarità empiriche e dalle quali possono essere derivate delle previsioni Sistema coerente, connesso tramite regole logiche, non semplice aggregato La teoria è slegata dalle singole rilevazioni empiriche dal punto di vista: concettuale (astrazione) delle applicazioni (generalizzazione) La teoria nasce ed è confermata dall osservazione della realtà Date certe regolarità osservate posso inferire lesistenza di comportamenti simili in contesti spazio-temporali paragonabili Definizionesignificati TEORIA

4 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale Ipotesi Definizione: proposizione che implica una relazione tra due o più concetti, che si colloca su di un livello inferiore di astrazione e di generalità rispetto alla teoria e che permette una traduzione della teoria in termini empiricamente controllabili Deve possedere tre caratteristiche: maggiore concretezza della teoria (< astrazione, concetti rilevabili); maggiore specificità (< generalizzazione, affermazione più circostanziata); rispondere al criterio della controllabilità empirica (criterio fondativo della scientificità).

5 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale Ipotesi… Ipotesi specifiche o derivate: il tasso di suicidio è più elevato nelle società protestanti che in quelle cattoliche; il tasso di suicidio è maggiore tra i single che tra le persone sposate. Dove le ipotesi derivate focalizzano lattenzione sui fattori che possono indurre comportamenti individualistici e non sul grado di individualismo. ossia ad ampio spettro, quale ad esempio: maggiore è il tasso di individualismo di una collettività, maggiore sarà il tasso di suicidi

6 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale Nucleo teoria: la scelta di togliersi volontariamente la vita è un atto individuale, ma sottende sempre motivazioni sociali legate al grado di integrazione sociale. Articolazione della teoria in proposizioni. Esistono tre tipi di suicidio: 1.egoistico, prende forma dallindividualismo imperante nella società o nel gruppo sociale cui si appartiene; 2.anomico, è dovuto ad una carenza di integrazione, ovvero alla scarsa capacità delle norme di orientare lazione; 3.altruistico, è causato da un eccesso di integrazione nei valori sociali; Laffermazione sub 1 potrebbe generare la seguente ipotesi generale: Maggiore è il grado di individualismo di una determinata collettività, maggiore sarà il tasso di suicidi. Dove individualismo = libero arbitrio nelle scelte, elevato ruolo della moralità individuale (definizione operativa) Teoria ed ipotesi: caratteri e differenze

7 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale Il processo di deduzione È quel processo mediante il quale si passa dalla TEORIA alle IPOTESI. La teoria è, infatti, una proposizione più generale delle ipotesi Data una teoria x posso, quindi, ricavare n ipotesi. Esempio Teoria: HP maggiore è la centralità sociale dellindividuo, maggiore è il grado di partecipazione politica. La % di votanti è maggiore tra gli uomini La % di votanti è maggiore tra gli adulti La % di votanti è maggiore tra i soggetti con status socio- economico più elevato Limito la rilevazione dei concetti ai 4 aspetti considerati: Partecipazione politica = % votanti; centralità sociale = genere, età, status socio-economico

8 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale Esistono ipotesi: Descrittive: si limitano a prevedere la distribuzione di un fenomeno; Il 70% dei soggetti intervistati è daccordo con la decisione del sindaco. Relazionali: individuano una relazione tra due o più concetti e possono ulteriomente distinguersi in: ipotesi causative: si ricollegano alla riconoscibilità di un fattore causante (variabile indipendente) e di un fenomeno causato (effetto, variabile dipendente);correlazione Se A, allora è molto probabile che B (legame unidirezionale) Allaumentare delletà è molto probabile che aumenti il reddito ipotesi di associazione: si ricollegano alla riconoscibilità di un legame di reciproca influenza tra le variabili.covariazione Al variare di A, è molto probabile che vari anche B Allaumentare del grado di anomia aumenta lincidenza della devianza. Ipotesi…

9 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale 1. Mancanza di unadeguata chiarezza concettuale. Le élite possiedono un grado di partecipazione politica doppio rispetto ai ceti medi. (indeterminatezza dei concetti non risolvibile con def. operativa) 2. Eccessiva generalità. Esiste relazione tra classe sociale e consumi culturali. (hp scontata, non viene indicata la direzione del legame, né evidenziato il peso) 3. Presenza di riferimenti assiologici (axios = valore in greco). Il più ridotto quoziente intellettivo della razza nera è la principale ragione del più alto tasso di abbandono scolastico. (Lipotesi si basa su luoghi comuni e credenze, la cui falsità è dimostrata dalla scienza) 4. Carenza di controllabilità empirica Esiste vita nelluniverso. Nel 2100 la società italiana si caratterizzerà per il più alto tasso di rappresentanza politica delle donne in parlamento. Principali errori nella formulazione delle ipotesi

10 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale Un teoria non è mai riconducibile alla semplice ipotesi. Lipotesi ha validità solo se inserita in un quadro più ampio. Distinzione (Merton) generalizzazione empirica = proposizione isolata che riassume uniformità relazionali tra 2 o più variabili osservate (che trovano riscontro empirico nei dati);descrizione realtà indagata teoria = insieme di proposizioni organicamente connesse che collegano una serie di uniformità relazionali empiricamente verificate e lo collegano ad un sistema concettuale che si situa ad un livello superiore di astraziome. Permette di comprendere le dinamiche del fenomeno anche in contesti estranei a quello dellindagine e di fare previsioni fuori dallambiente dal quale provengono i dati. Teoria e generalizzazioni empiriche

11 Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale La struttura della ricerca quantitativa sin qui descritto ha natura ideale, in quanto nellapplicazione possono emergere variazioni anche non lievi. Non è raro che il punto di inizio non sia rappresentato da unesauriente rassegna teorica e dalla formulazione delle ipotesi. Due casi tipici di indagini con uso ex ante embrionale della teoria: 1.Ricerca esplorativa = indagine tesa a produrre conoscenze di base di un fenomeno poco conosciuto; ruolo moderato ed indiretto della teoria, con precisazione delle ipotesi in itinere (es. attraverso tecniche qualitative); 2.Indagine secondaria = su dati già esistenti e raccolti da altri enti o ad altri scopi (in questo caso si tratta di ragioni di forza maggiore). Può capitare anche di ricorrere alla teoria a posteriori per spiegare dati anomali o inaspettati. Alterazioni nel flusso teoria-ipotesi…


Scaricare ppt "Dott.ssa Anna Cugno – Università del Piemonte Orientale La struttura tipo della ricerca quantitativa La ricerca quantitativa si qualifica per un percorso."

Presentazioni simili


Annunci Google